Cucine in muratura.

Cucine in muratura: è il sogno di molte casalinghe, e la loro realizzazione non è poi molto difficile; occorre solo seguire un progetto ed osservare la realizzazione.

Molti sono interessati alle cucine in muratura e chiedono come si possano realizzare.

Ogni persona avrà naturalmente delle esigenze proprie, derivanti dal vano cucina dove vuole costruire in muratura tutti i diversi componenti.
Quindi, gli spazi, le pareti, le porte e le finestre saranno diversamente ubicate, a secondo delle esigenze personali.

Per questo motivo non è possibile studiare e progettare una cucina standard per tutti, ma è necessario considerare le esigenze dei singoli.

E’ quindi logico, che la cucina in muratura che vedremo oggi e studieremo nei particolari, può essere solo una cucina "tipo", per imparare a realizzare in muratura i diversi componenti essenziali, qualunque sia la loro disposizione.

Inoltre, una questione è realizzare la cucina in muratura, prevedendo il rifacimento completo di quella che già avete, compreso la demolizione e la ricostruzione dei pavimenti e dei rivestimenti, ed altra cosa realizzarla lasciando questi ultimi come sono, senza demolirli e limitandosi ad adattare i singoli componenti. (per componenti si intendono; il lavello, il forno, i 4 fuochi, il frigorifero, la lavastovigle e gli armadietti vari.)

Nel primo caso la realizzazione muraria verrà studiata con i servizi a rete, ed il pavimento ed il rivestimento verranno realizzati contemporaneamente, sia per il vano cucina che per i componenti., ed alla fine verrà un lavoro "pulito"

Il  secondo caso, che penso sia il più richiesto dai lettori, è meno oneroso e lungo del primo, ma forse più difficoltoso dal punto di vista dell’adattamento dei diversi impianti (idrico, fognario e del gas) ai punti di derivazione che sono già predisposti.

Detto questo, se ci sono tra  voi persone che si sentono in grado di affrontare tale realizzazione, sappiano, che devono agire con estrema calma, prendendo non una, ma 10 volte le misure, avanzando nel lavoro lentamente, provando e riprovando gli ingombri ed i vuoti. Solo così avranno la soddisfazione di realizzare una cucina da loro voluta, risparmiando molti soldi.

Procediamo.

Per prima cosa dovete accertarvi che il solaio sul quale realizzate detta cucina sia in buone condizioni statiche, e se non potete verificarlo da soli, fatelo vedere da un tecnico professionista della vostra zona.

Dopo di che

Prendete visione del progetto "tipo"che seguirà, e vi consiglio, di posizionare il lavello dove già lo avete, la lavatrice accanto al lavello, per motivi idrici e di scarico, il frigo ed il forno dove ci sono prese elettriche ed infine i 4 fuochi (I  fornelli) in un luogo dove avrete solo da  posizionarci sopra la cappa di aspirazione, se avete il gas metano di città, altrimenti vicino ad un armadietto per contenere la bombola del gas gpl.
Relativamente a questo ultimo punto, ci saranno delle persone fra di voi, che potranno mettere le bombole del gas GPL fuori, e tramite una tubazione di rame, inguainata ed a norma, che passa dietro la cucina, portare il gas ai fornelli (Comunque questo lavoro va fatto sempre ed unicamente da personale esperto abilitato).

Adesso vediamo i disegni della cucina da noi presentata e spieghiamo come realizzarla in muratura.

      

 

        

 

CLICCARE SULLE IMMAGINI

Viste le piante, i prospetti, le sezioni ed il particolare della muratura, sono sicuro che già molti avranno capito come realizzarla; comunque affrontiamo la esecuzione.

La realizzazione dei muretti di sostegno dei piani, avverrà in forati da cm 8, murati con  malta cementizia e la loro muratura può benissimo essere effettuata sopra il pavimento ed a ridosso del rivestimento esistenti.

