Come comportarsi durante l’acquisto di una casa.

Acquistare una casa è sempre molto impegnativo, in quanto è una scelta che ipoteca una buona parte della nostra vita.

Bisogna perciò essere accorti ed oculati in tutto ciò che facciamo, in quanto stiamo effettuando una scelta dalla quale poi è difficile se non impossibile ritornare indietro.

Come più volte suggerito ai nostri lettori, non bisogna mai farsi prendere dall’entusiasmo in questa ricerca, mai fermarsi ad una valutazione superficiale che corrisponda alle nostre esigenze; vi suggeriamo di seguire questi  consigli pochi ma sani, perchè vi potranno essere di molto aiuto.

E’ sempre consigliabile farsi assistere da un tecnico professionista da noi incaricato. La sua tariffa vi sembrerà poca cosa di fronte a quanto vi potrà essere utile.

Si devono effettuare più sopralluoghi, rivolgendosi anche ad agenzie immobiliari diverse: una volta individuato l’immobile che potrebbe fare al vostro caso, non fare immediatamente il compromesso e versare la caparra, ma assicurarsi per prima cosa che questo immobile sia commerciabile sul mercato, in quanto volendolo poi rivendere, possiate recuperare la somma spesa.

E’ rischioso avventurarsi in immobili fatiscenti da sistemare o con gravi difetti alle strutture o alle condutture interne. Su questo, il vostro tecnico vi potrà essere di aiuto.

Presa la decisione, è opportuno farsi consegnare dal proprietario (sia esso privato o costruttore) le planimetrie catastali, gli atti di compravendita precedenti, le certificazioni degli impianti, gli atti relativi ad eventuali ipoteche o mutui gravanti sulla casa. A tale proposito la Conservatoria dei Registri Immobiliari vi fornirà tutte le informazioni e copie che desiderate, quindi consultatela sempre.

Qualora la casa sia gravata da ipoteche, le stesse vanno estinte e cancellate dal proprietario che vende, in caso contrario è bene rinunciare all’acquisto.

Su prezzo che il venditore vi comunicherà, è sempre bene prendere tempo  e non accettarlo subito, ma nei limiti del possibile, cercare di fare confronti con immobili vicini.

L’agenzia immobiliare ed il tecnico vi saranno di aiuto.

Dopo una sana e doverosa contrattazione, avendo assimilato tutte le informazioni di cui sopra, potrete arrivare al prezzo finale.

A tale proposito è bene fare alcune considerazioni, in quanto, quando si parla di prezzo finale, non  ci dobbiamo soffermare al solo costo della casa, ma valutare anche le spese accessorie.

Al costo dell’appartamento dovranno essere aggiunte le spese relative alle tasse, alle imposte, ed altre competenze, che normalmente fanno aumentare il costo dell’immobile di un 10% in caso che si tratti di prima casa e del 20% per la seconda casa.

Al notaio è sempre bene domandare in anticipo il suo avere, da aggiungere quindi a quanto sopra.

Va inoltre considerata la spesa dell’agenzia immobiliare che prende normalmente il 3% dal venditore ed il 3% dall’acquirente.

Inoltre c’è l’imposta di registro che si aggira intorno al 3%.

Quindi fate bene i vostri calcoli.

Qualora intendiate acquistare con un mutuo bancario, è sempre indispensabile mettere nella proposta di compravendita o compromesso, (dove di solito si prevede il rilascio di una caparra) che la stessa verrà restituita ed il compromesso si intenderà nullo, qualora l’istituto di credito non vi elargisca il mutuo richiesto.

Da tenere presente, che nei casi in cui la casa da acquistare sia in costruzione, occorrerà una assicurazione ed una fideiussione che vi copra da eventuali rischi: a tale proposito leggete il nostro precedente articolo.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Un commento

  1. Complimenti per il Vs. lavoro! Lo trovo molto utile!
    Grazie mille.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.