Come sostituire i flessibili agli apparecchi sanitari. Fai da te

Vedere sotto come è fatto un flessibile:

Normalmente sono da ½ pollice maschio/femmina (cioè con un estremo maschio che va nel muro e l’altro estremo femmina che si attacca al bidet, lavabo, scaldabagno ecc)

Cosa fare?

Per prima cosa va chiuso il rubinetto generale vicino al contatore acqua.

Poi con una chiave inglese media (tipo regolabile a rullino)

CLICCARE SULL’IMMAGINE

si toglie il flessibile vecchio iniziando a svitare la parte femmina (a destra nella foto in alto), quindi si gira il maschio al muro ed il flessibile viene via.

Si prende la misura della lunghezza del flessibile con un metro. Oppure ci portiamo dietro il vecchio flessibile (sarebbe preferibile, in quanto alcuni flessibili sono da 3/8" –minore diametro- e non da ½ pollice)

Si va presso un magazzino edile, un rivenditore di attrezzatura idraulica una grande ferramenta e si acquista un nuovo flessibile facendoci dare due o più guarnizioni da 1/2 pollice.

Si acquista anche un rotolino di nastro Teflon.

Oppure per chi ne sia provvisto o voglia tenerli in casa per successivi lavoretti di questo tipo, possono essere acquistati, in sostituzione, una matassina di canapa ed un barattolo di pasta per guarnizioni.
CLICCARE SULL’IMMAGINE

Messa in opera:

Si guarnisce l’avvitatura a maschio (vedi freccia rossa nella foto sotto) con il nastro teflon. Oppure la si unge con pasta , si passa sopra la pasta una “sfilacciatura” (una quindicina di fili) di canapa, ben tirata e avvolta nel senso orario. Sopra si ripassa una nuova mano di pasta, a stringere.

Servendosi della chiave inglese si avvita il maschio al raccordo nel muro.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Si introduce una guarnizione nel raccordo femmina, lo si unisce all’attacco sull’apparecchio sanitario e si blocca dando un paio di giri con la mano (freccia rossa in alto nella foto sotto).

Con delle normali pinze, si stringe moderatamente (con la mano sinistra e solo per tenerlo bloccato, senza strizzarlo) il flessibile nella parte metallica posta sotto il dado femmina (vedi particolare indicato con la freccia rossa in alto nella foto sottostante).

Con la chiave inglese nella mano destra (per i destrorsi) si inizia ad avvitare il dado all’apparecchio sanitario.

CLICCARE SULL’IMMAGINE
Procedere con calma, in quanto il flessibile potrebbe girare per intero rovinandosi.

Terminata l’operazione, si riapre il rubinetto generale ed il lavoro è finito.

Semplice vero?

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

2 commenti

  1. Salve, vorrei se possibile, un chiarimento su una cosa che riguarda il condominio. Ho cambiato la caldaia e ho dovuto rimettere le saracinesche (valvole di chiusura) nuove per poter chiudere l’acqua dell’impianto condominiale. Dopo un avviso scritto sulla porta del condominio L’idraulico mi ha fatto pagare a me le valvole di chiusura, mentre io sapevo che quella era una spesa che rientrava nelle spese condominiali. Vorrei sapere chi ha ragione.
    Grazie
    Lara Puccini

    • Per Lara.
      Non è detto, in quanto l’impianto condominiale funzionava prima che tu cambiassi la caldaia.
      Adesso è logico che il condominio non voglia riconoscerti la spesa relativa alla sostituzione di due saracinesche, anche se le stesse erano vecchie.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.