Ristrutturare una casa. Demolizione solaio, realizzazione fondazione e cordolo muro interno . Come fare. 5

La casa in fase di ristrutturazione è adesso priva del tetto ed il solaio di calpestio del piano primo è stato convenientemente puntellato.

Adesso dobbiamo passare alla demolizione del solaio sopra il locale celliere, nella cui area verrà poi realizzato il pozzo scale interno, previa costruzione di un muro portante in blocchi di laterizio ( da cm 18x25x30) dello spessore di cm 30 e inoltre la realizzazione di una scala in cemento armato che unirà il piano terreno al piano primo.

Ma vediamo sotto la pianta del solaio da demolire (parte segnata in giallo).

CLICCARE SULL’IMMAGINE

E sotto ancora, la sezione con segnato il solaio intermedio da demolire ed in alto l’abbassamento delle pendenze della copertura di cm 30, per poi realizzare un cordolo di ripartizione in cemento armato (cosa che vedremo comunque in seguito).

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Per la demolizione del solaio intermedio, potremo procedere nella massima sicurezza, in quanto è stato appuntellato nella parte inferiore.

Verrà tolto il pavimento  costituito da mattonelle di graniglia 20×20 (da portare alla discarica in quanto irrecuperabili), poi lo strato di malta di allettamento e le mezzane o pianelle posate sopra i travicelli 7×7.

I travicelli nel nostro caso sono ancora sani, di vecchio legno di cipresso (ormai introvabili), ma si presentano imbarcati.

Comunque vengono accatastati nell’area del cantiere.

La rimozione delle travi in legno, ancora sane e recuperabili, avviene, lavorando con il martellino demolitore intorno ai loro incastri nel muro, fino a liberarle completamente, quindi vengono imbracate, sfilate dalla muratura e depositate in cantiere

Una volta demolito il solaio, tolta graduatamente la struttura di puntellamento durante la demolizione e liberato il vano ex celliere dai detriti della demolizione, dovremo prendere visione della situazione per realizzare il pozzo scale di cui al disegno sottostante.

CLICCARE SULL’IMMAGINE.

Il pozzo scale sarà formato da un muro portante in blocchi di laterizio antisismici  da cm 18x25x30, murati nello spessore di cm 30 con malta cementizia.

Il pavimento del celliere è costituito da un massetto di calcestruzzo spesso circa 7 cm con sottostante vespaio in pietre alto 20 cm.

Prima di realizzare il muro dovrà quindi essere realizzata una idonea fondazione continua. Dalla relazione del geologo, allegata al progetto approvato è stata definita, sulla base delle risultanze del terreno in sito, che tale fondazione avrà una profondità di cm 80 e sarà larga cm 70.

Verrà completamente realizzata in calcestruzzo cementizio

Lo scavo viene effettuato a mano, in quanto non è possibile all’interno lavorarci con mezzo meccanico.

Nel disegno sotto, fornito dai tecnici della Direzione Lavori, viene presentata la situazione modificata, dove si vedono il muro e la scala segnati in rosso.

Del cordolo del tetto, per adesso non ne parliamo rimandandolo ad un successivo capitolo.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Osservando la sezione, si nota che il piano di calpestio del solaio del piano terreno, dal quale partirà la scala in cemento armato per raggiungere il piano primo, si trova a quota + 60 cm.

Le disposizioni della Direzione Lavori sono quelle di realizzare un cordolo in calcestrizzo armato, dello spessore di cm 30 e quindi dell’altezza di cm 60 Detto cordolo sarà contenuto da casseforme lignee laterali, opportunamente puntellate.

Il cordolo verrà armato con gabbie di ferro come indicato nel capitolo cui vi rimandiamo.

A questo punto della costruzione dobbiamo realizzare il solaio di calpestio del pozzo scale e quello del limitrofo locale (ex celliere) e che diventerà cucina-tinello.

Sopra il pavimento dell’ex celliere, disponiamo un gattaiolato prefabbricato, la cui altezza da terra, all’estradosso, una volta finito, risulti cm 60.

CLICCARE SULLA IMMAGINE  Gattaiolato

Vediamo di seguito come va gettato con il calcestruzzo:

  Getto del gattaiolato      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Ci troviamo ora al livello di quota +60, da dove partirà il muro del pozzo scale e conseguentemente le scale stesse.

Ne riparleremo nel prossimo capitolo.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu