Come realizzare una recinzione in rete e paletti metallici.

Questo articolo è per coloro che vogliono realizzare una recinzione in rete metallica e paletti metallici.

Recinzione molto semplice, ma che deve essere robusta e resistere alle varie sollecitazione dovute al tempo ed all’uomo.

Gli attrezzi occorrenti per chi vuole intraprendere questo tipo di recinzione "fai da te", necessaria per delimitare un orto, un giardino od altro, sono i seguenti:

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Per realizzare la recinzione dobbiamo effettuare una preparazione che consiste nella scelta dei pali da mettere in opera.

Abbiamo deciso preliminarmente che devono essere metallici, del tipo scelto in funzione della loro posizione nel progetto che dobbiamo realizzare.

Seguendo la prima figura sottostante, occorreranno: i pali di partenza con una sola saetta di rinforzo (A); i pali d’angolo, con 2 saette a 90° (B); i pali intermedi, senza nessuna saetta (C1); ed infine i pali di rinforzo , con 2 saette (C2).

Le recinzioni possono essere di 2 diversi tipi: murate su di un muretto o in un cubo di cemento, oppure infisse nel suolo.

Vediamo (sempre nella prima immagine sottostante), che  la 1^ figura a sinistra prevede un muretto o cubo di cemento, per cui l’altezza della recinzione da scegliere dovrà essere "h" + 25 cm; nella seconda figura, con paletti posati a terra, l’altezza sarà "h" + 50 cm: ed infine nella 3^ figura la recinzione infissa al suolo che dovrà comprendere l’altezza della recinzione fuori terra, + l’altezza della puntazza da infiggere nel suolo.

Adesso passiamo a vedere la seconda immagine sottostante, a destra.

In dipendenza della lunghezza del perimetro, va definito il numero dei pali da usare e gli accessori necessari per la posa in opera.

A secondo della rete che usiamo,  a torsione semplice (a maglia sciolta), oppure saldata, varierà anche il numero dei pali.

Per la torsione semplice i pali vanno posti alla distanza fra loro di mt 2,50, mentre per quella saldata occorrerà una distanza di mt  2,00 /2,50.

Sarà quindi ottimale misurare i lati da recingere e conteggiare attentamente i pali occorrenti.

Nella parte bassa della seconda immagine vediamo gli accessori necessari e che prevedono la posa in opera dei fili di tensione nella parte alta e bassa del palo. Consideriamo poi che andranno aggiunti altri fili ogni 50 cm di intervallo.

           CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella immagine sottostante è rappresentato un palo, con la barra obliqua di tensione e con il tenditore dei fili di collegamento.

Tali tenditori vanno fissati ai pali mediante dei ganci o con filo di attacco.

Le barre oblique permetteranno di stendere la recinzione senza deformarla.

Va prevista una barra per ogni palo posto all’estremità, e due barre per i pali d’angolo e di rinforzo (vedi le immagini soprastanti)

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Posa in opera dei pali.

Con una corda tipo da muratore, va segnata la linea diritta del confine, sulla quale vogliamo stendere la recinzione bene allineata.

La posa dei pali va iniziata da quelli posti agli angoli.

Volendo murare i pali con cubi di malta di cemento, vanno scavate delle fosse di cm 25x25x25.

Dopo avere riempito com malta cementizia lo scavo, va infisso il palo fino a toccare il fondo e tenendolo in allineamento con le corde piazzate, va controllata la verticalità con una livella a bolla: non fare la malta cementizia troppo morbida, in quanto sorgerebbe la necessità di mettere, per ogni palo, 2 puntelli fino a che la malta non sarà seccata.

Comunque, prima di montare la rete di recinzione, si deve attendere, almeno 2/3 giorni, affinchè la malta abbia "tirato".

La terza figura della immagine sottosrtante rappresenta una puntazza in ferro e da fissare al palo, per quelle recinzioni i cui pali vogliamo infiggerli nel terreno.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sempre seguendo l’immagine sottostante vediamo le sezioni dei due diversi tipi di recinzione: murata ed infissa al suolo.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

I  fili in tensione vanno attaccati ai tenditori a 15 cm da ogni palo d’angolo o di rinforzo e distanziati  in altezza di 50 cm l’uno dall’altro.

Stendere i fili di tensione partendo dal basso verso l’alto.

 

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sotto vediamo un tipo di recinzione detta a goccia. (la goccia va sempre rivolta verso il basso).

Recinzione cementata

(tipo saldato)

(Immagine sottostante). Fissare la recinzione al primo palo d’angolo con una barra di tensione e stendetela progressivamente fino ad arrivare al palo d’angolo successivo con barra di tensione; oppure in caso di porte, cancelli o aperture, fino al palo di rinforzo relativo.

Lefare la recinzione ai fili di tensione ed ai pali intermedi.

