Differenze sostanziali fra fossa Imhoff e fossa biologica standard.

Cerchiamo di  chiarire ai nostri lettori la differenza che passa fra una fossa Imhoff ed un bacino biologico standard, specificando quando si deve usare l’una o l’altra.

Naturalmente abbiamo già trattato, sia pur separatamente, questi due manufatti: a proposito degli scarichi di case poste in campagna e di edifici allacciati alla pubblica fognatura comunale.

Per rivedere i suddetti articoli vi rimandiamo al link della fossa Imhoff ed anche a quello inerente la fognatura comunale.

Entrambi i tipi di fosse, hanno seguito il corso della moderna tecnologia, ed è possibile trovarle oggi in commercio a forma di grossi contenitori di polietilene; noi per spiegare meglio la differenza ci riferiremo alle normali e ormai conosciute vasche in cemento.

Entrambe le fosse sono costituite da più anelli in cemento sovrapponibili, con un fondo ed un coperchio sempre in cemento.

Sotto vediamo le sezioni della:

Fossa Imhoff

              CLICCARE SULLE IMMAGINI

Della fossa o bacino biologico tipo standard

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Le differenze fra i due manufatti derivano sostanzialmente dal diverso uso che si fa dei medesimi.

Bisogna anzitutto dire che entrambe devono avere le misure appropriate al numero di utenti da servire.

Le fosse Imhoff si usano, come detto, in campagna, dove non esistono le fognature nere pubbliche, e devono perciò adempiere al compito di depurare maggiormente i liquami provenienti dai fabbricati di civile abitazione.

Dopo il trattamento, il refluo esce dalla vasca Imhoff quasi depurato ( Vi sono delle tabelle, con parametri igienico sanitari che devono essere rispettati)  e può essere immesso nel terreno tramite una canalizzazione  dalla superficie completamente forata   che nel complesso viene definita a "subinrigazione".

Le fosse biologiche standard vengono invece utilizzate nei centri urbani, dove è presente una fognatura comunale.

In particolare sono messe in opera in località di pianura, dove la pendenza è poca ed esiste la possibilità di un intasamento della rete fognaria.

Nella fossa standard, la digestione e la sedimentazione del liquame avvengono nella zona bassa, ed invece nella parte superiore si accumulano le sostanze grasse, che vengono bloccate da idonei "paraschiume" (vedi sezione sopra).

Trattengono così i materiali schiumosi e semisolidi, impedendo che vadano ad intasare la fognatura pubblica.

La fossa Imhoff, sostanzialmente svolge gli stessi compiti, però la sedimentazione e la digestione avvengono nella parte alta.

Entrambe le fosse, vanno vuotate, sia pur parzialmente, almeno una volta l’anno.

Le ditte normalmente private che sono addette, previo pagamento, allo svuotamento, intervengono con autobotti per lo spurgo, ed aspirano una parte del liquame contenuto, trasportandolo poi ai depuratori pubblici autorizzati.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

94 commenti

  1. salve, possiedo una casa in campagna che non è stata mai completata ed è quindi un rustico. In questa casa sono agibili solo i garage che mio padre usa da cantina per conservare il vino che si autoproduce. in questi garage c’è un lavello con acqua proveniente dall’acquedotto pubblico. lo scarico di questo lavello è nel terreno e viene usato solo per “sciacquare” qualche bottiglia. Non è stato mai utilizzato alcun tipo di sapone (non siamo matti!!!) e non esistono bagni. La mia domanda è: devo mettere per forza una fossa biologica?
    Saluti

    Riccardo

  2. Per Riccardo.
    Per il fatto che la legge individua quali “acque bianche” solo quelle proveniente dalle grondaie del tetto, tale lavello, a tutti gli effetti scarica “acque nere o luride”, anche se voi state attenti a non inquinare.
    Per regolarizzarlo devi leggere questo nostro articolo:
    http://www.coffeenews.it/scarichi-per-immobili-non-collegati-alla-pubblica-fognatura
    Ci dispiace, ma non possiamo risponderti in altra maniera.
    Amedeu e c.

  3. salve ho comprato casa in centro abitato ma ho pozzetto dentro casa e fa odori forti di fognatura cosa bisogna fare x eliminare questo pozzetto?

  4. Per Maria.
    Prima di eliminare il pozzetto fai verificare, da un muratore, a cosa serviva.
    Probabilmente è stato costruito per “scovolare” un tratto di fognatura che si intasa facilmente.
    Se non puoi spostarlo all’esterno, potrai comunque modificarlo, (sperando che la tubazione sia in PVC) facendo mettere in opera un T, con tappo superiore svitabile.
    In caso di otturazione può essere tolto il tappo e pulita la tubazione.
    Una volta messo il T, puoi nascondere il pozzetto con un coperchio creato con mattonelle dello stesso colore di quelle del tuo pavimento.
    Amedeu e c.

  5. mi hanno chiesto se un depuratore “spento” funziona come una fossa himoff, non so cosa rispondere.
    Grazie

  6. Per Carmen.
    I depuratori, come abbiamo più volte detto, sono di diversi tipi e basati anche su principi diversi, per cui la risposta non può essere generalizzata.
    Comunque, un depuratore spento, a nostro avviso, serve a ben poco, in linea di principio, in quanto è basato sulla movimentazione del liquame a mezzo di alimentazione di corrente elettrica.
    Tolta questa, dopo un poco finisce per emanare solo il cattivo odore.
    Amedeu e c.

  7. Grazie,
    è ciò che pensavo. Proverò a sentire il fornitore del depuratore installato per eventuali dettagli ulteriori.
    Saluti.
    Carmen

  8. Buongiorno,la casa dei miei genitori ubicata a Trapani, in campagna, immobile di 10 vani per complessivi 650 mc.circa, con scarico proveniente dall’insediamento, convoglia reflui di tipo domestico-scarico attivato ante 1950 con scarico nel suolo adiacente all’edificio in pozzo a perdere. Ai sensi dell’art.38,ultimo comma della legge regionale n.27 del 15 marzo 1986, nelle more della realizzazione della rete fogniaria, ci si impegnava a servirsi dei sistemi di smaltimento in atto utilizzati in attesa di allacciarsi alla fognatura pubblica,adempimento richiesto ai comuni i quali entro il 17 maggio 1988 dovevano adottare il Programma di attuazione della rete fognante (art.3 della legge regionale nr.27/86).
    Ad oggi, nessuna rete fognante è stata attuata nel luogo dove sorge la casa dei miei genitori, ed il comune ci richiede di dismettere l’attuale pozzo con una fossa imhoff, il tutto a ns.totale carico economico.
    E’ regolare tutto questo? Possiamo sostituire la fossa imhoff con qualche altro impianto che non ci vincoli allo svuotamento annuale (ulteriore costo, il pozzo è stato svuotato tre volte nell’arco di trent’anni!!)….oltretutto,nonostante la sanatoria pagata negli anni 80 per ristrutturazione muraria dell’immobile, oggi, con l’attuale pozzo a perdere, la casa risulta priva dell’abitabilità.
    Grazie
    mariella

  9. Salve devo montare una imhof in un punto ove l’autobotte non arriva… come faccio lo spurgo annuale?
    Alla vasca andrà collegato solo il wc, senza saponi detersivi o altro
    La vasca verrà utilizzata solo nei mesi estivi, poi durante l’inverno è ferma, è possibile che i fanghi si deteriorano da soli?
    grazie.

