Fognatura. Tubo in PVC rotto: riparazione facile.

Avete un problema alla vostra fognatura domestica? Volete ripararla sul posto, senza fare grossi lavori? Seguite il seguente sistema.

La fognatura in esame può essere orizzontale interrata o verticale che scende  all’interno di un muro o incassettata, non fa differenza.

Normalmente chi non è del mestiere, chiama una ditta e va incontro a delle grosse spese, in quanto rischia di fare sostituire tutta la tubazione interessata dalla rottura.

Nel caso che vi presentiamo, aprendo solo un tratto della fognatura, in maniera da poterci lavorare agevolmente, si riesce, tramite la creazione di un tubo sagomato a "cannocchiale" a sostituire solo ed unicamente il tratto di tubazione rotta.

Di seguito vi mostriamo in un disegno, le operazioni che vanno eseguite in successione e che sono semplicissime.


CLICCARE SULL’IMMAGINE

Ipotizziamo che il tubo sia in PVC maggiorato (per fognature) del diametro da 100 mm (ma questo sistema va bene per tutti i diametri)

Va intercettata la perdita e se è di notevole dimensioni (cioè non basta metterci una "toppa" incollata e legata), si deve portare allo scoperto un tratto di tubo proporzionato alla lunghezza della rottura, liberandolo intorno di terra o di eventuali detriti.

Si taglia via un pezzo di detta tubazione (ammettiamo 90 cm), servendoci di una lama da seghetto (vedi disegno N° 2), dopodichè si scalda con il fuoco di carte di giornale arrotolate la parte inferiore del tubo (n°3) a valle dello scorrimento acque.

Non usate cannelli a fiamma o attrezzi ad aria calda, in quanto perdereste tempo.

Con uno spezzone  di tubo (colore blu), ed a tubo caldo e molle (tastarlo con la mano guantata), si inserisce nel tubo scaldato e lo si allarga, cioè si crea un "bicchiere" (vedi figura 4)

Osservate bene la figura 4, in quanto è importante vedere le proporzioni del "cannocchiale" da creare contemporaneamente con tre tratti di tubo a bicchiere lungo. La lunghezza di ogni tratto con bicchiere lungo deve essere in questo caso di 45 cm.

Nella figura 5 i tre spezzoni di tubo sono stati inseriti come prova e la loro lunghezza totale deve essere uguale al tratto di tubo tagliato (cm 90 nel nostro caso).

Si disuniscono di nuovo i tre spezzoni di tubo.

A questo punto si sparge la colla per tubi di PVC ( TANGIT) sui maschi dei tre tratti a non a bicchiere e sul tubo in alto.

Si inseriscono quindi i tre tubi e si fanno scorrere, il primo verso l’alto ed il terzo verso il basso (fig. 6).

Il Tangit ancora fresco aiuterà l’inserimento dei pezzi di cui sopra, comunque nell’inserirli dovete girarli leggermente in maniera che il Tangit si spalmi bene sulle superfici a contatto.

La figura 7 mostra il lavoro completato.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

28 commenti

  1. Per Luigi P.
    Grazie. Accettiamo i suggerimenti di tutti.
    Amedeu

  2. COME DEVO FARE PER SOSTITUIRE UNA CURVA A GOMITO DA 90 GRADI CON UNA DA 45 SEMPRE CON QUESTO SISTEMA A CANOCCHIALE…..GRAZIE

  3. Per Giancarlo.
    Applicando una curva a 45° ti cambierà la direzione di innesto del tubo, per cui devi studiare il sistema di ricollegarti, ma non sarà cosa semplice.
    Amedeu e c,

  4. Ciao amedeu,
    ho la necessita di abbassare lo scarico della lavatrice.
    Il tubo, adesso isolato dal muro, termina con un svaso a bicchiere su cui è innestato l’imbocco a forma di “periscopio” sempre in pvc,
    Dovendo poi innestare la curva più in basso dovrò tagliare il tubo perdendo l’innesto a bicchiere.

    Ad un centro rivenditore per idraulica mi hanno fornito un manicotto con doppio bicchiere , quindi da inserire sul tubo (che quindi rimarrebbe interno) al contrario di quanto illustrato da te.
    E’ una operazione che mi consente di ottenere una chiusura completa?
    è sufficiente l’innesto o devo applicare qualche materiale isolante /collante?

