Il vaso emette cattivi odori per mancanza di un tubo esalatore. Come fare

Molte abitazioni poste in vecchi edifici hanno il bagno wc che emette cattivi odori. Si propagano all’intero appartamento, tanto che costringono le persone a tenere la finestra del bagno sempre aperta, anche nelle giornate più fredde.

Nel passato non usava prolungare la tubazione di scarico fino sopra al tetto, per cui, non esistendo alcuno sfiato verso l’esterno, i maleodori uscivano direttamente dal vaso saturando gli ambienti.

Nei nuovi edfci invece, ogni appartamento costruito usufruisce di un esalatore singolo o a comune che supplisce a tali inconvenienti.

Per chi abita in vecchie case, vorrebbe potere rimediare a tale mancanza, ma il più delle volte non può, o perchè trova difficoltà a mettersi d’accordo con altri condomini, oppure in quanto andrebbe incontro ad opere piuttosto onerose.

In questo articolo vogliamo farvi vedere uno dei sistemi chiamiamoli "non tradizionali" adottati in questi casi, che comportano un minimo di lavoro e quindi di spesa, ed inoltre non deturpano le facciate degli immobili.

La soluzione prospettata non andrà bene per tutti, in quanto molto dipende dalla conformazione della casa, dal suo aspetto architettonico e da altri fattori soggettivi; comunque in molti casi quella prospettata sotto, potrebbe essere la soluzione cercata.

Detto questo osservate la fotografia sottostante. E’ di una vecchia casa che è stata restaurata. Poichè non era possibille per il Wc al piano terrenp creare un esalatore interno, lo si è creato esternamente con tubo in PVC dia 80 bianco, in maniera da  mimetizzarlo come un pluviale discendente della casa (In verità i pluviali qui sono in rame, come la doccia, però il tubo bianco non si nota molto ed adempie al suo scopo)

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Ancora sotto vediamo due foto con meglio evidenziato l’esalatore in PVC. Come si può vedere dalla seconda foto, la gronda è  costituita da travicelli e tavole in legno, per cui il maggiore ostacolo che poteva trovarsi nel cammino del tubo esalatore, è stato facilmente superato.

CLICCARE SULLE IMMAGINI

Osserviamo adesso il disegno sottostante. Rappresenta la sezione dell’edificio, con il particolare dell’attacco del tubo esalatore in PVC bianco alla tubazione dello scarico del vaso, in PVC maggiorato (colore arancione)

In questo caso, che noi chiamiamo prima soluzione, il collegamento all’interno del muro, avverrà tramite una curva aperta ed uno spezzone di tubo in PVC del diametro da 80 mm (più una riduzione 80/100 mm)

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Adesso vediamo sotto la seconda soluzione, che prevede l’allaccio dell’esalatore esterno alla tubazione di scarico, tramite una curva a 90° in PVC bianca, una curva a 90° in PVC arancione ed una curva aperta sempre in PVC arancione, tutte del diametro da 80 mm. (più una riduzione 80/100 mm)

Questa seconda soluzione permetterà all’esalatore di arrivare più in basso possibile, in quanto non sempre, l’ingresso nel muro, può essere nascosto dal parapetto del terrazzo come nel nostro caso. Questo fattore puramente estetico,  può comunque essere superato anche diversamente, e cioè entrando con la curva nel muro e poi mettendo un "falso tubo" sempre in PVC bianco che nasconda la curva (inglobandola) e che arrivi fino a terra, in maniera da sembrare a tutti gli effetti un pluviale discendente.

