Condizionatori on-off o inverter. Quale scegliere al momento dell’acquisto

Condizionatori on-off o inverter. Quale scegliere,  basato sul risparmio che vogliamo effettuare ed esattamente sul prezzo di acquisto o sul consumo.

Quelli che noi conosciamo come condizionatori, si possono suddividere in due modalità diverse:

1)         Produttori di freddo.

2)         Pompe di calore (Freddo e caldo).

Le due modalità si differenziano sostanzialmente nel fatto che le cosiddette pompe di calore , oltre che produrre freddo nelle stagioni estive, possono invertire il loro ciclo di funzionamento producendo calore nelle stagioni fredde.

(Da chiarire, in generale, che per produrre caldo, tanto più la temperatura esterna sarà fredda, così la temperatura interna sarà meno calda).

Dovendo acquistare un condizionatore per la nostra casa, per il nostro appartamento, è necessario avere una minima conoscenza di tali apparecchiature, in modo da effettuare una scelta idonea al nostro caso.

Split interno p   

Esaminando le pompe di calore, che sono le più usate, in quanto complete  per estate e inverno, si possono trovare sul mercato realizzate con due tecnologie diverse.

condizionatore inverter completo di split 1   

Pompa di calore On OFF

La prima è quella che chiamiamo standard, meglio conosciuta come “on-off” ed è la più antica ad essere stata realizzata; è alquanto semplice nel suo funzionamento e anche poco costosa come acquisto, però ha un consumo alquanto elevato, dovuto al fatto che il compressore del condizionatore, una volta acceso, raggiunge la massima potenza e lo rimane fino a quando non viene raggiunta la temperatura voluta (Impostata sulla pulsantiera di accensione) e questo al di fuori di ogni valutazione del calore effettivamente necessario per l’ambiente.

A questo punto stacca per poi riattaccare e rimanere tale, di nuovo,  fino alla temperatura massima.

Pompa di calore a INVERTER

La seconda è denominata “a inverter” basato su di una tecnologia più evoluta e recente, è fornita da un microprocessore comandato da dispositivo elettronico  che fa variare i giri del compressore, per cui permette la variazione della potenza erogata in base a quella necessaria impostata sul con il telecomando.

Con l’inverter si evitano i continui  stacca e attacca del motore, tipici della on off, riuscendo invece a mantenere una temperatura modulare più consona all’ambiente nel quale si vive.

Un condizionatore inverter offre un comfort maggiore, in quanto avendo un sistema di regolazione continuo della velocità, la temperatura ambiente si mantiene rigorosamente costante.

Risparmi

Condizionatori on-off o inverter. Quale scegliere 1      

I condizionatori on off sono i più vecchi e quindi acquistabili a minor prezzo sul mercato, ma tendono a essere rimpiazzati da quelli a inverter

Difatti, in una apparecchiatura inverter, funzionante continuamente 8/10 ore, si può avere un risparmio medio di energia elettrica del 40/50% riferito al consumo degli on off

Sono quindi due sistemi completamente diversi e quello a inverter rappresenta il futuro.

Attualmente, come detto sopra, sono reperibili entrambi sul mercato, anche se le case produttrici tendono a vendere e quindi eliminare i condizionatori on off, per poi soffermarsi solo sulla teconogia inverter

Classi energetiche

La classe energetica degli inverter è normalmente uguale o superiore ad A, mentre quella dei condizionatori On Off si attesta mediamente sulla C

Potenza

La potenza di un condizionatore viene misurata in ” btu/h”  (btu 9.000 ; 12.000; ecc.)

 Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

di Amedeu

Un commento

  1. sono molto soddisfatto delle spiegazioni tecniche che fornite ,semplici e chiare ,anche un neofita le capirebbe in+ ottimi schemi e tante spiegazioni di tecnica di ristrutturazioni sulla casa .grazie

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.