Completamento della messa in opera dei travicelli in legno del solaio

Del nostro solaio in costruzione, dopo avere effettuato la prima campata, vediamo adesso come prosegue il lavoro per portare ad ultimazione la struttura lignea formata da travi e travicelli in legno.

Nell’immagine sottostante vediamo un travicello della lunghezza di 6 metri, che viene messo in allineamento (di fianco) ad un travicello della campata già effettuata.

Questo, per dare una continuità lineare e parallela a tutti quanti i travicelli, e chi li osserverà da sotto, una volta eseguito il solaio dovrà vederli completamente allineati.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella parte soprastante vediamo un nuovo travicello attestato a quello già posizionato nella prima campata; è stato tagliato a misura sulla trave intermedia, verniciata la tagliatura ed inchiodato.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella foto sottostante vediamo una parte dell’armatura lignea già completata. Nel vuoto a sinistra in basso si trova la scala che collega il piano terreno al primo.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sotto vediamo la nuova campata con i travicelli inchiodati alla trave intermedia e immessi nel muro di fondo, dove verranno murati in seguito.

Da notare che l’ultimo travicello a sinistra, posizionato contro il muro non viene parallelo agli altri, perché la stanza non è perfettamente rettangolare. Nel metterlo in opera dovremo stare attenti che lo spazio fra esso ed il travicello attiguo sia una sottomisura di cm 24; questo per potere poi mettere in opera le mezzane in cotto (da cm 15×30), che naturalmente andranno tagliate a misura.

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sotto ancora vediamo il particolare del travicello bitumato, contro l’eventuale umidità che possa contenere il muro esterno della casa.

Sotto il travicello è visibile il solito travetto in legno della sezione di cm 10x10, che serve per ripartire i travicelli, ma anche come rinforzo terminale.

              CLICCARE SULLE IMMAGINI

Nella seconda foto soprastante vediamo i travicelli bitumati dalla parte del muro, messi a misura e pronti per la loro muratura con malta cementizia.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA IN EDILIZIA.

di Amedeu

3 commenti

  1. sono proprietario di uno stabile ristrutturato.siccome sto facendo la domanda di agibilita’ e sono in causa con l’appaltatore delle opere,volevo chiedere se occorreva una pratica cementi armati per il consolidamento di solai in legno esistenti mediante caldana in cls di 6 cm e rete metallica,mantenendo la pavimentazione preesistente sopra i legni.se non occorre tale pratica occorre forse una relazione con calcoli o cosa serve?
    grazie

  2. Per Andrea.
    Non occorre la pratica per il c.a ma occorre la pratica sismica (con eventuali relativi calcoli) da presentare presso l’ufficio Regione (ex Genio Civile).
    Devi comunque appoggiarti al tecnico che ti ha progettato e seguito i lavori.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.