Il pericolo delle termiti Rossi. Come combatterle.

Nei due precedenti articoli abbiamo raccontato di come sono state da noi contattate sfortunatamente le termiti, spiegando inoltre, per sommi capi, quale è la loro vita sociale e quali sono le loro abitudini.

E’ una piaga ancora poco conosciuta, ma che interessa moltissime abitazioni italiane, per cui si ritiene ancora una volta giusto sottolineare che questo rischio va conosciuto, in quanto, se non altro si possono prendere dei provvedimenti per combetterlo fin dall’inizio.

Non esistono prevenzioni contro il flagello delle termiti Rossi. Anche se il legname, pima di metterlo in opera,  viene trattato con i migliori prodotti antiinsetti in commercio, l’efficacia degli stessi é pur sempre limitata nel tempo, per cui le travi o altro manufatto in legno, prima o poi, si troveranno immancabilmente scoperti di fronte ad un attacco delle lucifugus

I metodi previsti per combatterle, come abbiamo accennato nel precedente capitolo, sono due, ma noi parleremo del metodo americano cioè del Sentritech della Dow Agro Sciences Americana.

Appena si riesce a scoprire la presenza di terniti, va chiamata una ditta di disinfestazione, ed in Italia ve ne sono diverse.

E’ sempre bene richiedere un sopralluogo dai tecnici di queste ditte (che verrà effettuato gratuitamente o a pagamento di una modesta cifra)

Di solito i tecnici sono molto preparati e vi spiegheranno le abitudini e la pericolosità di questi insetti, proponendo infine il metodo per combatterle.

Il sistema americano, prevede il "piazzamento di trappole" intorno all’edificio interessato.

Queste "trappole" possono essere di fattura diversa ; noi ve ne mostriamo un tipo nella foto sottostante:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Quello che vediamo è un contenitore tronco conico in plastica, con il tappo apribile a scatto:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Il contenitore ha le pareti esterne parzialmente aperte, in maniera da consentire all’insetto di accedervi.

Dentro il contenitore si trovano inseriti un cilindro cavo diviso in due e in legno, ed un secondo cilindro con un prodotto che attira gli insetti grazie ad una particolarità chimica  che agisce sui feromoni della termite.

Vediamo la foto sotto:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Il contenuto della scatola verde, a destra nella foto, viene aperto e posizionato sopra cilindro in legno; quindi il coperchio deve essere chiuso.

A questo punto l’esperto individua i punti del terreno dove posizionare questi contenitori trappola.

Viene scavata una piccola buca , posato il contenitore e quindi "rincalzato" con la terra.

Sotto vediamo una di queste trappole posizionate.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Le trappole devono praticamente circondare tutto l’edificio oggetto dell’attacco delle termiti Rossi e ne possono essere posate anche dieci e più.

Lo scopo di tale trappole è quello di intercettare, nel terreno, il passaggio delle termiti Reticulitermes lucifugus, che attirate dal feromone trovano il nutrimento invadendo il contenitore.

Comprenderete, che pur essendo piazzate con attenzione ed in luoghi dove sia stata confermata la presenza di cunicoli o il passaggio sotterraneo delle termiti, esiste sempre una minima possibilità, che questo non avvenga facilmente, ma che invece occorra molto tempo.

I tecnici effettueranno il primo sopralluogo, per verificare la presenza delle termiti, circa 45 giorni dopo il piazzamento delle trappole.

I sopralluoghi si ripeteranno ad intervalli prestabiliti, e gli esperti controlleranno attentamente cosa avviene nelle trappole.

Accertata la presenza della termite lucifugus in una trappola, viene sostituito immediatamente il cilindro verde e messo un nuovo cilindro (colore rosso, a sinistra, nella foto sotto):

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Questo nuovo cilindretto contiene un prodotto chimico molto diluito e non pericoloso per le persone, ma che prelevato dalle termiti, viene praticamente trasportato in tutte le loro sedi e nel nido, agendo sulla colonia, fino a farla scomparire.

Questo é l’andamento lineare che porta alla distruzione, o perlomeno alla dispersione delle termiti Rossi.

Non è detto però che ciò avvenga con facilità, e può succedere anche che i sopralluoghi dei tecnici si protraggano anche per un anno.

Da ciò si può ben comprendere, che purtroppo, la lotta intrapresa per distruggere questi insetti può diventare onerosa.

D’altro canto non esistono alternative. Gli  Inglesi, ma in particolarmodo gli Americani conoscono molto bene quello che noi nel primo articolo abbiamo definito "un flagello per le costruzioni".

In America specialmente molte case sono prevalentemente di legno e naturalmente il problema è più sentito che da noi.

Il lettore, certamente si domanderà se non valga la pena di non fare nulla, lasciando le Termiti Rossi indisturbate.

Il fatto è che questi insetti sono talmente voraci che, se trascurati, possono distruggere dall’interno un intero solaio, causando anche  possibili crolli.

In particolare le biblioteche ricche di libri e gli edifici storici ricchi di legno con fregi , soffitti lavorati ed altre antichità, se interessati dalla Reticulitermes lucifugus possono essere danneggiati in maniera grave.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

2 commenti

  1. Salve Vorrei sapere se le trappole per le terrmiti si possono trovare in commercio o sono a disposizione solo per gli esperti

    distinti saluti

  2. Per Stefano.
    Come avrai letto nell’articolo, contengono delle sostanze pericolose, anche se in piccole dosi, per cui debbono essere adoperate da personale esperto.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.