Dare la preferenza a un tetto ventilato è sempre conveniente e offre una vivibilità migliore alla nostra casa

Dare la preferenza a un tetto ventilato è sempre conveniente e offre una vivibilità migliore alla nostra casa.

Dovete rifare il tetto alla vostra casa, è consigliabile costruirlo del tipo ventilato, in quanto spendendo poco di più e avrete dei vantaggi non indifferenti, specie nella stagione calda.

   

Se durante una ristrutturazione oppure rifacimento di una vecchia copertura, il proprietario opta per una realizzazione più completa e idonea ai climi soffocanti delle nostre estati che raggiungono e mantengono un andamento di 35°- 40° C. giornalieri, rivaluterà la propria casa non solo in termini di vivibilità ma anche dal punto di vista economico.

Meno caldo estivo nelle abitazioni vuol dire risparmio energetico non indifferente.

Per descrivervi meglio le caratteristiche che deve avere un semplice tetto ventilato, prendiamo quale esempio le coperture realizzate dal gruppo Asap di San Giovanni in Persiceto (BO) che offre una descrizione semplice e appropriata, nata dall’esperienza acquisita in questa materia nel corso degli anni.

   

Perchè il tetto ventilato?

Un principio di fisica elementare è: “l’aria calda va verso l’alto”.

 Questo è il principio su cui si basano le coperture ventilate.

Lasciando un’intercapedine (spazio vuoto) tra la struttura e lo strato di copertura dove l’aria possa fluire in direzione del colmo (la cima della copertura) e predisponendo il colmo in modo che l’aria possa uscire dallo stesso senza causare infiltrazioni d’acqua, si può ottenere una camera di ventilazione.

Riscaldandosi grazie all’irraggiamento del sole, l’aria in questo vano inizia a muoversi in direzione del colmo, “tirando” al contempo aria fresca nel vano dalla zona adiacente alla grondaia.

In questo modo avremo sotto al manto di copertura una temperatura in estate dimezzata rispetto alle condizioni di cui sopra, a vantaggio del comfort e delle spese di raffrescamento.

Anche tutto il manto di copertura ne beneficerà, rimanendo asciutto ed impiegando meno tempo ad asciugarsi, a tutto vantaggio della durata dello stesso.

È molto importante che la camera di ventilazione sia alta almeno 40/60mm e che nel flusso verso lo sfogo nel colmo l’aria non incontri ostacoli.

Ovviamente il flusso dell’aria nella zona della grondaia non deve essere ridotto rispetto alla camera di ventilazione, e lo stesso dicasi per la zona di fuoriuscita dell’aria nel colmo.

Ogni soluzione deve essere studiata per lo specifico cantiere e spesso le lattonerie di rifinitura devono essere realizzate ad hoc.

Un buon tetto di questo tipo può migliorare notevolmente la resa di una copertura nei mesi estivi, soprattutto se tale copertura è poco isolata, e può essere realizzato sia su coperture metalliche che in laterizio, indifferentemente che la realizzazione sia civile o industriale.

Normalmente quando si decide di fare il lavoro, visto che si deve affrontare la spesa e per un certo tempo ci sarebbero i lavori in corso, tanto vale cogliere l’occasione e dotarsi anche di pannelli fotovoltaici in modo da unire i due vantaggi: l’aria più fresca d’estate ed una fonte di energia rinnovabile che vi permette di risparmiare sulle bollette di tutto l’anno, soprattutto nei mesi estivi.
 
   

In ogni caso l’obiettivo della Asap Group rimane quello di fare una copertura definitiva e da non rifare più, ed in quest’ottica conviene investire qualcosa in più e realizzarla ventilata.

Il maggior costo sarà coperto dagli anni di beneficio che potrete godere.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATCA e su altro ancor

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.