Lo scarico del vaso è rumoroso, cosa fare

Lo scarico del vaso è rumoroso, e spesso non sappiamo da cosa dipende, e diventa veramente un fastidio, specie se abitiamo in un edificio di più condomini.

Tali inconvenienti costituiscono un vero problema per la maggior parte dei costruttori i quali, conoscendone le regole previste dalle norme europee, potrebbero ovviare a tali inconvenienti, eliminandoli in fase di realizzazione.

Un impianto di scarico evacua per gravità raccogliendo i reflui dalle varie utenze sanitarie e convogliandoli verso la colonna di scarico, sulla quale viene realizzata una opportuna ventilazione al fine di mantenere equilibrati i livelli dei sifoni.

Una corretta progettazione, un’attenta valutazione dei materiali impiegati ed una posa a regola d’arte sono i presupposti essenziali per ottenere un impianto correttamente funzionante e poco rumoroso.

Le attenzioni da prestare e le precauzioni da prendere in materia d’isolamento acustico riguardano tre differenti fonti di rumore dell’impianto di scarico: le tubazioni, i sifoni presso le utenze sanitarie e le cassette di scarico WC.

In ragione di questo, le tipologie di rumore generate sono quattro:

1) RUMORE DA SCARICO WC

2) RUMORE DA SCORRIMENTO

3) RUMORE DA DEPRESSIONE

4) RUMORE DA CARICO CASSETTE WC

I disturbi acustici di un impianto di scarico 1

Lo scarico del vaso è rumoroso, cosa fare

La norma di riferimento in Italia per la corretta progettazione degli impianti di scarico e la UNI EN 12056-2:2001.

Tale norma consente di dimensionare un impianto determinandone diametri e percorsi secondo le portate di scarico.

In estrema sintesi, i più importanti principi della norma sono:

– Determinare i diametri dei tubi di distribuzione orizzontale e verticale idonei alle portate di scarico

– Garantire le pendenze minime di diramazioni e collettori orizzontali (Rispettivamente mai inferiori all’1% e allo 0,5%)

– Realizzare una corretta ventilazione dell’impianto di scarico

Le componenti dei rumori degli scarichi fognari

Le componenti che producono il fastidioso rumore negli scarichi fognari sono due:

 Componenti 1

1) Componente DIRETTA

Un rumore determinate da impatto o urto si trasmette per VIA SOLIDO e per attenuarne il passaggio è necessario utilizzare materiali morbidi,

flessibili atti a dissipare I’energia vibrante (meccanismo massa/molla/massa).

2) Componente INDIRETTA

II rumore, invece, che si trasmette per VIA AEREA (onda sonora) viene attenuato attraverso l’adozione di misure di sicurezza negli elementi costruttivi (aumento della massa o dello spessore dei materiali); oppure, attraverso la riduzione del livello di pressione acustica (assorbimento acustico con prodotti insonorizzati).

Nel rispetto del requisito acustico imposto per legge dal D.PC.M. 5/12/1997 e per mirare ad ottenere la migliore classificazione acustica (UNI 11367:2010), assicurando un adeguato comfort abitativo, quando si realizzano gli impianti di scarico è necessario adottare materiali idonei alla tipologia costruttiva dell’edificio e perfezionare la tecnica di posa impiegata.

Lo scarico del vaso è rumoroso, cosa fare 1 (2)

Prestazioni del sistema di scarico

Sui tubi e raccordi cosiddetti “insonorizzati” in materiale plastico (Polipropilene, Polietilene, PVC) offerti dai mercato, si testano le prestazioni acustiche.

L’istituto più accreditato in Europa per queste certificazioni è il Fraunhofer di Stoccarda che, secondo le norme di riferimento EN 14366 ed DIN 4109, esegue prove di rumorosità sui sistemi di scarico attraverso una simulazione d’installazione (Tipo lo schema d’impianto di cui sopra).

Prestare attenzione ai valori pubblicati sui certificati

Nel valutare le prestazioni registrate durante i test in laboratorio, è importantissimo considerare le modalità d’installazione adottate.

Inoltre, i certificati esibiti dai produttori di sistemi di scarico, debbono specificare il tipo di livello di rumorosità in decibel (Lin oppure Lsca) utilizzato per la prova, in quanto si possono riscontrare notevoli differenze se, per esempio, i collari di fissaggio della tubazione, siano slacciati (montati aperti); oppure si sottragga la componente aerea del rumore considerando solo I’incidenza del ponte acustico determinato dai collari di fissaggio (Lsca).

1) Collari di fissaggio insonorizzati 

Si tratta di accessori per I’ancoraggio della tubazione alla parete, con doppio collare di allaccio in metallo munito di gomma antivibrazione.

2) Installazione dell’impianto in cavedio tecnico

La prova si basa su una simulazione d’installazione a cavedio che garantisce una miglior prestazione d’isolamento, rispetto ad una posa dell’impianto (più tradizionale)

In relazione alle dinamiche di trasmissione del rumore si potranno scegliere differenti materiali

Trasmissione del rumore e materiali 1

Se vogliamo prendere un esempio di sistemi di impianti insonorizzati realizzati in conformità alla suddetta normativa, potremo trovarli nel POLO-KAL 3S e nel POLO-KAL NG  (Ricerca su internet)

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

4 commenti

  1. nel condominio dove abito la colonna di scarico del terzo ed ultimo piano è stata chiusa per dar spazio al bagno, da allora io che sono al piano di sotto ho iniziato a notare macchie di condensa e poi a causa di ingorghi umidità,ho fatto più volte ricorso al proprietario ma ha optato per lo sturamento dal suo appartamento tramite sonda ma il problema mi si ripresenta anche a distanza di tempo, inoltre ho notato enormi rumori sia quando si tira lo scarico o si svuota la vasca da bagno, pare che la condotta in pvc debba scoppiare. come devo comportarmi visto che l’inquilino dice che deve rompere da me per riparare la braga che secondo lui fa delle perdite ed invece io sospetto che sia proprio la mancanza del tratto della colonna a provocare tutto questo?

  2. nei locali al Piano terra della palazzina scarica la colonna dei reflui in un pozzetto. L’impianto non ha colonna di aerazione e i cattivi odori rendono difficile l’uso di detti locali. Vorrei eliminare lo scarico nel pozzetto a piede di colonna e lo stesso pozzetto per costruire il collettore di scarico con attacco diretto alla colonna e scarico nin un nuovo pozzetto esterno. Vi chiedo gentilmente un consiglio.Grazie

    • Per Antonino.
      Ci sembra un intervento oculato e da farsi, anche perchè scaricare all’interno di una unità immobiliare è una soluzione che va sempre evitata.
      Lo potrai sicuramente fare se l’immobile è di tua proprietà, altrimenti trova l’accordo degli altri condomini.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.