Acqua ricavata dall’aria con un sistema geniale e economico

Acqua ricavata dall’aria con un sistema geniale e economico.

La notizia ormai appare vecchia, anche se molto recente, perché ha già fatto il giro del mondo.

La società Seas, con sede in Svizzera, grazie all’ingegno e intuizione di 4 ingegneri: due Italiani, uno Svizzero e uno Statunitense e con la collaborazione dell’Università di Pavia è riuscita in pochi anni a realizzare un macchinario che trae acqua dall’aria.

Acqua ricavata dall’aria con un sistema geniale e economico 1   

A differenza delle tecnologie ad osmosi inversa, come la desalinizzazione, la depurazione delle acque, il trattamento delle acque reflue ecc., quella di Seas non rilascia impurità nell’ecosistema locale e offre una fonte illimitata e inesauribile di acqua potabile.

La tecnologia adoperata permette di operare ovunque, senza la necessità di avere fonti di acqua già esistenti da trattare, quali mare o fiumi, laghi e acque reflue.

Permette così di avere a disposizione una fonte praticamente inesauribile di acqua, in modo semplice e veloce, e in maniera da ridurre anche il bisogno di costose infrastrutture e manutenzioni o di trasporti inquinanti.

Il progetto della Seas è stato presentato durante l’evento “Acqua dall’aria per la vita” svoltosi all’interno del Padiglione Svizzera con il patrocinio di Expo Milano 2015

Secondo quanto spiega Rinaldo Bravo, general manager di Seas, le applicazioni sono praticamente infinite.

Ad una temperatura di 30 gradi C dell’aria, con il 70% di umidità, il macchinario riesce a catturare il 60% di acqua dall’aria stessa, il che significa, a seconda dell’impianto, dai 2.500 ai 10 mila litri di acqua al giorno, modulabili sino a centinaia di metri cubi, mantenendo l’acqua in ricircolo costante, a temperature corrette.

Da tenere conto che le macchine utilizzate funzionano a energia per cui il costo energetico di produzione a litro si aggira intorno ai 0,28 kWh; ma possono essere sfruttate le energie rinnovabili quali il sole e il vento per un maggior rispetto ambientale nella produzione di acqua, per generare gratuitamente aria fresca, da 8000 a 32000 mc/h, e riscaldamento, da 2000 a 8000 l/h, azzerando i costi energetici ed ammortizzando il costo della macchina.

Questa tecnologia garantisce un impatto ambientale basso o nullo; a differenza di altre tecnologie ad osmosi inversa (desalinizzazione, depurazione delle acque, trattamento delle acque reflue, ecc.), quella di SEAS non rilascia impurita’ nell’ecosistema locale e offre una fonte illimitata e inesauribile di acqua potabile

Sistemi sperimentali Seas sono attualmente in prova in America Latina (Messico, Perù, Ecuador), Isole Caraibiche, Nord Africa, Sud Africa, Libano; negli Emirati Arabi e in Tunisia viene sperimentato per serre idroponiche; ad Abu Dhabi, addirittura per una fabbrica di mozzarelle.

La Seas è attualmente presente con le sue filiali in Italia, Usa, Canada, Messico, Perù, Libano, Basile ed Emirati Arabi e sono in corso operazioni per aprire nuove sedi e uffici in Cina e Sud e Centro Africa.

Questo sistema potrebbe diventare la speranza di un mondo che è sempre più assetato di acqua: un mondo dove l’acqua sta diventando sempre di più l’Oro Blu.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.