    • Per Antonello.
      Lo spurgo della Imhoff dovrebbe essere eseguito due volte o almeno una volta l’anno.
      Probabilmente, rimanendo ferma un intero inverno, i fanghi tenderanno a solidificarsi.
      Amedeu e c.

  10. ciao, la ditta che mi ha rstrutturato la casa ha messo delle fosse tipo himoff (di colore arancione di materiale plastico politilene spero!) e sopra gli ha posato dei pozzetti di calcestrutto pesantissimi che ora dopo 4 anni stanno sprofondando lateralmente compromettendo la tenyuta delle medesime.E’ vero che non bisognava su questo tipo di fosse mettere i pesanti pozzetti di cui sopra? posso chiedere danni x esecuzione lavori non conformi?grazie Max

    • Per Max.
      Occorre vedere come è stato eseguito il lavoro edile: potrebbero avere eseguito una gettata in cls armato con rete elettrosaldata o ferri, e sopra creato il pozzetto.
      Può accertarlo solo un tecnico che effettui un sopralluogo e ti spieghi come hanno operato.
      Amedeu e c.

  11. Ciao, intanto volevo complimentarmi per i suggerimenti validi che date a tutti. Mi hanno montato sei mesi fa una fossa imhoff nuova in una costruzione nuova. Solo ora, al momento del montaggio dei wc, ho riempito la fossa di acqua come da istruzioni allegate e mi sono accorto che spande nella parte inferiore, cioè nella zona sotto il passaggio che divide le due vasche sovrapposte. Cosa fare, dato che il coperchio della fossa è situato a 1.5 metri sotto terra e sopra è stata costruita una botola per l’ispezione? Il progettista mi dice che la fossa per funzionare correttamente deve tenere l’acqua dal primo giorno e dunque si dovrebbe cercare di tamponare la perdita scavando attorno e controllandola da fuori. Mio suocero, muratore di vecchia data dice di lasciar perdere, dopo un po di tempo e uso, la perdita si ostruisce con i solidi e la fossa inizierà a lavorare come deve. Io sono del parere che essendo vuota nella parte superiore, la vasca non potrà mai funzionare, in quanto i solidi rimarranno nella parte alta e l’acqua scenderà nella parte inferiore e in breve tempo i solidi ostruiranno anche il passaggio del liquido nella parte inferiore. Siccome per aggiustare la perdita devo scavare fuori mezzo giardino, volevo anche un vostro parere. Grazie. Luciano.

    • Per Luciano.
      Ha ragione tuo suocero.
      Le fosse Imhoff, ma anche quelle standard da città, sono costituite da anelli prefabbricati in cemento, i quali vengono messi in opera incastrandoli uno sopra l’altro, senza l’uso di malta o altro.
      Questo, determina , specie nella fase iniziale, uno sversamento, sia pur limitato dei liquidi.
      Per tale motivo è opportuno porre tali vasche a distanza minima di 1 metro dai fabbricati e 10 metri dai pozzi.
      Leggi questo nostro recente articolo
      http://www.coffeenews.it/fossa-imhoff-suo-dimensionamento,
      Se hai pazienza, usando regolarmente la fossa, con il tempo tali giunzioni si chiuderanno e non avrai più tali problemi.
      Questo, a patto che la fossa Imhoff sia stata montata come si deve.
      Amedeu e c.

  12. al mio vicino di casa che vi abitava saltuariamente ho concesso di sotterrare nel mio terreno un tubo di cemento di circa un metro di diametro con dentro ghiaione per disperdere i liquami provenienti dalla sua fossa imhoff.ora la casa è stata affittata ad una famiglia di 6 persone e i liquami tracimano nel terreno come devo comportarmi dopo aver fatto presente la situazione e non aver ricevuto risposta grazie giovanni

  13. buongiorno,
    vorrei un’informazione.
    Dove abito, in campagna, un gruppo di tre abitazioni per dieci persone in totale, abbiamo una vasca settica per il recupero delle acque degli scarichi.
    Logicamente in questa vasca, che viene pulita una volta l’anno, ci vanno anche gli scarichi dei detersivi di cucina lavastoviglie lavatrice ecc.
    Vorremmo riutilizzare questi scarichi per l’irrigazione di piante tipo pomodori ed alberi, come possiamo fare?
    Se ho ben capito la vasca imhoff non purifica dagli scarichi tipo detersivi.
    Preciso che la nostra vasca settica è molto grande, è più una cisterna, poichè in passato era usata per irrigare i campi appunto.
    Si può modificare la struttura che abbiamo senza stravolgere il tutto?
    E’ molto costosa una operazione del genere?
    A chi rivolgerci ?( sono della provincia di Salerno).
    Grazie e complimenti

    • Per Mimmo.
      Ci risulta che i liquami neri provenienti dalle abitazioni non possono essere usati per l’irrigazione di orti ad uso alimentare.
      Questo, anche se mettete in opera un degrassatore (Che ferma gli oli, le sostanze grasse ed i detersivi) per gli scarichi delle cucine.
      Amedeu e c.

  14. Buongiorno ho bisogno di una Vs. consulenza.
    Abito in una palazzina composta da 6 appartamenti. E’ da circa un anno e mezzo che la fossa biologica (posizionata nel giardino di un condomino) si
    intasa spesso: nel 2012 sono stati effettuati 5 spurghi e la scorsa settimana è stato effettuato il primo spurgo del 2013. Può dipendere dal fatto che ci
    sia stato un dissestamento del terreno adiacente alla fossa? E’ vero che nell’operazione di spurgo sono stati rinvenuti alcuni assorbenti ma come è
    possibile che per piu’ di vent’anni la fossa ha funzionato senza problemi e
    solo ultimamente si vericano questi casi?
    Grazie

    • Per Antonella.
      L’unico sistema per verificare cosa è successo, consiste nello svuotare la fossa ed i pozzetti limitrofi, posti prima e dopo la stessa.
      La verifica della fossa va fatta visivamente mentre le tubazioni di ingresso e più che altro di uscita potresti provarle con del liquido colorato, per controllare che non ci siano occlusioni o rotture con conseguente ingresso di radici di piante vicine.
      Amedeu e c.

