Capitolato speciale di Appalto, fra privati, per opere edilizie. 3^ parte

Segue dalla 2^ parte

3^ ed ultima parte

Impianto idrico sanitario
L’impianto idraulico comprenderà le tubazioni in polietilene o polipropilene per la distribuzione dell’acqua calda e fredda all’appartamento e per l’alimentazione della caldaia. La distribuzione partirà dall’allacciamento all’acquedotto comunale.
Il bagno sarà fornito di apparecchiatura in porcellana colore bianco tipo Ideal Standard o similari, con  piatto doccia, lavabo, w.c., con tappo in plastica pesante, bidet, cassetta di cacciata, con pulsante tipo Catis, sifone  galleggiante e rubinetto di arresto; rubinetteria per acqua calda e fredda del tipo medio-pesante.

Impianto elettrico
 Sarà del tipo sfilabile con corrugato nelle varie misure occorrenti, , realizzato sotto traccia, con cavi di adatte sezioni e colori, apparecchi e prese del tipo B Ticino serie normale.
 Il tutto è previsto dal contatore fino ai vari punti luce nella quantità sottoindicata:
– interruttore generale secondo le norme C.E.I., con differenziali, salvavita, compreso il quadro.
– soggiorno : nr.2 punti luce, nr.3 prese da 10A.
– bagno secondario : nr.2 punti luce, nr.1 presa 10A.
– cucina : nr.1 punto luce a soffitto, nr.1 punto luce a
parete, nr.2 prese comandate 15 A.,
nr.2 prese 10 A.
– bagno principale : nr.2 punti luce, nr.1 presa 10 A.
– ripostiglio/guardaroba : nr.1 punto luce.
– camera matrimoniale : nr.2 punti luce deviato, nr.4 prese 10 A.
– disimpegno nr.1 punto luce, nr.1 presa 10 A.
– terrazza o loggia : nr.1 punto luce, nr.1 presa, nr.1 punto luce
– scala : nr.1 punto luce
– luci esterne : nr.1 punto luce per ingresso,
nr.2 punto luce nr.2 prese 10 A. per pergola
L’ appartamento avrà prevista nr.1 presa per attacco telefono, nr.2
prese T.V., nr.1 presa 15 A per lavatrice e lavastoviglie, antenna T.V.
L’impianto sarà corredato di campanello, apriporta elettrico e citofono.
Il tutto comunque secondo le norme C.E.I., come risulterà dal certificato finale
di conformià.
Impianto di Riscaldamento
Per l’appartamento è previsto un impianto di riscaldamento autonomo a metano, con tubazione di rame nei diametri occorrenti, con attacco al contatore gas esterno, derivazione alla caldaia murale a camera stagna tipo Cosmogas o Beretta o similari, installata nel locale cucina, compreso le tubazioni di presa aria e di smaltimento fumi, eseguite a norma di legge, collettori complanari posti dove occorre, tubazione andata e ritorno ai radiatori in rame ricoperto da guaina termica nel diametro occorrente l
I radiatori saranno in acciaio smaltato tipo Global o similari, con gli elementi e l’altezza prevista come nella tavola degli impianti allegata al progetto.
Sistemazione esterna
La sistemazione esterna sarà completata con muro di cinta in pietra a facciavista, stuccata adeguatamente e rifinita con sovrastante cimasa di cemento prefabbricato, con gocciolatoi laterani, ma senza ali laterali a scendere.
I marciapiedi saranno realizzati in lastre di medio formato in pietra di porfido

Antistante alla costruzione e fino al muro di cinta, lato strada, sarà previsto un unico lastricato in porfido, tipo i marciapiedi
Per il resto sarà prevista la sistemazione a prato, escluso la semina di erba

Opere non previste

Sono escluse le seguenti operazioni:
– l’allacciamento alla rete ENEL.
– l’allacciamento all’acquedotto.
– l’allacciamento alla rete Telecom.
– l’allacciamento alla rete esterna del gas metano.

Letto, approvato e sottoscritto.

Il Committente                                                                   La ditta Appaltatrice

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

12 commenti

  1. Sono un affittuaria di un appartamento sito in una palazzina che stanno ristrutturando esterior. Le impalcature e la poca luce hanno permesso ai ladri di derubarmi. vorrei sapere se per legge doveva essere messo un sistema di allarme o altro che avrebbe dovuto tutelarci. Come si richiede un risarcimento?
    Grazie e buona giornata

  2. Per Alessandra.
    Dal punto di vista edilizio i rapporti fra l’appaltatore ed il committente sono regolati da un capitolato e contratto di appalto.
    Non si parla in tali documenti di responsabilità inerenti a quanto ti è accaduto.
    Per muoverti nella giusta maniera ti conviene sentire il parere di un legale.
    Amedeu

  3. ciao ameedeu, ho un bel problema da porti. Ho partecipato ad una gara d appalto pubblica, purtroppo l’ho vinta bensi l’ha vinta un collega che ora mi vuol dare i lavori in subappalto. Ieri è andato per firmare il contratto e il responsabile del lavoro gli ha detto che non puo affidarlo in subappalto ad una ditta che ha già partecipato alla gara! e possibile? Se si dev essere specificato nel bando o disciplinare? Mi sembra si chiami Clausola di Gradimento, ma nel bando non c’è traccia….dammi una mano sono veramente nei guai. Alcuni tecnici mi hanno detto che è una cosa che si puo contestare. Grazie in anticipo.