In alternativa possono essere usate anche tre curve aperte in PVC diam 80 mm.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sotto ancora vi mostriamo la sezione in corrispondenza dell’attraversamento della gronda e dell’uscita dell’esalatore dal tetto.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

55 commenti

  1. Ciao Amedeu,
    sto legendo con molta attenzione i tuoi post sull’argomento, perchè sono poprietario di una palazzina di due piani in cui il condomino del piano terra lamenta la presenza di odore di fogna quando fa la doccia.
    La palazzina è isolata ed è dotata di fossa Imhoff.
    Non credo che la fossa abbia uno sfiato, e così pure la colonna dei bagni (PT e 1°piano), che sono sovrapposti.
    Pensi che il problema si possa risolvere creando uno sfiato sul tetto alla colonna dello scarico?
    Potrebbe essere sufficiente fare uno sfiato esterno solo per il bagno al PT, o va collegato anche quello al 1°P? Tieni conto che al 1°P non hanno mai lamentato il problema.
    Eventualemente, la colonna esterna può essere di piccolo diametro, per nasconderla nella muratura?
    Ti ringrazio in anticipo per la risposta.
    Leonardo.

  2. Per Leonardo.
    la miglior soluzione sarebbe quella di portare sul tetto la tubazione del diametro da 100 mm, uguale a quella degli scarichi.
    Qualora voi non possiate può andare ugualmente bene un diametro inferiore, oppure lo sfiato nel sottotetto, o nei due bagni, purchè adoperiate, in alto al tubo, la valvola di non ritorno, della quale abbiamo parlato in un nostro recente articolo (www.coffeenews.it/una-novita-la-valvola-di-non-ritorno-contro-il-cattivo-odore-dei-bagni ) che è una novità di una primaria ditta.
    Amedeu e c.

  3. Buongiorno, la casa in oggetto ha solo 6 anni , e l’ appartamento e’ una mansarda sottotetto con travi in legno.
    il problema di un forte e costante odore sgradevole in tutta la casa ma che partiva dal bagno, era dovuto alla non corretta posa delle tegole in quanto l’ impresa aveva coperto per meta’ tubo esalatore con una norrmale tegola piatta e l’ altra meta’ invece con la tegola apposita bombata. Essendo pertanto soffocata l’aria rimaneva in parte sotto le tegole riempiendo di questo odoraccio tutto il sottotetto e quindi nell’appartamento passando attraverso le travette.
    Scoperto questo problema (l’ dralulico;) ,ho chiamato un muratore che tolto le due tegole , quella bombata e quella piatta, liberando completamente cosi’ il tubo esalatore , ha preso un raccordo con curva per portare il tubo in una posizione tale da non essere decentrato e quindi non coperto dalle tegole , e poi ha messo il caminetto in teracotta.
    Domanda; adesso il tubo esce completamente dalle tegole avendolo liberato, ma con la deviazione ad “esse “, il tiraggio funzionera’ bene ugualmente oppure la curva rischia di non far sfogare l’aria maleodorante come dovrebbe ? il tubo che esce dal tetto e’ di 5 cm di diamtero……
    In questo momento non si sente ancora la differenza in quanto mi e’ stato detto che la “puzza” sparira’ lentamente in quanto il tetto e’ impregnato , infatti quando hanno sollevato le tegole, l’ odore era molto molto piu’ forte. l’ inquilino precedente non abitandoci non si era posto il problema ed io per eliminare l’ odore che usciva da sotto la colonna del sanitario wc, ho siliconato tutta la base…….

    Ringrazio e porgo distinti saluti

  4. Per Vincenzo.
    Non è tanto la curva che può nuocere, quanto il diametro della tubazione.
    Lo sfiato dovrebbe essere da 100 mm e non da 50 mm.
    Comunque aspetta del tempo e senza dubbio la tua situazione migliorerà.
    Amedeu e c.

  5. grazie mille !

  6. Sig. amedeu io ho la proprietà esclusiva di parte del terrazzo di un condominio sul quale fuoriescie lo sfiato della colonna fecale della rispettiva verticale, volendo realizzare un piccolo bagnetto nel punto del tubo dello sfiato, si può installare il WC sul citato tubo, previa ovviamente taglio a livello pavimento dello stesso e montaggio di una braca per dare poi continuità al tubo dello sfiato precedentemente tagliato?
    Con questa operazione, oltre alla legalità o meno dell’opera, vado mica per caso a creare altri tipi di problemi alla colonna fecale e sfiato in questione?
    Anticipatamente ringrazio per una risposta in merito.

