Pareti in muratura – Come intonacare gli angoli sporgenti e rifinirli in piombo e ad opera d’arte.

Nei precedenti articoli, sull’arriccio ed intonaco (A-B-C-D), abbiamo visto come si fa ad "intonacare" una parete di superficie piana, ma purtroppo in una casa ci sono molti angoli sporgenti, fra i quali quelli che costituiscono i riquadri delle porte e delle finestre.

Vediamo come è possibile rifinire belli e diritti questi spigoli sporgenti

Parliamo del caso più difficile, cioè quello di realizzarli per la prima volta in costruzione, in quanto, per eventuali riprese di angoli gia rifiniti ma in parte smussati o rovinati, una volta imparato, li aggiusterete senza fatica.

Dunque iniziamo:

Quando abbiamo "tirato" l’arriccio con la riga di alluminio, orizzontalmente, fra due fasce contigue; in vicinanza degli angoli sporgenti,  detto arriccio è venuto sconnesso e non preciso, per cui bisogna aedesso provvedere ad effettuare un arriccio ben angolato e di conseguenza un intonaco che rifinito, mostri gli angoli diritti e ben fatti.

Ipotizziamo di dovere eseguire gli angoli di una finestra, lato interno (ma attenzione, perchè esternamente la lavorazione sarà la solita, solo eseguita dal ponteggio esterno).

Procuriamoco una riga di alluminio che entri dentro l’incavo della finestra, inoltre occorrono due o più sergenti in ferro.
Questi "sergenti"  in altre zone d’Italia saranno chiamati con altri nomi, ma l’essenziale è che comprendiate cosa sono e li richiediate al magazzino edile ( Fermariga per murature???….)

Adesso con l’aiuto di una livella a bolla mettete in piombo la riga come da figura sottostante (prospetto) e bloccatela con  due sergenti.
(Basta piantarli nel muro di fianco alla riga e poi fare ruotare la leva libera, fino a che non va a forzare contro la riga, bloccandola)

Vedi anche le due posizioni della riga nei disegni sottostanti:

 CLICCARE SULLE FIGURE PER VEDERE I PARTICOLARI

                                       

 

A questo punto, con malta bastarda di sabbia fine, adoperando lo sparviere, con la vostra cazzuola o mestola riempite i vuoti di arriccio vicino alla riga e portate via il cemento in eccesso con una tavoletta diritta.

Passate ad altra ocupazione e quando noterete che la malta ha "tirato" abbastanza, passate di coltello la vostra cazzuola lungo il profilo della riga, (leggermante, basta intaccare) partendo dall’alto verso il basso, in maniera da creare una linea di incisione ben diritta, poi togliete i sergenti, mantenendo con una mano la riga al suo posto.

Per ultimo strusciate la riga verso la finestra e togietela.
L’incisione da voi effettuata impedirà che parti di arriccio rimangano attaccati alla riga.

A questo punto piazzate la riga (ne potete anche adoperare una più lunga) nella posizione n° 2 (vedi disegno soprastante) e rifate le stesse operazioni già eseguite con la prima.

Al termine noterete che l’angolo è diventato diritto e quasi perfetto.

Ma non è finita qui.

La muratura necessita di precisione se si vogliono ottenere delle cose belle, ed allora le solite operazioni le andrete a fare anche quanto date l’intonaco, solo che in quel caso non adoperate la righetta in legno per togliere l’intonaco in eccesso, ma strusciate l’intonaco contro la riga con il dorso della mestola e quindi passateci il pialletto o frattazzo come rifinitura.

E’ un lavoro che può sembrare noioso ma che una volta finito, vi darà delle soddisfazioni ed inoltre un operaio ci impiega molto tenpo e voi risparmierete parecchi euro

Continuate a seguirci, di seguito i prossimi interessantissimi articoli

 

 

di Amedeu

6 commenti

  1. Le finestre della casa in campagna sono stare lasciate a mattone nudo e non perfettamente riquadrate. Dovrei ridurle da 90 X 130 a 85 X 120. Vorrei poterle rifinire bene prima di installare i controtelai, le finestre le grate, e gliscuri/ Come devo procedere? Posso allegare foto se richiesto Grazie, Guido

  2. Per Guido.
    Nei nostri precedenti articoli abbiamo parlato degli argomenti che ci richiedi, e dovresti essere in grado di trovarli.
    Comunque leggi l’articolo nel quale trovi il commento e seguilo.
    Per ridurre la larghezza delle finestre (solo 5 cm) devi adoperare le righe ed i sergenti e realizzare un arriccio a malta bastarda ed un intonaco sulle mazzette, dello spessore complessivo di cm 2,5 per ogni lato.
    In questo sistema rifinirai le finestre verticalmente.
    Per recuperare i 10 cm necessari per ridurre l’altezza da 130 a 120 cm, è necessario sapere come sono architravate e se puoi recuperare rialzando il parapetto. Sono valutazioni che devi fare tu.
    Per quanto riguarda la messa in opera dei controtelai delle finestre vai nella categoria HOBBY e TEMPO LIBERO e cerca l’articolo “Fai da te: come montare una finestra”.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.