Costruzione di una parete in forati in un edificio in fase di ristrutturazione. 1^ parte.

Stiamo ristrutturando un vecchio edificio, del quale avevamo già fatto vedere la realizzazione di un solaio in legno.

In questo  capitolo affronteremo la realizzazione di una parete da cm 8, in forati delle dimensioni di cm 25x25x8.

Seguiremo passo per passo la sua realizzazione.

Per prima cosa è necessario tendere una corda da muratori, checi servirà come guida nella muratura delle file dei forati.

Tale corda, di colore verde, viene tesa fra due "calandri" verticali, che non sono altro che due fili di ferro da legature oppure due corde da muratori,  legate in verticale fra due chiodi robusti, (uno a pavimento ed uno a soffitto), rispettivamente sui due muri opposti, dove andrà ad attestarsi la nostra parete.

Ai calandri viene legata la corda orizzontale, con un nodo "a scorrere", in maniera da poterla alzare durante la costruzione della parete, e di una fila successiva all’altra.

Il muratore lavora sempre dalla parte opposta della corda, in maniera che posizionando i forati, con l’occhio possa traguardarla e continuare così in allineamento perfetto.

Per mettere i due chiodi dei calandri in verticale fra di loro ci aiutiamo con una riga o staggia di alluminio e con la livella a bolla, che ci darà la perfetta verticalità

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sopra l’immagine della riga di alluminio, che una volta fissati i chiodi, potrà essere tolta.

          CLICCARE SULLE IMMAGINI

Nelle due immagini soprastanti vediamo la corda tesa ed alcuni forati, messi in prova.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

A pavimento, sarà necessario tirare una riga diritta, e per questo spalmiamo della malta cementizia, e poi aiutandoci con la riga, posta fra forato e forato (quelli messi in prova) , tracciamo con la punta della cazzuola una riga diritta nella malta.

Adesso abbiamo le due corde verticali (i calandri), la riga a pavimento che ci servirà come partenza ed inoltre la corda scorrevole fra i due "calandri", che ci guiderà durante la muratura dei forati.

Abbiamo effettuato una ottima preparazione del lavoro da eseguire.

          CLICCARE SULLE IMMAGINI

I forati vanno murati con malta bastarda (sabbia, calce e cemento), però, dato lo stato delle murature circostanti, che andranno rinforzate, in seguito, con rete e malta cementizia, preferiamo murare anche questa parete con la stessa malta di cemento.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella parete va ricavata una porta da 90 cm e noi abbiamo segnato a pavimento il vuoto da lasciare per tale porta.

Murare i forati diventa molto facile: dovremo mettere per prima cosa una cazzuolata di malta a pavimento e quindi bagnare il forato.

Il forato va unto con la malta su di un lato verticale aperto.

Il forato successivo verrà adagiato e spinto contro il forato già messo; questo permetterà alla malta di entrare nei fori del laterizio, rendendo il tutto unito e solido.

Finita la prima fila di forati, passiamo alla seconda.

Dobbiamo alzare la corda, e poi partiamo con il mezzo forato ( Usiamo cioè un forato da cm 12x24x8), in maniera che le file vengano intersecate (nel senso verticale) rendendo la parete robusta.

In corrispondenza della porta, nel murare ogni forato, dobbiamo controllarne la sua perfetta verticalità.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Abbiamo effettuato un buon lavoro, ma purtroppo la giornata lavorativa sta per finire; riprenderemo domani, alzando un ponteggio interno, architravando la porta e finendo la parete.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