  7. Per Riccardo.
    La cosa è possibile; però devi accertarti che il canale di sfiato sia in PVC maggiorato da 100 mm minimo; sia un prolungamento della colonna montante degli scarichi, senza subire restringimenti o curve chiuse che potrebbero causare sversamenti.
    Dovresti contattare la ditta che effettuò il lavoro per sapere esattamente queste notizie.
    Amedeu e c.

  8. Buongiorno, abito in una mansarda con terrazzo, il palazzo e’ vecchio, ora i condomini dei piani sottostanti vogliono portare lo sfiato degli scarichi appena sopra il mio terrazzo. Mi posso opporre? Il cattivo odore arrivera’ poi nel mio appartamnto? Grazie per l’attenzione.

  9. Per Daniela.
    Devono portare lo sfiato sopra il tetto della tua mansarda, altrimenti sentirai i miasmi di tutti i tuoi coinquilini.
    Opponiti ad altre soluzioni.
    Amedeu e c.

  10. E’ il sifone a gomito del WC pieno d’acqua che non lascia entrare odore in casa . L’esalatore serve per far entrare aria nel tubo di scarico e quindi smaltire l’acqua della cassetta senza rallentare . A ragione Vincenzo l’odore entra in casa dall’esterno , per esempio dall’esalatore al tetto ostruito che manda odore in qualche intercapedine invece che all’esterno . oppure, dato che la bocca d’uscita dell’esalatore ovviamente puzza , se la mansarda ha una finestrella vicina l’odore entra in casa.

  11. Per Stefano.
    L’esalatore ha 2 principali funzioni:
    la più importante è quella di allontanare i miasmi provenienti spesso e volentieri dalla fognatura nera a terra (miasmi che possono prendere anche altre vie, quali quelle degli appartamenti allacciati alla colonna) ed allontanarli oltre la superficie del tetto (si chiamano appunto esalatori).
    la seconda è quella di togliere la compressione nel caso di scarico delle acque degli sciacquoni, in maniera che l’acqua scorra via senza impedimento alcuno.
    Amedeu e c.

  12. Salve, mi sto approntando ad effettuare uno sfiato in una casa in ristrutturazione. Gli scarichi sono nuovi e per motivi tecnici devo mettere uno sfiato del diametro di 60cm. Poco male se non fosse che devo utilizzare per il primo metro di tubazione (in posizione orizzontale sotto pavimento) 3 curve a 90° per poi proseguire sopra il tetto per circa 4 metri. Secondo voi riuscirà a fare il suo dovere questo benedetto sfiato? Grazie dell’articolo e della risposta.
    Alessandro

  13. Per Alessandro.
    Tutto serve, ma certo non è uno sfiato a regola d’arte.
    Amedeu e c.

  14. Buongiorno,

    abito in una casa costruita negli anni 70,in camera di mia figlia passa

    la colonna di scarico del bagno da questa spesso proviene un cattivo odore

    nell’altro bagno avevamo lo stesso problema ma abbiamo risolto mettendo

    un sifone a livello strada.Senza rivolgermi al condominio posso fare

    qualcosa magari rivestendo la colonna con qualche materiale non traspirante?

    La ringrazio per l’attenzione

    e le porgo saluti

  15. Per Marco.
    Una casa di 40 anni la si può definire “abbastanza recente”, quindi le colonne di scarico dovrebbero essere formate di tubi in PVC (probabilmente colore bianco e non arancione spessorato).
    Rivestendo la colonna, non fai altro che “nascondere” i miasmi e l’eventuale inconveniente murario che presentano.
    Se possiamo darti un consiglio, cerca di capire da cosa dipende questo cattivo odore e poi ripara la tubazione (nel caso sia lesionata), oppure controlla lo sfiato sul tetto (nel caso sia otturato da un nido di uccelli), oppure ancora metti un sifone al piedi di detta colonna.
    Insomma accomoda il guasto.
    Amedeu e c.

