Pompe ad immersione per reti fognarie, provviste di trituratore.

Parlare delle pompe ad immersione per reti fognarie, non è mai tempo perso, viste le richieste che ci pervengono dai nostri lettori.

Facciamo seguito ad un nostro precedente articolo approfondendo meglio la materia.

Le problematiche delle fognature della nostra casa, talvolta più basse della fognatura pubblica stradale, ci obbligano a creare un bacino si raccolta acque luride, nel quale vanno alloggiate una o più pompe ad immersione, costruite in maniera impermeabile ed in grado di funzionare nel tempo senza avere la preoccupazione di intervenire spesso per guasti imprevisti.

Vi sono molte case che si sono specializzate nella produzione di tali manufatti, e noi, oggi vi vogliamo mostrare le pompe sommergibili per reti fognarie , prodotte dalla Dragflow S.r.l e più propriamente dalla Tsurumi (Europe) GmmH (www.tsurumi-europe.com)
 
In particolare vogliamo mostrarvi 3 di queste ottime pompe
 
La U(A)
 
400V
230V
50HZ

2 poli

Le pompe serie "U" sono caratterizzate da una girante vortex e da una ampia chiocciola che previene I’intasamento di materiali estranei solidi e fibrosi. La versione automatica è disponibile da 0,25 kW a 0,75 kW.

La  UZ

400V
50Hz
4 poli
 
Grazie alla girante vortex incassata all’interno della chiocciola, la pompa UZ puo trattare liquami con alta percentuale di solidi senza intasarsi. La velocita ridotta del motore consente inoltre una maggior durata delle parti soggette all’usura.

Accessori standard:

• Cavo
• Flangia di accoppiamento filettata (potenza da 1,5 kW o inferiori)
• Flangia di accoppiamento filettata JIS1 OK (potenze motore 2,2 kW o superiori e modelli con piede di accoppiamento)
 
Accessori su richiesta:
• Piede di accoppiamento composto da:
– supporto guide
– curva
– catene di sollevamento
– connettore guida
• Curva di scarico
• Piedini di supporto (potenza da 5,5 kW o superiori)

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sotto le tabelle delle pompe serie U -UZ

          CLICCARE SULLE IMMAGINI

 

Oltre che alle pompe di cui sopra, la stessa ditta produce  quelle con girante anti intasamento Serie "B"

Serie B

400V

50Hz

Questo modello è dotato di girante anti intasamento, adatto allo smaltimento di corpi solidi contenuti nella miscela fognria

Accessori standard:
• Cavo
• Flangia di accoppiamento filettata (potenze da 1,5 kW o inferiori)
• Flangia di accoppiamento filettata JIS10K (potenze motore 2,2 kW o superiori)
Accessori su richiesta:
• Piede di accoppiamento composto da:
– supporto guida
– curva
– catene di sollevamento
– connettore guida
• Curva di scarico
• Piedini di supporto (potenza da 5,5 kW e 7,5 kW)
 
      CLICCARE SULL’IMMAGINE
 
Ed ancora la serie "C", pompe anti intasamento con trituratore
C
400V
50Hz

Una girante monocanale abbinata ad un coltello in tungsteno provvede a triturare i corpi solidi fibrosi, stracci o simili, al loro passaggio

Accessori standard:
• Cavo
• Flangia di accoppiamento filettata (potenze da 1,5 kW o inferiori)
• Flangia di accoppiamento filettata JIS10K (potenze motore 2,2 kW o superiori)
Accessori su richiesta:
• Piede di accoppiamento composto da:
– supporto guida
– curva
– catene di sollevamento
– connettore guida
• Curva di scarico
• Piedini di supporto (potenza da 5,5 kW e 7,5 kW)
 
     CLICCARE SULL’IMMAGINE
 
Sotto una classica installazione di pompe Tsurumi, a ridosso delle colonne di sollevamento per la pulizia.
 
     CLICCARE SULL’IMMAGINE
 
Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

16 commenti

  1. ciao, abito in campagna e non ci sono fognature stradali. La casa dove abito è provvista di una fossa settica e successivamente ho realizzato una taverna che è posta sotto il livello stradale dove ci sono bagno un’angolo cottura e la stanza lavanderia la quale non è stato possibile collegarla alla raccolta dell’abitazione. Vorrei realizzare una fossa settica anche per questo locale ( uso questo termine e non so se è quello giusto) per raccogliere gli scarichi ed evitare situazioni spiacevoli. Mi rivolgo a voi perchè fin’ora nessuno mi ha saputo consigliare. Spero di essere stata chiara, in attesa di una vostra risposta
    Vi ringrazio e aspetto notizie
    Anna Maria

    • Ciao,
      faccio parte di un complesso di 6 villette, siamo un condominio senza amministratore.
      Abbiamo una sola fossa comune a tutti.
      Vorrei mettere nel mio giardino una seconda fossa regolare e autorizzata ma voglio staccarmi dal condominio e renderla autonoma, ad uso esclusivo di casa mia.

