Come e quando concimare le piante da appartamento.

E’ utile conoscere il modo di concimare le piante che mettiamo in vaso nei nostri appartamenti ed anche nei giardini.

Seguire determinate indicazioni è sempre indispensabile per avere piante rigogliose e sane. 

Elementi chimici indispensabile per la pianta

Gli elementi chimici essenziali per lo sviluppo equilibrato di una pianta sono tre; il fosforo,il potassio e l’azoto.

L’azoto, sotto forma di nitrati, è importante per lo sviluppo dei fusti, delle foglie ed in particolare della clorofilla.

Il fosforo fa si che le radici diventino sane  e nutrano sempre la pianta.

Il potassio è indispensabile per la formazione e l’accrescimento dei fiori e dei frutti.

E’ necessario rivolgersi presso un consorzio Agrario, oppure presso un negozio specializzato in piante per acquistare i giusti fertilizzanti.

In ogni confezione di fertilizzanti sono indicate le quantità degli elementi, generalmente abbreviate, e che noi riportiamo per far comprendere meglio ai lettori: N ( azoto), K (potassio), P( fosforo)

L’NPK dei fertilizzanti

Sempre nella confezione troviamo indicato l’NPK 5-10-5, che sta a significare, in questo caso che abbiamo una uguale quantità di azoto e potassio (5-5), mentre il fertilizzante contiene  il doppio di fosforo (10).

Per fare diventare rigogliosa una pianta dobbiamo perciò usare dei fertilizzanti mirati.

L’utilità di ogni prodotto chimico per lo sviluppo delle piante

I fertilizzanti con un alto tenore di azoto sono utili per le piante con molte foglie, quelli con piu’ fosforo vanno bene per piante che hanno un lento sviluppo; il fosforo, difatti, è utile allo sviluppo del sistema radicale. Non solo ma  serve anche per le piante quando raggiungono la piena fioritura.

Terminata tale fioritura la pianta dovrà prepararsi per la prossima fioritura, per cui necessiteranno i fertilizzanti ad alto tenore di potassio.

Stato fisico dei fertilizzanti

I fertilizzanti vengono commercializzati allo stato liquido, in cristalli, in polvere, in granuli ed anche solidi, ed in questo caso si presentano simili a coni o “supposte”.

Chiariamo, che i fertilizzanti piu’ pratici sono quelli che si sciolgono in acqua come i liquidi, le polveri ed i cristalli.

Vediamo nell’immagine sottostante come fornire alle nostre piante vari tipi di fertilizzante

Diversi modi di concimare una pianta 1  

E’ ottimale, per non rovinare la pianta e le foglie, diluire sempre il prodotto con una quantità di acqua in dose maggiore di quella prescritta sulla confezione del prodotto.

Quando concimare le piante

Non è necessario concimare la pianta appena comprata, ma è invece consigliabile effettuare la somministrazione del fertilizzante due mesi dopo.

Da tenere presente che la concimazione delle piante va effettuata durante il periodo di sviluppo delle stesse.

Se la concimazione avviene durante il periodo di riposo della pianta lo sviluppo sarà certamente esile e le foglie prodotte diventeranno piccole e di colore spento .

Comunque tre o quattro somministrazione di normale fertilizzante, nel corso di un anno, saranno sufficienti a mantenere la pianta sana.

In seguito prenderemo in considerazione le piu’ note piante da appartamento, facendo presente ai nostri lettori che per ognuna di esse verrà creata una scheda contenente la tecnica valida di coltivazione.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.