Ad ogni palo d’angolo va tagliata e ricominciata l’operazione verso altra direzione.

        CLICCARE SULL’IMMAGINE

Recinzione a torsione semplice

(tipo di recinzione a maglia sciolta)

Il rotolo della rete va posto a terra e  srotolato; vanno controllate attentamente le maglie.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Occorre infilare una prima barra di tensione all’inizio del rullo e va attaccata al palo di partenza; la seconda barra di tensione va posizionata vicino al palo d’angolo.

Vanno collegate le barre di tensione al palo, con l’aiuto dei tenditori e va stesa la recinzione.

Quindi ragliare l’eccedenza della rete smagliando il filo che la compone; poi va fissata la recinzione sui fili di tensione, ogni 25 cm, tramite apposito filo da legature, oppure graffette idonee (seguendo la disposizione della 2^ figura dell’immagine sottostante).

Ad ogni angolo occorre tagliare la recinzione per poi ripartire verso un’altra direzione.

          CLICCARE SULLE IMMAGINI

Tutto il materiale sopra descritto può essere trovato presso i magazzini Leroy Merlin.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

78 commenti

  1. Per Davide.
    Se vuoi una risposta, per correttezza devi inserire la email.
    Per cortesia riformula la domanda ed inserisci la tua email.
    Amedeu e c.

  2. Buongiorno, scusatemi mi sembrava di averla indicata ma a quanto pare me ne ero dimenticato anche stavolta.
    Ho accquistato dei paletti a T di 2 m e la rete a torsione semplice da 1,5 m pertanto, previa trivellatura da 20 cm di diametro, metterò i paletti nel terreno e poi tirerò la rete per chiudere la mia proprietà. I paletti li metterò nel terreno ad una profondità di circa 40 cm giusto per avere 10 cm tra terra e rete per far fronte ad eventuali avvallamenti del terreno. Volevo sapere se per cementare i pali va bene usare una malta di sabbia media e cemento oppure se dovrò preparare del calcestruzzo; inoltre volevo chiedervi se esiste un modo per cementare a terra i paletti in alcune tratte dove ho apportato la terra per circa 20 30 cm ed è ancora molto sciolta (ci sono solo passato sopra con il bobcat per pressarla e pareggiarla). Grazie in anticipo. Saluti

    • Per Davide.
      La malta cementizia va bene ugualmente.
      Se cementi i pali su di un terreno cedevole, con il tempo tali pali si muoveranno, per cui una soluzione potrebbe essere quella di piantarli, battendoli con la mazza di ferro (a contrasto una tavola di legno per non danneggiarli), fino a farli entrare per almeno 20-30 cm nel sottostante terreno compatto (Sotto quello di riporto).
      Detti pali dovranno essere logicamente più lunghi degli altri.
      Amedeu e c.

  3. Grazie per la celere risposta,
    purtroppo il materiale l’ho già comprato diverso tempo fa e non credo che riescano a sostituirmi una ventina di paletti con altri più lugnhi. Questa notte che, visto il caldo, porta consigli, avevo pensato di forare con la trivella 80 cm invece che 40 o 50 e di inserire un tubo di plastica (di quelli bianchi tanto per capirci) tagliato della stessa altezza (80 cm o fin dove arriva il livello ok) e poi una volta colata la malta sistemare il paletto da 2 m al giusto livello. Ho pensato che così facendo, una volta maturato il getto, diventi corpo unico col paletto e dovrebbe tenere un pò di più. Cosa ne pensate?
    Grazie

  4. Espongo un quesito fuori dal vs discorso a cui ho avuto pareri contrastanti.
    Ho posato a mie spese una recinzione con paletti e rete metallica tra me ed il mio confinante in un terreno agricolo.
    Puo il confinante posare un telo ombreggiante sulla mia recinzione? Puo il mio confinante posare dei cordoli a ridosso della mia recinzione ?
    Puo il mio confinante piantare fiori o piante a ridosso della mia recinzione e se si a che distanza? Inoltre i rami dei suoi alberi possono invadere la mia proprietà? Posso avere un’altezza del terreno piu alta del confinante?
    Inoltre chiedo se vi sono delle norme in merito da applicare . Grazie

    • Per Alex.
      E che pace sia! Non armarti e non cercare la guerra, in quanto le questioni fra confinanti finiscono quasi sempre davanti al giudice (se non peggio) e chi ci guadagna immancabilmente è solo il legale. Quindi risolvete le questioni con calma e amichevolmente.
      Comunque leggi questo nostro articolo
      http://www.coffeenews.it/distanze-dai-confini-di-pozzi-cisterne-fossi-tubi-canali-ed-altro
      Inserisci poi le parole “distanze dai confini” nel riquadro “Cerca”, in alto a destra della Home e ti apparirà una moltitudine di articoli, fra i quali potrai trovare tutte le informazioni che ti servono.
      Amedeu e c.

