Termiti: abitudini e spostamenti.

Come abbiamo anticipato nel primo articolo, non siamo studiosi delle termiti, né le conoscevamo prima di avere la disavventura di incontrarle: quindi questi articoli vengono pubblicati con l’intento di far conoscere questa problematica ai nostri lettori, dando loro alcune spiegazioni di base ed indirizzandoli eventualmente verso quelle ditte specializzate che da anni intraprendono una lotta contro questi voraci insetti.

Diamo alcune caratteristiche relative alle abitudini delle termiti Rossi:

vivono sottoterra  in colonie di milioni di individu,i suddivisi per caste (operai, soldati e riproduttori) e si spostano con una rapidità eccezionale, attaccano tutti i tipi di legno. Muovendosi, sfruttano tutti gli anfranti del terreno e delle murature, quali lesioni, intercapedini, e pur trovandosi anche negli immobili moderni, sembrano prediligere i vecchi edifici.  Si spostano continuamnete anche mediante canalizzazioni elettriche, idriche e nel loro cammino sembrano non conoscere ostacoli.

Se devono attaccare due travi poste a distanza di qualche metro ed isolate da una solida muratura moderna, costruiscono dei corridoi lungo il soffitto o le pareti, sempre lavorando al buio, e passano da una struttura di legno all’altra.

Sotto vediamo una foto che mostra questi cunicoli esterni:

     CLICCARE SULL’ IMMAGINE

Sotto ancora un cunicolo lungo una parete in una nuova costruzione:

La Reticulitermes lucifugus o termite Rossi, sfugge alla luce e preferisce luoghi bui e possibilmente umidi: quando attacca una struttura di legno, lavora svuotandola completamente dall’interno e lascia intatta la superficie esterna, senza praticarvi alcun foro, per cui diventa quasi impossibile scoprirne l’esistenza.

La presenza di queste termiti può essere però scoperta al momento della sciamatura annuale, quando gli individui alati lasciano in massa il loro nido per andarne a ricercarne un altro.

  Termiti pronte a sciamare

Da questo si dipartono nuovamente nutrendosi , nella loro implacabile marcia, di tutti i materiali cellulosi

Spiegato in sommi capi con chi abbiamo a che fare, parliamo dei metodi che esistono per combatterle e sulla loro efficacia e durata.

Ve ne sono due, il primo è il metodo Sentritech della Dow Agro Sciences Americana, mentre l’altro è  l”Exterra della Ensistex Francese.

Nel prossimo recente ed ultimo capitolo parleremo del primo di questi metodi.

Vedi 3° e ultimo articolo

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.