    Grazie in anticipo

  5. Per Riccardo.
    Non è molto chiara la tua spiegazione. Andiamo comunque a senso: probabilmente il tubo è in PVC da 40 mm con curva e “Boccolotto” con guarnizione di gomma, dove puoi infilarci il tubo della lavatrice.
    Se tagli il tubo in basso, devi tagliare il “bicchiere”, che ti serve per innestarci il maschio della nuova curva con boccolotto.
    Il rivenditore ti ha fornito un raccordo femmina/femmina, ma se inserisci la femmina nel tubo che hai tagliato, (la colla da usare per il PVC è il Tangit che troverai presso tutti i magazzini edili), corri il rischio che poi tale giunzione ti perda.
    Una cosa che normalmente si fa in questi casi, ma non sappiamo se sarai capace (scusa ma è un poco difficoltosa) è quella di liberare dalla muratura la testa del tubo tagliato, poi devi preparare delle pagine di giornale (quotidiano) arrotolate per lungo, ma non pressate.
    Devi dare fuoco in cima ad una di essa (usa i guanti) e scaldare intorno e dentro al tubo (finita una pagina accendi subito la seconda) .
    Quando, a tasto, senti che il tubo diventa “semimolle”, ungi con il Tangit la curva (maschio) e manovrandola, crei un bicchiere nel tubo rimasto e contemporaneamente la incolli.
    Se vuoi provare preparati un secchio pieno a metà di acqua e dove getterai i fogli bruciati.
    Eventualmente prova prima con un pezzo di tubo tagliato e da gettare.
    Amedeu e c.

  6. sono un amministratore di condomini e sto cercando in Roma una ditta che faccia la riparazione facile di un tubo rotto che voi proponete.l’intervento deve essere fatto dal bocchettone del terrazzo condominiale perchè il discendente rotto passa attraverso le intercapedini degli appartamenti e nel punto dove il tubo è rotto i proprietari non vogliono rompere l’intercapdeine,
    pertanto devo fare un intervento che voi consigliate.
    grazie
    S Cappiello amm.re condominio via cavour 325 roma
    grazie

  7. Per Salvatore.
    Pubblichiamo il tuo commento,e speriamo che qualche ditta di Roma possa contattarti.
    Amedeu e c.

  8. Devo intercettare a pavimento una tubazione in pvc di 100 e collegarmici con un tubo di 75 oppure di 60. Qual’è il sistema più semplice/pratico? Ho sentito dire che esistono degli scorrevoli…ma che, però, per il tubo di 75 prevedono un tubo di 125. Mi puoi illuminare su ciò che realmente si trova di commercio e sulla procedura corretta per fare questo innesto, rompendo il meno possibile?
    Ah, c’è da dire che l’innesto va fatto in un garage, con pavimento in cemento con la rete sotto… anche qui, quel’è il sistema migliore per fare uno scasso il più pulito possibile?

    Grazie

    • Per Giovanni.
      Se ti ci devi collegare, dovrai mettere in opera un T od una braca o braga con riduzione femmina 60/75 e maschio 100 mm.
      Puoi creare, o trovare in commercio presso i magazzini edili, un cannocchiale del diametro da 100 mm , da inserire a monte o a valle della braca o del T.
      Il lavoro non dovrebbe essere difficile, ci vuole molta attenzione.
      Se trovi il cannocchiale (con guarnizione, sarà molto meglio che realizzarlo, in quanto, come avrai visto dalle immagini dell’articolo dal quale ci hai scritto, comporta diverse manovre che non sono semplici.
      Devi naturalmente rompere il pavimento (lavora possibilmente con mazzuolo e scalpello, oppure con un martellino elettrico, ma adoperalo con attenzione).
      La rete devi tagliarla con la smerigliatrice a disco.
      Procedi con calma e cerca di non spaccare il tubo da 100 mm.
      Amedeu e c.

