Come ricavare un bel giardino da un modesto terreno in pendenza.

Sistemare un terreno in forte pendenza per adibirlo a giardino della propria abitazione,  può sembrare faticoso ed anche dispendioso, ma per coloro che adoperano il sistema del fai da te può diventare piacevole, e molto gratificante, una volta ultimato e visto il risultato raggiunto.

Per chi non voglia spendere molto denaro ed abbia volontà di creare, sarà sufficiente seguire le seguenti semplici indicazioni

Non trattiamo di realizzare fontane, ruscelli, cascate, laghetti o ponti in legno, ma semplicemente sistemare con oculatezza ed intelligenza lo spazio a disposizione, tracciando i piccoli sentieri, creando le piazzole di relax, sistemando opportunamente le diverse varietà di piante da mettere a dimora, ed usando pietre più o meno grandi, da utilizzare per dare un tocco esotico all’intero scenario.

Per prima cosa, dobbiamo ricercare una soluzione di sistemazione della nostra area: non occorre essere un tecnico nè fare un progetto vero e proprio, ma semplicemente uno schizzo fatto anche a mano libera.

L’importante è segnare i camminamenti dove vogliamo effettuarli, ed individuare le altre zone di cui sopra.

Gli spostamenti di terreno come tutte le altre opere potremo effettuarli con una zappa o piccone e con l’aiuto di una carriola.

Ci vorrà parecchio tempo, ma il risultato compenserà la fatica.

Individuata l’area del prato verde, la dobbiamo spianare adeguatamente, dopo di che potremo usare i rotoli di erba pronta (  è reperibile anche a quadri).

Aree a prato verde

Il prato dovrà essere mantenuto, per cui, necessiterà predisporre un piccolo impianto di irrigazione, ed a tale proposito vi rimandiamo a questo nostro precedente articolo (Impianto di irrigazione giardino)

 9     

Aiuole di contorno

Intorno al prato possiamo creare le nostre aiuole con piante mediterranee di varie specie, a fioritura o anche sempreverdi

3

I vialetti interposti fra le zone a prato e le aiuole o aree di sosta potranno essere realizzati con pietrisco bianco di cava di pezzatura da 1 a 1,5 cm. 

Vialetti di percorso pedonale

Per il contenimento della ghiaia, poichè stiamo operando in un terreno in pendenza soggetto al dilavamento delle piogge, adopereremo delle doghe per pavimentazione  in PVC, del colore che vogliamo (In questo caso sono state usate del colore marrone).

Sono flessibili, abbastanza lunghe e possono piegarsi a nostro volere creando vialetti  curvilinei.

8 P

Per accedere al nostro giardino lasceremo un’area di accesso, anch’essa sistemata con ghiaino bianco.

giardino 1   

Se abbiamo alcune aiuole più grandi, potremo mettervi a dimora siepi basse e piante da ornamento esterno: il tappeto ai loro piedi, in questo caso lo realizzeremo con ghiaino colore rosso marrone.

Lo si può acquistare presso i rivenditori di materiale da giardinaggio, oppure presso grandi magazzini tipo Leroy Merlin.

Impianto di illuminazione

Non trascureremo neppure l’impianto elettrico, che dovrà essere eseguito in canalette stagne, con paline basse tipo quelle rappresentate nella seconda immagine sottostante.

Per la realizzazione dell’impianto elettrico è obbligatorio rivolgersi da una ditta abilitata, che al termine del del lavoro vi rilascerà la certificazione di regolare esecuzione.

6      4   

Passerelle o pedane in legno

Poichè stiamo operando in terreno in pendenza, è preferibile effettuare i vialetti posti longitudinalmente al terreno ed in piano, come detto sopra, mentre il collegamento nel senso ortogonale (Seguendo la pendenza del terreno) lo realizzeremo con pedane o passerelle in legno marino resistente alle intemperie.

Tali pedane potarnno essere sostituite (da chi lo desidera)  anche da gradini in legno, ma, comunque, meno adatti ad un giardino esterno.

 7     11P

Altro fattore molto importante della sistemazione che stiamo eseguendo, è rappresentato dalla messa a dimora di grosse pietre, sistemate a "mucchi", oppure allineate. o poste singolarmente.

Le pietre con le varie piante assortite daranno un aspetto esotico al giardino, rendendolo unico.

Sotto vediamo una piazzola di relax, con un piccolo tavolo e due sedie in ferro; la zona è circondata da piccole palme e piante a foglia lunga e stretta.

Si  intravedono anche delle grosse pietre.

10    

Ogni persona ha le proprie esigenze, aspettative, preferenze nella scelta delle piante, fiori, siepi e nella sistemazione del tutto, per cui noi abbiamo solo voluto darvi un input di partenza e che potrà servirvi quale esempio, per ricreare un luogo tutto vostro.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

2 commenti

  1. Seguo puntualmente i vostri articoli e metto in pratica i vostri suggerimenti,sempre molto utili.
    Anch’io ho un terreno in notevole pendenza e che cercherò,nella prossima primavera-ma ci stò già pensando- di renderlo accogliente e razionale.
    Metterò certo in pratica i consigli del vostro articolo anche se gradirei
    qualche indicazione in più sulle piante, siepi e bordure che dovrò piantare
    (le palme, a chi ha un terreno in pendenza,vale a dire montagna, interessano poco!)
    Scherzi a parte vivo a 1000 metri di altitudine e per 5 mesi all’anno ho neve.
    Quali consigli riuscite a darmi?
    Grazie
    Massimo

    • Per massimo.
      L’articolo è stato fatto per un giardino realizzato in un tratto collinare a 160 metri di altezza s.l.m. .
      Logicamente in montagna dovrai usare piante che si adattino a quel clima.
      Le piante da scegliere non ti devono essere imposte, e puoi benissimo sceglierle in un vivaio della tua zona.
      Ciò che abbiamo voluto rendere, è l’insieme della sistemazione del giardino, con vialetti, passerelle, piazzole di riposo, pietre e poi fiori e piante assortite.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.