      Possono opporsi gli altri inquilini ? nel caso posso imporre la decisione, come ?
      Sai consigliarmi sui vari passaggi condominiali (quelli tecnici li sto vedendo con il geometra)?
      Forse sono fuori tema…ma grazie infinite

  2. Per Anna Maria.
    Se questi locali sono posti sotto il livello stradale devi realizzare una fossa a tenuta con una pompa ad immersione , che ti sollevi gli scarichi fognari fino al livello al quale li potrai smaltire.
    L’articolo dal quale ci hai scritto potrebbe esserti di aiuto.
    Piuttosto hai un grosso problema, che è quello della carenza di fognature pubbliche, per cui la fossa settica che hai, probabilmente smaltirà i liquami tramite una subinrigazione (o fitodepurazione?) oppure abusivamente, in un fosso, come purtroppo succede in alcune parti di Italia.
    Devi verificare quanto sopra, in quanto la pompa della nuova fossa, entrando in funzione, ti spingerà i liquami, creando un aggravio nel terreno esterno che attualmente ti riceve le attuali tue fognature.
    Per concludere, devi chiamare un tecnico, fargli vedere la situazione esistente e cercare una posizione di smaltimento per la nuova pompa , che non ti crei pozzanghere superficiali di acqua lurida, nel terreno dietro casa, e facendo rientrare il tutto nei parametri di legge relativi ad uno scarico per civile abitazione.
    Amedeu e c.
    .

  3. ho deciso di rifare il terrazzino piu grande ma in legno di castagno .la ringhiera invece la farei in ferro utilizzando una parte della vecchia che è molto bella Che te ne pare? grazie rispondimi

    • Per Rosa.
      I pareri estetici, senza potere vedere la situazione di fatto, sono alquanto difficili da indovinare.
      Chi meglio di te, sa come desidera che sia questa scala; certamente ci hai pensato a lungo, ma forse pretendi la perfezione.
      Cosa che in definitiva non esiste.
      Amedeu e c.

  4. a seguito restauro,ho regolarizzato collegamento fognatura con pompe ad immersione,per dislivello alla rete principale.ho costruito un pozzetto per l’ispezione come da regolamento sul punto + alto come previsto per il controllo del corretto deflusso in rete.recenti lavori di asfaltatura stradale hanno coperto il pozzetto in questione.ho evidenziato la cosa al Comune che ha rimbalzato la responsabilità alla provincia,poichè la strada è provinciale,quest’ultima l’ha restituita al comune tacitando la mia richiesta in quanto non sono titolata ad effettuare controlli di deflusso sul mio allacciamento alla rete.ma se devo fare dei lavori nella mia proprietà per dei guasti elettrici e verificare lo scorrimento regolare come devo fare?

    • Per Anna Maria.
      Anche se gli enti suddetti hanno ragione circa la competenza del pozzetto, non dovevano passarci sopra con l’asfaltatura.
      Non conosciamo esattamente la tua situazione in loco, ma sicuramente avrai una saracinesca di intercettazione nella tua proprietà, che in caso di guasto, puoi chiudere ed effettuare i lavori alla tua rete fognaria.
      Se però il guasto avviene fra il suddetto pozzetto e la tua valvola di intercettazione, rischi di ritrovarti la casa allagata dai liquami di tutta la fognatura nera pubblica.
      Il suddetto pozzetto deve rimanere libero, affinchè, in un caso accedentale come quello di cui sopra, gli addetti comunali alle FN, possano intervenire , se chiamati, e chiudere la saracinesca della tua tubazione.
      Devi affrontare tale discorso con un tecnico delle FN; ed in caso di diniego scrivi una lettera raccomandata RR al dirigente di tale ufficio (Sempre suo nome e cognome), chiedendogli di far liberare il tappo di tale pozzetto.
      Amedeu e c.

