Costruzione di cordoli in tufo, per il nostro giardino. Fai da te

 Il giadino che vedete nelle foto di cui sotto, è stato ripreso in un periodo invernale di incuria, ma se osservate bene, noterete che il cordolo in blocchi di tufo da cm 37x27x11, in effetti ben si configura con l’ambiente costituito dalla ghiaia del vialino e da mattonellone 50×50, interne all’aiuola.

           CLIC

Tali blocchi di tufo, che provengono dalla zona laziale e sono ricavati con taglio della roccia, hanno il pregio di costare poco e di essere piacevoli alla vista.
Inoltre è facile tagliarli con la smerigliatrice a disco, formando le curve che uno desidera ed inoltre  è facilissimo metterli in opera.

Si traccia la linea sul terreno e si scava una piccola trincea larga 20 cm e profonda 15/ 20 cm.

Si mettono in opera i blocchi con una corda diritta, tesa fra due punti consecutivi, adagiandoli sul terreno scavato, con sotto pochi cm di sabbia grossa, che serve come loro allettamento.

Non si devono assolutamente murare, ma si piazzano uno dietro l’altro, rincalzandoli con la la parte più fine della terra dello scavo.
Si preme bene il terreno da entrambi i lati e stop. Il lavoro è ultimato.

I blocchi che vedete in fotografia sono stati posizionati più di 15 anni fa ,eppure sono sempre ben allineati.

Ciao
Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

6 commenti

  1. Ciao Amedeu,
    scusa per l’ignoranza in materia ma non ho capito bene l’operazione da fare per posare i cordoli in tufo quando descrivi di “metterli in opera con una corda diritta, tesa fra due punti consecutivi”: dove va messa la corda, all’interno della trincea o di traverso alla stessa e a cosa serve? Ringraziandoti anticipatamente per la cortese risposta e facendoti sinceri complimenti per la tua competenza e professionalità, saluto cordialmente, Riccardo

  2. Per Riccardo.
    La corda serve per mettere perfettamente in fila i cordoli di tufo, in maniera che formino una linea retta (dove naturalmente devi fare delle linee rette, altrimenti devi regolarti ad occhio per le curve)
    Tale corda va tesa fra il primo mattone di tufo all’inizio della retta e l’ultimo alla fine della retta.
    Tale corda si tiene sempre dalla parte esterna del cordolo, in maniera che tu lavorando dall’interno, possa ben vedere l’allineamento. OK ?
    Amedeu e c.

  3. ultimamente hanno fatto un ampliamento stilato tufo misto roccia – e quando piove a vento parecchi punti dove c’è la stilatura c’è una grossa filtrazione d’acqua – ci può consigliare che cosa dobbiamo fare – il muratore non sa che fare.

  4. Per Mia.
    Onestamente non riusciamo a comprendere cosa sia la “stilatura”, colpa dei tanti gerghi e dialetti italiani.
    Comunque il tufo è poroso ed attira l’umidità.
    Se si tratta di una parete esterna, non avete altra soluzione che quella di impermeabilizzarla con um monocomponente o bicomponente.
    Vedi i nostri articoli in “Categorie”- OPERE EDILI- Impermeabilizzazioni e risanamenti.
    Troverai la soluzione che cerchi.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.