Sistemi di sifonatura per le fognature.

In questo articolo parliamo degli scarichi fognari che devono essere realizzati all’esterno delle abitazioni e prima dell’allaccio alle fognature nere, ma anche a quelle bianche derivanti dalle acque piovane.

In particolare affrontiamo il discorso dei pozzetti sifonati, che rivestono grande importanza in un sistema fognario, in quanto, creano una barriera liquida contro i miasmi derivanti dalla fognature e, fermando le parti solide che scorrono nella fognatura, evitano il loro intasamento: tali pozzetti sono realizzati in maniera da poterli aprire e pulire saltuariamente del materiale solido accumutalo.

In particolare vogliamo presentarvi i prodotti della First Plast, che fa parte del gruppo della First Corporation www.firstcor.com   e che ha una gamma di prodotti per le fognature (ed altro ancora) elaboratissima.

Sotto vi mostriamo una prima schermata dei pozzetti sifonati , in ABS, PVC e Polipropilene,  e poi passeremo alla spiegazione relativa al loro uso:

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Al centro dell’immagine vengono mostrati tre pozzetti con le relative tubazioni di adduzione e di scarico delle acque di fognature.

Il secondo pozzetto al centro, viene normalmente usato come "caditoia",  è provvisto di griglia e non di tappo ed ha un sifone a campana che può essere sfilato dal pozzetto e ripulito.

Può essere usato nei piazzali delle abitazioni in maniera da raccogliere l’acqua piovana, ma viene usato molto spesso anche come caditoia nelle pubbliche strade. Naturalmente avrà una griglia in ghisa carrabile.

L’ultimo pozzetto è molto usato per gli scarichi neri quale pozzetto sifonato e di ispezione. In questo caso la sifonatura avviene tramite l’immersione della curva a squadra del canale di uscita, immersa nel liquido che rimane nel pozzetto. L’eventuale parte solida si deposita in fondo al pozzetto stesso. E’ ispezionabile e si può ripulire.

        CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella immagine sottostante  si vede la sezione del primo pozzetto, con la veletta o paratia di sifonaggio, posta a ridosso del canale di uscita delle acque fognarie.

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Le fognature bianche, specie in zone di vecchia costituzione sono soggette a ricevere scarichi neri; il sifone a campana, riempendosi di acqua, chiude praticamente l’accesso verso l’esterno a possibili cattivi odori provenienti dalla fogna.

Inoltre l’asportazione del sifone è facile, ed in caso di riempimento di sporco (foglie o altro), può essere tolto e ripulito.

La veletta che vedete a destra nell’immagine, costituisce invece il diaframma del primo pozzetto di sinistra di cui alle immagini soprastanti, ed ha lo stesso scopo ed utilità di quello a campana.

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella sezione sottostante vi potrete rendere meglio conto di come sono fatti i due sifoni:

       CLICCARE SULL’IMMAGINE

La First Plast è una casa di primaria importanza ed i suoi prodotti si trovano nei migliori magazzini edili.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA IN EDILIZIA

di Amedeu

34 commenti

  1. salve sono interessato al vostro prodotto ( sistema di sifonatura ) molto interessante per le mie esigenze le spiego : avrei bisogno di filtrare sabbia e fogli in un tombino esistente o da sostituire prima che le le acque vadano in fogna ( cè poca pendenza e mi si turano le tubazioni nel box ) grazie anticipatamente distinti saluti mario

  2. Per Mario.
    Puoi trovare quello che chiedi presso i magazzini edili della tua città.
    Necessita che tu chieda “l’interno in PVC per una caditoia stradale”.
    Eventualmente stampa la figura del nostro articolo e portala con te.
    Amedeu e c.

    • SALVE AMEDEU, IO HO UN POZZETTO IN CEMENTO SIFONATO CON LA PILETTA IN CEMENTO A PELO D’ACQUA PERò MI BLOCCA LA CARTA NEL POZZETTO E QUINDI RISCHIO DI INTASARMI. MI SAI DIRE COME POTREI FARE?

