Presunzione di proprietà esclusiva dei “muri di cinta”

L’articolo 878 e poi l’art 874 del codice civile stabiliscono  che un muro di cinta posto sul confine può diventare "comune"; può avvenire però che, per l’incertezza della linea di confine tra due proprietà contigue, occorra stabilire a chi dei due proprietari confinanti appartenga un "muro di cinta" posto appunto fra dette due proprietà.

La legge, in tale caso (art.881 del c.c.) ha fissato un elenco tassativo di "segni" che servono ad indicare a quale dei due fondi il muro di cinta debba considerarsi appartenere; e precisamente:

1) Se il muro di cinta ha uno spiovente  e divide campi, cortili, giardini ed orti, si presuppone che esso appartenga al proprietario del fondo verso il quale esiste lo spiovente.

Lo spiovente è un segno legato alla struttura del muro; esso , però, perde il suo valore presuntivo , se esiste un atto scritto (registrato e trascritto) che costituisce "prova contraria".

Lo spiovente è la sistemazione superficiale che viene data alla parte terminale superiore del muro, effettuata con una pendenza atta a fare defluire rapidamente le acque che su essa cadono, impedendone l’assorbimento ed il conseguente danneggiamento del muro.

Data questa finalità, non è il materiale o la forma che contano per lo spiovente, ma solo "l’attitudine" che esso ha a non trattenere le acque.

Vediamo adesso le tre immagini sottostanti:

               CLICCARE SULLE IMMAGINI

Nella prima figura a sinistra il muro di cinta "abcd" che divide il fondo di "A" da quello contigui di "B", ha come spiovente il tratto inclinato superiore "bc". Data la sua inclinazione verso il fondo di "A", non essendovi altri segni o prove in contrario, la legge presume che tale muro sia di proprietà esclusiva di "A"

Se invece il muro divisorio di cinta manca di spiovente (come nella immagine centrale), e dove il tratto terminale "bc" è orizzontale deve presumersi che il muro sia a comune di entrambi i proprietari , indiviso, in parti uguali, sia di "A" che di "B"

Lo stesso discorso vale per il muro di cui alla terza immagine a destra.

              CLICCARE SULLE IMMAGINI

Vediamo adesso le immagini soprastanti

2) Se il muro ha degli sporti, come cornicioni, mensole e simili, o vani (vedere prima immagine a sinistra) che si addentrano oltre la metà della grossezza del muro stesso, e gli uni e gli altri risultano costruiti con il muro medesimo, si presume che esso spetti al proprietario dalla cui parte gli sporti o i vani si presentano, anche se vi sia soltanto qualcuno di tali segni.

Sono "sporti" capaci di fare presumere la proprietà esclusiva del muro , oltre che ai cornicioni o le mensole, anche i pilastri e le lesene che servono ad irrobustire il muro (vedere figura centrale).

In questo caso il muro deve  presumersi di "B" per l’esistenza della lesena "mn" costruita insieme al muro ed a rinforzo del medesimo.

Adesso vediamo la terza immagine a destra:  il  muro "abcdefg" ha lo spiovente "bc" rivolto verso il fondo di "A", il cornicione "d" ed il vano "ef" rivolti verso il fondo di "B"

In questo caso, è il "piovente unico " che prevale su tutti gli altri segni, per cui il muro deve presumersi appartenente ad "A".

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

4 commenti

  1. confino con un altro terreno di cui questo proprietario ha costruito sul confine un muro alto 2 metri pur allontanandosi dal manto stradale 3 mt come da legge provinciale. ma impedendomi cosi’ la visuale ,andando quindi incontro prima o poi ad un incidente stradale.volevo sapere se e’ una legge giusta o se questo signore ha delle persone che lo coprono ledendo l’incolumita’ a terzi cioe’ io e la mia famiglia

  2. Per Giove.
    Onestamente non sappiamo se tale vicino sia “coperto” o meno da persone influenti, però puoi accertare sia i suoi che i tuoi diritti, senza fare congetture preventive.
    Devi recarti presso l’ufficio Edilizia Privata del Comune e chiedere di prendere visione (puoi avere anche delle copie a pagamento) del progetto approvato.
    In quella sede, chiedi al tecnico comunale informazioni circa detto muro secondo le Norme di Attuazione del vigente Piano Regolatore (distanza dalla strada, massima altezza raggiungibile, vincoli particolari di zona).
    Amedeu e c.

  3. Salve ,volevo sapere se vi sono ditte specializzate che, tramite analisi di un campione di cemento, potessero stabilire la presunta costruzione di un muretto di recinzione visto che tale manufatto è abusivo e chi lo ha eretto non vuole dire quando lo ha fatto.
    Grazie Roberto

  4. Per Roberto.
    Ci sono i laboratori che effettuano le prove sui provini di calcestruzzo, normalmente per le nuove costruzioni, ma onestamente non sappiamo se possono stabilire “l’età” di un calcestruzzo.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>