  16. Salve,
    vorrei acquistare una casa ma ho dei dubbi rispetto alla costruzione e collocazione di un secondo bagno abbastanza distante dalla colonna di scarico. Infatti nella prima visita ho sentito un forte odore di fogna quando ho aperto la porta del secondo bagno. Chi posso sentire come consulente che mi accompagni in una seconda visita per dissipare o confermare i dubbi e eventualmente valutare il costo di una possibile riparazione?

    Grazie.

  17. Per Fabio.
    Un soggetto che abbia esperienza in opere edili, quale può essere un tecnico professionista o un costruttore edile.
    Amedeu e c.

  18. Grazie Amedeu!!

    Hai consigli su qualcuno o qualche ditta qui a Torino?

    Ti ringrazio anticipatamente.

  19. Per Fabio.
    Purtroppo non conosciamo alcuna ditta nella tua città.
    Amedeu e c.

  20. In una vecchia costruzione, durante i lavori di ristrutturazione delle facciate e del terrazzo, sono state create le colonne di areazione dello scarico che prima non c’erano. Adesso le colonne per lo sfiato sono state prolungate dalla tubazione principale oltre il parapetto del terrazzo, ma i condomini dell’ultimo piano (il palazzo è a due elevazioni f,t.) si lamentano dei forti odori che in alcuni giorni, rendono l’aria irrespirabile da non potere aprire le finestre. Come è possibile evitare ciò?
    Grazie.

    • Per Viviana.
      La regola essenziale affinchè gli sfiati delle colonne montanti funzionino a dovere, è di portarli almeno 1 metro sopra al tetto.
      Adesso, tu parli di parapetto della terrazza, per cui, forse, l’edificio è coperto a terrazza ma non a tetto.
      In ogni caso, se a ridosso di detti sfiati non ci sono muri , ma solo aria della copertura sopra l’ultimo piano, non dovrebbero esserci inconvenienti.
      Se avete eseguito bene il lavoro e continua il cattivo odore, provate ad inserire in cima agli sfiati una curva in PVC a 90°, con l’apertura rivolta nel senso oppposto alla direzione di provenienza dei venti dominanti della tua zona.
      Altro non sappiamo aggiungerti.
      Amedeu e c.

  21. Appena ho costruito il secondo piano con due bagni, allacciandomi alle colonne esistenti del primo, accuso maleodore solo da un bagno,al primo piano non ci sono mai stati problemi di maleodorazione e nemmeno adesso,
    solo in un bagno del secondo piano, ho cambiato anche i sifoni del bidet e del lavabo ma niente,infatti la puzza viene dal wc,facendo molta attenzione all’acqua del wc non va mai sotto livello sifone ,però la puzza cè. E’ possibile che mi hanno montato male il wc? la guarnizione…, oppure faccio la colonna fino a soffitto? che devo fa?.. Aiuto sono disperato….dalla puzza!

  22. La colonna di sfiato manca,ma non c’era nemmeno al primo piano e, non c’era nessuna puzza! solo adesso al secondo piano mi succede,faccio controllare la guarnizione del wc, ma se la situazione rimane invariata la colonna di sfiato è l’unica soluzione?

    a presto
    Nico

  23. Ciao a tutti, cerco qualcuno che possa consigliarmi su che tipo di lavoro posso fare per togliere quello sgradevole odore che fuoriesce dal bagno, inizio nel dirvi che abito in un condominio ,e che il mio appartamento e al iv° piano sopra di me al quinto esiste dal momento della costruzione un appartamento con terrazzo. Preciso che fino a sei mesi fa funzionava tutto perfettamente negli ultimi tempi e diventato una cosa impossibile, ho chiesto all’amministratore di far pulire le fosse biologiche cosa che puntualmente e stato fatto, per i primi mesi tutto a posto ,funzionava tutto perfettamente ora e l’inferno, preciso che il condominio è provvisto di fossa biologica e di sfiato alla stessa. Preciso inoltre che (l’amministratore e condomino) che abita al piano di sopra e non vorrei che avesse fatto qualche lavoro.