  5. salve ho acquistato da pochi anni una villetta con fossa imohf ,adesso mi sono trovato il pozzetto di derivazione occluso da carta e roba varia,è la fossa imohf stracolma di liquidi,ho chiamato la ditta è ha pulito tutto.
    ma come posso diminuire queste spese della ditta autospurgo?uno spurgo mi dura ben 4 mesi ,la fossa è ad anelli quindi a dispersione…ma quando faccio lo spurgo gia’ in meno di 4 giorni è piena di liquidi è normale?puo’ essere che la fossa non funziona bene?se è a dispersione come mai non libera facilmente i liquidi?,ma la cosa che vedo anomala è che il pozzetto di derivazione si occlude facilmente di carta,puo’ essere che dovrei montare una pompa trituratrice nel pozzetto di derivazione?la colpa principale è proprio il pozzetto di derivazione che si occlude,in famiglia siamo 3 .
    potete darmi una mano.

  6. Buongiorno,

    sono proprietario di una casa con fossa biologica collegata a scarico comune alle case vicine.
    lo scarico di casa è praticamente alla stessa altezza della bocchetta di ispezione e all’ingresso in fossa. svuotata la fossa però lo scarico procede, bene o male. il problema sta nel fatto che lo scarico delle acque scure della fossa verso il condotto centrale è + alto dell’ingresso in fossa (circa 15 cm) e quindi ho perennemente la fossa piena e solo in parte viene scaricata.. ne consegue che tutto il tuo di scarico fino al bagno + basso risulta pieno di acqua, causando l’intasamento dello scarico (non sempre la pressione riesce a spingere via l’acqua dalla fossa).

    stavo pensando… installando un trituratore che spinga acqua e residui verso lo scarico centrale, risolverei tale inconveniente? quanto potrebbe costare?
    grazie,
    Davide.

    • Per Davide.
      Non hai spiegato bene il tuo problema, per cui siamo in difficoltà a darti una risposta idonea.
      Comunque, per quello che ci è sembrato di comprendere, se parte della tua fognatura domestica è più bassa del punto di immissione della stessa nella canalizzazione di ricezione (FN comunale?), con un trituratore puoi risolvere ben poco.
      L’unico sistema è quello di seguire l’esempio dell’articolo dal quale ci hai scritto (Fossa e pompa spingente ad immersione, con valvola di non ritorno).
      Amedeu e c.

  7. buongiorno, sono l’amministratore di un condominio che periodicamente viene allagato per l’aumento del livello del torrente vicino(che non viene mai ripulito), infatti il letto si è inalzato per il deposito di ghiaia che non viane tolta e causa con le forti piogge di questi nultimi anni inconvenienti a diversi edifici come il nostro che è a 100 mwtri dalla sponda del torrente savena. lo scarico fognario attualmente vede due valvole di ritenzione che non permettono all’acqua del fiume di entrare ma contemporaneamente impediscono alle acque del condominio di uscire di sconsegyenza ci allaghiamo dagli scarichi pluviali e fognari. chiedo se vi è la possibilità di un vs. suggerimento per risolvere il problema. informo che l’attuale scarico è indirizzato a fiume, dove parallelo al suo corso è prevesnte la fognatura comunale costituita da una canaletta a cielo aperto.grazie fin da ora per l’attenzione un cordiale saluto paolo scheggi.

    • Per Paolo
      Non riusciamo bene a comprendere la problematica.
      Se l’allagamento periodico proviene dal torrente il cui letto non viene ripulito e vi inonda l’area condominiale, come puoi risolvere la questione con le valvole di ritenzione?
      Se invece trattasi di un problema di valvole, puoi prendere in esame quelle da noi descritte in questo articolo
      http://www.coffeenews.it/una-valvola-anti-riflusso-per-i-locali-sotto-il-livello-stradale
      ma comunque funzionanti sempre in una unica direzione
      Qualora, invece, si tratti di acque in uscita, bloccate dalle valvole, una soluzione potrebbe essere quella di indirizzarle in una vasca capiente, dalla quale , tramite idonee pompe allontanarle verso la valle del fiume.
      Se però la pioggia diventa torrenziale e duratura, è impensabile risolvere il tutto con questo unico sistema.
      Altro non possiamo dirti, in quanto dovremmo conoscere meglio la situazione.
      Amedeu e c.

  8. Ho seguito con interesse la vostra discussione e anche io mi trovo in una situazione del genere con la necessità di far salire le acque reflue ad un livello superiore, nelle condotte fognarie. Per quanto concerne la pompa sommergibile ero indeciso su quale acquista, su questo sito (http://www.fornid.com/56-pompe-sommerse-acque-nere) ho trovato diverse schede tecniche interessanti. Penso che acquisterò una DAB FEKA 550 o 750 da 1 hp

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.