APE, il Governo ha deciso: compravendita e affitti, via le multe

Aggiornamento

20/01/2014

L‘articolo che segue, redatto in data 30 dicembre 2014, è stato aggiornato in data 20/01/2014, in quanto a tale data, è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il  DL Destinazione Italia dove sono state apportate ulteriori modifiche  e che rintroduce le multe fino a 18 mila euro per le compravendite immobiliari senza Ape e rimodula gli incentivi alle energie rinnovabili.

Compravendite immobiliari senza APE
Nei contratti di compravendita immobiliare, negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso o nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari soggetti a registrazione deve essere inserita una clausola con la quale l’acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto l’Attestato di Prestazione Energetica(APE).

Una copia dell’APE deve essere allegata al contratto. In mancanza della dichiarazione, o nel caso in cui l’APE non venga allegato, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, di una multa che può variare dai 3 mila ai18 mila euro.

Articolo del 30/12/2013

Nelle locazioni di singole unità immobiliari, invece, la multa oscilla tra i mille e i 4 mila euro. Se il contratto ha una durata fino a tre anni, la sanzione è ridotta della metà 

Il Governo ha deciso: compravendita e affitti, via le multe; una notizia che farà sospirare di sollievo tutti quegli Italiani che sono interessati a stipulare contratti di compravendita o di affitto, e che ai sensi del decreto legge Destinazione Italia, dovevano presentare al momento del rogito il Certificato di Prestazione Energetica.

Il Consiglio dei Ministri, si è riunito in data 27 dicembre 2013 nella seduta n° 43.

Al termine di detta seduta, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente, Enrico Letta e del Ministro dell’Economia e Finanze, Fabrizio Saccomanni, ha approvato due decreti legge di proroga di termini e scadenze e altre disposizioni indifferibili di carattere finanziario.

Al punto 6 delle “Disposizioni a carattere finanziario Indifferibili” è stato approvato anche il seguente titolo:

-Cessione immobili. Non sono più necessarie le dichiarazioni di conformità catastali e l’attestato di prestazione energetica all’atto di cessione dell’immobile: queste documentazioni potranno essere prodotte anche successivamente.

APE, il Governo ha deciso compravendita e affitti, via le multe 

Una decisione molto importante e che noi avevamo auspicato nel nostro precedente articolo, in quanto era estremamente punitiva per il settore edilizio, nonché per tutti quei cittadini che vogliono acquistare o affittare casa in questo particolare momento, che vede l’Italia in procinto di uscire da una profonda crisi.

La mancata presentazione della dichiarazione di conformità catastale o dell’attestato di prestazione energetica avrebbe, difatti, comportato multe più che salate per gli inadempienti

Sembra essere stato tutto risolto, ma tale decisione dovrà, probabilmente, portare ad una modifica del Decreto Legge Destinazione Italia che prevedeva infatti una multa da pagare in parti uguali tra i due contraenti e variabile dai 3.000 ai 18.000 euro in caso di contratti di compravendita

Nelle locazioni di singole unità immobiliari invece una multa ammontante dai  mille ai 4 mila euro .

E per quei contratti con durata fino a tre anni, una sanzione ridotta della metà. 

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

4 commenti

  1. buongiorno..sono interessata da vicino alla normativa in quanto sto ponendo in vendita due immobili di mia proprietà.Ho avvisato subito (oggi) l agente immobiliare di questa novità (del non più obbligo di produrre l’APE),il quale però mi risponde che è già nuovamente cambiato tutto!! ora chiedo a Voi per avere chiarezza. Dovrò produrlo oppure no? Vi ringrazio con anticipo..in attesa di delucidazione. E ne approfitto per “lanciarvi”gli Auguri per il nuovo anno.

    • Per Cristina.
      In questo Paese tutto cambia e può cambiare dalla sera alla mattina.
      Ciò che ci risulta ad oggi e che tu puoi controllare è quello che abbiamo scritto.
      Vai a questo link che tratta della seduta del Consiglio dei ministri n° 43 del 27 dicembre 2013.
      http://www.palazzochigi.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=74247
      Poi scorri la pagina fino a che troverai il titolo:”DISPOSIZIONI DI CARATTERE FINANZIARIO INDIFFERIBILI”
      Dopo di che vai al 6° capoverso (Contali) intitolato “· Cessione immobili.”
      Leggi il suo contenuto:
      “Non sono più necessarie le dichiarazioni di conformità catastali e l’attestato di prestazione energetica all’atto di cessione dell’immobile: queste documentazioni potranno essere prodotte anche successivamente.”
      Non siamo riusciti a trovare nel web notizie successive a detta pronuncia.
      Dopo che hai controllato, se va bene, fallo leggere anche al tuo agente immobiliare.
      Amedeu e c.

      • grazie…avevo bisogno di un chiarimento e vi sono molto grata..si vive nella “paura”di incappare in qualche salatissima sanzione..pur mettendocela tutta per fare le cose in regola..cristina

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.