Qualora voi riteniate di rinforzare i vostri muretti (per esempio in presenza di piastrelle estremamente lucide),  potrete , per ogni muretto fare due fori nella parete verticale, con una punta da trapano da 10 mm (Attenzione a non prendere tubazioni o cavi elettrici) e con la colla che userete per le piastrelle, inseriteci due spezzoncini di ferro tondo da 6 o 8 mm .Quando arrivate a quel punto con la paretina dei forati, aprite  lateralmente il foro corrispondente nel forato e bloccate il ferro con malta cementizia.

Chiarito questo punto essenziale, dovrete scegliere il tipo ed il colore delle mattonelle per la nuova cucina, che normalmente viene realizzata in piastrelle 10×10, simile a quelle della foto sotto. Gli angoli dovranno essere costituiti da angolari in ceramica larghi 10cm e della fattura che vi piacerà. (Normalmente hanno l’angolatura smussata e sono alti 5 cm).

Per la posa in opera delle piastrelle fate attenzione. Quando tracciate sul pavimento gli ingombri dei muretti, presi in conseguenza delle attrezzature che avete scelto (lavello, piastra gas, armadietti, ecc.),  cercate di fare tornare tali misure sempre come multiplo della piastrella (taglierete così meno piastrelle possibili).

 

   CLIC

Segnate a terra, sul pavimento, l’ingombro dei vostri mobili in muratura, che dovranno avere una profondità minima di 70 cm, in maniera da permettere al frigorifero ed alla lavastoviglie, di avere dietro, un volume di area sufficiente, inoltre lateralmente e sopra, lasciate dello spazio non inferiore ai  3 cm ,  per l’inserimento dei vostri elettrodomestici.

Circa il lavello che intendete mettere in opera, sceglietelo preventivamente presso i rivenditori, e dopo avere preso le misure  costruite le paretine a distanza giusta per potere ben alloggiare la vasca o le due vasche con o senza scolapiatti (a seconda della vostra scelta).

Qualora vogliate alloggiare invece il lavello in una lastra di marmo anzichè su un piano di mattonelle, rivolgetevi prima da un marmista, portandogli le misure del lavello ed a seguito di quanto lo stesso vi dirà, realizzate le pareti di sostegno alla distanza suggerita. 

Riguardo alla piastra del fornello a gas,sappiate che ne esistono di diverse misure Comunque la più usata è cm 58 larga e profonda cm 50.

Per i muretti, potete adoperare i forati 25x25x8 ed al posto dei mezzi forati, usate i  12x25x8 (Vi ricordo che le file dei forati delle pareti vanno sempre intersecate, partendo con la prima fila con un forato intero, la seconda con mezzo forato la terza con uno e così via)

Posate due cazzuolate di malta cemetizia a terra e ungete sempre con malta il lato del forato che va contro la parete, quindi posate quet’ultimo sulla malta e  spingetelo  verso la parete.
Fate la stessa cosa con il secondo e con gli altri.

Essendo le pareti profonde 70 cm dovrete usare due forati interi ed uno tagliato di almeno un foro.

Non avete bisogno di calandri o di corde guida, in quanto si tratta di muri bassi; servitevi solo della vostra livella a bolla e controllate la verticalità ed il piano.

Una volta alzati i muretti, dovrete farli seccare per almeno un giorno.

Intanto preparate il materiale per i ripiani,  e questi saranno costituiti da tavelloni larghi 25 cm e della lunghezza che vi necessita (tagliateli con la smerigliatrice a disco stando accorti alla vostra sicurezza ed indossando guanti , occhiali e scarpe antinfortunistiche)
Dovrete armare questi tavelloni, nei loro fori, con ferri da 8 mm. Osservate l’articolo fatto

Per i ripiani basterà arrmare detti tavelloni con 2 soli ferri (un foro si ed un foro no) e come malta cementizia da colare nei fori potrete usare il Lecamix della Leca, una malta fluida, già pronta ed alleggerita.

I tavelloni sono spessi 6 cm, larghi 25 e lunghi mt 1 e più. Tenete conto che per i vuoti che dovete lasciare per il lavello e la piastra dei fornelli, li  potrete tagliare per lunghezza con una piccola smerigliatrice a disco (da 115 mm) ed armarli quindi con uno o due ferri del diametro da 8 mm.

