Intonaco a alta traspirabilità per il risanamento delle murature umide

E’ sempre interessante conoscere sistemi e modi per abbattere l’umidità di risalita nel campo delle costruzioni, specie in un paese formato da nuclei urbani antichi e con edifici realizzati in muratura piena, e  perciò  vogliamo indicarvi un buon intonaco a alta traspirabilità per il risanamento delle murature umide.

Si tratta di un intonaco monocomponente ad alta traspirabilità contenente speciali agenti porogeni, inerti e leganti selezionati, idoneo per il trattamento ed il risanamento di murature soggette, appunto, all’umidità di risalita.

La sua denominazione è INTONACO DEUMIDIFICANTE , ed è della Bigmat

Intonaco a alta traspirabilità per il risanamento 1   

CAMPI DI APPLICAZIONE

E’ particolarmente idoneo per risanare i seguenti sottofondi interni ed esterni:

mattoni pieni

murature in pietrame o miste

blocchi di tufo non sfarinanti

MODALITÀ DI APPLICAZIONE

1) Preparazione del sottofondo 

Rimozione totale dell’intonaco ammalorato in distacco, prestando particolare cura alle linee di fuga tra gli elementi che compongono la muratura, che dovranno essere scarnite in profondità.

La demolizione dell’intonaco esistente deve essere effettuata sino alla massima quota visibile dell’umidità, aumentata di tre volte Io spessore deI muro.

Pulizia generale della muratura mediante idrolavaggio ad alta pressione (200-400 bar) insistendo particolarmente sulle linee di fuga.

2) Preparazione del prodotto

Miscelare un sacco di Intonaco Deumidificante da kg 25 con 2,8/3,4 litri  di acqua, in funzione della lavorabilità desiderata, ed  impiegando il trapano miscelatore a basso numero di giri o idonea betoniera a bicchiere, fino ad ottenere un impasto omogeneo, esente da grumi e a consistenza cremosa.

Va evitato di effettuare una miscelazione troppo prolungata (Non oltre tre minuti) onde evitare un eccessivo inglobamento d’aria nell’intonaco.

3) Applicazione del prodotto

L’applicazione va effettuata in almeno 2 mani, eseguendo uno schizzo (o sprizzo) d’aggrappo preliminare seguito dall’intonaco.

Lo schizzo d’aggrappo va effettuato utilizzando la malta a consistenza fluida; il successivo intonaco  eseguito sulIo  schizzo rappreso, quindi in grado di sostenere il proprio peso, va eseguito utilizzando la malta a consistenza plastica, applicata a cazzuola, tirata a staggia di legno e rifinita con frattazzo di legno.

Lo spessore totale delle due mani (schizzo + intonaco) deve essere di almeno 2 cm in ogni punto.

NeI caso si debbano applicare spessori superiori d’intonaco, si dovrà procedere applicando strati successivi in più mani.

Scheda Tecnica

Scheda Tecnica 1  

Consumo

In base al peso specifico, il consumo è di circa 1,5 kg/mq per mm di spessore di prodotto applicato.

Pulizia degli attrezzi

Gli attrezzi di lavoro devono essere puliti con acqua prima dell’avvenuto indurimento della malta. 

Voce di capitolato

Idratare l’intonaco premiscelato deumidificante "Intonaco Idratante", conforme ai requisiti richiesti per le malte per risanamento tipo R come da normativa UNI EN 998-1, e costituito da una miscela di leganti idraulici, inerti selezionati, agenti porogeni ed additivi per lo scioglimento dei sali idrosolubili presenti nella muratura, altamente permeabile al vapore acqueo, fino ad ottenere una consistenza plastico/fluida.

Applicare a cazzuola un primo schizzo di aggrappo al sottofondo, di consistenza leggermente fluida, realizzato con lo stesso intonaco premiscelato "Intonaco Deumidificante", avente spessore uniforme di 5 mm e lasciato rustico.

Per la realizzazione dello strato deumidificante in spessore, idratare l’intonaco premiscelato fino ad ottenere una consistenza plastica ed applicare a cazzuola sul sottostante rassodato e rustico, per uno spessore omogeneo di almeno 2 cm.

Aver cura di non compattare eccessivamente il materiale sul supporto, che andrà tassativamente regolarizzato e rifinito con attrezzi in legno per lasciarne libere le porosità superficiali.

Avvertenze

Il prodotto deve essere tirato e rifinito tassativamente con attrezzi di legno; non impiegare attrezzi in ferro o plastica in quanto questi chiudono le porosità dell’intonaco impedendone la traspirazione.

Rifinire a intonaco civile, impiegando preferibilmente il corrispondente prodotto "Finitura Rasante" (consultare la relativa scheda tecnica) o rasanti a base calce ad alta traspirabilità; successivamente verniciare con prodotti che offrano una bassissima resistenza al passaggio del vapore onde evitare sbollature e distacchi: è’ possibile la formazione di fessurazioni di piccola entità in funzione del tipo di sottofondo sul quale si esegue l’applicazione, causate dal forte potere deumidificante di Intonaco Deumidificante 

Per stabilire con esattezza la quota sino alla quale realizzare l’intonaco, è consigliabile rilevare il livello di umidità con apposito strumento (igrometro)

In caso di presenza di acqua (acqua di falda) è consigliabile contattare l’ufficio tecnico della ditta produttrice.

Precauzioni per l’essiccamento

Mantenere umida la superficie per alcune ore dopo l’applicazione e proteggere la malta da sole e vento diretto.

Protezione dalla pioggia

Intonaco Deumidificante deve essere protetto dalla pioggia per almeno 6 ore dopo l’applicazione.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.