Case con pietre ricostruite a facciavista, che si confondono con le vere.

Indubbiamente anche nel campo dell’edilizia, la tecnologia sta avanzando e lo si nota da alcuni prodotti che hanno raggiunto un elevato grado di perfezione.

Chi è pratico del paesaggio toscano,   che poi si spinge anche alle vicine regioni dell’Umbria, Marche e Lazio, insieme agli alberi tipici di queste regioni , quali il cipresso, non può non far caso alle caratteristiche costruzioni in pietra a facciavista, che specie nella campagna del senese attirano acquirenti e turisti da tutto il mondo.

Parliamo di quelle costruzioni in pietra mista con prevalenza di pietra calcarea colore terra di Siena.

Ve ne mostriamo una nella immagine che segue:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Ed un particolare angolo come quello che segue e che ci richiama alla mente un borgo antico del Carducci.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Ecco la sorpresa! Le costruzioni che avete visto sopra sono state rivestite con pietre a facciavista ricostruite. In particolare quella della casa tipo toscano è una facciavista di una muratura mista (cioè pietre e mattoni).

La ditta Geopietra s.r.l. di Gavardo (Bs) realizza la pietra da rivestimento ecologica più credibile al mondo. Ricostruita rigorosamente con materie prime naturali, ogni pietra è colorata manualmente e trasformata con cura in un prodotto di alto artigianato, mai uguale a se stesso. Posta in opera non si distingue da quella vera e diventa essa stessa inimitabile.

Fra i numerosi rivestimenti che la ditta produce abbiamo scelto quello tipo toscano, a nostro parere molto significativo; ciò non vuol dire che gli altri non siano altrettanto interessanti.

Sotto vediamo ancora un particolare ravvicinato della pietra ricostruita (in questo caso appunto il tipo toscano P52):

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Mentre per la parte in mattoni, da usarsi per esempio per riquadri o altro, abbiamo scelto di mostrarvi, fra i numerosi prodotti della stessa ditta, sempre un cotto antico tipo toscano:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Ma osservate sotto le misure di tale mattone, con l’angolare e lo spessore del medesimo:

Fianco e pianta schematica del mattone

Come potete notare, sia il rivestimento in pietre che quello in mattoni sono di limitato spessore, per cui devono essere incollati alla parete sottostante. Naturalmente ci sarà bisogno di un buon sottofondo  di arriccio costituito da malta bastarda.

Il rivestimento va quindi incollato usando una colla, la Geocoll,  che produce la stessa ditta, a base di calce naturale, ecologica e traspirante.

Nel mettere in opera il rivestimento, bisogna stare attenti a posizionare le pietre ed i mattoni di angolo ed inoltre va fatta attenzione nel creare le fughe, le quali potranno essere poi stuccate  tenendo conto che nelle vecchie case, le pietre rimanevano leggermente incassate rispetto all’intonaco: bisognerà quindi seguire questo esempio per non mettere troppo in evidenza il rivestimento.

Per la stuccatura della pietra tipo toscano sarebbe auspicabile usare il geostuc (TO) colore beige rosato.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 + 6 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>