    • Per Fernando.
      L’unica supposizione che si può fare, è quella che il tubo di sfiato che va sul tetto, sia stato utilizzato dal condomino dell’ultimo piano, come tubo di scarico di un proprio bagno: in quell’occasione, anzichè mettere una braca o braga fatta ad Y, con un ramo che prosegue fino a sopra il tetto, sia stata invece montata una curva, chiudendo così lo sfiato.
      E’ una supposizione, fatta in base a ciò che tu ci hai detto.
      Sta a voi controllare se corrisponde alla realtà.
      Amedeu e c.

  24. Buona sera Amedeu,
    abito in una casa di 2 piani adibita a piccola struttura ricettiva (ultimata nel 2009).
    Ho la mia fossa settica in un cortile interno, da cui di tanto in tanto escono dei cattivi odori che si propagano fino al pianerottolo d’ingresso ed in soggiorno (più che nei bagni al piano terra, il cattivo odore si avvisa in linea con i tubi che portano le acque reflue all’allaccio della fognatura comunale).
    Purtroppo non è stato fatto alcuno sfiato a monte, come posso risolvere il problema?dovrei fare installare uno sfiato adiacente alla colonna di scarico?
    Premetto che staccando l’interruttore della pompa di espulsione acque reflue risolvo il problema all’interno interno, ma dopo un paio di giorni si ripresenta all’esterno.
    Scusa la confusione, ma non essendo per nulla esperto faccio un pò fatica a spiegarmi.
    Saluti
    Santo

    • Per Santo.
      Gli scarichi neri devono avere uno sfiato che arriva fino a sopra il tetto della casa.
      Ma a parte ciò, ci stai dicendo che il cattivo odore proviene da una fossa settica ubicata in un cortile.
      Per ovviare a tale inconveniente puoi sigillare i tappi della fossa con silicone (Non murandoli, in quanto servono per lo svuotamento e per l’ispezione).
      Questo eliminerebbe i miasmi della FN, i quali però devono avere sempre e comunque una via di sbocco verso l’alto, rappresentata dallo sfiato a tetto.
      Amedeu e c.

  25. Quindi potrei fare posizionare una Y nella colonna di scarico in corrispondenza dell’ultimo solaio e farla sfiatare sul tetto?
    Dovrei fare un piccolissimo scasso al secondo piano per arrivarci.
    Grazie 1000 per la sua consulenza….

    • Per Santo.
      Si, comunque usa il pulsante “Cerca”, in alto a destra della nostra Home ed inserisci le parole “Sfiati” o Sfiati wc” e troverai vari articoli che ti possono essere di suggerimento.
      Amedeu e c.

  26. Salve, cortesemente avrei necessità di aiuto per una situazione apparentemente incomprensibile.
    In fase di ristrutturazione del mio appartamento, abbiamo deciso di trasformare il vecchio bagnetto in lavanderia, praticamente è stato eliminato il wc ed è stata installata la lavatrice.
    In alcune giornate ventose, nella stanza attigua all’attuale lavanderia, fuoriesce dalle prese di corrente, un persistente odore di fogna, che rende la stanza invivibile.
    Considerato che è la stanza dove soggiornano più spesso i miei figli, considerato che la cosa è veramente esasperante, volevo chiedervi che tipo di problema si è verificato e quale potrebbe essere l’eventuale soluzione.
    Grazie anticipate !