      • Per Fabio.
        Non è chiara la tua spiegazione.
        Se sei allacciato alla fognatura nera pubblica, il tubo di uscita dal pozzetto dovrebbe esser più basso dell’arrivo, ma tale pozzetto dovrebbe essere profondo quel tanto da far depositare la carta.
        Ma a nostro parere non è questo il problema.
        Parli di un sifone? Non comprendiamo come e dove sia stato messo in opera.
        Inoltre esiste una fossa settica del tipo standard?.
        Sono notizie che devi verificare e poi darci, se vuoi una risposta attendibile.
        Amedeu e c.

  3. buona sera ho comprato una casetta bifamiliare di 2 fratelli. rimasto unico fratello erede ha frazionato le 2 abitazioni di cui una parte è stta acquistata da me. nel giardino sotto la mia abitazione passa la fogna dove scaricavano le 2 abitazioni. nella casetta del mio venditore esiste la fogna che è di sua propietà. .anche la via dova esistono le villette e di sua propietà, cosa davo costruire nel mio giardino per potermi collegare alla fogna, quanto mi costa la fossa biologica. un muratore mi ha chiesto cinquemila,euro per scavarmi il buco e collegarmi alla fogna del mio vicino che mi ha venduto casa se potete rispondermi con urgenza grazie per la vostra serietà

  4. Per Paola.
    Non ci dici se la fognatura è allacciata alla tubazione fognaria pubblica, oppure se la zona è sprovvista di fognature e quindi siamo in presenza di uno scarico in campagna.
    Inoltre se la fognatura “pubblica” passa nella strada privata del venditore.
    e perchè fai distinzione fra la tua fognatura e quella del vicino.
    Forse il medesimo è allacciato direttamente alla fognatura stradale?
    Per darti una risposta esauriente è necessario avere questi dati.
    Amedeu e c.

  5. Buonasera, ho appena ristrutturato casa e ho problemi con la fossa biologica, ovvero vi è puzza in bagno. i muratori mi hanno consigliato di eliminare la fossa biologica e fare l’allacciamento alla fogna pubblica con distinzione di acque chiare e scure. cosa potrebbe costarmi e quale prodotto vostro migliore dovrei utilizzare.

  6. Per Nicolò.
    Se vuoi una risposta, per correttezza, devi specificare la tua email.
    Amedeu e c.

  7. ok inserita, grazie in anticipo

  8. Per Nicolò.
    Prima di addentrarti in eventuali spese per lavori, fai controllare che la colonna montante degli scarichi nella quale confluiscono i tuoi apparecchi sanitari, prosegua fino a sopra al tetto, dove dovrà rimanere aperta (con eventuale cappello) come sfiato dei miasmi dei liquami.
    La mancanza di tale sfiato potrebbe essere un motivo del puzzo che senti.
    Altro intervento (da poco e che potrebbe comunque rimanere) è la creazione, vicino al piede della colonna, e comunque prima della fossa biologica, di un pozzetto di ispezione, contenente un sifone in PVC, con tappo superiore svitabile, di controllo e pulizia.
    Fatto quanto sopra, ti rimarrà la soluzione detta dai muratori, anche se la cosa ci sembra alquanto strana, in quanto in tutte le località di pianura, le case sono provviste di fossa biologica, e raramente si verifica l’inconveniente da te lamentato.
    Amedeu e c.

  9. Buonasera,

    all’interno del mio box auto (circa 5 X 2,5 metri) ho un pozzetto fognario (circa 0,8 X 0,8 metri) precedentemente tappato con cemento. Per facilitare le ispezioni periodiche del pozzetto, sino ad oggi effettuate rompendo e ripristinando il tappo in cemento, ho fatto sostituire il tutto con un chiusino sifonato (credo in ghisa, comunque in materiale metallico).

    Con mia sorpresa e disappunto, ora dal pozzetto fuoriescono fastidiosi miasmi, inizialmente molto pronunciati e ora, anche se ancora presenti, ridotti grazie all’inserimento di un particolare “olio” per la sifonatura, inizialmente non inserito dall’installatore per suo errore.

