Consolidamento di edifici in muratura tramite iniezioni mirate. Come fare

In un nostro precedente articolo abbiamo parlato dell’umidità di risalita.

In tale occasione è stato accennato anche al fatto che avremmo trattato di sistemi idonei per il consolidamento strutturale degli edifici, in particolare di quelli in muratura: ebbene, oggi affrontiamo il sistema usato dalla medesima ditta (www.pivasrl.com) del precedente articolo e specializzata in un sistema di consolidamento pratico e di sicuro risultato finale.

Ma andiamo un passo alla volta  e vediamo come si  manifesta la necessità di effettuare tali consolidamenti.

Normalmente appaiono lesioni sulle murature portanti dell’immobile, specie perimetrali.

I dissesti sono visibilmente chiari.

Le vecchie murature, anche se di notevole spessore, spesso presentano la malta interna , che dovrebbe essere l’elemento aggregante della struttura muraria,  al limite del collasso.

Questo comporta, per chi deve intervenire su simili dissesti, di ricercare una soluzione per riaggregare gli inerti delle murature e quindi ottenere il consolidamento di tutto l’edificio.

Ma veniamo a presentare il sistema del quale abbiamo accennato:

CLICCARE SULLE IMMAGINI

La prima immagine sopra rappresenta un edificio prima dei lavori di consolidamento. Per i dissesti strutturali era stato puntellato con spingenti obliqui, in maniera  da poterne permettere il recupero con la massima sicurezza.

Nella seconda foto si vedono alcune operazioni in corso di effettuazione, ed interessanti la parte bassa del fabbricato.

La terza immagine mostra l’edificio ultimato, risanato e di nuovo agibile.

In che cosa è consistito l’intervento?

Vediamo sotto:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

In questa prima fase si sono praticati dei fori nelle strutture murarie portanti, in maniera da creare un reticolo a maglie di cm 40×40.

Vedi  sotto:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella 2^ fase è stato effettuato un lavaggio interno alle murature tramite acqua ad una determinata pressione:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

3^ fase. Sono stati introdotti nei fori dei tubi in PVC e poi sono stati stuccati con malta cementizia:

CLICCARE SULLE IMMAGINI

Nella 4^ fase , la più importante, sono state effettuate le iniezioni a bassa pressione, a mezzo di idoneo macchinario, con  miscele di leganti di calce. Queste si sono infiltrate fra gli inerti della muratura concretizzando una struttura tenace e resistente.

Nell’immagine sotto si vede il particolare del legante che fuoriesce da un tubo in PVC, e che indica il livello di saturazione raggiunto all’interno delle murature.

CLICCARE SULL’IMMAGINE.

Sopra vi abbiamo fatto vedere le diverse fasi del consolidamento.

Di seguito vi mostriamo invece le  immagini degli edifici che la ditta Piva ha sottoposto al procedimento di risanamento:

CLICCARE SULLE IMMAGINI

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA IN EDILIZIA.

di Amedeu

2 commenti

  1. vorrei avere informazioni sui costi per consolidare le fondamenta di una casa di campagna dove ci sono crepe sui muri esterni e interni

  2. Per Giuseppe.
    Per consolidare una costruzione che ha delle crepe o lesioni, occorre un sopralluogo di un tecnico professionista abilitato, che ti indichi la gravità di tali lesioni e l’opportunità di scegliere un sistema di consolidamento rispetto ad un altro. Ce ne sono veramente molti, ma ognuno va scelto a secondo del caso.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.