10 commenti

  1. ABITO IN UN CONDOMINIO,NON HO MAI AVUTO PROBLEMI DI MUFFA,CONDENSA E COSE SIMILI…DA QUANDO L’INQUILINO DEL PIANO DI SOPRA STA RISTRUTTURANDO CASA INIZIO A NOTARE NEL MIO APPARTAMENTO,NEGLI ANGOLI,COMPARSA DI MACCHIE NERE.HO PARLATO CON L’INQUILINO E MI HA DETTO CHE SI SONO CREATE SOLO PERCHè IL SUO APPARTAMENTO,ESSENDO IN FASE DI RISTRUTTURAZIONE,E NON AVENDO INFISSI,TRA IL CALDO E IL FREDDO è COMPARSA LA CONDENSA.ADESSO VI CHIEDO è POSSIBILE?IL FATTO CHE ABBIANO FATTO SOLO AL LORO APPARTAMENTO IL CAPPOTTO,PUò ANCHE ESSERE LA CAUSA?RISPONDETEMI AL PIù PRESTO PER FAVORE GRAZIE

  2. Per Maria Carmela.
    Ci sembra che la giustificazione che ti ha dato il tuo vicino sia abbastanza valida, tanto più che la sua casa è adesso priva di infissi, quindi si sono creati, in questo periodo di freddo, ponti termici, che spariranno, appena avrà chiuso la sua abitazione
    Amedeu e c.

  3. GRAZIE MILLE….DAVVERO….A PRESTO AMEDEU GENTILISSIMO!!!!

  4. Buongiorno Sig. Amedeu,
    i miei complimenti per il sito che è davvero eccezionale. Volevo solo capire una cosa che non mi è chiara in merito alla costruzione di un tramezzo. Trattandosi di abitazioni vecchie come posso verificare che il tramezzo sia dritto ? Mi spiego meglio; i calandri vengono posati a occhio oppure c’ è un modo per posarli alla perfezione ? Perchè la bolla d’aria ci può dare la verticalità perfetta ma non l’allineamento e di conseguenza la lignola non saprei come tirarla “dritta”.Grazie infinite,complimenti ancora. Matteo

    • Per Matteo.
      Una volta che hai piazzato i calandri verticalmente, tirati fra due chiodi di acciaio posti in verticale e controllati con la livella a bolla o con il filo a piombo, la linea retta fra i due calandri posti nelle pareti contrapposte, viene mantenuta in piano, alzando, ad ogni fila, la corda verde (ci riferiamo al 6° e 7° capoverso dell’articolo dal quale ci scrivi) quel tanto da fargli sfiorare due forati, posti “in prova”, rispettivamente sui due estremi e da togliere, una volta che inizi a murare la fila.
      Altrimenti adopera un sistema più veloce: con il metro misura cm 25 in altezza, sui due lati e piazza la corda da seguire per quella fila, e così via.
      Amedeu e c.

  5. Grazie mille,chiarissimo !! Ancora Grazie

  6. Caro Amedeu,

    ti seguo da molti anni ormai, il tuo sito è una vera fucina di informaizoni utilissime per il fai da te, con articoli chiarissimi e precisi.
    Avrei una domanda: pur avendo ben letto e riletto i primi capoversi, non ho ben inteso come tendere le corde e farle scorrere per fare il muro dritto. Due chiodi, uno a terra e uno a pavimento, da un lato all’altro? Come faccio a metterli corrisponedenti? usando un piombino? Grazie mille!!

    • Per Marco.
      Cerchiamo di spiegarlo in parole semplici.
      Per prima cosa devi prendere le misure dalla parete fronteggiante, per costruire la nuova parete parallela.
      Poi pianti a terra (Chiodi nel muro) un chiodo ad ogni estremità della nuova parete.
      Aiutandoti con un filo a piombo, oppure con una stadia (Stecca di legno diritta) e con una livella a bolla, pianti i due corrispondenti chiodi in alto (Quasi a soffitto).
      Tra il chiodo basso e quello alt,o da ogni lato, stendi e leghi un filo di ferro (Tipo quello usato da legature di gabbie in ferro, e che potrai acquistare presso ogni magazzino edile).
      A questo punto hai due fili di ferro legati stretti e posti perfettamente a piombo e contrapposti l’uno all’altro.
      Leghi tra i due una corda da muratori e parti dal basso a costruire la parete.
      Fatta una fila di blocchi, fai scorrere la corda verso l’alto di un altro blocco, e così via.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.