    • Per Nello.
      E’ un fatto molto strano.
      Cosa possiamo ipotizzare?
      Forse la parete nella quale si trova lo scarico modificato è di forati, e può darsi che la tubazione, oppure lo sfiato in PVC che sale verso l’alto, abbiano una piccola perdita, ed i miasmi, attraverso le scanalature orizzontali dei forati escano dalle scatole di derivazione dei punti elettrici.
      Come comprenderai è solo una delle tante ipotesi.
      Fai controllare il fatto da un buon muratore della tua zona.
      Può darsi che troviate l’inconveniente.
      Amedeu e c.

  27. Buongiorno,
    sono proprietario di un appartamento in un condominio di quattro piani , ogni piano un’abitazione, palazzina costruita nel 1972. Nei lavori di ristrutturazione le maestranze ed i tecnici non si sono accorti della mancanza di esalatori e dopo tante ispezioni sul terrazzo siamo giunti alla conclusione che sulla colonna montante della cucina c’era uno in passato e pare che sia stato interrotto dall’appartamento del 4° piano, invece nella colonna montante del wc , dicono che è forse possibile che sia collegato alla grondaia di raccolta delle acque del terrazzo. Com’è possibile risolvere il problema in maniera condominiale oppure in maniera individuale dal mio appartamento?
    Grazie

  28. Gentili signori
    io ho problema che esalatori (condominio 6 piani vecchio) escono dal mio bagno e bagnetto e non vanno sul tetto cosi c’e puzza ma condomini e lo stesso amministratore se ne sbatte…volevo sapere se posso provargli che non siamo in regola….come faccio? Grazie
    mi puo’ rispondere alla mia mail?
    erika

  29. Salve, io dovrei mettere un tubo per la ventilazione dello scarico e per l’esalazione degli odori, se questo tubo “cammina” orizzontalmente per qualche metro e poi esce all’esterno sempre orizzontalmente può funzionare? la colonna di scarico è da 110 mettendo una sezione per lo sfiato di 50 di diametro potrebbe bastare per un funzionamento sufficiente? Grazie

  30. Buongiorno Amedeu, sto ristrutturando una villetta su un unico piano, che verrà adibita ad abitazione padronale più quattro piccoli monolocali da affittare nella stagione estiva. In totale cinque unità abitative con i bagni che, per esigenze progettuali, sono abbastanza distanti tra loro.

    La domanda è: OGNI bagno deve avere la propria ventilazione che arriva al tetto ? In questo caso avrei il tetto pieno di tubi del 100, considerando che in totale ci sono sette bagni (1 per monolocale più altri due ed una lavanderia nella casa).

    Una seconda domanda: il wc è l’unico scarico ad aver bisogno di ventilazione ? Lavatrice, doccia, vasca da bagno, lavabo, cucina, bidet, lavapiatti ecc. possono anche non averla ?

    Visto che siamo in fase di ristrutturazione se devo prevedere qualche cosa lo faccio ora.
    Grazie della consulenza, cordiali saluti.
    Edo.

    • Per Edo.
      Ogni colonna montante dei wc deve essere provvista di uno sfiato che arriva fin sopra il tetto, altrimenti avrai il cattivo odore nel bagno.
      Il fatto che tu abbia una casa sviluppata solo su un piano terreno, ti penalizza, in quanto ti mette in condizione di avere, purtroppo, diversi tubi di sfiato.
      Per le cucine, sappi che le stesse devono scaricare nella stessa fognatura nera nella quale scaricano i bagni, per cui devono avere ugualmente uno sfiato.
      Per queste ultime potresti adoperare un tubo di sfiato da 60 mm.
      Amedeu e c.