Le"architravi" poste sopra gli sportelli e  sotto i tavelloni del lavello e della piastra forno, possono essere  realizzate con forati 8x12x25,a 4 fori, (Vedi capitolo con indicazioni), armato con 4 ferri diametro da 8 mm.(uno per foro)

Forato 8x12x25

Il giorno dopo averli preparati potete montarli sulle paretine, murandoli con malta cementizia, posta sulle pareti.

Dovete pure ungere con malta  il bordo superiore del tavellone o dell’architrave che va a contrasto con l’altro in piano.
La loro giunzione deve avvenire su una  delle paretine (Seguite l’esempio dell’ultima figura soprastante).

Per il piano fornelli, dovrete lasciare un vuoto per appoggiarvi la piastra dei fuochi, per cui dovrete usare due pezzi di tavellone tagliati per lungo, armati con ferri e che serviranno come appoggi della piastra.

Potrete usare in sostituzione, anche dei profilato  ad U da 5/6 cm.

Termimato di murare i tavelloni, sopra i diversi ripiani,  posateci  due cm  di malta cementizia tirata in perfetto piano con una righetta di legno diritta e quindi controllate con la livella a bolla.

Il resto lo abbiamo già affrontato nei diversi capitoli a cui vi rimandiamo:
Dovrete  comunque arricciare i muretti ed i bordi dei tavelloni, nonchè l’interno dei singoli vuoti, da rivestire sempre con mattonelle.

Ordinate gli sportelli di legno al falegname, o acquistateli presso i tanti Hobby Legno; in questo secondo caso fate attenzione, in quanto li troverete di misure standard e quindi dovrete adattare le murature ad essi.

Murati i telai degli sportelli, potrete iniziare a montare le piastrelle.

Non è un lavoro difficile, ma molto noioso, in quanto dovrete fare diverse tagliature con la smerigliatrice a disco per piastrelle.

Le piastrelle vanno murate a colla (Va bene un tipo di collante tipo l”H 40 della Kera Koll) partendo dal pavimento e salendo,  controllando in ogni momento la loro verticalità e il loro piano con la livella a bolla.

Le mattonelle da incollare agli architravi poste sopra gli sportelli dovrete sostenerle con una ttavola diritta,  tagliata a misura e sorretta da puntelli.

Incollate gli angoli in ceramica ed i gli spigoli in ceramica.

Alla fine del rivestimento stuccate i commenti con cemento biancoporcellanina o con altri prodotti,  tipo il Fugabella.

Come  specificato sopra, non entriamo nel merito degli impianti, perchè presupponiamo che abbiate pensato a fare coincidere ogni apparecchio con le prese esistenti.

A presto

 Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

63 commenti

  1. MARIANGELA VELTRI

    vorrei sapere come viene rivestito l’interno della cucina in muratura, mica si lascia in cemento? grazie

  2. Per Mariangela.
    L’interno della cucina in muratura (si intende l’interno dei manufatti della cucina in muratura) puoi rivestirlo in piastrelle incollate, oppure intonacato e pitturato.
    A te la scelta.
    Amedeu

  3. Non ho capito se lo zoccoletto della cucina in muratura va riempito, e rivestito con le piastrelle della cucina,oppure fa parte del pavimento. escluso lavastoviglie . grazie e arrisentirci ciao
    Enzo

  4. Per Enzo.
    Si, va riempito con forati e malta e rivestito con piastrelle da cm 10 della cucina.
    Scusa, ma dovevamo metterci un particolare costruttivo.
    Vedremo di rimediare.
    Amedeu e c

  5. per i telai di sostegno delle portelle , si possono acquistare insieme alle portelle oppure bisogna rivolgersi ad un falegname per la costruzione? grazie e a risentirci

  6. Per Rocco.
    Ser vai presso un magazzino di bricolage (oggetti di legno) può darsi che trovi anche i telai come le maniglie e ciò che ti occorre.
    Altrimenti i telai devi farli fare da un falegname.
    Attenzione però, perchè in molte cucine in muratura gli angoli vengono ben rifiniti ad intonaco o con le stesse piastrelle 10×10 o ad angolo.. Quindi non avresti bisogno del telaio, in quanto lo sportello lo potresti fare battere direttamente contro tali angoli.
    Amedeu e c.

