Trattare crepe, lesioni, fessure, giunzioni nei pavimenti dei terrazzi

Problematiche che si devono affrontare quando, con il passare del tempo, le pavimentazioni dei nostri terrazzi incominciano a presentare lesioni o altro, che possono causare gravi infiltrazioni di acqua piovana: vediamo insieme di trovare un prodotto per trattare crepe, lesioni, fessure, giunzioni nei pavimenti dei terrazzi, applicandolo con facilità e usando il sistema del fai da te

Crepe, lesioni, fessure oppure giunzioni non ben isolate sul pavimento di un balcone, un terrazzo o un marciapiedi, a seguito della infiltrazione di acqua piovana, finiscono con il creare delle efflorescenze e muffe che, oltre ad essere decisamente antiestetiche, possono apportare dei gravi danni all’intera struttura.

Fessure 1     

Che cosa fare appena si notano questi fenomeni?

E’ necessario intervenire con decisione tenendo le lesioni sotto controllo e nel contempo sigillandole con un prodotto che risulti idoneo e resistente al tempo ed alle intemperie.

A meno che la struttura non presenti dei gravi dissesti strutturali, nel qual caso va chiamato immediatamente un tecnico professionista abilitato, in tutti gli altri casi si può intervenire senza operare in maniera troppo invasiva, non demolendo pavimenti o marciapiedi; ma semplicemente adoperando un idoneo prodotto isolante ed elastico.

Balcony Floor della Elekta è il prodotto adatto a tale scopo: è costituito da una miscela realizzata utilizzando una resina trasparente monocomponente ad altissima elasticità e polveri di marmo ceramizzato colorate.

Chiudere crepe, lesioni, fessure, giunzioni nei pavimenti dei terrazzi 1    

Come applicarlo ?

Si deve effettuare una opportuna pulizia della superficie, quindi si devono riparare ed isolare tutte le crepe, le fessure, le imperfezioni e le giunzioni tra il balcone e la parete.

L’isolamento avviene tramite l’utilizzo di resine specifiche.

Sull’intera superficie, e sulle giunzioni, viene applicata una speciale resina epossidica, in grado di creare una barriera sia all’acqua diretta che ad una eventuale umidità di risalita dovuta alle penetrazioni di acqua precedenti.

Successivamente al fondo, infine, viene applicata la miscela di resina e marmo ceramizzato colorato, per uniformare e creare una superficie, solida, senza fughe di tendenza.

Balcony Floor, di Elekta, è un ciclo professionale per la ristrutturazione di balconi, terrazze esterne o marciapiedi, in grado di unire alle indispensabili caratteristiche tecniche di isolamento della superficie, anche una ottima resa estetica, senza dover rimuovere la pavimentazione preesistente, e con uno spessore di circa 2 mm.

Viene abbinata l’elasticità alla dilatazione della resina con la piacevolezza e la durezza alla compressione, del marmo ceramizzato.

Alternative

Una delle possibili soluzioni alternative per la ristrutturazione di balconi o terrazze e per risolvere problemi di infiltrazioni di acqua è la compieta demolizione della superficie della pavimentazione, rimuovendo lo strato attuale di piastrelle e posizionando una nuova membrana di sottofondo; lavoro invadente e costoso.

Le polveri di marmo ceramizzato colorate sono disponibili in 15 colori base ed in infinite combinazione di colore ed effetti.

I 15 colori base dei marmi ceramizzati sono:

Bianco ceramizzato, bianco puro, grigio bardiglio, nero ceramizzato, rosa, rosso vivo, rosso ossido, arancio, giallo ocra, giallo limone, verde vivo, verde smeraldo, blu genziana, bruno, bruno noce

Sotto, alcune delle combinazioni di colori ottenibili.

 Combinazione di colori 1    

Il prodotto è reperibile presso i migliori magazzini edili di zona.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA  

di Amedeu

2 commenti

  1. La facciata in bucciato della mia villeta in zona mare in 30 anni ha avuto svariate riverniciature ed è in discrete condizioni, solo che ci sono tante microlesioni senza gonfiature che la riverniciatura non mi risolve, si ripresentano puntualmente.
    Mi hanno proposto di rifoderare la facciata con una nuova tecnica, ossia una specie di rete con rispettivo rivestimento con nuove resine, ma con costi alti.
    Chiedo una soluzione di una resina elastica che mi riempi le piccole crepe con una buona resistenza al tempo.
    Cordiali saluti.

    • Per Pasquale.
      Un consiglio difficile da darsi a distanza.
      Occorre eseguire un sopralluogo per verificare lo stato della superficie bucciardata onde assicurarsi di dare un consiglio mirato.
      Per questo ti consigliamo di far vedere l’immobile da un imbianchino molto esperto della tua zona, il quale saprà dirti come comportarti.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.