  5. buonasera Amedeu, sono Tiziana ho bisogno di un vostro consiglio devo fare un recinto in cem. armato mi hanno consigliato la rete elletrosaldata di cm 20×20, ma io penso che sia troppo grande non è meglio di cm 10×10 voi cosa mi consigliate? aspetto una vostra risposta , grazie e buon lavoro.

  6. Per Tiziana.
    Parli di una recinzione, ma non sappiamo a cosa ti serve: se per esempio è a carattere fisso per un terreno agricolo, ti conviene usare una rete zincata plastificata a maglia fissa oppure sciolta.
    Se invece è a carattere provvisorio, una rete 10×10, anche se ha un diametro inferiore (5 mm anzichè 8 mm), è senza dubbio più adatta.
    Amedeu e c.

  7. Ciao Amedeu cerco di spiegarmi meglio: il terreno da recintare è edificabile, la recinzione deve essere fatta in cemento armato, la fondazione è di 40 cm e la larghezza del muro( finito)è 20 cm con pali di ferro e rete plastificata sciolta. La mia domanda era se per realizzare il muro in cemento armato è meglio inserire la rete eletrosaldata zingata 20×20 ( come mi è stata consigliata dalla ditta ) o matterci una piu piccola 10×10 cm (io la vedo molto larga la 20×20 x un muro di 1metro 30 cm) voi cosa mi consigliate ? Nella attesa di una vostra risposta vi auguro buon lavoro e grazie

    • Per Tiziana.
      Adesso ti sei spiegata.
      La risposta che ti daremo ti sembrerà estremamente scrupolosa, ma, essendo tecnici, non possiamo dartene una diversa.
      Il diametro e la larghezza della maglia di una rete elettrosaldata non possono essere scelti a caso, nè a seguito del consiglio di “praticoni”, ma deve derivare a seguito di calcoli che fa il progettista riguardo alla quantità di ferro che deve costituire l’armatura di tale recenzione, in base alle sollecitazioni che la stessa deve sopportare (Parte a retta, terreno cedevole,ecc).
      Questo vale per tutte le opere in cemento armato in edilizia.
      Se poi vuoi cambiare la rete che egli ha calcolato da 20×20 diam 8 mm, con altra a maglie 10×10 da 5 mm, il progettista deve controllarti se in base ai calcoli fatti, la stessa può andare bene (più che altro nella quantità – semplice, accoppiata – , e nella disposizione).
      Amedeu e c.

  8. Salve,
    ho trovato molto interessanti sia le descrizioni che le risposte ai quesiti.
    Io ho ereditato un terreno in luogo poco accessibile, vorrei recintarlo ed in futuro a fronte di autorizzazioni fare lavori agricoli ed eventuale capanno attrezzi.
    Ha un perimetro di trecento metri e l’accesso sarà solo per persone a piedi, quale soluzione ritenete più facilmente praticabile per una persona sola, tra quelle descritte per posare una rete?
    Il terreno presenta una componente sabbiosa ed intorno vi sono rocce calcaree o granitiche, non conosco cosa ci sia sotto a quello mio ne quale sia l’altezza della terra: quale soluzione di posa pali si abbina meglio in caso incontrassi la roccia?
    Infine la zona è esposta a forti venti.
    Grazie dell’attenzione, Alberto

    • Per Alberto.
      Per prima cosa devi assicurarti in Comune se hai la possibilità di recingere un’area agricola: molte Regioni non lo permettono.
      A parte ciò, se trovi la roccia, ti conviene fare dei fori della misura leggermente superiore ai paletti della recinzione,
      Puoi farlo con un trapano per edilizia, alimentato da un generatore elettrico (Se non hai la corrente elettrica).
      Amedeu e c.

  9. buongiorno,
    devo sostituire una recinzione abbattuta da un albero caduto per il vento.
    il pezzo da sostituire e’ rettilineo, lungo 5m e delimitato ai due estremi da due annessi in muratura; a terra si poggerà su un muretto preesistente che si alza dal suolo di 10/15 cm.
    Oltre che contro maleintenzionati, la rete deve impedire al mio cane di taglia piccola di non evadere; ho pensato ad una rete metallica plasticata retta da pali di metallo. Vorrei cortesemente sapere se è corretto usare:
    – rete di h 1,50
    – 5 pali (1 all’inizio, 1 alla fine e 3 nel mezzo a distanza di circa 1m) senza alcuna ‘saetta’
    – interrare i pali nel muretto per circa 25 cm

    Se decidessi per una rete di 1.80, cambierebbe qualcosa?

    Vi ringrazio per l’attenzione e la cortesia nel rispondere.

    • Per Antonella.
      L’altezza della rete, ci sembra di comprendere, che vuoi sceglierla in base alla taglia del tuo cane: se è così, devi giudicare se ti serve da mt 1,50 o da mt 1,80.
      Circa i pali, pensiamo vadano bene; per la saetta, se la recinzione è agganciata ai due annessi rimasti in piedi, può andare bene.
      Amedeu e c.