  31. Salve ho un problema con cattivo odore nel bagno al piano primo che scarica diretta nella fossa biologica interna alla. Lavanderia che propaga cattivo odore ovunque… Come posso fare per inserire una sfiati? Devo spaccare tutto il bagno? La fossa è sifonata pensavo di metterne una fuori e by-passarla è fattibile??? Grazie

  32. Ciao, nella pizzeria di mio figlio da circa 2 anni si sentono degli odori che, secondo me, vengono dagli scarichi dell’appartamento sopra. Il condomino ha eseguito dei lavori nel suo bagno circa 5/6 anni fa ma, non abita qui e viene solo saltuariamente. Abbiamo provato a chiamare un tecnico per vedere se c’erano delle perdite d’acqua ma non abbiamo trovato niente, è possibile che l’odore sia dovuta alla mancanza dello sfiato ? La casa è degli anni 60 circa . E chi potrei chiamare per un controllo ? gli idraulici del mio paese non mi hanno saputo dire niente . Ti ringrazio anticipatamente a presto ciao

    • Per Gabriella.
      Cerchiamo una soluzione per ipotesi
      Se senti dei cattivi odori di fogna, è evidente che esiste vicino uno sversamento o delle apparecchiature sanitarie che emettono tale miasma.
      Nel caso di un appartamento non abitato da lungo tempo, specie se questo non ha uno sfiato che arriva fino a sopra al tetto, è soggetto a emettere cattivi odori dal vaso ma anche dal lavabo, bidet e doccia, per il fatto che viene a mancare l’acqua nei sifoni dei singoli apparecchi sanitari e il cattivo odore finisce con lo spandersi in aria.
      Uno sfiato regolamentare come detto sopra, attirerebbe tali miasmi verso l’alto e non li sentiresti.
      Cerca di contattare il condomino soprastante, senza accusarlo di tale fatto, ma chiedendogli di verificare una situazione insostenibile che “probabilmente” proviene dal suo appartamento.
      Se è persona civile non dovrebbe rifiutare.
      Amedeu e c.

  33. Sono proprietaria di un appartamento al settimo e ultimo piano di un palazzo del 1968. dove ci sono 3 appartamenti per piano e 7 piani. Il palazzo è stato ristrutturato di recente. L’inquilino lamenta cattivi odori nel bagno che secondo lui, sono aumentati molto dopo la ristrutturazione. Il mio inquilino ha in affitto anche il locale a piano terra sulla stessa verticale, dove il cattivo odore è assolutamente insopportabile, tanto che a volte devono uscire all’aperto per poter respirare. In tutti gli altri appartamenti non si sente nessun cattivo odore. Solo al piano terra e all’ultimo piano di una sola verticale. Il geometra responsabile dei lavori di ristrutturazione, controllò la colonna fecale e gli sfiati della verticalee poi riferì che era tutto a posto. Ma il cattivo odore resta e l’inquilino sta come un pazzo. Ho chiesto all’Amministratore di chiamare un tecnico per cercare di capire qual’e’ il problema, ma non ne vuole sapere, dicendo che il problema è dei proprietari. E’ così? Secondo voi, quale potrebbe essere il problema? Grazie anticipatamente per la risposta. Cordiali saluti.

    • Per Maria Sofia.
      L’amministratore sta sbagliando, in quanto il problema, eventualmente è di tutti i condomini che scaricano in detta colonna.
      Relativamente all’inconveniente lamentato, a nostro parere, va effettuato un accurato controllo sullo sfiato a tetto, facendo attenzione che nessun uccello abbia nidificato nel tubo di sfiato ( Non sarebbe la prima volta).
      Inoltre va controllato il tratto di tubazione orizzontale posto al piede della colonna fecale.
      Dovresti aprire i pozzetti di ispezione e controllare che il liquame scenda normalmente e che non vi siano occlusioni dovute a pannolini igienici o a stracci per pulizia.
      Rivolgiti da un buon muratore della zona e fai controllare il tutto.
      Amedeu e c.

