Archivio per il tag: codice civile

Le azioni di “denuncia di nuova opera” e di “danno temuto”.

denuncia-alla-magistratura-1

Contrariamente a come appare dal titolo, non vogliamo parlare della "denuncia di inizio dei lavori di una nuova costruzione", bensì di quelle azioni previste dal Codice Civile quando una cosa o "immobile" sul quale cade un diritto o su cui si esercita un possesso, corre il rischio immediato di essere occasionalmente danneggiato dall’attività o da una cosa di un terzo. ... Continua a leggere »

Impianto di riscaldamento condominiale. Staccarsi?

impianto-centralizzato

Il Senato, in data  26 gennaio 2011, ha approvato la bozza relativa alle "Modifiche sulla disciplina del condominio negli edifici" ( in fase di approvazione definitiva) ed in particolare la modifica dell’articolo 1118 del c.c. specificando all’articolo 3 :  "………il condomino non puo` rinunziare al suo diritto sulle parti comuni, ne´ essere liberato dal vincolo di solidarieta` nei confronti dei ... Continua a leggere »

Responsabilità, per lavori edili, successive al termine dell’appalto.

A seguito del Collaudo o del certificato di Regolare Esecuzione, che naturalmente abbia dato esito positivo, e quindi con la conseguente accettazione dell’opera da parte del committente ed il pagamento di quanto ancora è dovuto all’appaltatore su quanto aspettatogli, cessano le cause di responsabilità di cui al contratto di appalto firmato dalle parti. Cessano anche quelle responsabilità dovute a vizi ... Continua a leggere »

Quali sono gli obblighi dei comproprietari per la riparazione di un muro a comune.

lavori-su-muro-in-comune

Quante discussioni fra proprietari di due fondi limitrofi, per la riparazione di un muro a comune. Eppure potevano essere evitate. Il Codice Civile all’articolo 882 stabilisce esattamente quali obblighi hanno i comproprietari di un muro divisorio comune, di eseguire le riparazioni e le ricostruzioni ad esso necessarie. Tali opere devono essere eseguite per mantenerlo in efficienza affinchè esso continui ad ... Continua a leggere »

Distanze dai confini. Di pozzi, cisterne, fossi, tubi, canali ed altro

Il codice civile tratta esplicitamente gli argomenti relativi alle distanze dai confini che devono tenere determinati manufatti. Chiariamo, però, prima di iniziare,che queste sono distanze che vanno rispettate là dove non esistano regolamenti comunali che prevedano distanze maggiori. In quel caso vanno rispettate le distanze dei regolamenti. Comunque , secondo il codice civile agli art.li 873 e successivi, chi intende ... Continua a leggere »

Quali sono le parti comuni di un edificio in condominio.

Parliamo di edifici nuovi, di diversi piani, formati da più appartamenti, ma anche di vecchi edifici sviluppati più in larghezza che in altezza, e costituenti un unico corpo strutturale ed architettonico. Abbiamo chiarito questo secondo punto, in quanto le dispute condominiali relative alle parti comuni avvengono molto spesso nei vecchi fabbricati. Non è raro vedere vecchi edifici tinteggiati quasi interamente ... Continua a leggere »

Luci – Caratteristiche

delle-luci-3

Il Codice Civile, distingue le aperture rivolte verso il fondo del vicino in due principali categorie: "LUCI e VEDUTE", per ognuna di esse sono stabilite norme diverse. Adesso parliamo delle luci. Le Luci (vedi art.900 del Cod. Civ.) sono destinate a permettere solo il passaggio di luce e di aria, senza consentire l’affaccio sul fondo del vicino. Per fare in ... Continua a leggere »