  10. grazie per la risposta ed i consigli.

  11. Buongiorno! consigli utilissimi e chiarissimi. Se ho da recintare un tratto in una scarpata molto ripida…quali sono gli accorgimenti da adottare per fare lo stesso lavoro in pendenza?? grazie buona giornata

  12. Grazie! E per quanto riguarda il tensionamento e l’installazione della rete a maglia sciolta o elettrosaldata come si procede in elevata pendenza? qualche problemino in più credo ci sia. Francesco

    • Per Francesco.
      Tutto è risolvibile, e questi non sono problemi insuperabili.
      Se sei un amante del “Fai da te” ti accorgerai che anche in pendenza, il lavoro lo eseguirai a regola d’arte.
      Amedeu e c.

  13. Grazie per le risposte !! saluti

  14. Buongiorno alcune domande:
    1)ma il tirafili va imbullonato direttamente al paletto o va attaccato con filo (dalla parte che non avvita, ovviamente).
    2) si inizia mettendo i due paletti estremi e mettendo subito le saette?

  15. ho ancora qualche perplessità..
    Con 18 metri di recinzione è meglio mettere un rinforzo a metà strada?
    Non ho capito la funzione della barra ti tensione.
    Le saette non ostacolano il passaggio dei fili di tensione?
    grazie

    • Per Mirko.
      Le saette non ostacolano i fili in tensione, in quanto, se osservi bene la figura, noterai che sono tirati lateralmente al palo.
      Ugualmente nella parte centrale sono state messe delle saette di rinforzo
      Per il resto segui le immagini ed il nostro articolo, e farai un ottimo lavoro.
      Amedeu e c.

  16. in caso di leggera pendenza come si consiglia di mettere i correnti orizzontali in uno steccato in legno (tipo valdostana) in orizzontale con livella o seguendo l’andamento del profilo del terreno. ed i pali ad altezza costante tutti uguali o tirando una linea tra il primo e l’ultimo palo? grazie

    • Per Vincenzo.
      Qualsiasi recinzione, di qualsiasi natura, tipo, materiale, va sempre posizionata in orizzontale, creando, eventualmente, degli scalini nella stessa.
      Amedeu e c.

  17. Salve, ottima guida. Ho da porvi una domanda: se il perimetro che devo recintare non è perfettamente dritto, segue una strada privata leggermente curva, come mi devo comportare?
    Grazie

    • Per Jacopo.
      Se il tuo confine è curvo, hai diritto di posizionare una recinzione curva.
      Per tacciarla, probabilmente, avrai bisogno dell’aiuto di un geometra professionista.
      Altrimenti puoi tentare da solo, ma devi rispettare le misure catastali.
      Amedeu e c.

  18. Grazie della rapidissima risposta, risolto il problema della tracciatura, seguirò la strada, dove era posizionata la vecchia recinzione. il mio problema è attualmente questo: quando vado a tirare il cavo tenditore, posso avere problemi? la curva non è ampia, ma ho paura che possa tirare verso l’interno, i pali volevo interrarli come nel primo esempio della guida.
    grazie ancora

    • Per Jacopo.
      Sarà necessario, per non fare piegare la recinzione verso l’interno, piazzare a ridosso di ogni palo un rinforzo obliquo che contrasti, appunto, la spinta verso l’interno. (Cioè, paletti posti perpendicolarmente alla recinzione).
      Amedeu e c.

  19. Buongiorno, sono indeciso tra l’interramento e il fissaggio tramite cemento. Mi puo’ dire quale è meglio. Sono su un terreno agricolo con terreno soffice. Temo che anche prendendo dei pali da 2 mt e interrando per 50 poi non abbia la stabilità necessaria. Mentre se uso il cemento lei dice, in una risposta precedente, che si potrebbero comunque avere instabilità. E’ corretto? Non potrei picchiare i pali per 20 cm in una buca profonda 30 cm che poi cemento? Ma forse non vorrei usare il cemento per via dei regolamenti amministrativi locali!!!sich.
    Grazie per la risposta.

    • Per Roberto.
      Può essere una soluzione, purchè la buca sia, poi, più larga.
      Il cemento ti rimarrà sotto terra, e puoi superficialmente stendervi sopra 5 cm di terremo vegetale, per cui non avresti problemi di regolamenti locali.
      Amedeu e c.