  7. Gradirei un aiuto : sto ristrutturando una casa in Pisa, il pavimento che c’e tuttora mi piace è il klinker messo in una precedente ristrutturazione fatta dai precedenti proprietari nel 1991/92 al massimo il 93, purtroppo la mia cucina è meno profonda di quella in muratura che c’ era precedentemente ora i muratori hanno necessità di una striscia di mattonelle da mettere sotto la cucina.Sono un po’ perplessa perche queste attuali portano a chiusura intorno alla cucina e quindi anche dove devo sostituire io una cornicetta dello stesso colore della mattonella stessa temo di non riuscire a trovare la mattonella identica e una mattonella di un altro colore temo stoni!mi può aiutare qualcun o che ne sa più di me grazie infinite.
    Francesca

  8. Per Francesca.
    Dare un giudizio estetico su di una cosa che non si vede è un poco difficile.
    Comunque ci sembra di comprendere che ti vengono a mancare delle mattonelle tipo quelle preesistenti intorno alla nuova cucina.
    Le soluzioni vanno ricercate sul posto: potresti coronare la cucina con delle liste di marmo che non stonano con l’insieme, oppure usare un tipo di mattonella che invece stacca completamente ed appare come una fascia demarcatrice.
    Qualora il pavimento della cucina tu lo avessi anche in altre zone della casa, per esempio un ripostiglio, potresti sostituire quel pavimento e con le mattonelle recuperate finire la tua cucina.
    Altro, a distanza, non possiamo dirti.
    Ciao
    Amedeu e c.

  9. ciao amedeo , sono enzo , noi ci siammo sentiti precedentemente x via della cucina in muratura , che ho già montato ,che pero mi è sorto un dubbio , ho montato la cucina consideranto i 3 cm x il frigo forno e pensili , ma i pensili sono della vecchia cucina come il frigo e forno e adesso mi ritrovo con la muratura 3 cm + larga rispetto ai pensili , il mio problema è come posso riempire questi 3 cm x montare i pensili? , senza ricorere ad un ringrossamento di malta .. grazie amedeo e a risentirci ciao .

  10. Per Enzo
    Consigliati con il falegname.
    Senza dubbio ti troverà una soluzione con una corniciatura in legno.
    Amedeu

  11. salve volevo chiedervi come posso mettere una lavastoviglie in una cucina in muratura con la base gia realizzata in cemento . forse dovrei fare un gradino nel top della cucina .grazie per il vostra risposta

  12. Per Alfonso.
    Non ci è chiaro cosa intendi dire con il cima della cucina.
    Comunque se stai realizzando una cucina in muratura, con o senza zoccolatura di base, devi adeguare il vano che conterrà la lavastoviglie all’apparecchiatura stessa, più dei margini laterali, di fondo ed in alto, per la circolazione di aria. Se poi la muratura esterna ti viene a pianni sfalzati, devi adeguare il rivestimento a quanto realizzato.
    Amedeu e c.

  13. Ciao Amedeo, potresti dare qualche dritta anche sul montaggio della cappa?Gazie1000

  14. Per Stefano.
    Ci rivolgiamo anche agli altri lettori.
    Per ricercare eventuali argomenti se trattati sul sito, inserire la parola chiave nel riquadro “RICERCA”, in alto a destra e pigiare il tasto “GO”.
    Stefano Inserisci “Cappa” e troverai l’articolo sulla cappa in muratura.
    Amedeu e c.

  15. sono giorni che sto cercando di trovare un articolo che parlasse di una trasformazione di una cucina componibile ad una cucina in muratura,purtroppo senza esiti positivi. Lei spiega le cose in modo molto preciso,sarebbe bello se facesse un progetto generico di trasformazione di una cucina,sarebbe molto d’aiuto a tutti i lettori che hanno lo stesso mio problema.Grazie e a presto…

  16. Per Mimmo.
    Nell’articolo dal quale hai vi sono molte indicazioni su come realizzare una cucina in muratura; comunque vedremo di accontentarti ritornando sull’argomento.
    Amedeu e c.

