9 – Rialzamento muri a blocchi di laterizio. Montaggio ponteggi

Avete già letto i precedenti articoli sulla costruzione di una casa in muratura?

VEDI NELLE CATEGORIE  "Costruzione casa"

VEDI L’ART N° 8

 Siamo arrivati ad una altezza dal piano del solaio interno, pari a 4 blocchi di laterizio (circa 80 cm = 18×4 + la malta di allettamento)
Adesso completiamo tutti i muri perimetrali della casa, compreso anche quello interno di spina.
Vedi disegno   

Naturalmente avremo provveduto a montare i calandri per le corde guida a tutti gli angoli ed ai due incroci con il muro interno,

Muriamo i blocchi   ed arriviamo all’altezza di imposta delle finestre, in questo caso 80  cm al grezzo.
Agli incroci fra i muri esterni ed il muro di spina si disporranno i blocchi nel seguente modo

Seguendo il disegno riportiamo con malta tutte le finestre segnandone anche le mazzette.

Non è stato specificato nel precedente articolo, ma le mazzette si trovano sul lato esterno della muratura e a ridosso di queste ci andranno murate le finestre sui loro telaiacci in legno. (Questo lo vedremo però poi)

Dunque proseguiamo ad innalzare tutti i muri con i nostri blocchi murati a malta bastarda  e vedremo delinearsi la composizione delle facciate con le porte e le finestre. Il muro di spina avrà, come da disegno,  una sola porta.

Ci fermiamo ad una altezza da terra , oltre la quale per noi sarebbe impossibile proseguire seguendo la corda guida.
A questo punto dobbiamo pensare  a montare i ponteggi.

Quelli interni, saranno costituiti cadauno  da tre cavalletti in ferro e tavoloni da ml 4,00

Quelli esterni,  anche se per il momento  è prematuro, montiamoli ugualmente.
Spianiamo il terreno circostante la casa, montiamo il ponteggio componibile,  per tutto il perimetro della costruzione,  con cavalletti ad H e tiranti orizzontali ed obliqui. (ogni modulo montato, misura ml. 1,80 x 1,80)
I piani di calpestio potranno essere formati da 4 tavoloni larghi 25 cm.

Vi dovranno essere i parapetti, la tavola battipiedi a livello tavoloni , i collegamenti al muro a mezzo di ancoraggi con tubi innocenti e morsetti  fissati alle finestre o con tiranti chimici al muro costruito e che naturalmente avrà gia "tirato" da alcuni giorni.

Detto ponteggio dovrà avere una buona linea di terra ed essere fornito di tutti gli acorgimenti di legge per la sicurezza individuale e di cantiere.
Per citarne uno: non state troppo distanti dal muro in costruzione  (sui 20 cm), in quanto per le operazioni che andrete a fare dopo, una banale distrazione potrebbe causarvi una brutta caduta dall’alto.

Ricordo, che il ponteggio finito deve superare di ml 1,20 la gronda del tetto e deve essere provvisto nella parte alta di rete metallica che blocchi una eventuale caduta dal tetto in costruzione.

Segue ./. VAI ALL’ARTICOLO N° 10

Continuate a seguirci, di seguito i prossimi interessantissimi articoli

di Amedeu

5 commenti

  1. Interessantissimo sito , sotto tutti gli aspetti, pratico e professionale, non si finisce mai di imparare, complimenti.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.