  20. Ciao Amadeu, devo fare una recinzione mettendo una rete metallica con paletti a T su un muro di cemento armato di Quattro metri di altezza evitando che qualcuno possa cadere di sotto. Vorrei sapere a che distanza devo mettere tra loro i paletti considerando ke il muro é costituito da due tratti, uno di 12 metri ed un altro di 15 metri di lunghezza. Poi di quanti cm devono entrare e quindi ancorarsi nel muro. per finire la rete quanto deve essere alta.
    Ti ringrazio anticipatamente per la tua disponibilitá, e comunque sono bene accetti consigli oltre quelli richiesti… Grazie

    • Per Enrico.
      A nostro parere la recinzione dovrebbe essere alta mt 2,00 e così i pali di sostegno in ferro.
      I paletti dovrebbero essere posizionati ad una distanza di mt 1,50 l’uno dall’altro, con pali d’angolo e di rinforzo.
      http://www.coffeenews.it/come-realizzare-una-recinzione-in-rete-e-paletti-metallici
      Dovrebbero essere ricavate le buche sul muro in cemento armato, con l’aiuto di un martellino tassellatore, in maniera da ritrovare il ferro di armatura di detto muro.
      La profondità delle buche dovrebbe essere non minore di 20 cm e comunque dipende dallo spessore del muro stesso.
      I paletti della recinzione vanno poi saldati ai ferri di armatura del muro e quindi murati con malta cementizia e zeppe di mattoni affogati nella stessa e battuti, a ridosso dei paletti, a stringere.
      Quanto sopra, per la dovuta responsabilità, devi verificarlo con un tecnico professionista della tua zona, che ti dovrà seguire il lavoro.
      Amedeu e c.

  21. La recinzione della mia casa è costituita da una base in cemento sulla cui parte sovrastante sono fissati pali in cemento alti poco meno di 1 ml.. Il mio cane di piccola taglia purtroppo riesce ad uscire dal recentio passando fra un palo di cemento e l’altro. Ho bisogno di installare una rete metallica, rigida e resistente (tenuto conto della dentatura del mio cane) e non soggetta ad arrugginirsi, ancorandola ai pali in cemento. Che cosa mi suggerite?

    • Per Ivano.
      Di regola non dovrebbe servire alcuna autorizzazione, specie se metti in opera una rete metallica plastificata.
      La scelta dipende unicamente dal tuo gradimento circa tale recinzione.
      Amedeu e c.

  22. Buongiorno, devo recintare un terreno con un unico lato (gli altri tre fortunatamente hanno già una recinzione) di circa 100 metri, la momento è un unico prato quindi non vi sono muretti o quant’altro, pensavo di posare dei pali con la classica rete a torsione ed in aggiunta la rete di oscuramento. Volevo capire quale tecnica mi conviene utilizzare per fissare i pali, a che distanza posarli uno dall’altro e come calcolare le barre oblique.
    Scusa per le numerose domande e complimenti per il sito.

    • Per Nadia.
      Segui lo schema della recinzione in paletti di ferro di cui all’articolo, e sostituisci questi con i pali (Di cemento?).
      La realizzazione è la stessa.
      Amedeu e c.

  23. Buongiorno, avrei bisogno di un informazione, mi hanno ceduto un terreno recintato con un muretto altro 40 cm dove vi sono cementati pali da 2mt di altezza, purtroppo una decina di pali si sono piegati ed alcuni rotti per la caduta di alcuni alberi, vorrei sapere il modo migliore per ripristinare la rete, grazie mille in anticipo per la risposta

    • Per Patrizia.
      Le soluzioni sono diverse e dipendono dalla spesa che vuoi sostenere.
      Una di tali soluzioni potrebbe essere quella di tagliare i pali rotti o danneggiati, a filo muro, e poi con un trapano ed una punta carotatrice da 60 mm fare dei fori equidistanti e murarci dei paletti plastificati a T da 40/50 mm.
      Amedeu e c.

  24. Salve!
    Ho un perimetro in giardino (su tre lati, a U) da recintare per far sostegno ad un arella in corteccia di pino alta 2m x 21m.
    Pensavo, per farla relativamente semplice, ad una soluzione “fatta e buona”, e cercando ho trovato, due recinzioni in paletti di ferro smaltati e rete plastificata a maglia rigida o sciolta
    Che, nella mia ignoranza, mi sembra vadano piuttosto bene in tutto (pensavo di più alla prima, che oltre a costare leggermente meno – se ho ben capito – dovrebbe essere un po’ più rigida)…
    Grazie anticipatamente,
    Salvatore

  25. Buon Giorno vorrei un consiglio .devo installare una rete x recintare una appezzamento agricolo uso una rete a maglie alta 2 metri con dei paletti di ferro a t da 40×40 mm alti 2.50 mt. mi hanno detto di fare dei fori con una trivella con una punta del diametro di 90 mm e fare il getto con cemento volevo sapere se il foro della trivella poteva bastate oppure devo aumentare il diametro del foro .grazie anticipatamente

    • Per Roberto.
      Dipende molto dal tipo di terreno sul quale vai ad operare.
      Comunque, se hai a disposizione una macchina operatrice tipo un escavatore cui puoi applicare una trivella, sarebbe opportuno fare un foro di larghezza maggiore (15/20) cm e profondo 30 cm circa, da riempire poi con calcestruzzo.
      Se però devi agire con un trapano ed una carotatrice, può andare bene il 90 mm, devi però affondare i fori ad almeno 40/50 cm dal piano di campagna e dopo avervi posato i paletti, riempirli nella zona circostante con malta cementizia.
      Amedeu e c.