  17. gran bel sito, ho letto l’articolo della cucina in muratura e miè piaciuto molto. Molto ben fatto.
    Sono un amante del fai da te e a casa mia oltre a lavori minori ho coibentato il tetto, ho costruito un gazebo in legno per il giardino, un soppalco dove ho messo un letto da una piazza e mezzo e spero di riuscire a farmi la cucina in muratura.
    Ciao e grazie

  18. Per Alessandro.
    Per La cucina, in luogo dei forati e malta, puoi usare anche i manufatti gasbeton con la il loro collante.(vedi nosto articolo)
    Riguardo al fattto di trasformare in lavoro la tua passione, non dovresti avere di questi dubbi, in quanto eseguendo “il fai da te”, in fondo produci del buon lavoro.
    Amedeu e c

  19. dovrei fare la mia cucina in mattoncini a faccia vista antichi,mi chiedevo se era possibile mandarmi qualche immagine e aiuti a realizzare la mia cucina sia la parte di sotto della cucina ma sopratutto la parte superiore della cucina perchè non ho idea di come far sostenere i pensili fatti in muratura.
    Grazie per la cortese attenzione prestatami,cordiali saluti

  20. Per Antonio.
    I pensili, non puoi effettuarli in muratura, in quanto sarebbe staticamente difficile realizzarli.
    Se vuoi creare degli armadietti alti, li puoi posizionare sopra i vani del frigorifero, della lavatrice o similare.
    Devi perciò seguire il disegno standard dell’articolo da noi fatto, muovendo i blocchi a tuo piacimento.
    Amedeu e c.

  21. e possibbile creare la struttura in marmo e poi rivestirla in mattonnelle?

  22. Per Enzo.
    Parli dei piani?
    Certo che puoi.
    Amedeu e c.

  23. ciao amedeu non solo i piani ma anche la struttura di sotto e possibbile costruirla in marmo per poi rivestirla???

  24. Per Enzo.
    Te lo sconsigliamo, in quanto finiresti per realizzare un “castello di carta” (pesante) soggetto a crollare prima o poi.
    Fare delle paretine con forati 35x25x8 , è semplicissimo, specie se segui i nostri articoli.
    Puoi usare anche le lastre leggere da incollare tipo Ytong.
    Cerca nei nostri articoli.
    Amedeu e c.

  25. ciao Amedeu vorrei sapere se su una base in legno come quelle delle cucine componibili è possibile realizzare un piano in muratura attaccando le piastrelle con del silicone o in alternativa con cosa… Grazie

  26. Per Biagio.
    Spiegati meglio. Non riusciamo a comprendere cosa vuoi fare.
    Amedeu e c.

  27. solo complimenti: spiegazioni chiare e esaurienti. grazie.

  28. buona sera,anch’io vorrei realizzare una cucina in muratura usando le basi già pronte della mia vecchia cucina.ho letto l’articolo ma visto la mia ignoranza in materia non ci ho capito molto,ossia,se faccio le mie pareti con forati da 8 e poi ci devo mettere le piastrelle da 10 i 2 centimetri che mi mancano li devo mettere in malta?se le mie basi hanno già i piedini li devo togliere o ci sono sistemi per fare uno zoccolo che corra lungo tutta la cucina e che si possa magari togliere all’ occorrenza?e ultima domanda che poi è la stessa fatta dal sig. Biagio,le basi della mia cucina hanno già il piano di lavoro penso sia in formica,quel materiale che si usava una ventina di anni fa ed andava ad imitare il marmo,posso incollare su questo piano le piastrelle?usando la stessa colla per piastrelle o ci sono materiali speciali?….sarà un’impresa dura ma anche grazie ai vostri consigli spero di uscirne. grazie

