Terrazze pavimentate dalle quali infiltra l’acqua piovana. Come fare. Fai da te.

Questo articolo interessa i lettori, e crediamo siano molti, che hanno problemi di infiltrazioni di acque piovane da terrazze pavimentate.

Per motivi vari, fra i quali una non buona esecuzione in fase di costruzione o la vetustà, creano l’inconveniente del passaggio dell’acqua piovana, che poi si insinua fra le guaine fino ad arrivare a macchiare gli ambienti sottostanti.

Anche molti terrazzi esterni ai fabbricati, si vedono purtroppo macchiati di umidità nella parte sottostante.

Il proprietario al quale capitano simili inconvenienti difficilmente riesce a tamponarli,  a meno che non ricorra all’uso di prodotti bituminosi o gommosi, dati a pennello e che macchiano irrimediabilmente il pavimento rendendolo antiestetico.

Oppure altra soluzione radicale, è demolire il pavimento che è disastrato e ricostruirne uno con tutti i crismi della buona regola d’arte.

Fino ad oggi queste sono state le soluzioni per rimediare a tali problematiche.

La tecnologia ha fatto notevoli passi avanti e sono stati preparati dei prodotti a base chimica, che dati sulle superfici pavimentate, si insinuano profondamente nelle lesioni rendendo così impermeabile l’intera terrazza.

Un prodotto protettivo impermeabilizzante che abbia simili caratteristiche, sperimentato e che ha dato ottimi risultati è il "Sigillaterrazzi Professional" della ditta Madras, del quale vi vogliamo parlare.
Sigillaterrazzi Professional

E’ una soluzione liquida concentrata a base di polimeri catalizzati, creata apposta per sigillare ed impermeabilizzare  terrazzi vari con lesioni fino ad 1 mm.

Viene venduto in confezioni che vanno da 1 litro fino a 25 litri.

In caso appunto di lesioni, crepe, oppure distacco delle vie di fuga fra mattonella e mattonella, viene applicato a pennello o a rullo e presenta, ad operazione finale, una notevole resistenza alle piogge acide ed alla luce.
Se le lesioni sono maggiori di 1 mm devono essere riempite prima di passare il prodotto.

Va usato quando la terrazza è asciutta da almeno 5 giorni e può essere applicato su tutti i tipi di pavimento (ad eccezione di quelli a contatto con terrapieni umidi), a partire dal cotto fino al gres o al porfido.

Comunque le modalità di uso sono presenti sulle confezioni e presso i magazzini edili che vendono tale prodotto.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

110 commenti

  1. salve, vorrei impermeabilizzare un terrazzo pavimentato che però raccoglie acqua piovana e la convoglia in una cisterna. che prodotto posso usare, tenendo presente che vorrei avesse caratteristiche di atossicità?
    l?acqua la utilizziamo infatti anche per uso igienico (es. ci laviamo i denti) e per cucinare. grazie

  2. Per Daniela.
    Se non sei contraria a spalmare le mattonelle con un prodotto sigillante ma che poi diventa solido, puoi usare l’Idrobuild bicomponente della KeraKoll, che viene usato anche per serbatoi di acqua e piscine.
    La stessa ditta ha emesso sul mercato anche un nuovo prodotto monocomponente.
    Ma guarda i nostri ultimi articoli.
    Comunque un consiglio (da seguire sempre):
    Si deve in ogni caso cercare la scheda tecnica di ogni prodotto, che si trova nel sito della casa e leggerne attentamente i contenuti.
    Amedeu e c.

  3. salve Amedeu ,mio suocero 40 anni fa’ costruì un terrapieno,in cemento e in due momenti diversi e finendolo in superfice con lastre di porfido adesso abbiamo svuotato il terrapieno dalla terra e ne abbiamo ricavato una terrazza ,ma purtroppo dove è stata fatta la giuntura dei due momenti diversi( è stato fatto un rinfazzo nel solaio ) trafila dell’acqua cosa mi consiglieresti di fare per evitare che trafili l’acqua? in attesa di un tuo consiglio ti porgo i miei migliori saluti

  4. Per Stefano.
    Vai in “Categorie” – OPERE EDILIZIE – “Impermeabilizzazioni e risanamenti” e cerca l’articolo “Blocco di infiltrazioni di acqua…..”
    Ti servirà per bloccare l’acqua che fuoriesce.
    Poi devi intervenire con un prodotto idoneo tipo Idrobuild Osocemendella stessa casa, o similari (ne troverai presso tutti i magazzini edili).
    Amedeu e c.