  26. ciao Amedeu
    vorrei porti un quesito devo installare n 4 metri lineari di rete mettalica h1.50 per far crescesere il gelsomino cosa mi consigli?

    materiale da me aquistato
    n3 paletti h2mt
    4 mt rete
    100 mt filo
    3 tentitore
    mi manca qulcosa? come procedo grazie fin dora per

    • Per Ferdi.
      Di filo da tendere ne bastavano 12 metri + i tratti laterali da legare.
      Filo da legatura fine 6/8 metri
      Per il resto, ci sembra, vada bene.
      Amedeu e c.

  27. Ciao Amedeu vorrei porti un quesito, ho comprato un orto con le recinzioni confinanti già esistenti, io devo fare la mia recinzione posso non attaccarmi a quella esistente e farne una parallela a quelle esistenti. Grazie

  28. salve, io dovrei fare una recinzione a triangolo, i vertici mi conviene annegarli nel cemento ? e bastano due saette per angolo? e la rete posso posizionarla in continuo? cioè senza tagliare e via DICENDO?..,INOLTRE, DEVO PROPIO USARE LE BARRE TENDITRICI PER LA RETE? NON BASTEREBBE LEGARLA MAN MANO CON FILO DI FERRO? NON HO MAI FATTO CIò E HO PENSIERO DI NON RIUSCIRE A FARE UN BUON LAVORO….GRAZIE MILLE, BUON LAVORO E SERATA.. PAOLO

    • Per Paolo.
      L’articolo da noi fatto corrisponde a un lavoro eseguito a regola d’arte.
      I sistemi per effettuarlo possono essere anche diversi e tu puoi annegare i paletti in blocchi di cemento (Buche scavate e malta cementizia) e potrai tendere la rete aiutandoti con una corda e una carrucola tipo da muratori (Quelle con gancio e ruota).
      Amedeu e c.

  29. Buongiorno,
    Ho necessità di recintare un tratto rettilineo del giardino in montagna per evitare che il mio cane di taglia media avventuroso saltatore se ne vada in esplorazione. Sai tratta di 70 m su terreno molto compatto in pendenza, con cespugli e alberi nel mezzo. La recinzione deve durare una mesata durante l’estate quindi anche se non è a regola d’arte va bene purchè regga quel minimo e sopratutto la devo fare io da sola non avendo mai fatto prima nulla di simile. Oltre a tanta energia e buona volontà pensavo di usare rete metalica plastificata h1,2m e tondini diametro 6 h2m, con l’idea di piantare i tondini nel terreno per circa 40 cm distanti 2 m tra loro dopo averli fatti passare nella rete che è a maglie retattngolari grandi oppure di ancorare la rete ai paletti con dei ganci in fil di ferro. so che per un esperto è una cosa orribile, vorrei solo un parere se secondo voi è qualcosa che riesco a fare da sola a colpi di mazza e se può reggere una mesata. qualunque consiglio “facile” per migliorarla è ben accetto. mi vedo in difficoltà con tenditori e saette….grazie antonella

    • Per Antonella.
      Che tipo di cane hai? Agile? Magro? Grassoccio e sedentario?
      Chi ti scrive ha sempre avuto i cani nella sua vita, e una rete alta mt 1,20 può essere adatta solo per cani di piccola taglia.
      Perciò verifica che non ti serva una recinzione alta almeno mt 1,80.
      I tondini del diametro da 6 mm sono inconsistenti, per cui ti suggeriamo di effettuare una recinzione con rete metallica e paletti di legno appuntiti.
      Devi fare delle buche nel terreno profonde circa 40 cm e poi posarci i pali (Circa ogni 2 metri); devi rincalzarli con la terra e batterla in maniera da costipare il piede del palo.
      Se vuoi fare un buon lavoro compra un secchiello da 4 Kg di asfalto liquido presso un magazzino edile e con un pennello pittura la punta del palo che va nel terreno.
      Fissa la rete ai pali di legno con chiodini ad U che troverai presso le ferramenta.
      Se vuoi migliorare ancora, tendi dui fili di ferro zincato plastificato da 3 mm di diametro in cima alla rete e ad almeno 50 cm da terra.
      Ferma la rete a questi due fili tramite legatura con filo di ferro.
      Occorrerebbero anche delle legature quali controventature, ma se vedi che il lavoro è solido puoi anche farne a meno.
      Amedeu e c.