  15. ciao, rif 26-03-2013. ho scavato a lato del pesante pozzetto che è quello che ha fatto inclinare la fossa, e non è stata fatta nessuna gettata ne con rete ne senza come avevi prospettato tu. per cui ritengo sia stato fatto male lavoro. ora ho scritto R.R se non avra’ risposta andro’ alla federconsumatori. cosa ne pensi? ciao Max

    • Per Max.
      La nostra risposta era stata la seguente:
      “Per Max.
      Occorre vedere come è stato eseguito il lavoro edile: potrebbero avere eseguito una gettata in cls armato con rete elettrosaldata o ferri, e sopra creato il pozzetto.
      Può accertarlo solo un tecnico che effettui un sopralluogo e ti spieghi come hanno operato”.
      Cosa ti ha consigliato il tuo tecnico?
      Amedeu e c

  16. Salve per gentilezza, vorrei sapere se per i pozzi a tenuta è necessaria l’autorizzazione allo scarico, preciso inoltre che si è obbligati ad installare un pozzo a tenuta per mancanza di spazio per la fitodepurazione e l’assenza di fogne comunali.
    Nel caso in cui il proprietario dell’immobile ha affittato dei locali per un attività commerciale (Bar), l’autorizzazione allo scarico deve essere richiesta dal proprietario dell’immobile, oppure, dal titolare dal conduttore dell’attività commerciale in qualità di produttore dello scarico?
    La relazione geologica deve essere prodotta al momento dell’installazione della fossa biologica oppure quando si richiede l’autorizzazione allo scarico?
    grazie

  17. salve abbiamo comprato una casa in campagna ,il problema e’ che ancora non c’e’ la rete fognaria e le fognature sono da cambiare perche’ vecchie e non a norma…dopo varie ricerche mi sono state consigliate le imhoff parlandomi di due vasche una per contenere i solidi . un’altra per una sorta di decantazione ed un’ultima sezione a circa un metro e mezzo di profondità disposta in posizione orizzontale e con un sistema di filtraggio con della ghiaia (ma non un depuratore…) dalla quale il liquido restante andrebbe in dispersione…ho chiesto specificatamente piu’ volte se questa soluzione potrebbe essere fonte di inquinamento e mi e’ stato detto di no sottolineando il fatto che non ci sarebbero ne odori ne fuoriuscite visibili di acqua …ma il nostro dubbio riguarda un ipotetico inquinamento del sottosuolo che per i nostri principi e doveri e’ quello che ci preoccupa di piu’ rispetto agli ipotetici odori …abbiamo scelto di vivere in campagna per uno stile di vita piu’ sano e non vorremmo ritrovarci a vivere nella me…lma grazie aspetto un vostro consiglio

    • Per Many.
      Ottimo.
      Non è chiaro il sistema di smaltimento che ti hanno consigliato, comunque sia, per smaltire i liquami della tua casa in campagna, in zona sprovvista di fognatura, devi presentare un idoneo progetto in Comune, dove ti rilasceranno una autorizzazione allo scarico rinnovabile ogni 4 anni.
      Prima di attivarti, recati presso l’ufficio Fognature e Scarichi Fognari del tuo Comune, e parla con il tecnico addetto.
      Saprà darti tutte le spiegazioni necessarie circa i sistemi di smaltimento accettati dalla ASL di zona e dal Comune stesso.
      Amedeu e c.

  18. complimenti per il sito! e grazie dei consigli!

    vivo da un anno in una casa di campagna senza l’allacciamento alla fognatura.

    adesso c’è una fossa biologica (non so di che tipo) molto piccola e vecchia che ho gia dovuto svuotare due volte.

    La casa è ai piedi di una collina, il terreno in autunno-inverno è zumbo d’acqua.

    L’ultima volta che ho fatto svuotare la fossa biologica dopo che è stata svuotata in meno di un giorno era di nuovo piena di acqua (che tornava dentro dal terreno), la fossa biologica quando è piena non funziona bene.

    Voglio risolvere questo problema definitivamente, non ho problemi economici, che mi consigliate.

  19. salve, io ho un’immobile che vorrei ristrutturare, ed al momento non è dotato di scarico delle acque nere in quanto partinenza dell’abitazione principale. La posizione della struttura non aiuta la procedura per allacciarsi alla rete fognaria del paese in quanto dovrei passare su dei terreni dei nostri vicini e creare dei diritti di servitù, con una lievitazione dei costi non indifferente.
    Per questo motivo pensavo di installare una fossa imhoff, però non so se è possibile adottare questa soluzione o se non sustistono i requisiti per poterla installare.
    L’immobile è grande circa 50 metri quadri e di fronte vi è un giardino di circa 20 metri quadri che potrebbe ospitare la fossa.
    Vorrei chiederle quali sono i regolamenti vigenti per tale tipo di lavoro e dove potrei trovarli, o se al contrario non ci sono particolari restrizioni e se basta un progetto da parte di un geometra e l’approvazione da parte del comune.
    Grazie mille!!

    • Per Alessio.
      L’ufficio competente per avanzare una domanda di scarico liquami neri è l’ufficio Fognature e Scarichi presso l’ufficio tecnico del tuo Comune.
      20 mq di area libera non sono sufficiente a creare una fitodepurazione e tanto meno una subinrigazione, che dovrebbero seguire la fossa Imhoff, per scaricare dentro il terreno.
      Ti consigliamo di ricorrere ad un depuratorino, che ti permetterà di scaricare a cielo aperto in un normale fosso di campagna.
      Leggi i nostri articoli in merito, usando il pulsante “Cerca” in alto a destra della nostra Home.
      Inserisci le parole “Subinrigazione”, “fitodepurazione”, “fossa Imhoff”, |”depuratore” e leggi gli articoli che ti compariranno.
      Così potrai farti una idea di ciò che dovrai scegliere.
      Amedeu e c.

  20. abito in un condominio con 2 vasche biologiche. la prima è situata più alta rispetto alla seconda da dove parte il tubo che porta l’acqua nella fognatura pubblica.Si effettuano due espurghi distinti e separati, però le acque della vasca situata piu in alto per il proppo pieno attraversano la seconda vasca per poi andare nella fogna pubblica. La mia domanda è in che percentuale devono partecipare i condomini della vasca piu alta quando si svuota l’ altra vasca per il passaggio delle acque??? aiutatemi.