    Le mie due domande sono:
    1) se intendo mantenere il chiusino sifonato, devo rassegnarmi a convivere con seppur minimi miasmi nel mio box oppure un chiusino (o tombino) montato a regola d’arte non deve lasciar uscire alcun odore anche se si trova in un ambiente chiuso quale un box auto?
    2) esistono dei materiali / prodotti consigliati rispetto alla attuale soluzione in metallo, tenendo conto che sopra il chiusino transita e sosta l’autovettura nel box?

    Vi ringrazio in anticipo

    • Per Stefano.
      Il sistema comunemente usato in questi casi, è quello di mettere in opera un pozzetto di ispezione a doppio tappo, il più basso dei quali ben sigillato con sabbia fine intorno al coperchio, e con sopra il secondo tappo (che tu hai in ghisa).
      Amedeu e c.

  10. Buonasera,premetto che sono colpito dalla’acuratezza delle vostre spiegazioni e vorrei approfittarne per porle alcunedomande.Mi sto allaciando ad una vecchia linea fognaria passanta in un passo carraio ed ho usato un y 125\100 una volta intercettato il tubo sotto traccia.ho poi anticipato la y con un tombino 20×20 ma ho paura dei miasmi visto che in altri tombini ho questo problema.Vorrei adottare il sistema della curva a squadra ma ho paura che il ristagno dei solidi produca cmq odori?!un altra domanda da profano sarebbe che dalle vostre foto la salite delle colonne principali come pure altre tubature piu piccole non vengono mai fissate con collari ma sono libere finche’ non vengono murate,c’e’ un motivo?e che curva minima deve avere ai suoi piedi la colonna quando poi si collega orizzontalmente fino ad arrivare ai tombini.Grazie mille per la possibilita di fare domande,bsera

    • Per Alessio.
      Iniziamo dalla seconda domanda.
      Non si vedono i fermi della colonna montante, ma in verità, se i tratti sono lunghi, la stessa andrebbe fermata con delle staffe tipo quelle usate nei discendenti pluviali e che sono veloci da montare (Tassello di espansione e collarino).
      La curva al piede della colonna deve essere possibilmente aperta.
      Relativamente alla prima domanda, che per la verità non è molto chiara, se hai “anticipato” (cioè realizzato prima della braca?) con un pozzetto la braca stessa, e se la fognatura è nera, nel pozzetto dovevi passare con un T rovesciato, provvisto di tappo a vite.
      In tale modo si evitano i miasmi della fognatura.
      Tale T, deve essere naturalmente allineato con il braccio della Y con il quale ti inserisci nella tubazione principale, e, possibilmente, non deve formare alcuna curva sia nel senso orizzontale che verticale.
      Amedeu e c.

  11. Salve e complimenti per le risposte molto dettagliate.
    Il mio problema sta nella corrosione della grondaia provocata dalla risalita dei gas provenienti dalla fogniatura.
    Mi spiego meglio:
    Il tubo della grondaia e stato collegato ai tempi della costruzzione della casa direttamente nella fogniatura quindi, i gas se cosi li posso chiamare,provenienti dalla fogniatura trovono come unico sfiato il tubo della grondaia quindi fino alla sua risalita totale fino a fuoriuscire sul tetto e cosi corrodendo la lamiera della grondaia tra cui anche il suo bicchiere in metallo.
    Abbiamo realizzato un pozzetto con un sifone con doppio tappo quelli arancioni naturalmente messo prima della fognia,ma dopo aver sostituito la prima volta i bicchieri della grondaio dopo 1 – 2 anni si e ripresentato il problema della corrosione.
    La mia domanda è, puo essere che la quantita dell’acqua che riesce a contenere il sifone arancione sia poca specialmente in estate che possa evaporare con il caldo (io vivo in sicilia) ?
    Come posso intervenire in maniera diversa per rimediare a questo problema (corrosione della grondaia) ?
    Puo servire se elimino questo sifone arancione e faccio un pozzetto da 30 inserendo un pozzetto monolitico ,dove fare arrivare il tubo della grondaia che scarica l’acqua bianca e a sua volta collegando un altro tubo dove fare scaricare l’acqua nella fognia con un sifonatura a veletta oppure con una sifonatura tipo acque nere,cioe con curva sommersa ?
    Da osservare che realizzare un pozzetto monolitico in materiale plastica,riuscirebbe a contenere piu acqua (quindi non fare passare le puzze e suoi gas che vanno a corrodere le grondaie,e a non evaporare molto velocemente come nel caso del sifone aranciome).
    Spero di essere stato chiaro e la ringrazzio anticipatamente

