Come costruire una scala. Struttura portante pianerottolo intermedio. Fai da te. 3

Vedi l’articolo n° 2

Nel secondo capitolo abbiamo visto come si realizzano i longheroni portanti della seconda rampa; adesso vediamo come effettuare l’esecuzione della struttura portante del pianerottolo intermedio , posto all’altezza di estradosso di mt. 1,00.

Su detta struttura portante andrà a gravare buona parte del peso della  seconda rampa, per cui deve essere solida e affidabile.

Rivediamo di seguito il disegno relativo all’intera seconda rampa, con il pianerottolo di cui parliamo, posto in basso a sinistra:

   CLICCARE SULL’IMMAGINE

Osserviamo adesso in pianta il vuoto scale, cioè "la buca" nel solaio superiore, nella quale dovrà essere posizionata la scala di legno.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Dobbiamo adesso realizzare la struttura portante del pianerottolo intermedio. Per tale scopo useremo sempre spezzoni di targone della larghezza di cm 7.

  CLICCARE SULL’IMMAGINE

La struttura portante di detto pianerottolo sarà interamente in legno di faggio ed i montanti avranno le dimensioni di 20/25 cm x 7 cm.

Nel nostro caso, l’altezza, come si vede in sezione, è data da due misure: la prima in piano, sotto la traversa orizzontale e che sarà di cm 78 pari a cm 100 – (18 + 4 di piano pianerottolo), la seconda deve essere tagliata a misura, in quanto sopra vi deve appoggiare la parte più bassa del longherone della seconda rampa, e perciò deve essere tagliata obliquamente seguendo appunto l’andamento del longherone.

  CLICCARE SULL’IMMAGINE

Come si può notare da disegno soprastante, che rappresenta la pianta che noi abbiamo chiamata "primo livello" (meglio visibile nel terzo disegno), si dovranno mettere in opera i montanti del pianerottolo, e per tale motivo si dovrà quindi togliere la mattonella che capita sotto ogni montante ed appoggiare questi ultimi sul massetto cementizio. La mattonella tagliata ed aggiustata verrà in seguito riposizionata intorno al montante.

Seguendo contemporaneamente i due disegni soprastanti, noterete che i due montanti vengono uniti da una traversa sempre (h cm 18) in legno di faggio (colore blu) montata per coltello (cioè per la massima larghezza). Per effettuare tale unione dovremo usare dei vitoni con la testa a dado, zincati, della lunghezza di circa 14 cm. Per ogni lato vanno messe due di queste grosse viti.

Passiamo adesso al prossimo disegno.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sopra il legno trasversale blu, dobbiamo posizionare un’altra traversa di legno di faggio alta cm 18 (vedi colore verde) messa sempre per coltello. Tale traversa deve essere collegata, come da disegno sovrastante, a due altri spezzoni alti cm 18 che vanno a incastrarsi nel muro, almenno per una lunghezza di cm 15.

Si dovrà quindi provvedere preventivamente a preparare le buche nel muro e allorchè le traverse verranno murate devono essere messe in perfetto piano usando la livella a bolla

Contemporaneamente alla orizzontalità , va controllata, con la livella a bolla,  anche la verticalità dei due montanti.

Le unioni fra i diversi pezzi devono avvenire sempre a mezzo delle viti sopra indicate. Dette viti zincate hanno la testa a dado, in quanto si devono ben stringere con apposita chiave.

Tutte le traverse vanno murate con malta cementizia, "zeppandole" bene con scaglie di mattone pieno.

La malta va fatta seccare e quindi intorno alle stesse va intonacato e poi alla fine andrà passata la pittura murale.

Vai all’articolo n° 4

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

6 commenti

  1. buonasera Amedeu, grazie per i tuoi consigli che apprezzo sempre. Ti chiedo un parere: devo installare una scala autoportante in casa per una ristrutturazione e vorrei cercare di risparmiare. Le scale proposte dagli installatori sono almeno sui 5500-6000 euro esclusa iva mentre con una scala in kit si spende la metà. Vorrei installare una scala in kit modulare della arkè scale che si fissano a terra e al solaio ma devo in tal caso interporre un pianerottolo non fornito nel kit. Il pianerottolo sarebbe cm 90×200 in faggio come la scala. Andrebbe in un angolo della casa con muro portante solo su due lati (a L) e liberi gli altri 2. Quindi si appoggia su un lato lungo e uno corto. Considerando che il muro è di calcestruzzo (30 cm) rivestito internamente di forato da 8cm, pensavo di togliere il forato e fissare il pianerottolo al calcestruzzo con due lame a L di acciaio (una sopra e una sotto tipo sandwich) fissate con tasselli chimici ad alte prestazioni e poi ricementare i forati in modo che il pianerottolo risulti inglobato nel muro, questo per i due lati appoggiati al muro. Il lato lungo opposto al muro accoglie le due rampe che teoricamente si autosostengono (pensavo di fissarle al pianerottolo con il supporto della arkè acquistandone 2 in più). Il rimanente lato corto “sospeso”lo vorrei ancorare in alto, al cordolo di cemento del solaio tramite staffe di acciaio. Secondo te combino una cavolata o potrebbe reggere? Sarebbe utili applicare un palo? La ditta lo fornisce e potrei metterlo però sulla rampa verso il muro a circa 45cm dallo stesso. Scusa del caos. Grazie se puoi rispondermi. Roberto

  2. Per Roberto.
    Non parliamo di caos come tu hai messo nella parte finale della tua spiegazione, ma comunque devi comprendere che chi ti deve rispondere necessita di un minimo di chiarezza.
    Per cui con tutta la buona volontà ti possiamo solo suggerire di farti seguire da un direttore dei lavori che si renda conto, sul posto, della reale situazione.
    Amedeu e c.

  3. Sì può fare una scala con un foro nel pavimento di 140 cm x160cm,altezza del solaio 30 cm, e altezza del piano inferiore di 250 cm grazie.

    • Per Sergio.
      Per una scala a chiocciola serve una superficie di mt 2,00×2,00, per cui nelle tue misure faticherai non poco a farci rientrare una scala sempre a chiocciola con i gradini molto corti.
      Comunque prova a disegnarla in scala.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.