    • Per Michele.
      Ci sembra che il problema non sussista.
      Per ogni intervento effettuato, sia sulla vasca più bassa, sulla vasca più alta, oppure su entrambe le vasche, l’ammontare della spesa occorsa, va sempre divisa secondo i millesimi posseduti da ogni condomino.
      Amedeu e c.

  21. caro amedeu,quando svuotano la vasca piu piccola situata piu in alto pagano in millesimi solo i 16 appartamenti interessati. invece quando si svuota quella piu grande partecipano i 17 appartamenti interessati. la mia domanda è che siccome l’acqua decanta dalla vasca piccola a quella grande per poi andare nella fogna pubblica , in che percentuale devono partecipare i 16 propietari della vasca piccola per questa decantazione delle loro acque nella nostra vasca quando la svuotiamo? venerdi ho svuotato e pulito internamente la vasca la spesa è stata di 500 euro quanto mi devono dare in percentuale i condomini della vasca piccola?

    • Per Michele.
      Abbiamo già risposto a tale domanda.
      Comunque siano ubicate tale vasche, se sono allacciate fra di loro, la sommatoria delle loro spese dovrà essere divisa in millesimi fra i 33 condomini (!7+16).
      Amedeu e c.

  22. salve,io ho acquistato casa un anno fa’e la fossa era piena di liquidi appena al ultimo anello lo lasciata stare perche mi ha detto ilo proprietario che è a dispersione,solo adesso dopo un anno ho fatto lo svuotamento della fossa imohff perche mi traciva un po’ di acqua nel primo pozzetto di dervazione,e mi arrivavano cattivi odori nel bagno,la ditta ha svuotato tutti i liquidi si vedeva il fondo un po’ melmoso della fossa,adesso dopo 20 giorni mi trovo la puzza e di nuovo la fossa piena di acqua,ma ancora non è arrivata al ultimo anello
    è normale che sia in meno di 20 giorni piena di acqua?senza solidi naturalmente!!

    • Per Max.
      Dovevi chiarire meglio con il precedente proprietario cosa intendeva per “dispersione”; cioè se dopo la fossa Imhoff era stata posta in opera una canalizzazione di subirrigazione, oppure quale altro sistema.
      Non pensiamo che la fossa, in quanto tale, sia essa a dispersione, perchè non dovrebbe avere il fondo e sarebbe completamente inutile, in quanto avrebbe perso la sua funzione di decantazione e digestione.
      http://www.coffeenews.it/fossa-imhoff-suo-dimensionamento
      Per cui, prima di provare altri metodi, chiarisci questo punto.
      Amedeu e c.

  23. allora da quello che ho visto quando era vuota la fossa è formata da var anelli di calcestruzzo con un 2 buchi per anello nei buchi vedo un po’ di terra ,il fondo io l ho visto ma era con un scalino è poi c era della melma quindi non so’ se è chiuso sotto..(il proprietario forse intendeva xche dai buchi si disperde penso..)ma la ditta che ho chiamato ha svuotato tutti i liquidi si vedeva il fondo un po’ melmoso della fossa,adesso dopo 20 giorni mi trovo la puzza e di nuovo la fossa piena di acqua,ma ancora non è arrivata al ultimo anello
    è normale che sia in meno di 20 giorni piena di acqua?senza solidi naturalmente!!l’

    • Per Max.
      Nell’articolo al quale ti abbiamo indirizzato, avrai notato che in fondo alla fossa Imhoff si depositano i fanghi di sedimentazione.
      Circa i due buchi laterali per anello e dai quali vedi la terra, non sappiamo a cosa corrispondono, in quanto in una normale fossa esiste il foro di ingresso e quello di uscita le liquido nero (posti in alto).
      Circa il riempimento della fossa, dipende da quante persone siete e quanto usate i servizi igienici.
      Potrai trovare le giuste risposte facendo vedere tale fossa Inhoff da un tecnico esperto della tua zona.
      Amedeu e c.

  24. Salve, intanto complimenti per il forum,il mio problema è questo:ho installato una imhoof con il rispettivo pozzetto di cacciata e la subirrigazione,dopo quattro mesi la fossa si è riempita ma non del tutto,solo che dove c’è l’entrata dello scarico, si era creata una cascata di carta che faceva praticamente da tappo, con il conseguente intasamento di tutta la rete, ho chiamato l’autospurgo e ha pulito la vasca e tutti i tubi e mi ha detto che probabilmente la carta che usano è troppo grossa e fa fatica a smaltirsi e che le feritoie sul fondo del primo anello a questo punto era meglio aprirle un po di piu, ora dopo sei mesi la vasca è di nuovo piena e ha di nuovo intasato tutto l’impianto, è normale in così poco tempo?e sopratutto è normale che ora nel pozzetto di cacciata ci sia “aqua melmosa” e non acqua depurata?vi ringrazio anticipatamente

    • Per Riccardo.
      Per le fognature e specialmente per chi scarica con le fosse Imhoff va sempre usata carta igienica, mai usare quella in rotoli alti, tipo carta bianca da cucina, la quale è quasi indistruttibile e crea occlusioni difficili da liberare.
      Se la fossa è stata montata perfettamente in piano, con i tubi di andata e ritorno, posti pur essi in piano nel punto di attaccarsi alla fossa stessa, non dovresti avere gli inconvenienti che lamenti.
      http://www.coffeenews.it/fossa-imhoff-suo-dimensionamento
      Nel pozzetto di ispezione o di prelievo, posto subito dopo la fossa, i liquami, normalmente, non escono limpidi come l’acqua, ma non devono avere acqua melmosa come accusi tu.
      E’ pur vero che vi sono molti tipi di Imhoff, per cui prova a contattare la ditta che costruisce fosse Imhoff simile alla tua, e spiegagli quanto ti sta succedendo.
      Può essere l’unico sistema di avere dei suggerimenti che ti possono aiutare.
      Amedeu e c.

  25. Buonasera,dovrei dismettere due pozzi neri per poi installare una imhoff,posso riempire i vecchi pozzi neri con macerie o terra??
    Grazie e complimenti per il valido servizio.

    • Per Claudio.
      Di regola i pozzi neri sono cisterne a non perdere.
      Per terra non ci sono problemi; per le macerie potrebbe andare bene, purchè non contengano materiali pericolosi alla salute tipo amianto o similari.
      Amedeu e c.