  29. Per Elena.
    Come avrai certo compreso, i disegni contenuti nel nostro articolo sono di massima, in quanto gli stessi si dovranno poi adattare ad ogni singola situazione delle persone che possiedono cucine diverse fra di loro.
    L’importante sono 3 cose: le pareti in mattoni forati, i piani un tavelloni armati e poi il rivestimento in piastrelle (previa intonacatura di pareti e piani).
    Le misure interne, ogni persona deve quindi “pre- calcolarsele” prima di iniziare il lavoro, tenendo conto degli spessori da noi dati e dei vuoti da lasciare intorno ai mobili della cucina.
    I piedini puoi toglierli o lasciarli, ma logicamente ti varierà l’altezza.
    Nel caso tu li tolga devi prevedere il rialzamento del basamento interno del mobile, che può essere in forati o tavelloni murati fra di loro e rifiniti come sopra.
    Sulla formica o print, puoi incollare le piastrelle, però devi adoperare una colla diversa da quella delle altre piastrelle (tipo Bisonte o Millechiodi).
    Puoi sentire presso una ferramenta se vendono delle confezioni (tipo caplsule di silicone) da spargere con la pistola idonea.
    Insomma, abbiamo dato l’input per realizzare una cucina in muratura, ma la fantasia e la voglia del “fai da te” deve fare il resto.
    Amedeu e c.

  30. Ciao,
    io ho costruito 2 anni fa la mia cucina in muratura usanfo mattoni forati.
    ho riscontrato da subito un difetto: all’interno si sente uno strano odore di muffa.
    puoi darmi qualche dritta su come risolvere questo problema?
    volevo sapere se il trattamento si può eseguire anche all’interno della casa in quanto vivo in un casale ristrutturato e tutti i muri sono in pietra ed ovviamente sono poggiati direttamente nel terreno.
    ciao e grazie

  31. Per Fabio.
    Probabilmente hai problemi di umidità di risalita.
    Moltissime case vecchie o moderne hanno queste problematiche.
    Non è semplice spiegarlo in poche parole, intanto leggi questo nostro articolo
    http://www.coffeenews.it/umidita-di-risalita-un-taglio-chimico-nelle-murature
    Ne troverai anche altri, con soluzioni diverse, basta che tu inserisca nel riquadro “cerca” in alto a destra della Home la parola (“umidità” – oppure “umidità di risalita”)
    Amedeu e c.

  32. ciao amedeu,è possibile costruire i pensili in muratura e o dei ripiani?
    con le tavelle si puo’ fare?
    grazie

  33. Per Antonio.
    Puoi farlo internamente alla casa, (ma non pensili); devi murarli in un insieme di pareti di forati intonacati, tavelle e soprastante massetto.
    Seguendo l’idea della cucina in muratura di cui al nostro articolo.
    Amedeu e c.

  34. vorrei fare sopra il piano (dove ci sono i fuochi ed il lavandino)dei ripiani murati e sopra il lavandino il pensile sempre murato.
    cosa mi consigli§?

  35. Per Antonio.
    Se vuoi usare i tavelloni , devono essere armati internamente e poggianti su profilati di ferro incastrati nel muro.
    Un’opera che ti sconsigliamo, in quanto pesante e pericolosa in caso di sismi o troppo carico.
    Adopera il legno, per i pensili.
    Amedeu e c.

  36. ciao amedeu devo realizzare fuori nella mia veranda la cucina in muratura composta solo da piano cottura e lavabo vorrei sapere se è possibile dopo aver costruito le 3 paretine inferiori posso mettergli sopra direttamente una base di marmo e come posso murarla con le paretine senza tavelloni grazie e complimenti per il sito.

  37. Per Domenico.
    Devi rifinire le paretine con accuratezza anche nella parte superiore.
    Puoi poggiarli quindi su uno strato di silicone (tipo tubi con pistola) e dovrebbe essere sufficiente..Comunque il piano di cottura ed il lavello hanno sicuramente dei fermi da bloccare alla muratura e quelli devi stringerli.
    Amedeu e c,

  38. quindi non è necessario i tavelloni posso appogiare la base di marmo direttamente nelle paratine?