  30. Salve,
    bellissimo articolo, avrei due domande:

    1 – in molte recinzioni che vedo in giro, non ci sono le barre di tensione: hanno davvero un valore aggiunto importante oppure no…?

    2 – devo montare la recinzione su un muretto in cui NON sono stati lasciati i risparmi per mure i paletti, quindi pensavo a dei paletti con piastra saldata, ma non riesco a trovarli zincati, pare ci siano solo verdi, voi sapreste indirizzarmi in tal senso?

    Grazie mille,
    Fabrizio

    • Per Fabrizio.
      Puoi tendere anche il filo tirandolo a mano, ma logicamente non verrà teso come visto nell’articolo.
      Per tendere i fili orizzontali è sufficiente adoperare dei “Tenditore due occhi zincati”.
      http://www.ferramentaonline.com/shop/advanced/accessori-per-funi-catalogo015.html
      Stringendo le due viti si tenderà il filo.
      Rispetto alla seconda domanda, si tratta di ricercare i paletti zincati presso le ferramenta della tua città, oppure trovare un venditore su internet, (Ricerca: PALETTO RECINZIONI A “T” IN FERRO ZINCATO A CALDO-SEZIONE mm30X30X3,5)
      Amedeu e c.

  31. Buongiorno
    ho appena preso casa e ho un bel prato da recintare. Il problema è che il terreno è ondulato con un tratto finale in discreta pendenza. La mia idea era quella di fare una staccionata perimetrale (sono circa 150 m.) con dei pali di sostegno da 120 cm ogni 2-2,5m. con assi o metà pali tondi per la parte orizzontale (magari doppi, uno basso e un altro più alto). Il problema è che non so come fare a mantenere le linee “orizzontali” corrette nei tratti di passaggio da terreno piano a terreno in pendenza. I pali di sostegno andranno sempre messi verticali a piombo ma le assi come vanno posizionate? Come faccio a seguire il profilo del terreno, se è questo che si deve considerare, o il riferimento per il fissaggio va fatto sul palo di sostegno?

    Grazie mille Alessio

    • Per Alessio.
      Quando si esegue una recinzione in terreno in pendenza le soluzioni sono 2: o si segue l’andamento del terreno con i soli pali di sostegno posti verticalmente e con le altre parti seguendo la linea del terreno, oppure si può realizzare una recinzione in piano, che è la più bella da vedersi ma anche la più complicata.
      Si devono piantare i pali di sostegno verticali ad un intervallo possibilmente uniforme (Per esempio due metri), poi si pongono le filagne o assi orizzontali da uno all’altro palo, mettendoli in piano con la livella.
      E’ logico che adoperando tale sistema, il palo a valle sarà sempre più alto di quello a monte, e tale differenza aumenterà più che aumenta la pendenza del terreno.
      Vi potranno essere dei tratti talmente in pendenza dove non potrai adoperare tale sistema.
      Amedeu e c.
      Amedeu e c.

  32. Buongiorno
    Vorrei eseguire una recinzione alta 1.80 m per un perimetro di 250 m su una casa indipendente ai fini di sicurezza,i pali fissati per 40 cm nel terreno con plinto 25×25 , per un lavoro duraturo nel tempo mi è stato consigliato di installare circa ogni 10 metri delle saette ma non in linea con la recinzione ma perpendicolari cioè All interno della mia proprietá .
    Mi consiglia questa soluzione per avere una recinzione duratura nel tempo o é inutile ?
    Grazie

    • Per Paolo.
      Se trattasi di una recinzione aperta, tipo rete plastificata a maglia sciolta o elettrosaldata, non è soggetta all’azione del vento, per cui non vediamo l’utilità delle saette perpendicolari
      Altra cosa se, invece, è una recinzione con telo verde frangivento a altro materiale chiuso.
      Amedeu e c.

  33. Buogiorno

    Avrei una domanda tecnica da porvi, riguardo l’altezza delle saette da ordinare, avendo dei pali cementati a terra di 225 cc e rete a maglia semplice di 175 cm.

    Grazie Cristian

    • Per Cristian.
      Disegna una riga perpendicolare di cm 22,5
      Dall’altezza di cm 17,5 fai partire una linea obliqua che si allontana dal palo 7/8 cm.
      Misura la linea obliqua che corrisponderà alla tua saetta.
      Comunque. poichè le vendono di misure standard, acquista quelle che più si avvicinano a tale misura.
      Amedeu e c.

  34. Ho un muro in cemento con i fori predisposti per i paletti, con che tipo di malta è bene fissarli al muro per poterli un domani sostituire senza troppo lavoro?

    • Per Roberto.
      Una recinzione deve essere stabile e affidabile.
      Comunque puoi murarli a malta bastarda.
      Metà calce e metà cemento (Più sabbia naturalmente).
      Amedeu e c.

