Tutto ciò che c’è da sapere sulle tecniche della potatura

Tutto ciò che c’è da sapere sulle tecniche della potatura.

Le tecniche di potatura

I tagli devono essere praticati con utensili ben affilati altrimenti si formano bordi schiacciati e sfrangiati che cicatrizzano male e possono infettarsi.

Tecniche della potatura 1   

Sul taglio si applica un apposito mastice protettivo che difende la zona da infezioni e parassiti, permettendo una rapida cicatrizzazione

La potatura di formazione

Ha lo scopo di costituire lo scheletro portante della pianta.

Si possono realizzare forme a "volume", piatte o a sviluppo verticale.

Le potature più comuni

Potatura di formazione 1   

La vite

La vite 1   

Richiede   due   potature:   una invernale per eliminare I’elemento fruttifero che ha già prodotto ed una primaverile per accorciare I’elemento che dovrà produrre, lasciando lo sperone dei nuovi tralci.

La forma della pianta deve essere tale da favorire lo sviluppo verticale dei tralci.

La rosa

La Rosa 1   

Si pota a fine febbraio, quando le gemme cominciano ad ingrossarsi. Si tagliano all’altezza di 3-4 gemme facendo attenzione che quella superiore sia rivolta verso I’esterno.

Le rose a cespuglio si riducono fino a 5 gemme.

Gli alberi da frutto

Gli alberi da frutto 1   

E’ una potatura particolarmente energica ed è effettuata soprattutto per asportare i rami che hanno fruttificato l’anno precedente.

In pratica si asporta il 50-60% dei rami.       

II momento migliore è la fine del periodo  di riposo, ma senza attendere la ripresa dell’attività vegetativa.

La siepe

La siepe 1   

Si pota secondo il taglio trapezoidale in modo da impedire il diradamento della parte sottostante che riceve una luce insufficiente.

Ad ogni metro di altezza si conferiscono 10 cm di inclinazione verso I’interno.

In inverno si possono tagliare i 2/3 di siepe per rinforzarla.

Gli attrezzi

Gli attrezzi 1   

La scelta degli attrezzi  per la potatura è fondamentale.

Per i rami più piccoli si utilizzano le cesoie con lame affilate che garantiscono tagli più netti.

Queste possono anche avere lunghe leve per diminuire lo sforzo.

Per rami molto alti esistono particolari cesoie dette svettatoi poste sull’estremità di un’asta, che si azionano tramite una cordicella.

Per i rami più grossi si possono impiegare troncarami o segacci con denti molto affilati.

Per modellare una siepe si usano i classici forbicioni o i tagliasiepe motorizzati.

Un coltellino a roncola permette di rifinire i tagli.

Fasi pratiche

Tutto ciò che c’è da sapere sulle tecniche della potatura 1   

Asportazione di un succhione

Per avere tagli netti e puliti è importante curare I’affilatura delle lame della cesoia .

Lisciare la superficie di taglio

Utilizzare un coltello affilato per rendere la superficie di taglio pronta a ricevere il cicatrizzante.

Asportare i rami di maggior diametro.

Utilizzare un segaccio a lama curva.

II taglio deve essere ben eseguito e mai discontinuo.

Raggiungere i punti difficili.

Utilizzare una cesoia a manico lungo o un troncarami che consentono di tagliare senza sforzo rami fino a 35 mm di diametro

Utile da sapere

– Allevamento o Formazione: è la potatura che ha il compito di costruire una salda e robusta chioma della pianta.

– Produzione: è la potatura che ha lo scopo di adeguare il carico dei frutti alle possibilità della pianta.

– Straordinaria: è la potatura che serve per risolvere una situazione di pericolo (rami rotti o ammalati) che può compromettere il buono sviluppo della pianta.

– Pollone: ramo non vegetativo sviluppato alla base della pianta che va eliminato.

– Sperone: ramo con alcune gemme (in genere 2o3).

– Spuntatura: potatura delle punte per far affluire maggior linfa alle gemme più basse del rami.

– Succhione: ramo che non produce nè fiori né frutti, ma sottrae linfa alla pianta e deve essere eliminato.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATICA e su altro ancora 

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.