  9. Salve, il bocchettone (è una scatola di piombo) del terrazzo condominiale forse si è riempito di foglie (passano attraverso il chiusino mobile) e l’uscita del bocchettone mediante un tubo in pvc scarica vicino al bocchettone del mio terrazzo. Anche se non piove l’uscita di acqua continua inesorabilmente per molti giorni, ho cercato di pulirmelo (sia da sopra che ta sotto togliendo il pvc)ma i vari tentativi sono falliti ( ho tentato con la guida per corrugati e con ferri ricurvi con punta a gancio) chiedo qualche consiglio su come procedere per ritentare positivamente.
    Grazie e cordiali saluti

    • Per Giuseppe.
      Vi sono molti tipi di scarico per le terrazze.
      Ci sembra di comprendere che il bocchettone di uscita dell’acqua piovana sia protetto da un chiusino mobile posto in piano, togliendo il quale si può pulire il tubo in uscita.
      Comunque sia, potresti sostituire detto chiusino, con un cestello raccogli sporco (vedi a questo link http://www.hutterer-lechner.com/it/products/catalog/Major-drains-of-perfect-series/attachments/HL195.aspx) in plastica, il quale è visibile ed esteticamente non bello, ma si può pulire esternamente con facilità.
      Se non riesci a pulire lo scarico, puoi provare a cercare un automezzo con Scovolatrice (Di solito ne sono provvisti le ditte che effettuano anche lo spurgo delle fosse Imhoff), ammesso però che il tubo delle stessa (del diametro di circa 2 cm) non trovi ostacoli in entrata.
      Amedeu e c.

  10. devo intervenire su un tubo in PVC interrato, a gomito 45°, di una lunghezza di circa 60 cm., che è fessurato nella parte superiore. Durante la stagione invernale il tubo in questione viene sommerso dalla falda e l’acqua vi penetra andando a scaricare in un pozzetto la cui pompa lavora quasi ininterrottamente. Se riuscissi ad eliminare la falla, l’acqua si disperderebbe nel terreno evitando così l’uso continuo della pompa. Avete dei suggerimenti da darmi? Vorrei evitare di rompere il mattonato e procedere alla sostituzione o riparazione, sicuramente più agevole ma dispendiosa. Grazie

  11. Salve, complimenti per le esaurienti spiegazioni! Abito in campagna, mi si è rotta una curva gomito di un tubo della fognatura.Da un lato è incastrata in un tubo che è interrato e va a finire e fuoriuscire a filo di un muro, e dall’altro in un tubo esterno, invece al muro e che scende in diagonale verso il terreno dove va poi a inserirsi e poi andrà penso verso un tombino..C’è come un taglio di circa 15 cm, a disincastrare la curva e sostituirla non ce la posso fare…mi può consigliare un modo per ripararla per favore.?ho pensato al silicone….La ringrazio tantissimo per l’aiuto!Andreina

    • Per Andreina.
      Quando si rompe una tubazione o un raccordo (Si pensa in PVC e non in eternit) di una fognatura, il sistema più idoneo per rimediare è solamente quello di sostituire detta curva, usando il sistema a cannocchiale che tutti i muratori conoscono.
      Altre soluzioni sono palliative e non danno risultati certi, nel tempo.
      Amedeu e c.

  12. Salve devo sostituire una tee che congiunge tre tubi da 63mm lunica parte del tubo che posso liberare e quella che entra nel bicchiere della tee di fronte alla parte maschio e laterale alla t ho solo 10 centimetri di tubo e nn posso piu liberare ci sono tubi acqua e luce la parte che taglio lunga ho capito come sistemarla cn i bicchieri ma nn riesco ad entrare la tee contemporaneamente nella colonna dritta e quella che arriva di lato……aiutatemi…..esistono tee con collo femmina lungo?

  13. Buongiorno Amedeu, ho una tubazione di scarico della linea lavandino e lavastoviglie che si blocca continuamente a causa della “palla” di saponi. Abito a piano terra e questa linea arriva all’esterno dopo circa 7 mt, al pozzetto sgrassatore acque chiare, con una curva a 90° e allacciandosi allo scarico dell’appartamento accanto (il pozzetto è in comune). In tutto questo tratto non ho ispezioni, e quindi l’ultima volta ho dovuto chiamare la ditta dello spurgo e passare dal sifone lavandino, allagandomi tutta la casa. Vorrei intervenire sulla parte esterna della casa e fare in prossimità del raccordo con lo scarico dell’altro appartamento, un ispezione, mettendo una braga con un tappo, in modo tale da poter intervenire a pochi centimetri dal punto che si crea il blocco di sapone. Puoi darmi qualche consiglio e come realizzarlo?? Grazie mille Amedeu