  26. Buongiorno. Devo dire che leggendo il sito ho capito finalmente cose di cui prima non capivo quasi niente. Bravi!
    Abito in una casa ai margini di una piccola frazione da un anno. Ancora non so se la mia è una fossa tradizionale attaccata poi alla fogna oppure una imhoff. La prossima volta che farò lo spurgo credo che faremo anche ispezione per vedere se ci sono collegamenti/uscite e di che tipo. L’unica cosa che so è che il “nero”, il solido, si accumula superiormente.
    Ciò premesso, volevo un parere sul fatto che da me praticamente le acque grige vanno in un pozzetto insieme al pluviale e poi defluiscono non so bene dove (dobbiamo verificare anche questa uscita). Nel pozzetto vi è poi un collegamento con la fossa che però normalmente (per fortuna) non consente il passaggio delle acque grige e del pluviale dal pozzetto stesso alla fossa, ma funziona solo come “troppo pieno”, perlomeno così penso io, perchè è appena più sopra del livello dell’acqua che consente il deflusso delle acque grige verso l’esterno. Voi cosa ne dite?
    C’è un altro tombino, a circa un metro da lì, ma curiosamente contiene solo un pozzettino di acqua (io avevo pensato al degrassatore, ma non ci sono segni che fosse mai stato collegato).
    La fossa inoltre è a circa 70-80 cm dal muro, e chiusa solo con il cemento; peraltro la botola di ispezione non è sigillata (dovrei farlo col silicone, in modo che sia rimovibile facilmente), nè tantomeno il tombino del pozzetto acque grige e pluviale di cui dicevo sopra. Tutte queste condizioni portano a problematiche di igiene e/o di malfunzionamento dei batteri anaerobi, visto che ci può essere un seppur minimo passaggio d’aria con l’esterno?
    Ultima cosa: mi sembra che la fossa, anche subito dopo essere stata svuotata, tenda a mantenere un livello di riempimento (liquidi sotto, solido sopra) piuttosto alto sin da subito, che poi mantiene nel tempo. E’ normale o indice di qualche cosa che non va?
    Grazie mille!

    • Per Barletta78.
      Partiamo dall’ultima domanda.
      E’ regolare.
      Le acque che tu chiami grigie, e che probabilmente provengono da lavelli, cucina o altro similare, devono essere convogliate nella fognatura nera, in quanto per legge le acque grigie non esistono.
      Esistono invece le acque bianche che sono quelle di pioggia e che devono confluire verso la Fognatura Bianca comunale (Ammesso che ci sia), altrimenti puoi convogliarle anche all’aperto.
      Inoltre c’è la Fognatura Nera che raccoglie tutte le altre acque più o meno luride, e che devono confluire nella Fognatura Nera Comunale.
      Il degrassatore andrebbe posto nella tubazione che esce dalla cucina, posto ad intercettare immediatamente i grassi e gli che provengono da questa.
      Amedeu e c.

  27. Intanto complimenti del bellissimo articolo e dei consigli!
    Abito in una villetta bifamiliare in città dove c’è una fossa biologica in comune e 2 pozzetti, uno di questi tra le 2 parti della villetta nel seminterrato (pozzetto centrale).
    E da qualche mese che c’è un problema in una delle 2 parti della bifamiliare: quando chiunque scarica esce liquame dal pozzetto centrale e dopo, ma lentamente, riscende.
    Allora pensavamo di far aspirare i liquami sia dalla fossa biologica che dai 2 pozzetti.
    Alcune ditte di autospurgo mi hanno chiesto se volevamo il “formulario” che costa parecchio di più e altre dicono che devono fare una certificazione, anch’essa ad un costo più alto: è obbligatorio per me questo formulario / certificazione oppure è un metodo (illecito) per farmi pagare di più?
    Stavo leggendo che per le puliture delle fosse settiche (biologiche) il “Produttore” dei rifiuti è la ditta di autospurgo, e quindi è lui che ha gli obblighi non noi (SISTRI).
    Le spese è corretto divivderle in 2?
    Grazie comunque di esistere e dei preziosi articoli che leggerò voracemente. BRAVISSIMI!
    Matteo

  28. ho comprato un appartamento con un tubo acque bianche piovane che va nel giardino di proprietà del vicino e su cui è innestato anche lui- per interventi sulla sua proprietà 1causa mia-2causa sua- le spese per il ripristino caso 1 e caso 2 come sono da ripartire? Grazie

  29. Grazie per la risposta.
    Quindi è regolare un livello alto con solido sopra…meno male!
    Per quanto riguarda la chiusura, visto che c’è un minimo passaggio di aria dalla botola di ispezione, ci sono problemi di funzionamento corretto e/o di igiene?
    Opinioni circa il fatto che sia imhoff o tradizionale?

    • Se è una fossa Imhoff o standard lo puoi valutare leggendo l’articolo dal quale ci scrivi; comunque tieni conto che le fosse Imhoff si installano in aree sprovviste di fognatura nera comunale, dove il liquame deve uscire il più liquido possibile per essere smaltito nel terreno tramite una subinrigazione, una fitodepurazione o una fossa disperdente.
      Per quanto riguarda il tappo della tua fossa, tieni di conto che viene aperto solo per controllarne lo stato di solidità e per effettuare lo spurgo tramite autocisterna.
      Amedeu e c.

  30. Salve, 3 anni fa abbiamo acquistato una villetta a 30km dalla città.
    La casa e’ dotata di un recipiente a camera stagna imhoff e di una fossa disperdente comunicante!
    Il primo spurgo lo abbiamo fatto dopo 2 anni e mezzo e la ditta ci ha comunicato che la disperdente non drenava più, consigliandoci di renderla ispezionabile così che, la prox volta, avrebbero aspirato anche le acque grige!
    Da allora le due fosse si sono riempite a distanza sempre più ravvicinata!
    In totale in un anno abbiamo fatto spurgare 6 volte!
    Abbiamo chiesto una soluzione a due costruttori e a due muratori, ognuno ci propina soluzioni diverse e anche costose!
    Il costruttore che ha costruito la casa, si rifiuta di una sua eventuale responsabilità, dicendo che lui ha fatto tutto a regola d’arte, noi abbiamo qualche dubbio in merito!
    Cosa e’ potuto succedere alla fossa drenante? E quale potrebbe essere la soluzione meno dolorosa in termini economici? Ps: sotto la fossa dicono ci sia la roccia e che il terreno e’ argilloso! Grazie.

  31. Grazie per la risposta tempestiva!
    Mi chiedo se questo depuratore fa anche da motoclave e se il fatto che le ns prese d’aria (sempre che siano siano state) probabilmente coperte dal terreno possano aver compromesso la funzionalità della fossa e se possono compromettere il buon funzionamento di questo depuratore!
    Altra domanda che mi pongo e’ possibile che un abbassamento del terreno abbia schiacciato questi anelli di cemento tanto da non far passare più’ l’acqua?
    Grazie Serena

    • Per Serena.
      Difficile fare delle ipotesi o inventare le risposte su quanto ci richiedi, senza prima effettuare un sopralluogo.
      Devi prendere una decisione, aiutandoti con le nostre indicazioni e chiamando eventualmente un tecnico professionista della tua zona.
      Amedeu e c.

