Come pavimentare i pianerottoli di una scala.

In questo capitolo vedremo come mettere in opera due uniche lastre di pietra serena per due pianerottoli di una scala.

Queste lastre sono alte cm 2 ed hanno la superficie di circa mq 1,00 cadauno; sono quindi pesanti e difficili da manovrare.
Inoltre devono essere montate su di una scala quasi completamente finita (cioè rivestita); saranno murate con malta bastarda nello spessore di circa due cm, per cui la difficoltà principale sta nel farle "tornare a filo" con i gradini già murati.

Difatti una volta adagiate sulla malta, le pesanti lastre tendono ad abbassarsi, per cui diventa estremamente difficile riuscire a metterle in linea con la superficie dello scalino adiacente.

Inoltre, una volta bagnate e poste sulla malta, diventa pressochè impossibile sollevarle, data la grande superficie di contatto e quindi di presa che hanno sulla malta stessa.

Si potrebbe lavorare servendoci di due grosse ventose, tipo quelle che adoperano i marmisti, ma anche in questo caso il risultato finale non è assicurato e si rischia di creare dei "fuori piano" e delle "tacche" in corrispondenza degli scalini limitrofi.

Che fare?

L’esperienza ci aiuta e decidiamo di effettuare il lavoro come segue:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Creiamo, con della malta e dei pezzi di mattonella, 4 punti fissi (che vedete nella foto soprastante), in maniera che l’estradosso di questi punti fissi stia esattamente a 2 cm (che è poi l’altezza delle due lastre) dalla superficie di calpestio dello scalino vicino.

Dobbiamo adoperare la livella a bolla ed il metro; inoltre non ci dobbiamo limitare ad un solo controllo di tali misure ed orizzontalità, ma lo dobbiamo eseguire almeno tre volte, per sicurezza.

Sotto osservate l’immagine, con la grande lastra appoggiata al muro e pronta per essere posata.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

A questo punto si deve bagnare bene il pianerottolo al grezzo e stenderci la malta bastarda: questa deve essere leggermente più fluida che solida. Dobbiamo fare attenzione a non sporcare di malta la parte superiore dei punti fissi (anzi, intorno bisogna lasciarci 3 o 4 cm di vuoto).

La malta naturalmente dovrà arrivare almeno 3/5 mm sopra detti punti fissi, in maniera da poterla pressare con la lastra.

Si deve bagnare molto bene la lastra di pietra.

Adesso il muratore, con l’aiuto di un manovale, posa, con la massima cautela, la lastra sopra la malta.

La lastra andrà battuta con il palmo delle mani per portarla al livello voluto ed eventualmente mossa con movimento ondulatorio orizzontale (per ciò che il poco spazio circostante consentirà)

Eventualmente si trovassero delle difficoltà nell’abbassarla, bisogna aiutarsi, battendo leggermente, con il manico di un mazzuolo, su di una tavola messa per piano sulla pietra.
Comunque dopo pochi tentativi troveremo la giusta posizione ed il piano voluto.

Ecco come si presenterà la lastra del pianerottolo messa in opera. Naturalmente ci sarà da rifinire con malta ed intonaco, la muratura laterale.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

E sotto ancora i due pianerottoli murati:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Se durante il movimento dato alla lastra di pietra per aggiustarla, si depositasse del cemento fra lo scalino e la stessa lastra, basterà toglierlo con la punta di una cazzuolina e quindi riavvicinare i due elementi.

Ad operazione completata, vediamo la scala come è venuta, osservandola dall’alto (vedi foto sotto).

Tenete presente che i marmi vanno ancora puliti perfettamente e i pianerottoli completati lateralmente con l’intonaco.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

2 commenti

  1. salve, ho trovota estremamente interessante ,il vostro sito , per gli hobbisty!
    avrei una domanda , leggendo come rivestire di legno una scala di cemento , mi sembra di non aver chiaro un passaggio: la scala deve essere perfettamente finita , come basi di appoggio, senza difetti di livello, spigoli,punti più alti… per poter incollare gli assi in modo regolare?
    grazie per l’attenzione.

  2. Per Valerio.
    Si.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.