  5. Salve Amedeu
    possiedo una casa il cui solaio a terrazza è in parte il tetto della mia cucina in parte il terrazzo ingresso degli inquilini del piano superiore. Da qualche tempo ho grosse infiltrazioni d’acqua nella cucina e per quanti tentativi abbiamo fatto non siamo riusciti ad individuare la provenienza delle infiltrazioni. Mi hanno parlato di un colorante che diluito in acqua e sparso sul terrazzo superiore dovrebbe filtrare e darci una traccia sulla provenienza dell’infiltrazione. Purtroppo chi mi ha dato questa notizia non ricordava il nome del prodotto ne dove reperirlo. Puoi aiutarmi?
    Grazie
    Paolo

  6. Per Paolo.
    Indubbiamente dobbiamo essere onesti e confessare di non conoscere questo tipo di colore del quale ci parli; anche perchè qualsiasi colore tu usi, sia pur ecologico, potendo filtrare, finirebbe per colorarti una parte dei soffitti, con più danno che altro.
    Il sistema dei colori viene usato nel ritrovare gli scarichi dei diversi apparecchi sanitari, ed è un metodo che i vigili urbani comunali, addetti agli scarichi abusivi ben conoscono.
    Al di là di tale considerazione, ti consiglio di trovare un buon tecnico specializzato in impermeabilizzazioni ( troverai tutte le ditte che vuoi su internet) ed invitarlo a fare un sopralluogo risolutivo.
    Secondo la nostra esperienza non esiste infiltrazione che non si possa eliminare.
    Amedeu e c.

  7. Salve Amedeu,mi chieamo Lino e vorrei impermeabilizzare un terrazzo pavimentato che ha infiltrazioni d’acqua e ho visto nella Vs. rubrica che consigliavate per questo problema il Sigillaterrazzi Professional della ditta Madras. Dato che il mio terrazzo e’ di circa 6 mq. vorrei sapere quanti litri ne servono per poterlo proteggere bene? Inoltre vorrei sapere se e’ facile da trovare. Grazie
    Saluti

  8. Per Lino.
    Il sigillaterrazzi della Madras costa circa 30 euro al litro al magazzino edile.
    Ultimamente abbiamo eseguito un terrazzo di circa mq 20 e ne sono occorsi circa litri 2,5. Ti premettiamo però che detto terrazzo non era in pessime condizioni e presentava infiltrazioni fra le vie di fuga delle mattonelle (circa 2 mm) e negli angoli a contatto con il battiscopa del parapetto in muratura.
    Dopo le abbondanti piogge di questo ultimo mese, il vano cucina- tinello sottostante non presenta alcuna macchia di condensa e tantomeno di umidità.
    Nel caso tu non lo trovassi nella tua zona, contatta la Madras e ti diranno dove acquistarlo.
    Amedeu e c.

  9. salve, per un terrazzo di circa 300mq , pavimentato e con zone avvallate, va sempre bene il metodo sigillaterrazzi, della madras?; ci sono anche altre case che forniscono prodotti equivalenti e/o migliori?
    Conoscete altri metodi, economici rispetto ad un intervento radicale con sveltimento ndel pavimento, rifazione del massetto cementiziop ed impermiabilizzazione.
    Grazie,…è urgente

  10. Per Francesco.
    Con il Sigillaterrazzi toglieresti l’umidità, ma logicamente non gli avvallamenti.
    Di metodi ve ne sono molti. Vedi se nella categoria “muratura….” alla voce “impermeabilizzazione e risanamenti” puoi trovare l’articolo con il prodotto che fa per te.
    Amedeu e c.

  11. desidero sapere il venditore di sigillaterrazzi professional a Matera, e se è possibile conoscere i relativi prezzi.
    grazie

  12. Per Ontemurro.
    La ditta che lo produce è la Madras di Pescia (Pistoia).
    Per sapere chi sono i concessionari più vicini a te, devi telefonare al n° verde 800689150.
    Amedeu e c.

  13. a causa di un incendio del magazzino sul tetto sono scoppiate delle pignatte,vorrei fare il lavoro da me,mi hanno consigliato del polistirolo da . incollare per non appesantire troppo.cosa mi consigliate?GRAZIE E BUONA GIORNATA.

  14. Per Dario.
    Trattandosi di una situazione causata da un incendio, che può avere causato anche danni non visibili alle nervature dei travetti, ti consigliamo di fare eseguire un sopralluogo da un ingegnere abilitato della tua zona, il quale, dopo detto sopralluogo, saprà consigliarti l’intervento da effettuare.
    Amedeu e c.

  15. Buongiorno
    ho un terrazzino al 1°piano che ha delle infiltrazioni d’acqua che causano il distacco dell’intonaco lungo tutto il bordo del terrazzo e del cielino sottostante. L’impresa che sta facendo i lavori ha staccato le copertine (lastre di granito perimetrali che fungono anche da bordo terrazzo) e ora le sta rimettendo senza mettere l’ impermeabilizzazione sotto le stesse. Io ho bloccato i lavori perchè ritengo che l’impermeabilizzazione vada messa su tutta la superficie sottostante la pavimentazione, copertine comprese, mentre l’impresario sostiene il contrario.
    Qualcuno puo’ cortesemente darmi delucidazioni? Se servono chiarimenti, sono a disposizione. Grazie in anticipo.