    • Per Claudio.
      Le tubazioni discendenti pluviali della gronda, non devono essere collegate alla fognatura nera.
      Difatti, la corrosione della quale parli è determinata sempre dall’esalazione dei gas dovuti ai miasmi provenienti dalla FN.
      Di conseguenza i pluviali discendenti devono essere attaccati alla fognatura bianca, e se questa non è esistente (Puoi verificare in Comune) ed è presente solo la mista (Nera e bianca insieme – purtroppo ci sono zone in Italia ancora servite da tale sistema fognario), devi scollegare i pluviali discendenti e mandare l’acqua piovana sul marciapiedi e da questo allontanarla (tramite pendenze) verso la pubblica via.
      Oppure, altra soluzione, sostituire i discendenti e la doccia o grondaia , con altri in PVC o rame.
      Amedeu e c.

  12. Buon giorno,
    ho questo problema: sono il proprietario dell’immobile sito al 1° piano di uno stabile molto vecchio (inizio secolo) Il padrone dell’immobile (commerciale) al piano terra lamenta l’invasione dell’acqua nelle cantine. Tale problema è comune nel paese quando le fogne si tappano. Dopo violenti temporali e le lamentale dei cittadini, il comune o chi per esso procede alla pulizia delle fogne ed il problema sparisce.
    Premesso questo, stavolta è diverso: il comune, dopo aver pulito le fogne ed aver aperto il pozzetti esterni accanto a casa, dove confluisce lo scarico nero di una tazza di uno solo dei miei due bagni dice che la colpa è di tale pozzetto assieme a quello di decantazione. Perdono, perchè il livello è molto basso rispetto a dove dovrebbe essere la linea dell’acqua. Con l’idraulico abbiamo accertato che probabilmente il pozzetto perde. Però la mattina quando ci alziamo usiamo il bagno del piano delle camere che non scarica né acque chiare né acque nere in tale pozzetto (scaricano in un pozzetto dietro lontano dalla zona incriminata). Né la cucina, né i bidè, né i lavandini dei due bagni Vi scaricano. In casa non c’è nessuno dalla mattina alle 8 fino alla sera alle 21.
    Per questo siamo perplessi che I DUE CM DI ACQUA VIVA filtrante dallo zoccolino nelle cantine possa essere causata dal pozzetto incriminato.
    Domande:
    1) Come fare a vedere che l’acqua che invade le cantine sia proprio quella del pozzetto (che potrebbe disperdersi per i fatti suoi essendo il terreno in discesa)?
    2) Come riparare i due pozzetti (cioè quello principale e quello di decantazione)? (Uno è fatto a gironi). Spesa?
    L’immobile si trova in centro paese: strade strette e pietre.
    Grazie
    Riccardo

    • Per Riccardo.
      Ci poni un problema che avrebbe bisogno, oltre che di un accurato sopralluogo, anche di prove effettuate per i singoli scarichi.
      Comunque, se ti è possibile “sezionare” gli scarichi provenienti dai vari pozzetti, potresti adoperare il sistema usato dai tecnici delle pubbliche fognature, quando vogliono individuare uno sversamento di liquami neri.
      Tale sistema consiste nell’usare dei colori (Quelli che vendono in bttigliette di plastica, possibilmente non inquinanti).
      Immettendo un colore per volta, a distanza di tempo, in maniera da farlo poi smaltire prima di adoperare il secondo colore, e così via, dovresti riuscire ad individuare i percorsi dei vari flussi fognari.
      Va fatto con una certa attenzione, cercando, inizialmente, di avere una idea più chiara possibile, delle direzioni delle varie tubazioni.
      Altro non sappiamo suggerirti, se non spaccare e renderti conto “a vista” di ciò che succede sotto terra.
      Amedeu e c.

