Barre elicoidali acciaio Inox per rinforzo strutturale di Calcestruzzo e Murature

E’ opportuno conoscere l’esistenza e le prestazioni delle Barre elicoidali acciaio Inox per rinforzo strutturale del Calcestruzzo e Murature ad elevate prestazioni meccaniche per la cucitura a secco di elementi strutturali mediante apposito sistema d’installazione brevettato.

Grazie alla loro particolare geometria e processo produttivo, queste barre fungono da grosse viti autofilettanti, ammorsandosi sul supporto, previa realizzazione di un apposito foro pilota.

Tale tipo di barra può essere installata per collegare fra di loro elementi in muratura di laterizio, terra cruda, tufo, legno e in taluni casi anche elementi in calcestruzzo a seconda delle caratteristiche meccaniche del supporto.

Barre 1  

La barra elicoidale in acciaio Inox AISI 316 è denominata  Steel DryFix 10 e si tratta di un prodotto della Kerakoll SpA: consiste in una barra elicoidale in acciaio inossidabile, ad elevate prestazioni meccaniche applicabile mediante apposito sistema d’installazione brevettato: “Helifix”.

Barre elicoidali acciaio Inox per rinforzo strutturale 1   

Caratteristiche

– Provvisto di marcatura CE

– Sistema Brevettato

– Eccellente durabilità garantita da acciaio INOX AISI 316

– Barre testate in accordo con la norma EN 845-1, 2008

– Non richiede l’impiego di resine o malte per il fissaggio

della barra

– Installabile in qualsiasi condizione atmosferica

– Ottima aderenza meccanica al supporto grazie alla

geometria della barra

– Aderenza certificabile in cantiere mediante sistema di

pull-out della barra

– Elevata resistenza a trazione e a taglio certificata

– Flessibile per accomodare i normali assestamenti

stagionali della muratura

– Elevata velocità e facilità d’installazione mediante

apposito Mandrino e Kit Prolunghe Steel DryFix® 10

– Bassa invasività e minimale impatto estetico

– Bassi costi d’installazione

Destinazione d’uso

– Connessione di pannelli murari fra loro non ben ammorsati

– Cucitura di architravi danneggiati o fessurati

– Cucitura dall’intradosso di archi in muratura

– Cucitura di conci di pietra decorativa alla struttura retrostante

– Connessione di teste di travi in legno alla muratura di appoggio

– Cucitura di lesioni in strutture in muratura di mattoni di laterizio, terra cruda, tufo

– Limitazione del quadro fessurativo

– Miglioramento sismico di elementi murari con incipienti meccanismi di distacco/caduta di porzioni di muratura

Campi d’applicazione

Preparazione

Le barre vengono fornite in lunghezze già pronte per l’installazione, mediante apposito sistema brevettato (Helifix) per l’infissione.

barre con mandrino e prolunga 1  

Nel caso di barre di lunghezza superiore ai 200 mm, e per supporti particolarmente tenaci, viene consigliato l’utilizzo delle apposite prolunghe per l’infissione della barra, per evitare fenomeni di svergolamento/instabilità nelle fasi iniziali d’installazione.

Preparazione dei supporti

La muratura deve essere eventualmente preparata seguendo le prescrizioni della D.L.

Nel caso di lesioni passanti, dopo aver installato le barre di cucitura è opportuno, ma non essenziale, procedere con la stuccatura della lesione mediante prodotti Kerakoll quali: geomalta a base di pura calce naturale NHL 3.5 e Geolegante minerale o Biocalce Pietra, a seconda del supporto, e l’iniezione di opportuna boiacca per ripristinare la continuità componente nella muratura.

Per murature storiche, procedere con l’iniezione di GeoCalce Fluido.

Indicazioni d’uso

Applicazione

La cucitura a secco di murature in laterizio o tufo mediante Steel DryFix 10 andrà eseguita realizzando un foro pilota di diametro minore/ uguale a 8 mm e lunghezza possibilmente pari a tutta la lunghezza della barra di cucitura che si dovrà installare.

Dopo aver installato il Mandrino su un trapano ad innesto SDS Plus, installare la barra dentro al preforo, con percussione fino al completo inserimento della stessa; al termine dell’inserimento della barra stuccare con opportuna geomalta o adesivo minerale epossidico (GeoLite Gel) la parte terminale del foro, in modo da garantire la perfetta sigillatura del foro e il ripristino della parte iniziale del foro in modo da garantire una perfetta aderenza della barre al substrato anche nella parte iniziale.

All’occorenza, per conoscere le prestazioni di aderenza con il materiale trattato, la ditta esecutrice rimane a disposizione per prove  in cantiere mediante un apposito  Kit di estrazione.

Indicazioni d’uso

Le barre sono disponibili nelle lunghezze 200 – 400 – 600 – 800 mm, eventuali altre lunghezze potranno essere fornite su richiesta e in quantità minime su ordinazione specifica.

Il Mandrino per l’infissione, indispensabile per l’installazione, viene fornito in confezione singola.

Sono disponibili anche idonee prolunghe per una ottima installazione delle barre, là dove si renda necessaria l’installazione di barre di lunghezza superiore ai 200 mm su supporti compatti e dove è necessario esercitare una notevole forza di infissione.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.