  32. Scusate, ma io non ho idea su chi potrebbe essere il tecnico professionista!

    Serena

  33. Salve ho letto le differenze tra fossa tradizionale (come quella condominiale dove vivo) e una imhoff,;
    nel nostro caso, inoltre, abbiamo l’allacciamento alla fossa dinamica comunale.
    facendo conto di avere all’incirca lo stesso volume tra le due tipologie di fosse, visto che entrambe vanno svuotate una volta all’anno, con relativi costi, a seguito della sostituzione della fossa attuale, per una imhoff, si potrebbero risparmiare tutti gli attuali costi di smaltimento delle acque verso la fogna comunale?
    in quanto tempo un intervento del genere si ripaga (acquisto fossa lavori di modifica e sostituzione)
    consumo condominiale circa 450mt3/anno –> 1450€ bolletta
    svuotamento fossa kg 2250 1 volta/anno –> 450€ fattura
    ci sono contributi statali come x ristrutturazione?
    grazie

    • Per Giorgio.
      A parte i conteggi di risparmio che potrai controllare da solo, prima di avventurarti in una soluzione quale quella da te indicata, devi assicurarti che il tuo Comune l’accetti, altrimenti rischi di spendere soldi per nulla.
      La fossa Imhoff viene, difatti, usata per case di campagna (Dove è assente la FN comunale) ed il liquame viene smaltito nel suolo tramite subirrigazione, fitodepurazione e talvolta in pozzi assorbenti.
      Non vediamo analogie con il tuo caso.
      Amedeu e c.

  34. ciao ,7 anni fa ho ristrutturato una vecchia casa senza scarichi con un amico (tuttologo…), mi ha fatto posizionare una vasca imhoff ma il tappo è rasente al terreno, lo copre solo il ghiaino. ogni inverno smette di funzionare presumo per il freddo (Friuli). È sufficente costruire un piano rialzato(apribile) di 20/ 30 CM con dell’isolante tipo stirodur per non far congelare la vasca? Ciao e grazie.

    • Per Daniele.
      Un tale spessore di XPS estruso (Che ha un Lambda – conducibilità termica di 0,33) dovrebbe essere l’ideale per temperature molto fredde.
      Amedeu e c.

  35. Salve, la mia casa ha circa un’ettaro di terreno attorno, ho una fossa Imhoff che dista da un fosso di scolo di acque piovane circa 50 metri. Volevo sapere se potevo scaricare le acque chiarificate nel suddetto fosso, se non fosse possibile qual’è la distanza accettabile per la dispersione delle acque? E’ obbligatorio svuotarla una volta l’anno? Visto non ho mai avuto problemi e le acque sono pulitissime? Grazie

  36. buon giorno vorrei sapere visto che dove abito in un condominio di 4 villini abbiamo una vasca imof e vorremmo fare domanda visto che anno fatto un nuovo impianto di depurazione per l’allaccio in fogna cosa andiamo in contro per i lavori visto che la vasca è nella mia proprietà e come posso sapere si i lavori vengono fatti a regola d’arte?va fatta anche una bonifica e come devono essere fatti i lavori? e se creano danni chi paga.

    • Per Walter.
      Poni molte domande alle quali può rispondere solo la società o l’Ente che ha fatto il nuovo impianto di depurazione.
      A nostro giudizio, a parte la spesa iniziale che potrai sostenere per l’allaccio al depuratore, una volta eseguito, non avrai più le preoccupazioni di svuotare la vasca Imhoff nè di controllarne l’effettivo funzionamento.
      Amedeu e c.

  37. Salve e complimenti per la chiarezza delle risposte.
    Vorrei porre anche io una domanda.
    Mi trovo nella condizione di ricercare riferimenti normativi da cui si possa evincere la illegittimità o meno di un impianto di scarico acque bianche ed acque nere, realizzato in un condominio.
    Più precisamente, l’impianto è stato realizzato convogliando sia le condotte delle acque bianche, sia le condotte delle acque nere, nella vasca imhoff tramite un pozzetto, vanificando gli la funzione della vasca (ovviamente).
    A seguire, dalla vasca imhoff i liquami così congiunti, versano in un ulteriore pozzetto finale e poi in fogna comunale.
    A parte il mancato buonsenso rilevabile in un impianto del genere, vorrei sapere:
    è legale scaricare le acque bianche a monte e non a valle della imhoff?
    considerando che il comune in cui è stato realizzato l’impianto descritto, non è dotato di regolamento che disciplina gli scarichi (ci troviamo in Campania), a quale norma si può fare riferimento per definire l’eventuale illegittimità di un impianto così realizzato?
    Grazie per la risposta
    Cordiali saluti
    Giorgio

  38. Sono comproprietario di una palazzina in cui ci sono tre appartamenti.
    Gli scarichi delle acque nere insieme alle acque meteoriche, confluiscono in un una vasca interrata , pensavo fosse imhoff, e successivamente, tramite una pompa di sollevamento con funzione trituratrice, vengono immesse nella rete fognaria comunale.
    La vasca è costituita da anelli in cemento, e sembra proprio una imhoff ma con sistema di uscita.
    Domanda: è un sistema “regolare” a norma di legge?

    • Per Andrea.
      Normalmente nella fossa Imhoff o anche tipo Standard, vengono inviate solo le acque nere e non le bianche di pioggia.
      Questo, per non ostacolare il regolare funzionamento della Imhoff e perciò non è ammesso dalle vigenti leggi.
      Le acque bianche devono essere indirizzate nella fognatura bianca (Se esistente) oppure in un fosso a cielo aperto.
      Amedeu e c.

      • salve,abito in campagna senza nessun allaccio alla fogna pubblica che e’ inesistente.Il mio nucleo familiare e’ composto da due adulti e un bambino.Dispongo di un pozzo nero dove convoglio tutti gli scarichi domestici incluse le acque di lavaggio dell’addolcitore.Il pozzo nero e’ composto da una vasca diametro circa di un metro e profonda circa due x il liquido collegata ad una vasca di un metro x uno per il solido.Che tipo di vasca e’? Il problema e’ che ho fatto lo svuotamento circa 15gg fa ed oggi l’ultimo pozzetto prima del pozzo nero e’ tracimato xche’ risulta la fossa del liquido gia’ piena e quella del solido abbastanza piena.L’utima volta che l’ho svuotato ho usato le bustine x pozzi neri.Puo’ dipendere da questo.Solitamente faccio lo svuotamento 2/3 volte l’anno.