  13. Grazie Amedeu seguirò il tuo consiglio.
    I colori dove li compro? c’è qualcosa di ecologico e specifico in vendita presso ad es Obi, Leroy, Brico? Non vorrei inquinare. Oppure dove comprarli?
    Grazie
    Riccardo

  14. Buongiorno,
    La mia casa è indipendente, gli scarichi finiscono in una f.b. e di lì in una tubazione di 40cm di diametro,che attraversa un mio prato per circa 30m senza tombini, e poi si allaccia alla fognatura Comunale.
    Essendo collegati a questa lunga tubazione le grigli di drenaggio del cortile, di li mi arrivano, sopratutto, quando c’è umidità, cattivi odori.
    Come posso intervenire?
    Grazie

  15. Salve, Le scrivo dalla provincia di Napoli.
    La mia casa è indipendente e fino all’anno scorso, lo scarico delle acque nere avveniva direttamente in una vasca di raccolta di circa 9 mc (a norma) posta nel giardino.
    All’inizio di quest’anno dal comune è stata costruita la rete fognaria ed ognuno con regolare permesso comunale, si e’ allacciato direttamente alla rete esterna.
    Ora avendo direttamente il collegamento, dal tubo della casa alla rete fognaria comunale, ” mi chiedevo se potevo ripristinare la vasca di raccolta, (ormai non è più necessaria ed è solo una grossa buca in giardino) e trasformarla in una piccola piscina”.
    La casa ricade in zona vincolata (ambientali e paesistici) ma, sulla casa dove vi era una domanda di condono del 1995, è stata rilasciata dal comune la concessione edilizia in sanatoria.
    Potreste darmi qualche indicazione su come muovermi? e se posso realizzare quanto descritto sopra??
    Grazie.

    • Per Nello.
      A nostro parere non è possibile.
      La vasca era stata costruita per un servizio di raccolta di liquami luridi, in assenza di una rete fognaria pubblica.
      Una piscina si configura, in generale, come un’opera edile complessa, con pareti resistenti ed impermeabili, filtri e scarichi per l’acqua, vasca di compensazione ecc e per cui occorre una autorizzazione comunale con pratica presentata al Genio Civile (Ora ASL) ed alla ASL stessa.
      Comunque informati presso lo Sportello Unico per l’Edilizia del tuo Comune.
      Amedeu e c.

  16. buon giorno vivo in una palazzina di due unità io al piano primo e il mio coinquilino al secondo
    ho un problema con il pozzetto esterno acque chiare scarico cucina non essendo sifonato i gas risalgono e saturano la camera del mio vicino al piano superiore (motivo solo lo sfiato sul tetto è in comune)
    mi è stato detto che la colpa di questo disagio è proprio la mancanza del sifone ?! se sì..potete consigliarmi come montarlo senza dover chiamare qualcuno e spaccare tutto ?
    grazie anticipatamente della vostra cgentilezza

  17. Buon giorno a tutti. Vivo in un condominio di sei appartamenti dove ci sono quattro colonne fognarie, raccordate alla fogna nera al piano terra, mediante una fossa settica. Dalle colonne emanano miasmi dentro gli appartamenti. Dove devo collocare i pozzetti sifonati? Alla base delle colonne (quindi quattro pozzetti) oppure prima della fossa settica (quindi un solo pozzetto)?
    Ringrazio in anticipo per la cortese risposta.

  18. Ho cucina a piano terra il cui scarico confluisce all’esterno della casa in un pozzetto sifonato d’ispezione. E di qui poi prosegue verso fognatura nera. Ogni 2/3 anni, in corrispondenza del pozzetto, si sedimentano gli scarichi della lavastoviglie formando un tappo che risale sistematicamente verso lo scarico della cucina. Al che devo chiamare l’espurgo. E’ normale che ciò accada ? Controllando il pozzetto sifonato sembrerebbe che il tubo di arrivo al pozzetto sia a una quota più bassa rispetto al tubo di uscita: E’ normale ?