  39. Per Domenico.
    Sui, però il marmo deve avere uno spessore sufficiente e le paretine non devono essere troppo distanti fra loro.
    Amedeu e c.

  40. vorrei fare la cucina in muratura ,dove posso trovare le cassettiere in metallo con frontalino in legno da decorare? grazie abito a pisa

  41. Per Daniela.
    Nel pisano è famosa la zona dei mobilifici di Pontedera , Cascina e dintorni.
    Probabilmente troverai artigiani che lavorano le cucine e che vendono anche parti di esse.
    Amedeu e c.

  42. Salve
    Mi appresto ,dopo averla progettata nei dettagli,una cucina in muratura sviluppata sui 6 metri in angolare.
    Al posto dei forati vorrei usare per i muretti di sostegno i mattoni ultra leggeri(quelli che si “tagliano” con la sega per intenderci)..sono idonei?
    Se si mi chiedevo come procedere con le “architravi” sopra i vani degli sportelli.
    Seguo le indicazioni riportate da voi?
    grazie in anticipo
    Fausto

  43. Per Fausto.
    Puoi benissimo usare i blocchetti tipo Ytong
    http://www.coffeenews.it/il-blocco-ytong-da-conoscere-ed-apprezzare.
    Puoi procedere con le pareti di tale materiale e con i piani come da nostro articolo.
    Amedeu e .

  44. Grazie Amedeu per la risposta esauriente………………..

    Sto andando avanti nella progettazione dei particolari(prese-scarichi etc) e mi è venuto un dubbio nel rivedere i suoi particolari nei progetti allegati a quest’articolo.
    Più esattamente:
    Sul pavimento è meglio realzzare un “muretto” di 10 dove applicare le mattonelle?…o è meglio andare a “filo” con lo sportello?
    Ovviamente è questione di gusti,ma mi chiedevo,che se realizzo il muretto, all’interno mi si crea un dente che dovrei in qualche modo chiudere con un piano…
    Spero di essere stato chiaro.
    Cmq grazie e complimenti!!
    Fausto

  45. Per Fausto.
    Chiaro.
    Puoi realizzare un piano rialzato, in maniera che gli sportelli abbiano un contorno di mattonelle (anche nella parte sottostante).
    Tale basamento puoi realizzarlo con foratelle da cm 5,5 murate per piano e rifinite sopra a cemento e piastrellate.
    Puoi anche scegliere la soluzione con lo sportello a filo pavimento, ma esteticamente, ci sembra meno valida.
    Amedeu e c.

  46. Ciao, scusa vorrei sapere quanto tempo circa ci vorrebbe per costruire una cucina a muratura di 4 metri da un ” muratore”. Ti faccio questa domanda perchè devo organizzarmi con il lavoro. Grazie in anticipo!

  47. Per Elisa.
    Dipende molto dall’ubicazione della tua casa (a che piano abiti) per il trasporto materiali, se il muratore ha un manovale, dalle modifiche da effettuare ai vari impianti (idrico, elettrico e del gas) ed inoltre dalla complessità di ogni singolo elemento di tale cucina.
    Non vogliamo “sparare” cifre a caso; devi dire, solamente, al muratore, di fare un buon lavoro.
    Chiedi inoltre agli impiantisti di rilasciarti i certificati di conformità degli impianti che modificheranno.
    Amedeu e c.

  48. Ciao a tutti.
    Una mia amica mi ha messo un dubbio.Forse dico una stupidaggine ma volevo sapere se una cucina in muratura poteva pesare troppo sul solaio.La mia è fatta di pannelli in gesso, tavelloni e gettata è angolare ed in tutto sarà 3 metri.Dovrò anche mettere il frigo.
    Ciao a tutti e grazie.
    Teresa

    • Per Teresa.
      E’ logico che i solai sulle quali vengono realizzate le cucine, vadano sempre controllati.
      Se hai un solaio in legno (Travi, travicelli e mezzane in cotto o pianelle, ed è vetusto, vibra al passaggio ed i travicelli sono arcuati, visti dal di sotto), devi prendere tutte le precauzioni del caso cercando di scaricare il peso dei muretti tramite staffe di ferro, inserite nei muri portanti.
      Comunque una cucina di 3 metri di lunghezza, specie se aderente ad un nuro portante non dovrebbe avere molti problemi.
      Se vuoi essere più che sicura, fai vedere i lavori effettuati da un tecnico professionista del luogo.
      Amedeu e c.