        • Per Antonio.
          Di solito per pozzo nero, si intende una fossa (Circolare o rettangolare) completamente chiusa e che va vuotata periodicamente appena è piena.
          Assicurati che,invece, non sa una vecchia fossa settica bicamerale, costruita in muratura e con dispersione nel terreno.
          Può darsi, se è così, che si sia otturata la tubazione di uscita e che il liquido della seconda vasca non riesca più a defluire.
          Ti conviene far eseguire un sopralluogo da un tecnico addetto allo svuotamento delle vasche settiche, il quale ripulendola ed alzando i tappi (Sperando che ci siano), può rendersi conto esattamente della situazione e darti i consigli del caso.
          Amedeu e c.

  39. ho un terreno di circa 52 are senza abitazione,vorrei mettere una pozza imhoff con subinrigazione per poter mettere un piccolo bagno per quando l’estate si va a fare una grilgliata con donne e bambini e quindi di poter usufruire del bagno. E’ POSSIBILE FARLO? OPPURE CI VUOLE QUACHE AUTORIZZAZIONE O SE C’E’ UN MODO PER POTERLA FARE. VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER LA VOSTA COLLABORAZIONE
    DISTINT SALUTI FABRIZIO

    • Per Fabrizio.
      Per realizzare un servizio igienico e per ottenere il relativo permesso di scarico regolare ai sensi di legge, occorre che vi sia una abitazione.
      Questo succede in quasi tutte le Regioni.
      Comunque puoi controllare presso l’ufficio Edilizia Privata del tuo Comune.
      Amedeu e c.

  40. Gentili esperti buongiorno,
    abito in un condominio costruito negli anni 2001-2002, composto da 12 unità abitative (2 palazzine da 6 appartamenti ciascuna). Non abbiano l’allaccio alla rete fognaria e siamo, quindi, costretti a servirci di un impianto di vasche imhoff. Nei primi anni di vita gli interventi di spurgo non sono stati frequenti (in media ogni 18 mesi circa) e neanche tanto costosi. Ora si rendono, invece, necessari almeno tre interventi all’anno, per una spesa complessiva che si aggira intorno ai 4.000 euro.
    Secondo gli incaricati della ditta di spurgo l’impianto è malfunzionante e non riceve più gli scarichi. Esiste qualche rimedio o siamo costretti a tenerci l’impianto così com’è?
    Grazie e cordiali saluti.

  41. Buongiorno,
    volevo chiedervi se è possibile installare una vasca biologica imhoff a vista in un locale cantina al piano interrato di un fabbricato di n.4 appartamenti.
    Nel corso dell’utilizzo della precitata vasca biologica a vista la stessa si può rompere?

    Grazie e buona giornata

    • Per Simone.
      Di solito le vasche Imhoff vengono installate all’esterno del fabbricato.
      Il fatto di posizionarle all’interno di un edificio ed in uno scantinato, con il tempo può dare origine a cattivi miasmi.
      Ti conviene recarti presso l’ufficio Scarichi e Fognature del tuo Comune, dove dovrebbero avere un Regolamento per tale materia.
      Poi ti regolerai di conseguenza.
      Amedeu e c.

  42. Buongiorno,
    due anni fa ho acquistato la casa in campagna e (a dire dell’ex proprietario) era allacciata alla fognatura comunale. Qualche mese fa ho subito il blocco degli scarichi. Dopo che un idraulico ha messo 3 giorni cercando il pozzetto di ispezione sul terreno circostante ho chiamato ben 8 volte l’ex proprietario il quale alla fine ci ha indicato un punto dove abbiamo scoperto una fossa biologica. Il coperchio di questa fossa si trova sotto il marciapiede che costeggia la casa, per accedervi bisognava far demolire una delle lastre che adesso rimane traballante. Questo coperchio si trova a 20 cm sotto il suolo, era completamente coperto di terra, praticamente nascosto e a distanza di neanche 1 metro dal muro perimetrale della casa.
    In seguito abbiamo scoperto che la parte liquida va a finire nella fognatura comunale e poi nel depuratore (comunque l’allacciamento è stato fatto senza alcuna autorizzazione) ma la parte solida deve essere trattata periodicamente con gli spurghi.
    Ovviamente l’ex proprietario fa finta di niente e io mi domando se in questo momento siamo in regola o se dobbiamo adeguare l’impianto.
    La fossa biologica proviene dagli anni ’60, è del vecchio tipo (ho visto dentro una parete verticale), non Imhoff. Il tubo di conduttura è in cemento ed è sempre degli anni ’60. Probabilmente il tutto funzionava prima per dispersione nei campi.
    La casa è stata costruita dopo il terremoto del 1976 (1981) e a questo punto sembra che non è stata ricostruita la rete della fognatura ma solamente è stata collegata (parte liquida) alla fognatura comunale negli anni successivi.
    Temo che un eventuale lavoro per bypassare la fossa potrebbe avere le conseguenze negative sullo scorrimento degli scarichi visto il materiale in cui è costruito il tubo che porta alla fognatura comunale.
    Saluti
    Margherita

  43. ciao Amedeu sono donato. ho comprato casa in zona agricola a Pescia
    ( PT) proveniente da un frazionamento e adesso mi trovo senza fossa biologica perche e toccata a l altro frazionamento premesso che la zona non e servita da rete fognaria, la casa e servita da giardino di 300mq cosa mi consigli?

  44. Buondi amadeu

    Abbiamo nel condominio una fossa biologica imoff che serve 3 abitazioni con circa 10 11 abitanti, quando hanno installato la fossa biologica ricordo che era di colore giallo con chiusura verde non piu grande di 2m2, ora e mai possibile che dobbiamo chiamare lautospurgo ogni anno.? L’altra ala del condominio stessa fossa stessa gente mai avuto problema perche? Il costruttore ha verificato insieme alli’draulico l’impianto che risulta a detta loro perfettamente installata. Chiedo ancora ho fatto dei lavori in giardino e il muratore contrallando la fossa ,biologica condominiale che trovasi purtroppo mel mio giarsino, era intasata edne stato cosi gentile a pulirla, chiedo- ha rotto il tubo a t che è posto all’uscita, cosa succede? Si intasera prima? Adesso come sostiene lui e diretta? E possibile riaggiungere la t? E se “si” deve riaggiungere la t la parte che va nellacqua quanto deve essere lunga piu o meno? Grazie

    • Per Nando.
      Per prima cosa chiama una ditta per fare sistemare il tubo di uscita della fossa biologica, in quanto rischi (da come ci sembra di comprendere), che il liquame di risulta sversi nel terreno e non nella tubazione fognaria.
      Relativamente alla pulizia della fossa biologica, la stessa, normalmente viene effettuata una volta ed anche due ogni anno.
      Amedeu e c.

