Recinzioni in pali e filagne di legno durature nel tempo.

In  un giardino o in un viale che conduce ad una casa, vedere una recinzione in legno è sempre piacevole.

Il legno oltre che naturale ed ecologico è bello da vedersi e si inserisce in qualsiasi paesaggio.

In certi casi la  recinzione diventa un corrimano, come nel caso di un viale di accesso.

In questo articolo vi parliamo delle recinzioni realizzate con pali e filagne di legno: nel passato erano molto grezze, tagliate da rami diritti e lavorate sommariamente. Venivano preferibilmente adoperate quelle in castagno. Non è raro vedere, ancora oggi, ai margini delle strade o nei parchi, delle recinzioni come quella di cui all’immagine sottostante. Comunemente la punta dei pali da piantare in terra, viene trattata con vernice bituminosa, oppure passata sul fuoco, in maniera da bruciarla in superficie: operazione tramandata dagli antichi e che serve a preservare il legno nel terreno.

         CLICCARE SULL’IMMAGINE

Dette recinzioni, sono caratteristiche e molto naturali, però  subiscono molto l’azione del tempo e tendono a schiantarsi, prendendo inoltre quel caratteristico colore marrone chiaro, singolare del legno fatiscente. Comunque molte ditte che producono ancora questo tipo di recinzione, effettuano dei trattamenti particolari, compreso anche la verniciatura, per cui diventano molto più resistenti e quindi durature.

Noi intendiamo invece parlarvi di quelle recinzioni eseguite con pali e filagne perfettamente diritti, in castagno, pino o altre essenze, ma trattate in autoclave. Un procedimento che consiste nell’immergere il prodotto in una cisterna sotto pressione piena di una determinata  soluzione. Con questo trattamento il legno viene protetto dalle eventuali muffe, funghi ed insetti  e diventa più compatto e resistente e può essere tranquillamente posto  a contatto con il terreno ed esposto agli agenti atmosferici.

Queste filagne con i rispettivi paletti di sostegno assumono questo aspetto innovativo e duraturo:

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

vediamo anche l’immagine che segue:

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Per filagne si indicano i legni orizzontali o posti in diagonale come l’immagine soprastante, mentre i paletti, sono i legni da piantare nel terreno a sostegno delle filagne.

Detti paletti possono essere predisposti forati per il passaggio degli orizzontali:

     

e sono provvisti di punta per essere piantati nel terreno; mentre si presentamo integri, quando le filagne vengono fissate lateralmente come nelle immagini soprastanti.

Per fissare le filagne ai pali,  si devono preventivamente forare con una punta da trapano, in maniera che il chiodo o il bullone di fissaggio non debba schiantarle.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.