Pavimenti in legno. Prima parte

In una abitazione, i pavimenti sono le rifiniture essenziale che la abbelliscono e che la rendono più o meno vivibile, a secondo della scelta del materiale, dei colori ed anche della messa in opera che deve essere effettuata a regola d’arte.

Un pavimento che senza dubbio è "caldo", in quanto crea l’ambiente intimo ed avvolge la persona in una piacevole atmosfera "naturale", è senza dubbio il pavimento di legno o parquet.

Affrontiamolo adesso questo pavimento dal punto di vista generale, e poi entreremo in merito delle singole metodologie di costruzione del medesimo.

I legni che si trovano in natura sono moltissimi, e quelli più noti e usati in falegnameria li rappresentiamo nella tavola sottostante:

    CLICCARE SULL’IMMAGINE

Alcuni de legni più comuni usati invece per i parquet  sono i seguenti:

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

I parquet hanno subito una evoluzione nella moderna edilizia  ed a quello tradizionale costituito da listoni o listelli massicci ricavati da un unico tipo di legno, si è aggiunto il parquet formato da diversi strati di legno, lavorati, pressati, trattati a dovere e verniciati dalle ditte costruttrici. La parte superiore di questi moderni parquet di solito ha uno spessore di 2/3 mm ed è costituita dal legno scelto dal committente e di cui un esempio è rappresentato dalla seconda tabella sopra.

Detto questo, vediamo quali sono i principi generali che valgono per tutte le categorie di parquet che poi affronteremo nei diversi articoli:

per potere mettere in opera qualsiasi pavimento di legno , è necessario che il sottofondo sia completamente rifinito, in piano, liscio, privo di crepe o qualsiasi altro difetto.

Questo è un elemento importante. Inoltre il sottofondo non deve essere assolutamente umido, in quanto l’umidità danneggerebbe irrimediabilmente il parquet di legno.

Altra cosa da tenere presente durante la realizzazione dell’eventuale massetto di sottofondo è quella di non inglobare mai in tale massetto tubazioni idriche, corrugati di cavi elettrici e tubazioni di riscaldamento (ad eccezione di quelli a serpentina sottopavimenti e per i quali va adoperata una tecnologia particolare già da noi spiegata in un precedente articolo).

Il legno di per se stesso è un buon isolante termico ed acustico da non sottovalutare.

Durante la messa in opera si renderà necessario, perimetralmente lasciare dello spazio lungo le pareti e dove verrà piazzata una striscia di materiale isolante  appropriato.

Questa è solo l’introduzione ai vari tipi di pavimento in legno realizzabile con tecnologie diverse, e delle quali parleremo nei prossimi articoli.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

3 commenti

  1. Nella prima immagine, manca la descrizione dell’ultima serie di tipi di legno (e’ stata tagliata la parte inferiore?).

  2. Per Ettore.
    Grazie.
    Non ci eravamo accorti di questo. Provvederemo quanto prima a correggere l’immagine.
    Amedeu e c,

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.