Banco da cantiere per preparare i ferri e le gabbie per il cemento armato.

In un cantiere, piccolo o grande che sia, occorre quasi sempre piegare i ferri e le staffe, nonchè preparare le gabbie per le strutture in cemento armato, quali i cordoli dei solai, le travi, i pilastri, le solette, i terrazzi.

Non è possibile effettuare tali lavorazioni a terra, per cui occorre avere a disposizione un apposito banco o tavolo, per eseguire tali operazioni.

Tale banco può essere realizzato in vari modi,  comunque il piano di esso deve essere costituito da tavoloni per ponteggio, da mt 4×0,50×0,05. mentre i sostegni del tavolo possono essere rappresentati da 4 o 6 zampe (o gambe) tipo tavolo comune, oppure da 2 cavalletti in legno precostruiti.

In questo articolo vedremo, appunto un banco da cantiere eseguito in questo secondo modo.

E’ molto semplice e facile da costruirsi.

A Banco da cantiere 1   

Nella immagine sopra, come  inizio, facciamo vedere il banco completo e con inchiodate le due tavole trasversali che sorreggeranno i ferri e le gabbie.   

Cavalletti di sostegno

Sotto, un cavalletto in legno in fase di completamento 

Costruzione Cavalletto 1 

Ed ancora, ultimato

  Cavalletto in legno 1

Come potete osservare, il banco è costituito da due cavalletti in legno con soprastanti 4 tavoloni da mt 4.

I due cavalletti, di altezza di  mt 1,00 e della larghezza di mt 1,30 circa, devono essere robusti, e perciò realizzati con traverse in legno, ortogonali fra di loro e controventature centrali.

Tavoloni da cantiere e tavole trasversali

Nella immagine sottostante vediamo i due cavalletti, con posati a terra i 4 tavoloni e sotto di essi le due tavole da cantiere, che dovranno servire a sostenere le gabbie,

Cavalletti in legno 1   

I tavoloni, delle misure di cm 400x25x4 vanno posati sopra i cavalletti, ed inchiodati ad essi con chiodi da cm 10.

Occorreranno almeno due chiodi per parte, in quanto il banco, una volta ultimato, deve essere solido e non deve muoversi.

 Tavoloni tolti 1

Nella immagine sottostante osserviamo i 4 tavoloni inchiodati ai cavalletti, e sopra di essi le due tavole da cantiere (Sezione cm 12×2,5), inchiodate ai tavoloni (chiodi da cm 6/7, ma sporgenti dalla parte dell’operatore.

Sulle due tavole andranno posati i ferri diritti  della gabbia (o barre),  che una volta infilate le staffe, saranno pronti per la legatura con filo di ferro da cantiere.

Rendere stabile il banco

Per rendere il banco più stabile possibile, si possono ancorare le tavole orizzontali dei cavalletti, al terreno, tramite dei ferri con gancio (a prendere le tavole) infissi appunto a terrà.

Qualora ciò non sia possibile, si possono caricare i tavoloni, dalla parte opposta all’operatore, con mattoni o blocchi in laterizio.

A Banco da cantiere 1   

Staffe e barre in acciaio

Segue l’immagine di una staffa di misure generiche

Staffe da 6 mm  1

Per potere realizzare le gabbie, vanno appoggiate sulle due tavole trasversali le prime due barre diritte, posate con il gancio rivolto verso il basso, dopo di che possono essere infilate, da un lato di esse, le staffe, disponendole nella lunghezza dei ferri ed alla distanza di cm 25 una dall’altra.

Durante tale operazione, sarà necessario alzare leggermente le barre dalle due tavole di sostegno.

Le staffe possono essere anche aperte, in corrispondenza dei loro due ganci, forzandole leggermente, dopo di che si possono inserire nelle barre stesse.

Realizzazione della gabbia

Una volta posizionate le staffe si può iniziare a legarle con filo di acciaio.

Finita tale operazione, si infilano le due barre rimaste, posandole nella parte bassa delle staffe: da ricordarsi che i ganci vanno posizionati verso l’alto.

Si passerà quindi alla legature di dette barre alle staffe, terminando così la costruzione delle gabbia di ferro.

Banco con ferri e staffe 1

Banco per piegare anche i ferri

Da chiarire, che il banco da noi costruito, può servire anche a piegare le staffe ed a fare i ganci alle barre diritte.

Sarà sufficiente inchiodare ad un tavolone esterno la piastra per piegare i ferri, e quindi iniziare le operazioni.

Naturalmente questo va fatto prima di inchiodarci le due tavole trasversali che sosterranno le gabbie.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.