Argilla espansa italiana prodotta specificamente per floricoltura, orticoltura e vivaismo e che utilizza materie prime scelte e selezionate

Argilla espansa italiana prodotta specificamente per floricoltura, orticoltura e vivaismo e che utilizza materie prime scelte e selezionate.

Non contiene sostanze organiche, non si decompone, non è attaccato da muffe o parassiti. 
 
1   
 

Può essere conservata indefinitamente senza alterarsi; nella confezione in sacchi è facile da usare, da immagazzinare, da trasportare, da dosare.

Parliamo di una argilla espansa a PH specifico per giardini pensili, florovivaistica e orticoltura prodotta dalla Laterlite e denominata AgriLeca

 
Confezione 1 1 

Vantaggi

E’ un prodotto Leca speciale in argilla espansa italiana prodotta specificamente per floricoltura, orticoltura e vivaismo da Laterlite che utilizza materie prime scelte e selezionate per ottenere, oltre ai già noti vantaggi di Leca, una bassissima salinità rilasciata alla soluzione. 

Praticità

AgriLeca è prodotto in due diverse granulometrie, 3÷8 e 8÷20; è fornito pompato in quota con automezzi cisternati, sfuso con ribaltabili o in sacchi di plastica da 50 litri (20 sacchi per un metro cubo), in bancali da 65 sacchi.

Peso a secco circa 380 Kg/m3 (18 Kg/sacco) per la denominazione 3÷8 e circa 330 Kg/m3 (17 Kg/sacco) per quella 8÷20. 

A pH specifico
Il suo pH è compreso tra 6 e 7. 
  
Campi di impiego
 
– Miscelato nel terreno o come strato drenante o di accumulo dell’umidità per giardini pensili, fioriere e in piante in vaso.
– Riempimento di bancali per la coltivazione di piante in vaso.
– Allestimento di fioriere.
– Idrocoltura. 
  
Modalità di impiego
 
– Piante in vaso
 
Argilla espansa italiana prodotta specificamente per floricoltura, orticoltura e vivaismo 1   

Tale prodotto, nei substrati torbosi limita la eccessiva ritenuta idrica, migliora il drenaggio ed aumenta la porosità libera per l’aria, fattore assai importante per una buona crescita delle radici e della pianta; con un terriccio umido ma non bagnato viene limitata la possibilità di marciumi radicali e di funghi parassiti.

AgriLeca non rilascia salinità e non cambia sostanzialmente il pH della miscela, grazie al suo basso potere tampone.

Inoltre non ingiallisce, non si compatta, non si altera nè si decompone con il tempo e l’umidità; il suo aspetto è piacevole ed esteticamente.

I dosaggi per la miscela di AgriLeca con la torba, o il substrato torboso già confezionato, vanno scelti dal floricoltore in funzione della pianta, della torba, del regime di irrigazione che viene adottato in serra.

5   

In generale si va dal 20% (1 parte di AgriLeca ogni 4 di torba) al 40% (2 parti di AgriLeca ogni 3 parti di torba). 

– Giardini Pensili
 
Stratigrafia 
 
Stratigrafie 1   

E’  idoneo per realizzare strati di drenaggio alleggeriti per riempimenti a verde e giardini pensili.

Nelle miscele con il terreno di coltura garantisce leggerezza alla struttura ed una riserva di acqua ed aria per le piante. 

E’ indicato anche per il riempimento di vasche o fiorire. 

Può essere fornito con autotreni ribaltabili o cisternati attrezzati per il pompaggio in quota sino a 30 m o in orizzontale sino a 80÷100 m. 

– Allestimento fioriere

AgriLeca ha un aspetto piacevole, ormai entrato a far parte dell’immagine delle piante coltivate in vaso.

I suoi granuli bruni, rotondeggianti ma non sferici costituiscono una finitura naturale per le fioriere e gli allestimenti floreali. 

Riempimento in bancali
AgriLeca nel riempimento dei bancali assicura costanza di temperatura, drenaggio, costante tenore di umidità, assenza di manutenzione, specie nei casi in cui le radici fuoriescono dal vaso. 
 
– Piante per contenitori in vivaio

Il terriccio dei contenitori è soggetto, nel tempo, a costipamento, dovuto al proprio peso e alle innaffiature. 

L’aggiunta di AgriLeca ne migliora definitivamente e stabilmente le caratteristiche di porosità per l’aria e di drenaggio, evitando il soffocamento delle radici e migliorando così il risultato colturale. Inoltre il terriccio con il 20-30% di A.L. riduce l’eccessivo peso dei contenitori, pur assicurando la necessaria stabilità.

Inoltre risulta essere utile anche al momento del trapianto, dal contenitore al giardino del cliente; uno strato di A.L. sul fondo della buca, assicura drenaggio e la giusta umidità, facilitando l’attecchimento della piante. 

Idrocultura

E’ senza dubbio il substrato ideale per l’idrocoltura; la minima salinità rilasciata assicura l’inerzia del substrato, condizione primaria per il buon funzionamento del sistema.

Esso inoltre è leggero e maneggevole, ha moderata ritenzione idrica e ottima porosità per l’aria; la forma e l’assortimento dimensionale dei granuli sono tali da “legare” bene e assicurare quindi un buon sostegno alle piante, anche a quelle alte e pesanti. 

Caratteristiche tecniche

Denominazione    3÷8 8÷20
Densità Kg/m3     circa 380 330
Reazione al fuoco      Euroclasse A1 (incombustibile)
Confezione       bancale in legno a perdere con 65 sacchi da 50 litri/cad. pari a 3,25 m3 di prodotto
 

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATCA e su altro ancora

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.