  35. Su un terreno agricolo è consentita la recinzione in rete elettrosaldata con i pali infissi su cemento armato continuo a filo terra ? Vorrei sapere se è regolare il cordolo di cemento armato anche se sottoterra grazie.

    • Per Alessandro.
      Quasi tutti i comuni italiani sono restii a concedere autorizzazioni di recinzioni in zona agricola, sia per motivi di coltivazione, di caccia e di passaggio in caso di incendi.
      Un cordolo interrato non dovrebbe ostacolare tale principio, mentre la recinzione si, se non autorizzata.
      Amedeu e c.

  36. Salve,

    come si fa per realizzare un semplice cancello? Seguendo le vostre indicazioni cercherò di realizzare un recinto dove mettere le mie tartarughe, mi serve però anche un’entrata nel recinto che si possa chiudere.

    • Per Mario.
      Puoi realizzarlo in legno e rete plastificata, usando chiodi oppure viti.
      O puoi realizzarlo in ferro e rete elettrosaldata usando una saldatrice ad arco (Se sai utilizzarla).
      Amedeu e c.

  37. Salve, vorrei gentilmente un consiglio. Volendo stendere una recinzione con una rete alta 1,80 m, di quale lunghezza consigliate i pali, considerando che non verranno cementati ma inseriti nel terreno?
    Grazie mille!
    Giorgio

    • Per Giorgio
      Nell’articolo dal quale ci hai scritto è citato testualmente:”…….ed infine nella 3^ figura la recinzione infissa al suolo che dovrà comprendere l’altezza della recinzione fuori terra, + l’altezza della puntazza da infiggere nel suolo.”
      Per essere pratici, ti occorrerebbero dei paletti in ferro zincato plastificato o non, alti almeno mt 2,30 compreso la punta.
      Amedeu e c.

  38. Buonasera Amedeu, il mio nome è Antonio e sono un artigiano in campo vetrario.
    Ultimamente un mio cliente vedendo che ho la manualità a risolvere diverse mansioni artigiane, mi ha chiesto di fargli il montaggio di filo spinato intorno al muretto che circonda la sua casa indipendente.
    Ora io mi sono occupato di molti lavori e ne sono uscito con successo, ma in questo campo non ho abbastanza informazioni. E per questo motivo volevo pregarti di darmi delle dritte. Intanto mi sono fatto fare il preventivo da un fabbro per la fornitura dei pali in metallo con ” braccio ” inclinato verso il giardino di casa, con tanto di aletta e tagli verticali per il passaggio del filo spinato. So che è necessario far costruire dei cubi in cemento sottostante il terreno dove dovrebbero essere infilati, quindi inserire i pali nel cemento e coprire con il terreno per fissarli.
    La mia domanda è : c’è un sistema per tendere bene il filo spinato su distanze di circa 37 metri da un lato e 60 da un’altro ? Tenendo conto che i pali sarebbero da montare alla distanza di 2 metri circa l’uno dall’altro. E infine, per montare anche il filo spinato a modo circolare intorno ai fili lineari orizzontali, è necessario farlo prima di montare quelli lineari orizzontali ?

    • Per Antonio.
      Non siamo a conoscenza se esistono dei tenditori idonei per il filo spinato (Anche perchè molte Regioni ne vietano l’uso); comunque, una volta teso il filo liscio, puoi fermarci sopra quello spinato, avvolgendolo agli estremi della recinzione e fermandolo al suddetto filo lineare ogni 40/50 cm.
      Amedeu e c.

  39. Buongiorno,
    devo realizzare una recinzione con paletti e rete metallica plastificata su di un terreno con forte pendenza (talmente forte da rendere impossibile fare tratti orizzontali).
    Ho già letto alcune risposte al riguardo ma Le chiedevo conferma di una cosa: quale rete meglio si adatta meglio per lo scopo ? Io avevo pensato alle classiche rete a rombi non fissi: ma queste reti (x montarle) le devo “deformare” per adattarle alla pendenza oppure come immagino le devo “solo” inclinare (per adeguarle a tiranti) e quindi all’inizio e alla fine della recinzione dovrei procedere poi con dei tagli verticali degli eccessi di rete ? Ovvio che se prendo una rete alta 150 cm, inclinandola questa cambierà la propria altezza finita….

    • Per Lamberto.
      La rete alta mt 1,50 ti rimarrà sempre della stesa misura (H=1,50) anche se la inclini.
      Se il terremo è in pendenza e non hai particolari sbalzi con cambio di livellette, puoi adoperare anche la rete a maglie saldate, plastificata, che è molto facile da montare.
      Oppure, se lo desideri, puoi mettere in opera anche quella a maglie sciolte, sempre plastificata.
      Amedeu e c.

  40. Buongiorno. Devo recintare un terreno. Ho già i pali da mt 1,75 che fisserò con cemento
    50cm. Volevo sapere le saette da quanto le devo prendere?
    Grazie

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.