      • grazie per la celere risposta

        “il liquame di risulta sversa nella reta fognaria” chiedo: devo comunque sistemare il tubo di uscita o puo rimanere cosi’, se puo rimanere cosi, la fossa ha bisogna comunque di essere pulita lo stesso perchè dara sempre lo stesso problema? il tubo a t puo’ essere aggiunto inserendolo nel tubo spezzato oppure devono per forza spaccare il tutto?
        grazie ma sto in ansia.

        • Per Nando.
          Se sversa nella rete fognaria nera, puoi lasciarlo così.
          Di regola tutte le fosse settiche vengono pulite una o due volte all’anno, per cui rientri nella media.
          Non abbiamo ben compreso dove vuoi inserire il raccordo o tubo a T; comunque se c’è posto per utilizzare un cannocchiale, che è un pezzo speciale che permette di effettuare una interposizione di un raccordo nelle tubazioni, puoi farlo senza spaccare.
          Devi perciò consigliarti con il muratore che ti esegue il lavoro, o se vuoi farlo da te devi farti spiegare dal personale del magazzino edile dove effettui l’acquisto, come si inserisce il cannocchiale insieme al T.
          Amedeu e c.

  45. Buonasera, dovendo avviare un’attività di agriturismo avrei bisogno di capire la modalità di smaltimento dei reflui meno costosa …. pensavo ad una fossa imhoff preceduta da un degrassatore e succesivo scarico a suolo mediante sistema di subirrigazione. È un sistema efficace che consente di rispettare i parametri di legge? Oppure è necessario un sistema di depurazione a fanghi attivi? Altro quesito riguarda il contestuale avvio di un impianto di trasformazione del latte aziendale, circa 400 lt di latte al giorno . Premetto che il minicaseificio è situato sempre in agro, ma distante dalla struttura agrituristica per cui ho necessità di un ulteriore sistema di depurazione. Tenuto conto che il siero ottenuto non va a refluo in quanto somministrato come alimento ai suini presenti in azienda e che lo scarico idrico stimato contenente solo le acque di lavaggio delle attrezzature, dei pavimenti e del servizio igienico del personale è di 1500 litri al giorno per 90 giorni lavorativi all’anno. Anche in questo caso è sufficiente una fossa imhoof ben dimensionata o è necessario un impianto di depurazione vero e proprio?

  46. Buongiorno,
    circa 25 giorni fa abbiamo fatto lo svuotamento di una fossa collegata ad una seconda fossa perchè la prima fossa è posizionata all’interno di un tettoia chiusa esterna, uno dei 4 muri è quello perimetrale dell’abitazione. E’ stata svuotata perchè abbiamo riscontrato che c’era dell’umidità sempre crescente della pavimentazione in cls… la fossa era piena… ma ora la situazione non è cambiata anzi l ‘umidità sembra che si stia allargando… direi che almeno la parte superiore del cls dovrebbe essere meno umida… premetto che noi siamo anche allacciati alla fognatura comunale, quindi abbiamo le due fosse e poi il collegamento alla fognatura nera comunale.
    La fognatura è arrivata in un secondo momento e quindi hanno mantenuto le due fosse e hanno fatto l’allacciamento.
    E’ possibile che la fossa sia bucata? L’anno di costruzione della casa è attorno alla fine degli anni ’60.
    Se così fosse, potrei far collegare il tubo della colonna di scarico saltando la prima fossa e far convogliare tutto nella 2 fossa? Che pendenza dovrei tenere? La seconda vasca è a circa 12 mt dalla prima, e l’allacciamento comunale dista dalla seconda vasca circa 25 mt.

  47. Buongiorno,

    Abito in una palazzina di 4 unità abitative in cui sono posizionate due vasche imhoff (una per lato) . Sia io che i miei vicini che abitano sotto vi risiediamo dal 2006(primo ingresso). Non abbiamo mai avuto problemi nè di cattivi odori, nè il livello delle a que è troppo alto(circa un metro dal bordo). Pensavamo che pulire la vasca senza effettiva necessità fosse controproducente perchè si daneggia la flora batterica atta alla “digestione” dei liquami e che non si dovesse fare nulla sino a quando non si notano cattivi odori o anomalie nel defluvio degli scarichi del water. Invece leggo che è consigliata la pulizia e svuotamento almeno una volta l’anno…mi devo preoccupare?

    • Per Sergio.
      La flora batterica, normalmente nelle fosse biologiche delle nostre case, ne esiste veramente poca, se addirittura non la troviamo assolutamente.
      Il problema è determinato dai detersivi e acidi che vengono usati nelle cucine, con le lavatrici e per pulite i wc dei bagni.
      La soluzione consisterebbe nel porre prima della fossa settica un capiente degrassatore da tenere pulito regolarmente.
      http://www.coffeenews.it/allaccio-di-una-casa-alla-fognatura-nera-pubblica-lavori-e-particolari-come-fare
      Quasi sempre le nostre fosse biologiche sono diventate dei filtri per bloccare carta e materiale solido.
      Relativamente allo svuotamento, la fossa biologica va svuotata una o due volte l’anno, specie per togliere il materiale solido che si accumula nella parte alta.
      Amedeu e c.

      • Forse mi sono espresso male e me ne scuso, per flora batterica io intendo quei microorganismi atti alla depurazione dei residui solidi che finiscono nella vasca imhoff, non c’è una fossa biologica. c’è una vasca Imhoff!! Aggiungo anche che è presente una vasca condensa grassi. La mia perplessità riguarda il fatto che nel sito si consiglia chiaramente di provvedere alla pulizia almeno una volta l’anno quando io ho sempre saputo che la pulizia della vasca imhoff è da fare solo se non funziona più. Infatti una pulizia non necessaria danneggia quei microorganismi di cui sopra. Mi conferma che queste informazioni sono errate?

        • Per Sergio.
          Le fosse Imhoff si pongono in opera là dove non esiste una fognatura nera pubblica, tipo le aree agricole.
          Il liquame passa nella fossa Imhoff e poi viene smaltito nel terreno attraverso una subirrigazione o una fitodepurazione.
          Comunque la fossa deve essere sempre preceduta da dei degrassatori da tenere costantemente puliti.
          Le fosse Imhoff vanno pulite almeno una volta l’anno, ma lo svuotamento non avviene completo, in quanto, di solito, si lascia da svuotare la zona posta in basso, dove avviene la digestione.
          http://www.coffeenews.it/fossa-imhoff-suo-dimensionamento
          Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + = 13

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>