  34. Buongiorno, io ho il seguente problema:
    mi hanno fatto un rivestimento a cappotto esterno e hanno chiuso gli sfiati dei water, ho sentito l’idraulico che ha fatto gli impianti alla costruzione della casa ed erano stati fatti con dei tubi di ridotte dimensioni come si usava negli anni 70.
    Il bagno al piano terra non da particolari problemi, forse qualche volta esce del cattivo odore dal lavello della cucina, credo l’uscita sia la stessa, mentre la situazione del bagno al primo piano è insopportabile, è stato sostituito il sifone del lavandino con quelli che “tirano aria” ma nessun risultato, ho provato a chiudere (con tappi e nylon) tutti gli scarichi (lavandino, vasca da bagno bidè e doccia) ma l’odore esce comunque, chiedo un consiglio su come si possa intervenire per risolvere il problema. Grazie

  35. Buonasera,ho una casetta semi dipendente di due piani,un bagno al piano terra e uno al primo piano.Quello al piano terra e OK,al primo piano da quando ho finito di ristrutturarla ha avuto il problema di forti odori di fogna,ho chiamato l’idraulico che mi ha fatto gli impianti,e gli ho chiesto spiegazioni in merito,ma non riesce a risalire al problema.parlando con un mio amico che fa il muratore,mi ha fatto notare una cosa,mi ha chiesto s’è lo sfiato e dritto ho ha qualche curva,ho verificato,e ho riscontrato che il tubo di sfiato da un pollice, ha una curva a 90 gradi che esce poi dal muro al’esterno di circa 10 centimetri.Il muratore mi ha riferito che deve essere dritto senza curve.E’normale o no?Grazie.

    • Per Gianni.
      La colonna di scarico di un vaso wc, deve proseguire fin sopra il tetto e il suo diametro normalmente è di 100 cm.
      Un pollice è una misura irrisoria che è soggetta a occludersi e a causare cattivi odori.
      Inoltre per per avere un lavoro eseguito a regola d’arte dovrebbe uscire dal tetto e non lateralmente alla casa tramite una curva a gomito.
      Amedeu e c.

  36. Salve Amedeu le avevo scritto in passato (facendo cappotto hanno chiuso sfiati dei water) io ho sentito idraulici della zona e mi dicono che riaprire lo sfiato chiuso e’ praticamente impossibile (bisognerebbe sapere con esattezza dove e’) e rifarlo occorre rompere muro e pavimentazione. Riesce a darmi un colsiglio su altri interventi da porre in atto? Grazie per l’attenzione

  37. Amedeu, Grazie per la risposta, il problema è che la colonna termina sotto al wc, lo sfiato consiste in un raccordo con un tubicino che prosegue verso l’alto e ho già provato a mettere nel lavabo un sifone con la valvola che “tira aria” ma nessun risultato (o forse peggio). Il bagno è andato un pò in disuso per il problema dell’odore (utilizziamo quello la piano terra che non da problemi o per lo meno non li da così grossi e anche qui mi chiedo il perchè); in questi giorni sto provando a tenere sempre carichi di acqua tutti i sifoni aprendo spesso tutti i rubinetti ma l’odore esce comunque anche se meno. Non è che il problema siano anche le tubature (al primo piano sono in piombo e l’edificazione è degli anni 70 mentre al piano terra sono state rifatte nel 95)? comunque macchie nei muri non ne vedo.
    Può essere che lo sfiato funzioni ancora fra muro esterno e cappotto e l’odore ritorni in casa dai muri ?
    Non c’è qualche valvola o sifone che si possa mettere nella vasca di scarico ?
    Grazie ancora per l’attenzione-

    • Per Roberto.
      Non rimane altra alternativa che presupporre che le colonne di scarico dei bagni siano sottodimensionate.
      Per dimensioni normali intendiamo dei tubi del diametro da 100 mm in su.
      Tali colonne devono arrivare fin sopra al tetto per un idoneo sfiato dei cattivi odori.
      Purtroppo non vediamo altra soluzione.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.