L’eolico ancora dimenticato? Eppure l’80% degli Italiani è favorevole.

di Amedeu

2 commenti

  1. sì proprio un bel articolo. il presente e il futuro sono e saranno le energie rinnovabili ( geotermico, fotovoltaico, eolico, solare a concetrazione etc) che richiedono necessariamente tecnologie adeguate per la produzione, trasporto, distribuzione e utilizzo. queste tecnologie sono il frutto di ricerca e innovazione , in breve sistemi produttivi che costituiscono milioni di posti di lavoro nel breve e nel più lungo futuro : non credo che sia un concetto difficile di cui tener conto. tutto questo va tenuto in considerazione del fatto della sostenibilità ambientale e planetaria perchè di pianeta abbiamo solo questo, come abbiamo di sicuro per prossimi decine di centinaia di anni fonti di energia come il sole, fenomini eolici, il calore della terra o geotermia .
    fa parte dei normali processi economici e produttivi basati su fornti energetiche esauribili che i costi connessi aumentino con ricadute sui processi e sistemi stessi; credo che invece basare i vari processi su fonti difficilmente esauribili, appunto nel periodo di milioni di anni, consenta un contenimento dei costi e quindi un buon equilibrio dell’intero sistema produttivo ( compresi i posti di lavoro).

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.