Come avere un buon tiraggio per camini e stufe

Quanti camini o stufe vengono montati nelle nostre case, e dopo poco tempo dalla loro accensione si deve constatare che producono fumo in casa, oppure non funzionano come dovrebbero; per tale motivo  affronteremo in questo breve capitolo come avere un buon tiraggio per camini e stufe

Per prima cosa, è necessario sapere che il perfetto funzionamento dei camini e delle stufe è strettamente legato ai loro vari componenti, quali: la presa d’aria, la canna fumaria, il comignolo sul tetto, i raccordi posti tra il caminetto o stufa ed infine la canna fumaria.

Analizziamo, quindi, ciascuno di tali componenti suggerendo quelle regole semplici ma necessarie per ottenere il funzionamento ideale dei nostri caminetti e delle stufe.

La presa d’aria

E’ fondamentale che nel locale in cui viene installato il camino/stufa vi sia una presa d’aria collegata con I’esterno o con un locale adiacente più ventilato, al fine di permettere un maggiore ricambio di ossigeno.

Questo consente anche una migliore e completa combustione della legna e di conseguenza un maggior sviluppo di calore.

1Presa d'aria e raccordi 1    1) Presa d’aria – 2) Raccordi

I raccordi

Come previsto dalle normative vigenti, per congiungere un caminetto con la canna fumaria è necessario usare i raccordi con un’inclinazione non superiore ai 45°.

I raccordi devono essere preferibilmente in acciaio alluminato e coibentati con lana di roccia, o simili: in quanto garantiscono I’assenza di condensa all’interno del tubo fumi, evitando, così, un cattivo tiraggio.

Niente ostacoli

2 Nessun ostacolo 1  

Per ottenere un perfetto tiraggio, il raccordo tra la cappa e la canna fumaria deve avere un’inclinazione costante e non presentare nè spigoli, nè strozzature che potrebbero essere motivo di ostacolo per una ottima ventilazione.

La sezione della canna fumaria

3 La sezione 1 1

Deve essere preferibilmente di sezione circolare

La canna fumaria

4 La canna fumaria 1  

Per legge, ogni caminetto o stufa presente nell’abitazione deve avere una propria canna fumaria indipendente. In caso di più canne fumarie sul tetto, devono essere poste ad almeno 2 m di distanza tra loro e con almeno 40 cm di differenza d’altezza per garantire un corretto deflusso dei fumi.

La canna fumaria deve essere realizzata con materiali coibentati in refrattari, possibilmente avente una sezione circolare in quanto, rispetto ad una di sezione quadrata o rettangolare, quella circolare agevola una migliore e corretta uscita dei fumi.

La sezione, adeguata alle esigenze del camino, dovrà mantenersi costante per tutta la sua altezza: più alta è la canna fumaria migliore sarà il tiraggio.

I fumi

Come avere un buon tiraggio per camini e stufe 1   

Per facilitare  la  dispersione dei fumi, anche in presenza di vento, sono preferibili i comignoli con profili alari e con doppia sezione di passaggio dei fumi con una uscita doppia rispetto alla sezione della canna fu­maria.

Il Comignolo del camino

6 I comignoli 1  

Il comignolo del Camino deve essere posto ad una altezza di almeno 1 metro sopra il colmo del tetto.

L’uscita della canna fumaria non deve avere nessun ostacolo per un raggio di almeno 8 m intorno.

Fonti da Leroy Merlin.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.