Stuccatura con malta adeguata di vecchie murature.

CLICCA SULL’IMMAGINE

Molte persone possiedono case con vecchie facciate con intonaci cadenti e le vorrebbero riportare a pietra a facciavista, ( parlo della pietra tipo calcarea colore giallo marrone, tanto presente nella nostra Italia) oppure hanno semplicemente parti di murature interne od esterne da stuccare, ma non sanno come fare.

Le vechie costruzioni avevano i commenti di malta fra le pietre pietre, colore della calce tendente al marrone avana; colore che adesso è difficile riottenere, affidandosi all’uso di sabbia, cemento e calce.

Il colore che ne uscirà fuori nan sarà più quello antiquato; allora cercano di aggiungere degli ossidi durante il mescolamento della malta, ma difficilmente raggiungeranno l’obiettivo prefissato.

Vediamo allora come agire:

Si demoliscono i commenti fra pietra e pietra, poi si lava la superficie in esame, abbondantemente, con acqua.
Se la superficie è esterna si può benissimo adoperare un tubo di gomma, altrimenti, internamente, è consigliare lavarla spruzzandola con una  pennellessa immersa continuamente nel secchio dell’acqua.

Effettuata questa operazione si visiona il lavoro eseguito e se si notano zone ove la vecchia malta è venuta via in abbondanza, si riprendono usando la malta bastarda, ma attenzione , lasciare da filo esterno pietra almeno un cm, un cm e mezzo di vuoto, per stuccare di nuovo.

Attenzione a non sporcare con questa malta le pietre vicine, altrimenti pulitele con uno straccio bagnato o con un pennello imbevoto in acqua..

Una volta risanata in questa maniera la muratura dal punto di vista statico,si inizia a stuccarla con un prodotto adeguato usando una mestolina o cazzuolina a punta stondata.

Per esperienza devo consigliarvi la "Terra di Siena" della SAVER, che ha un colore simile alle vecchie pietre calcaree di un tempo.

Comunque, qualora risultasse, a chi la usa, troppo chiara o troppo scura, si puo correggerla durante il mescolamento con acqua, con ossidi scuri o chiari.
Detti ossidi si dovrebbero trovare in tutti i magazzini edili.
 
Stuccata la muratura, si prende un secchio con acqua e si ripassano tutti i commenti spianandoli e correggendoli con un pennello poco bagnato.
 

 

CLICCA SULL’IMMAGINE

Al termine di tutto questo si ripuliscono le pietre sporcate con una spazzola tipo setola media/dura.

Buon lavoro.

 Continuate a seguirci, di seguito i prossimi interessantissimi articoli
 
 

di Amedeu

4 commenti

  1. Pardini Massimo

    Interessante ed utile

  2. Contromano2002

    Bravi !

  3. Salve Amedeu, ho un consiglio/informazione da chiedere.
    Premetto: sono del mestiere e mi occupo anche di restauro conservativo.
    Sto eseguendo un preventivo nel cui computo metrico è previsto il ripristino di vecchie murature tramite una tecnica alquanto strana. Dopo la stuccatura con calce miscelata con terre naturali si richiede una ” VELATURA A RULLO O PENNELLO CHE RISALTI L’EFFETTO ANTICATO DELLA MURATURA”
    Ora, non saprei di cosa si tratta, chiederò ovviamente all’architetto progettista, però chiedo a voi se conoscete qualcosa di simile che di norma si usa pennellare sopra le vecchie murature a vista…una sorta di tinta a base di calce per colorare pietre e fughe?? Grazie ..Matteo.

    • Per Matteo.
      Non possiamo azzardare alcuna ipotesi, in quanto è un trattamento del quale occorrerebbe sapere qualcosa di più.
      Puoi tentare di trovare notizie in merito, su internet, cerando “Trattamento antichizzante di muri in pietra”.
      Può darsi che vi siano delle ditte che offrono prodotti idonei.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.