Come tracciare le fondazione di una costruzione, con l’uso delle modine.

Vediamo più da vicino come è possibile tracciare, a terra, le fondazioni, e successivamente il cordolo di ripartizione e la soprastante muratura.

Sono operazioni ripetitive, ma vanno conosciute per non commettere errori che poi si ritroverebbero al momento di "spiccare" i muri portanti.

Con mezzi meccanici, quali la ruspa ed all’occorrenza l’escavatore, va spianato il terreno, eseguendo un’opera di splateamento, in maniera da renderlo in piano.

Adesso, con i disegni esecutivi che ci ha fornito il tecnico progettista, dovremo tracciare sul terreno le fondazioni, in maniera che l’escavatore possa lavorarci tranquillamente eseguendo un lavoro a perfetta regola d’arte.

Le fondazioni vanno segnate sul terreno adoperando del cemento bianco o gesso, che spargeremo, in modo da segnare le linee ben diritte ed a squadra.

Allineamenti e messa in squadra delle mura dell’edificio

Partendo dall’allineamento principale, fronteggiante la strada, va presa la prima misura lineare, e create le prime due squadre  sul limite di tale lato

Per avere le squadre ben fatte, sarà necessario adoperare un livello a cannocchiale, oppure uno squadro  del tipo commerciale, che adesso vendono presso i grandi magazzini, fornito di tre piedi, cerchio ruotante graduato e livella a bolla, con segnale ad infrarosso.

Tale oggetto è acquistabile ad un prezzo che si aggira intorno ai 50 euro.

Avendo un lato e due squadre di partenza, usando la rotella metrica, si potranno creare gli allineamenti e le squadre dell’intero fabbricato.

Messa in opera delle modine in legno

Le modine, così chiamate, generalmente nel gergo edilizio, sono costituite da tavole di sfasciatura per edilizia, dello spessore di cm 2,5  inchiodate a dei picchetti in legno infissi nel suolo, ad una altezza di circa 50 cm.

Le tavole, dovranno essere posizionate ad una distanza  di almeno 3/4 metri dalle mura perimetrali della casa, in maniera che l’escavatore possa muoversi con facilità, durante la lavorazione.

Vediamo nell’immagine sottostante il piazzamento  delle modine per una piccola casa ad un solo piano

     

Per portare avanti gli allineamenti ed avere gli angoli a 90°, dovremo procedere con il controllo sistematico di tutte le squadre, poichè un errore in questa fase di tracciamento si riperquoterebbe su tutto l’edificio.

Come è possibile vedere dalla immagine soprastante, le modine, vanno posizionate rispettivamente al termine di ogni "rettifilo" delle mura della casa.

Tale posizionamento si rende necessario, perchè sopra le tavole lineari, vanno  piantati i chiodi ( da cm 7) che dovranno corrispondere esattamente agli allineamenti creati.

Si deve adoperare un rotolo di corda da muratori, la quale va tirata e fissata provvisoriamente sopra ogni allineamento della casa.

Nel punto nel quale la corda si ferma sopra la modina, va piantato un chiodo di riferimento

Vediamo l’immagine sottostante, dove abbiamo segnato, insieme alle modine, la pianta della costruzione, come se fosse già stata marcata a terra; ma al momento è solo indicativa, per fare meglio comprendere il posizionamento. delle modine stesse e delle corde tese (Indicate in rosso)

   

Chiodi che segnano le fondazioni ed il cordolo di ripartizione

Come detto, e meglio visibile nella  soprastante immagine, le corde incrociate delineano il fabbricato , individuato sia dai lati che dagli angoli perfettamente a squadra.

I chiodi sulle modine vanno inchiodati come da immagine che segue:

  

Durante questa fase, non solo pianteremo i chiodi perimetrali delle fondamenta, ma anche quelli del cordolo di ripartizione e soprastante muro, e,  che altrimenti dovrebbe essere nuovamente tracciato dopo il getto delle fondazioni.

Da ciò si comprende la necessità di tenere le modine ben distanti dagli scavi da effettuare, in maniera che non vengano urtate, poichè ciò comporterebbe un nuovo tracciamento del tutto.

Filo a piombo e cemento  bianco

Come ultima operazione da fare, per riportare la proiezione dei fili legati ai chiodi, a terra, useremo un filo a piombo (non eccessivamente pesante), che, legato ad ogni corda e fatto scorrere, ci permetterà di segnare a terra, con il cemento bianco, la sagoma delle fondamenta.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

di Amedeu

4 commenti

  1. ne ho tracciati di fabbricati sia in aree libere che in suoli ad incastro ,faccio una precisazione per quanto riguarda l’altezza della modine che va fatta in modo planare (avente la stessa quota) e l’altezze delle stesse deve essere di circa 10 cm la quota delle travi o plinti di fondazione grazie e buon lavoro.

    • Per Riccardo.
      Il terzo capoverso inizia così: “Con mezzi meccanici, quali la ruspa ed all’occorrenza l’escavatore, va spianato il terreno, eseguendo un’opera di splateamento, in maniera da renderlo in piano”.
      Comunque grazie, suggerimenti sempre apprezzati.
      Amedeu e c.

  2. Ad un certo punto indicate:
    “….oppure uno squadro del tipo commerciale, che adesso vendono presso i grandi magazzini, fornito di tre piedi, cerchio ruotante graduato e livella a bolla, con segnale ad infrarosso.
    Tale oggetto è acquistabile ad un prezzo che si aggira intorno ai 50 euro.”

    Potreste mettere un link del tipo di prodotto a cui vistate riferendo? è una livella laser?

    • Per Fabio.
      Vai su Amazon e cerca “LIVELLA LASER 30 CM CON CAVALLETTO TREPPIEDI VALIGETTA PER EDILIZIA MISURAZIONE”
      Il prezzo è € 19,90 + trasporto.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.