Realizzazione di una recinzione in rete metallica a maglia sciolta

Realizzazione di una recinzione in rete metallica a maglia sciolta.

E’ il tipo di recinzione più comune, economica e facile da mettere in opera che si possa trovare sul nostro territorio, e è costituita da una rete metallica plastificata (Nel nostro caso) e paletti di sostegno che possono essere: in legno, ferro angolare, cemento armato tipo vecchio stile o tipo vigneto.

Realizzazione

Unione delle reti metalliche

Unione reti 1  

La rete metallica a maglia sciolta (E nel nostro caso usiamo la plastificata), per recinzioni è reperibile, in genere, in rotoli di 25 m presso le migliori ferramenta.

Dovendo eseguire dei lunghi tratti, è necessario  unire due o più rotoli; per cui si apre ogni rotolo alle estremità della prima spirale di filo, poi si ruota la spirale in senso antiorario.

Quindi si uniscono i due rotoli infilando in senso orario un filo di acciaio plastificato di un diametro superiore a quello della rete.

La rete metallica deve essere sostenuta da paletti posti alle estremità della linea che vogliamo chiudere e anche intermedi alla stessa.

I paletti di sostegno della recinzione in rete metallica vanno posti in opera con interasse non superiori ai 3 metri.

Si devono quindi irrigidire i paletti terminali con dei puntoni e nelle recinzioni lunghe si devono irrigidire anche i paletti intermedi.

Uso dei paletti di legno

recinzione in rete metallica 1    

La rete metallica deve essere sostenuta e tirata dai cavi che si mettono in tensione con robusti bulloni a occhiello in corrispondenza dei paletti in legno.

Si deve segnare I’altezza dei cavi sui paletti: uno coincidente con la sommità della rete, un altro a 15 cm circa dai suolo e il terzo a meta circa tra i primi due.

Si devono effettuare, usando un trapano, dei fori passanti da 1 cm di diametro nei paletti di legno e perpendicolari ai paletti stessi, poi si infilano i bulloni nei fori e si avvitano dei bulloni passanti con il terminale piegato ad occhiello, lato rete.

2  

Quindi si fissano i bulloni con rondella e dado dal lato opposto lasciando della filettatura sufficiente a permettere un movimento di 5 cm circa che servirà al momento di mettere in tensione i cavi (1).

Si devono passare le estremità dei cavi negli occhielli dei bulloni e quindi si attorcigliano i cavi con una tenaglia o pinza (2).

A questo punto si tirano i cavi lungo la recinzione, fermandoli con dei cavallottini in acciaio ai paletti e ai puntoni, ma lasciando dello spazio sufficiente affinchè possano muoversi durante la messa in tensione (3).

Si devono tagliare i cavi e si attorcigliano negli occhielli dei bulloni all’altra estremità della recinzione.

Quindi occorre mettere in tensione i cavi serrando i dadi con una idonea chiave (4).

I bulloni a occhiello molto comuni e che si reperiscono presso i negozi di ferramenta, permettono di tendere i cavi delle recinzioni medie, ma per quelle molto lunghe (70 m e oltre) si devono usare dei tenditori fatti ad hoc: ne servirà uno per cavo, da ruotare con una barra metallica (Grosso cacciavite, manico di una chiave, ecc.)

Tenditori 1 1

Infine, usando i cavallotti ad U in acciaio, si fissano tutte le maglie della rete al paletto.

1   

Ogni 30 cm la si fissa ai cavi tesi con filo di ferro zincato e poi si fissa il paletto all’altra estremità.

Uso dei pali prefabbricati in calcestruzzo armato

3  Pali tipo recinzione 1   

Se detti paletti sono del tipo pieno, i cavi tesi si devono fissare con dei bulloni e delle squadrette metalliche, dopo di che durante la posa della rete si imbullona la barra di tensione alle squadrette.

Per i paletti intermedi i cavi tesi si legano tramite spezzoni di filo di ferro zincato passati attraverso dei fori predisposti.

4  

Nel caso di paletti in calcestruzzo semipieno, tipo da vigneto, troveremo tutti i fori già predisposti, sia nei paletti iniziali che in quelli intermedi.

Questi ultimi pali possono essere più facili da mettere in opera perchè meno pesanti e con i fori già predisposti per il passaggio di tutti i cavi, però sono sicuramente meno solidi di quelli in cemento pieno

Paletti tipo vigna 1

Uso di paletti in angolare metallico.

Realizzazione di una recinzione in rete metallica a maglia sciolta 1   

Sono i paletti più comuni usati per le recinzioni metalliche, e si possono trovare (Sezione a T o a L) in tutte le ferramenta e magazzini edili.

Il paletto metallico dovrebbe avere in dotazione speciali bracci per l’avvolgimento, a cui sono fissate le barre di tensione e mediante i quali si possono mettere in tensione i cavi.

6   

Mentre si posano si fanno passare i cavi attraverso i fori predisposti nei paletti intermedi.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.