  49. Ciao e i miei complimenti per l’articolo

    Vorrei sapere se lasciado i 3 cm di tolleranza, lateralmente e sopra fra i muretti, e a posto di inserire gli elettrodomestici inserisco i pezzi della mia cucina componibile, come potrei fare per ricoprire gli spazi che restano vuoti?
    Avevo pensato di usare il forato da 12 8anzicchè da 8), in modo tale di avere lo spazio per mettere una piastrella da 10, e nel 1 cm che mi rimane sia a Dx che a Sx poter incollare o fissare in qualche modo una cornice in legno che mi copre lo spazio di tolleranza che avevo lasciato per iserire il mobile
    Che ne pensi
    grazie del consiglio

    • Per Gero.
      Come avrai compreso, lo spazio dei 3 cm, serve per ben inserire e sfilare (in caso di riparazione) gli elettrodomestici.
      Puoi, comunque, provvedere a nasconderli con delle cornici.
      Relativamente al forato da usare, puoi fare come meglio desideri.
      Avevamo scelto il forato da 8 cm, perche le mattonelle standard, sono da 10 cm e il prospetto dei muretti dovrebbe presentare una piastrella intera.
      Comunque, il “Fai da te”, lascia un’ampio margine di “manovra”, all’esecutore dei lavori che realizza la sua cucina, con accorgimenti che più ritiene idonei.
      L’idea di mettere il forato da 12 cm e poi affiancare la piastrella da 10 da due cornici laterali, ci sembra veramente ottima.
      Amedeu e c.

  50. Ciao, articolo veramente esauriente,l’unico in rete. Volevo sapere se il piano cottura e il lavello, che di solito si fissano sui top in truciolato con dei morsetti a vite,possono essere solo appoggiati per gravità negli incavi o se comunque vanno fissati in qualche maniera ai tavelloni.Grazie.

    • Per Nicola.
      Ricorda che il piano di tavelloni va spianato con malta cementizia lisciata ee in piano perfetto.
      Puoi fissare le apparecchiature con un filio di silicone, ammesso che tu non possa agganciarti con i fermi a degli incavi creati sotto, e nella muratura.
      Amedeu e c.

  51. Salve,complimenti per l’articolo,davvero perfetto.Io ho realizzato la struttura,dovrei incollare solo le mattonelle,volevo sapere come dovrei fare?mi debbo servire del frattazzo quello con i denti piccoli o no?oppure c’è qualche altro utensile.Grazie

    • Per Giuseppe.
      Usare il frattazzo dentato è la migliore soluzione, però, date le superfici ristrette che hai, specie nei frontali in muratura, puoi adoperare anche una normale spatolina da raschiatura (quelle con il manico in legno), con la quale spalmare con colla ogni piastrella da mettere in opera.
      Am,edeu e c..

  52. Vorrei tornare sulla domanda di Elena a cui non mi sembra sia stata data risposta: poichè il forato misura 8 cm, mentre le piastrelle 10 cm, la differenza di 2 cm. serve per l’intonacatura del muro?
    Complimenti comunque per l’articolo che è di ottima comprensione

    • Per Massimo.
      In parte, perchè devi stare molto attento alla sovrapposizione (oppure all’angolatura a 45°) delle piastrelle, per cui, nel fare l’intonaco, le mattonelle frontali delle pareti a vista non devono superare i 10 cm (E nello stesso spessore devono starci le piastrelle laterali della parete; quindi si parla di un intonaco molto fine)
      Adoperando la foratella da 6 cm, intonacata con un maggiore strato di intonaco, e poi incollate le piastrelle, non si avranno tali preoccupazioni.
      Amedeu e c.

  53. Grazie Amedeu per la pronta risposta

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 3 = 9

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>