    • Per Maurizio.
      Alzando il tappo del pozzetto, il tubo che proviene dalla cucina deve essere leggermente più alto di quello in uscita dallo stesso pozzetto altrimenti il liquame resterebbe in parte nel primo tratto di tubazione, formando con il tempo una sedimentazione fino a livello del liquido stagnante.
      Normalmente, ma ciò va oltre la domanda da te fatta, il liquame in uscita dalla cucina viene avviato verso un pozzetto degrassatore sifonato, per permettere la sedimentazione di grasso, oli e detersivi e che va pulito periodicamente.
      Accertati che il tuo pozzetto non sia appunto un degrassatore, e che non sia stato messo in opera al contrario (Ingresso al posto di uscita).
      Amedeu e c.

  19. Buongiorno ! Sono il proprietario di una casa colonica completamente ristrutturata in pianura , sulla linea delle acque nere è presente la fossa imhoff , dallo scarico di quest’ultima fuoriesce materiale solido per cui , secondo logica , dovrei ulteriormente sifonare quest’ultimo ,per poter immettere nel fosso lato strada acqua pulita . Al di là della spesa ,notevole! , temo di non risolvere il problema , infatti ritengo che il problema sia causato dal livello della falda acquifera (pochi cm sotto il terreno !) che fà in modo che il livello della fossa imhoff e del suo scarico siano troppo alti e sempre invasi dall’acqua ! Visto che in genere gli elementi delle linee di scarico non sono stagni , dovrei forse rendere stagna tutta la linea di scarico fino al fosso stradale ? Oppure inserire una pompa con funzionamento automatico che mi tenga più basso il livello della fossa ? Se potete datemi qualche consiglio , grazie mille R.

  20. Salve e grazie sin da adesso della risposta alla seguente domanda.
    In questo momento utilizzo una fossa imhoff poco prima della quale ho un pozzetto di ispezione 80×80 cm.
    Dalla casa in cui abito partono due tubazioni che arrivano in questo pozzetto. La tubazione unica che dal pozzetto va alla fossa imhoff è stata posta circa 20cm al disopra delle due tubazioni anzi citate. Credo che chi ha posto in opera tutto ciò ha pensato di sifonare i due tubi che venivano dalla casa, e devo dire che non sento cattivo odore in casa. Però ho notato nel corso degli anni che la melma che si forma nel pozzetto, che si solidifica, non fa defluire bene gli scarichi dalle due tubazioni per cui vanno incontro ad ostruzioni. Poiché spero che mi collegheranno alla rete fognaria mi chiedevo se eliminando la fossa imhoff e collegandomi dal pozzetto alla rete fognaria non fosse più utile posizionare la tubazione in uscita dal pozzetto più in basso delle due tubazioni. In tal modo si eviterebbe la formazione di melma solida con conseguente ostruzioni e costi per eliminarla. Però perderei la sifonatura. Quale soluzione mi può indicare per risolvere al meglio la problematica che ho presentato.? Qualsiasi consiglio è gradito.

    • Per Mario.
      Se speri che ti colleghino alla fognatura pubblica, vuol dire che adesso hai un sistema di smaltimento tipo campagna, per cui leggi attentamente questo articolo per renderti conto di come dovrebbe essere (Compreso la posizione del pozzetto)
      http://www.coffeenews.it/scarichi-per-immobili-non-collegati-alla-pubblica-fognatura
      Per collegarti alla fognatura pubblica esistono due sistemi: quello di passare prima attraverso una fossa biologica (Tipo Imhoff ma denominata standard) oppure allaccio diretto alla fognatura comunale con la sola messa in opera in idoneo pozzetto con un sifone provvisto di tappo per una eventuale scovolatura.
      Il primo sistema viene usato dai comuni posti in pianura, il secondo, normalmente dai comuni posti in collina o montagna.
      Per cui devi informarti presso l’ufficio Scarichi e Fognature del tuo Comune, dove ti sapranno dire se devi mettere in opera il bacino biologico suddetto.
      http://www.coffeenews.it/differenze-sostanziali-fra-fossa-imhoff-e-fossa-biologica-standard
      In ogni caso, il tubo in uscita da un pozzetto deve essere sempre più basso del tubo in entrata, ma deve essere a quota maggiore rispetto alla fognatura pubblica.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.