Stuccatura delle pareti, piccole lesioni e fori vari: fai da te

 Una raccomandazione per chi tinteggia da se la propria casa.

Prima di pitturare le stanze di una abitazione, è naturale pulire attentamente i muri, togliere i gancetti dei quadri che non servono più, tappare i piccoli buchi dell’intonaco,  riprendere le varie rotture negli spigoli delle mazzette delle finestre ed infine stuccare tutte quelle piccole lesioncine verticali, che sono tipiche dell’aintonaco.

 

   CLIC

Un errore che molti fanno e che purtroppo si nota molto bene, una volta imbiancato, è quello di adoperare per tutti questi ritocchi, lo stucco pronto di colore bianco, venduto in molti supermarket in barattolini e che viene dato con una spatolina da raso.

Bisogna considerare, che ogni casa,ha un diverso tipo di intonaco alle pareti, che varia da quello tipo gesso, molto liscio, a quello piu granuloso della Weber, a quello ancora, IP10 della Fassa Bortolo, che ha una granulometria di circa 1 mm.

Se l’intonaco è a gesso, la ripresa con lo stucchino in barattoli, può anche andare bene, ma in tutti gli altri casi è necessario riusare un intonachino pronto che vendono tutti i magazzini edili.
Non lo vendono a Kg., però un sacchetto da 25 Kg, costa pochi euro.

Vi consiglio allora di procurarvi un pezzetto di intonaco interno della vostra abitazione e di farlo vedere nel magazzino edile dove vi servite.
Saranno sempre disposti a dirvi quale tipo di intonaco potrete usare.

Si tratterà allora, una volta giunti a casa,di sciogliere una piccola quantità di questo intonaco (basta mescolarlo con acqua ed ottenere la giusta lavorabilità).

Pulite le crepettine sui muri, le bagnate con un pennello e poi con una piccola cazzuola o con una spatolina lo applicate nei punti giusti.
Aspettate un poco e poi con un pialletto o frattazzo da muratori (pure questo costa poco), piallettate il muro dove avete steso l’intonachino, fino a rendere la superficie uniforme, senza rigonfiamenti o avvallamenti.

Lasciate seccare e poi imbiancate.

Le vostre stanze ritorneranno nuove e non si vedranno quelle antipatiche isolette lucide dovute allo stucchino bianco, e che risaltano all’occhio anche dopo avere imbiancato

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

.

di Amedeu

8 commenti

  1. Buongiorno, ho delle pareti in stucco veneziano rosa, ma vorrei farle bianche, sempre in stucco veneziano o marmorino. E’ sufficiente carteggiare bene la superficie a cera per ottenere un buon risultato? Mi hanno proposto una sgrassatura con solvente e succesivo tinteggio a due riprese con pittura tixotropica a solvente, va bene comunque? e cos’è la pittura tixotropica a sovente? inoltre mi sembra piuttosto cara, sa dirmi se può essere più economica la carteggiatura e poi sopra direttamente posa stucco veneziano?
    Spero di essere stata chiara.
    Grazie, Carmen

    • Per Carmen.
      Lo stucco veneziano è una particolare applicazione che necessita di specialisti esecutori di tale lavorazione.
      Dovresti rivolgerti da un altro artigiano del mestiere e farti fare un preventivo.
      Potrai, confrontando le due opzioni; quale attuare, sulla base della buona riuscita e del risparmio.
      Puoi tentare di chiedere una garanzia per la riuscita di tale lavoro.
      Amedeu e c.

  2. salve,
    vorrei sapere come procedere per fare una ripresa su stucco veneziano in quanto ho fatto una parete ed e venuta abbastanza bene tranne in un piccolo punto dove nn si vede la lucidatura.
    Per poter ottenere il risultato della lucidatura basta applicare un altra mano di stucco aspettando il tempo necessario alla sua asciugatura e poi iniziare a passare l americana o come pensate che mi deva comportare;e infine un ultimo chiarimento si vedra poi tale ripresa?
    In attesa di un vostro consiglio vi porgo i miei piu cordiali saluti.

    • Per Tommaso.
      Lo stucco alla veneziana è delicato ed occorre la mano di un esperto.
      Per effettuare una ripresa ed essere sicuro che non si veda, devi chiamare una persona che lo faccia di mestiere.
      Amedeu e c.

  3. Salve,
    Causa infiltrazione di acqua una piccola parte di intonaco si è staccata, con una spatola ho ripulito bene fino ad arrivare ai mattoni forati.
    Ora per richiudere tutto cosa devo usare? la casa è dei primi anni 70 quindi penso che l’intonaco sia a base calce cemento e sabbia.
    Grazie

    • Per Gabriele.
      Fai un poco di malta con 1 parte di sabbia ed una di cemento,
      Con l’aiuto di un frattone o sparviere, spargi e pigia la malta dove vuoi attaccarla (Prima bagna la parete).
      Poi con una riga di legno “tira” la malta, in maniera da portare via la parte in più e pareggiare la parete.
      Appena vedi che la malta sta tirando (Non è più morbida), usa un frattazzo di spugna e pialletta la superficie data.
      Amedeu e c.

  4. Salve,prendo spesso consigli su varie tematiche su questo sito e ora per la prima volta volevo anche farvi una domanda.
    Ho ristrutturato casa e ho “rifatto” le pareti quindi in questo momento le pareti sono appena intonacate,ora la mia domanda è questa ; tutti mi dicono che prima di poter pitturare dovrei stuccare ma essendo ignorante in materia e non vedendo nelle pareti fori visibili causati da chiodi ecc (visto che le pareti sono appena state fatte)mi chiedo devo comuque passare una mano di stucco per tutte le pareti?o magari come fanno i pittori controllare con una lampadina eventuali piccoli difetti delle pareti?nelle zone che si vede “lucido” per eliminarlo basta stuccarlo?grazie in anticipo

    • Per Emilio.
      Se hai seguito le indicazioni del nostro sito ed hai eseguito la prassi, con le fasce, il rinzaffo a cemento, l’arriccio e poi l’intonacatura, non devi fare altro.
      Se hai ben frattazzato l’intonaco e le superfici sono venute unite, l’unico lavoro che adesso ti necessita è l’imbiancatura.
      Ti ricordiamo che il velo di intonaco a finire, e di cui sopra, può essere eseguito con malta fatta con sabbia fine , cemento e calce; oppure adoperando un intonachino pronto (Lo vendono i magazzini edili in sacchi da 25 Kg) e che può essere di varie ditte, ma anche di grana fine o grana grossa.
      Adesso riguarda il lavoro che hai fatto e non ti curare delle critiche altrui.
      Se tu dovessi stuccare tutti i forellini di un intonaco dovresti adoperare una rasatura tipo a gesso, ma te la sconsigliamo, in quanto non è il tuo caso.
      Non adoperare lampadine, ma osserva la superficie per intero e vedi come si presenta, senza andare a ricercare le punte di spillo.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.