  4. Per Alessandro.
    Ci hai fatto una domanda difficile.
    Il ritardo per darti la risposta è dovuto unicamente al fatto che stavamo cercando notizie valide da darti.
    La determina n° 14 del 15 ottobre 2003 dell’Autorità per la vigilanza dei Lavori Pubblici affronta questo problema e devi leggerla attentamente.
    La trovi su internet.
    Comunque la conclusione finale di tale determina te la riportiamo sotto:
    “………Clausole di gradimento
    È per tali motivazioni che si ritiene indispensabile un apprezzamento da parte della Stazione Appaltante, che di volta in volta valuterà, anche sulla base delle singole situazioni ambientali che abbiano già condotto all’adozione di formali iniziative con gli organismi istituzionalmente preposti, la eventualità di inserire nei bandi di gara detta clausola di gradimento.
    Dalle considerazioni svolte l’Autorità è dell’avviso che le stazioni appaltanti possono inserire nei bandi gara, anche sulla base delle singole situazioni ambientali che abbiano già condotto all’adozione di formali iniziative con gli organismi istituzionalmente preposti, la clausola di gradimento sul divieto di affidare il subappalto ad imprese che hanno presentato autonoma offerta alla medesima gara, clausola che estrinseca una più puntuale definizione del principio della segretezza delle offerte, nel rispetto dell’articolo 1, comma 1, della legge 109/1994 .”

    Non siamo, invece riusciti a trovare nulla relativamente al fatto che la Stazione Appaltante non ha posto tale clausola nel bando di gara.
    Per cui ti consigliamo, a scanso di equivoci, di sentire l’Ufficio Gare e Appalti di un Comune (possibilmente grande) che non sia il tuo.
    Ciao
    Amedeu

  5. Siamo un fabbricato privato ex IACP e’Stato nominato direttore del progetto per rifacimento impermeabilizzazione terrazzo che come compenso aveva chiesto il 4%stranamente rispetto agli altri che si aggirava sui 9-10%.il computo metrico e ‘stato riferito al listino prezzi aggiornato al 2015 portando così il computo al max prezzo facendo crescere non a caso il suo compenso .mi risulta che nei lavori privati generalmente non si fa mai riferimento all’ultimo prezziario poiché su 24 abitazioni sedici sono dell’ente credo ci sia una manovra di parte che prevedono un 20% di sconto in modo da avere dalle imprese probabilmente loro visto che hanno la maggioranza in modo da realizzare l’opera al prezzo più che pieno.Se trovate la mia visione possibile indicatemi come possiamo difenderci Noi in minoranza .Grazie

    • Per Enrico.
      La tua lettera non è il massimo della chiarezza, comunque proveremo a risponderti.
      Se trattasi di un edificio privato, non più IACP, potete affidare i lavori come meglio credete e a chi volete.
      Chiariamo meglio: gli appalti pubblici sono legati a normative e prassi che si ripetono nel tempo.
      Un appalto privato, può avvenire tramite la compilazione da parte di un tecnico professionista privato di un preventivo di spesa, contenente le quantità delle opere e il rispettivo prezzo unitario delle stesse.
      Di conseguenza facendo le moltiplicazioni, al termine del preventivo ne uscirà la spesa effettiva che dovreste spendere per tale appalto.
      A questo punto, il “vostro” tecnico direttore dei lavori, in concomitanza con voi fornisce tale preventivo a 2, 3, 4 ditte della zona.
      Naturalmente il preventivo che verrà dato alle ditte non deve contenere il prezzo unitario nè quello globale, ma solo le quantità.
      Le ditte riempiranno i preventivi, li firmeranno e ve li consegneranno.
      Potrete scegliere la migliore offerta, che non è detto che sia quella a maggior ribasso, ma quella che più vi dà fiducia.
      Il lavoro può essere affidato a corpo oppure a misura.
      Nel vostro caso, poichè trattasi di una impermeabilizzazione sarà conveniente darlo a corpo, ma con tutte le voci complete per un rifacimento a regola d’arte, e questo è sempre il compito del vostro tecnico DdL (Che pagherete a opera compiuta)
      Dopo di che il vostro direttore dei lavori redige un capitolato di appalto (Il contratto non sarebbe indispensabile vista l’entità del lavoro) e lo fa firmare alle due parti (Ditta e proprietari committenti).
      Lo stesso tecnico deve vigilare che i lavori vengano eseguiti bene e ne risponderà insieme alla ditta.
      Amedeu e c.

      • Mi spiego meglio ,su 24 abitazioni 9 sono privati e 15 sono dell’ente ,quindi l’ente è’ in maggioranza.

        • Per Enrico.
          Già, l’ente è in maggioranza, ma ciò non toglie che voi facciate sentire la vostra voce qualora non siate d’accordo.
          Se 9 proprietari compatti portano avanti una richiesta, la dovranno come minimo discutere e dimostrare che non è accettabile.
          Amedeu e c.

          • Mi scusi ,ma poi dopo la discussione se loro restano sulle loro posizioni Noi 9cosa possiamo fare ? Mi Scusi della replica

          • Per Enrico.
            Se dopo avere avanzato le vostre obiezioni e conversato civilmente, facendo comprendere che il vostro punto di vista è migliore (Ammesso che lo sia), e questi rimangono nella loro posizione, non vi resta altro che accettarla.
            Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.