    • Per Simone.
      Possiamo darti delle linee di massima poichè la situazione che ci hai descritto non è del tutto chiara.
      Il Degrassatore, se puoi farlo, dovrebbe essere avvicinato il più possibile all’uscita dal muro della tubazione della cucina e della lavatrice.
      Poi, puoi installare anche la braca o un T con tappo a stringere (Anche più di una se lo ritieni necessario) e ti servirà per scovolare la tubazione, nel caso si formassero dei depositi di calcare.
      IL degrassatore va tenuto costantemente pulito.
      Amedeu e c.

  14. Non ci sarebbe la possibilità di passare da un PVC rigido ad uno flex, e poi di nuovo al rigido?
    Grazie.

    • Per Daniel.
      Di solito si usa un materiale omogeneo onde effettuare lavori a regola d’arte.
      Poi ci sono anche gli arrangiamenti, ma che rimangono sempre tali.
      Amedeu e c.

  15. Buongiorno Amedeu,
    dovrei posera un piccolo canale grigliato (lunghezza 1mt) con scarico 75mm che raccoglie delle acque piovane che attialmente a causa di una casetta in legno addossata vengono deviate contro il muro di casa.
    Vorrei far scaricare questo canale nel raccordo di scarico di un pluviale (credo da 150mm) che passa li sotto.
    Mi chiedevo se e’ fattibile o sconsigliabile semplicemente fare un carotaggio nel tubo e fissarci entrare il 75mm di scarico o se e’ necessario scoprire una buona parte del tubo, tagliarlo ed installare un giunto a T.

    Credo tuttavia che la soluzione del giunto a T alzerebbe il punto di scarico a tal punto da compromettermi l’inclinazione del canale.
    Cosa mi consiglia di fare?

    Saluti
    Giuseppe

    • Per Giuseppe.
      Come comprenderai, sarebbe necessario eseguire un sopralluogo, in quanto è azzardato esprimere un parere senza vedere.
      Tieni comunque conto che tale griglia deve poter ben ricevere, ma soprattutto ben scaricare verso fossi o altro, situati a quota inferiore del fondo griglia.
      Amedeu e c.

      • Amadeu grazie per la risposta,
        comprendo la diffolta’ del parere riguardo all’installazione, ma quello su cui ho dubbi e’ solo relativo alla giunzione dello scarico.
        Sono certo che la griglia avrebbe portata sufficiente, che la installerei con la corretta pendenza ed in modo da ricevere tutta l’acqua nel modo corretto (anche perche’ e’ in lieve discesa).

        La mia domanda era relativa allo scarico dell’acqua raccolta, infatti circa 20cm sotto la griglia passa il tubo di scarico che porta l’acqua di un pluviale al pozzetto di raccolta di pluviali e drenaggio, il quale a sua volta va a scaricarsi in un ruscello.
        Mi sembra percio’ una buona idea buttare l’acqua di questa griglia in quel tubo in PVC (quelli arancioni), ma non so se per uno scarico di 40 o 60mm (su un tubo da 150) sia una buona idea fare un carotaggio e farlo entrare nel tubo (sigillandolo con l’adeguato collante) o sia necessario scoprire un bel pezzo e mettere un giunto a T.

        Grazie
        Giuseppe

  16. buongiorno Amadeu
    ho la braga in pvc da 100 mm che esce dalla fossa Imhoff che non scarica. Temo che delle radici si siano infilate all’interno della braga e siano proliferate. Può essere utile praticare un foro e tramite un tubo versare dell’acido muriatico? Se no cos’altro si può fare?
    Grazie
    Lorenzo

    • Per Lorenzo.
      Puoi provare facendo un foro nella braga e cercando di pulire con un filo di ferro plastificato e non, da 3 mm.
      L’acido muriatico può essere una alternativa, ma se usato in quantità eccessiva può inibire i batteri della digestione presenti nella Imhoff.
      Il miglior sistema, a nostro avviso, sarebbe quello di ritrovare la braca, toglierla e rendersi conto di ciò che è avvenuto veramente.
      Dopo di che ricomporre lo scarico dopo la fossa.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.