Come costruire un pavimento di cotto esterno.

Come realizzare un pavimento di cotto esterno ad una vecchia abitazione e quali accorgimeti prendere.

Lo trattiamo nel presente articolo nel quale vi mostriamo i diversi passaggi di questa realizzazione, spiegando passo per passo la metodologia appropriata da usarsi.

L’immobile presso il quale viene realizzato questo pavimento è una vecchia casa di campagna dove i proprietari fanno eseguire i lavori cercando di mantenere l’habitat originario.

Per pavimentare l’ingresso alla casa, vengono adoperate campigiane o mezzane in cotto (dimensioni cm 30x15x3) della Pratigliolmi, ditta toscana di antiche tradizioni.

Il pavimento si trova ad una quota maggiore di alcuni ambienti interni, e per questo viene posata, sul massetto cementizio già realizzato, una guaina ardesiata da 4 mm, piegata lungo il perimetro, in maniera da poterla poi murare sotto l’intonaco della casa o sigillarla con un battiscopa di cotto.

Sopra la guaina è stato posato un nuovo massetto in calcestruzzo cementizio di cm 5 di spessore.

Inizio della pavimentazione:

Si adopera la colla " tipo" H40 della KeraKoll, la quale viene data utilizzando una cazzuola americana dentata.

Si inizia a montare il pavimento dalla soglia esterna all’ingresso, procedendo a ritroso verso la casa.

Nella realizzazione sono compresi anche due gradini ed un pianerottolo rialzato.

Ma vediamo la stesa delle campigiane:

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sotto notiamo meglio il particolare della guaina ardesiata posta sotto le campigiane stesse.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Con la cazzuola americana dentata si spalma la colla e quindi si posano le campigiane, disponendole a spiga di grano.

Nel procedere con il pavimento, dovremo utilizzare sia una riga in alluminio o legno diritta, che la livella a bolla, controllando in ogni momento l’allineamento e la pendenza delle mezzane.

Il massetto sottostante è stato realizzato dando l’opportuna pendenza verso l’esterno, ma ad impedire che l’acqua formi dei ristagni, in quanto delle mezzane sono state poste più in basso delle altre, è assolutamente indispensabile procedere molte volte al controllo di cui sopra.

Qualora succeda di vedere una campigiana più bassa delle altre, con la punta della cazzuola oppure con una spatolina da stuccare, la si alza e con la medesima e si aumenta la colla sottostante.

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sopra vediamo che il pavimento e più lontano il pianerottolo sono stati ultimati al grezzo (Andranno poi stuccati con malta cementizia fatta con sabbia fine.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nell’immagine sopra vediamo il rivestimento di due scalini in pietra posti all’ingresso.

Per posare le campigiane in piano ed in perfetto allineamento, viene posta sotto di esse, nella parte aggettante, un regolo di alluminio o legno. (in questo caso è stato usato un ferro profilato 4×4, con segnata a lapis sopra la linea di sporgenza delle mezzane, che deve essere di cm 3)

              CLICCARE SULLE  IMMAGINI

Il pavimento è stato ultimato al grezzo. Rimarrà quindi da stuccarlo trattarlo con prodotti idonei e rifinire le pareti laterali dell’ingresso.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

11 commenti

  1. Per posare le campigiane in piano ed in perfetto allineamento, viene posta sotto di esse, nella parte aggettante, un regolo di alluminio o legno. (in questo caso è stato usato un ferro profilato 4×4, con segnata a lapis sopra la linea di sporgenza delle mezzane, che deve essere di cm 3).

  2. Per Adriano.
    Vero.
    Il fatto è che, dalla foto scattata, (quarta foto) si vede il ferro quadrangolare di 4 cm sporgere dal bordo delle campigiane, per cui abbiamo dovuto giustificare tale fatto.
    Amedeu e c.

  3. Salve ho un vecchio appartamentino con un soffitto di 205cm di altezza, vorrei ristruttutarlo completamente.
    Quindi volendo rifare la pavimentazione, preferirei eliminare o quantomeno fare un sottilissimo massetto, cosa consigliate?
    Grazie.

  4. Per Francesco.
    Avendo l’altezza interna di mt 2,05 non è abitabile, in quanto deve avere l’altezza di mt 2,70
    Puoi incollare direttamente le mattonelle da cm 1 sul pavimento esistente ed avrai l’altezza in più di cm 1,5 totali.
    Oppure demolendo il vecchio pavimento devi risanare il sottofondo e non puoi prevedere a priori quanto ti verrà l’altezza finita complessiva.
    Amedeu e c.

  5. buongiorno, riguardo la stuccatura di mezzane da esterno qual’è la procedura e i prodotti da usare? meglio i premiscelati o la vecchia boiacca? Inoltre come si può dare alle fughe una colorazione vicina al colore del cotto?

  6. Per Giancarlo.
    Presso i magazzini edili, dovresti trovare la malta da stuccature (tipo Fugabella della Kerakoll) nei colori che desideri.
    Amedeu e c.

  7. buongiorno, grazie per il sito a disposizione!!. qui in questo articolo, nel primo scalino della 4° foto: per posare le campigiane in piano e in perfetto allineamento viene posta sotto di esse, nella parte che aggetta un regolo di alluminio: in questo caso si è usato un ferro 4*4. Questo ferro tocca l’alzata dello scalino grezzo?
    e se lo scalino o più scalini fossero in fuori squadro leggermente, si può correggere l’errore nella posa delle campigiane?
    se è si come?

    • Per Stevensab.
      Come avrai notato e come abbiamo detto nell’articolo, abbiamo adoperato un profilato 4×4 tubolare.
      Però, è preferibile adoperare una riga di alluminio oppure di legno, il cui spessore massimo sia di 3 cm (massimo aggetto della pedata).
      Riguardo agli scalini fuori squadra, non devi porti questo problema prima di effettuare un rivestimento di una scala, in quanto ogni fuori squadra o altro difetto, va eliminato, con attenzione, prima di realizzare il rivestimento stesso.
      Amedeu e c.

  8. grazie sig. amedeu, molto gentile!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


3 + 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>