  16. Per Sole.
    L’impresa ha tolto le “cimase”, o lastre di marmo poste a coronamento perimetrale del piano del pavimento terrazzo?
    Se è così, deve mettere l’impermeabilizzazione anche sotto dette cimase, prima di murarle nuovamente.
    Amedeu e c.

  17. salve il mio terrazzo è in cemento nn rivestito e nn in pendenza..quindi ristagna l acqua piovana e d inverno essendo a 880 m d altitudine si spacca tto …vorrei sapere quale modo semplice fai da te x rimetterlo a nuovo e nn avere + simili problemi….grazie

  18. Per Stefania.
    Non sappiamo se e come hai intenzione rivestirlo, comunque ti diamo questi suggerimenti.
    Per togliere gli avvallamenti devi usare un cemento autolivellante per massetti, tipo quello usato in questo nostro articolo
    http://www.coffeenews.it/massetti-autolivellanti-per-la-posa-in-piano-di-pavimenti
    Una volta che hai ottenuto un piano perfetto, con le dovute pendenze verso gli scarichi, e se non hai problemi di infiltrazioni ai piani sottostanti, puoi piastrellare il terrazzo con mattonelle antigelive (ne esistono di vari materiali e costi) e da mettere in opera con la colla.
    Altrimenti se desideri tenere il cemento, esistono in commercio, e puoi trovarle presso tutti i magazzini edili delle malte cementizie preconfezionate ed anche colorate.
    Basta che tu chieda presso uno di tali magazzini.
    Amedeu e c.

  19. Terrazzo al primo piano pavimentato con mattonelle in gres, al suo bordo
    sinistro una aiuola lunga mt 10 x 0,40 la guaina coperta dal terriccio ha una grossa infiltrazione d’acqua. Ho tolto tutto il terriccio e la guaina rotta lungo il muretto e purtroppo anche il massetto sotto la guaina è bagnato. La domanda: Posso usare il sigillaterrazzi della Madras (sempre che lo trovi da comprare) per saldare la vecchia guaina al massetto, o avete altri prodotti da consigliarmi per questo problema?
    Vi ringrazio in anticipo. Cordiali Saluti

  20. Poi avrei unaltro terrazzino, dove la guaina per essere stata da 15 anni esposta ai raggi del sole, si presenta con delle crepe e con delle bolle
    d’aria sotto. Si deve togliere la vecchia guaina o si può spalmare sopra
    qualche prodotto elastico e cementizio per la ristrutturazione?
    Grazie ancora

  21. Per Mimmo.
    No, il “Sigillaterrazzi è una “vernice trasparente finissima” che si insinua nelle piccole crepe non più larghe di 2 mm, ed inoltre agisce sol sui manufatti murari e non sulla guaina.
    Il lavoro che devi fare è quello di riparare la guaina bituminosa saldandoci a caldo strisce di guaina con sottostante strato di bitume a freddo quale collante impermeabile, oppure utilizzando solo il bitume a freddo, dato a pennello abbondantemente.
    Oppure ancora un “impermeabilizzante bicomponente”: troverai la descrizione di molti di questi, inserendo nel pulsante “cerca” in alto a destra della Home le due parole sopra citate.
    Scegli quello che più si confà al tuo problema.
    Amedeu e c.

  22. Per Mimmo.
    Leggendo gli articoli ai quali ti abbiamo rimandato; ma sull’impermeabilizzazione ne troverai altri, e osservando la composizione della tua guaina (bituminosa, elastica ecc) potrai scegliere il prodotto che più ti aggrada.
    Amedeu e c.

  23. buonasera amedeu, nella mia casa ho una parete (muro portante) che confina con il tetto di un vicino, il tetto parte a poco più dalla metà della parete
    ma nell’ altro lato sempre della stessa parete, dove il tetto naturalmente si abbassa, è nata una macchia di umidità all’interno probabile da infiltrazione. acqua piovana che durante la raccolta dai canali o tegole bagna il mio muro

    è possibile che la guaina non è stata risvoltata un pò nel muro esterno a ridosso del bordo tetto (almeno 15/20cm)? oppure cos’è
    ed è possibile che all’interno della macchia ci siano sali?
    grazie

  24. Per Jefferson.
    La macchia di umidità è orizzontale e posta all’altezza della parte più alta del tetto del vicino, che si appoggia al tuo muro perimetrale?
    Se è così, dipende dalla mancanza di una scossalina (In rame) o mantellina in muratura con sottostante guaina bituminosa “risvoltata” verso l’alto.
    Devi fare controllare.
    Amedeu e c.

  25. visto che è stata un infiltrazione da acqua piovana….è possibile che in quella macchia ci siano sali all’interno?

  26. Salve, ho un terrazzo di 40 mq, non avendo messo la guaina 8 anni fa’ , oggi trovo delle infiltrazioni d’acqua al piano sottostante, con tutte le conseguenze immaginabili.
    Vi chiedo cortesemente quale migliore prodotto per risolvere il problema , dove recuperarlo ed eventualmente quantita’ necessaria con costo.
    Grazie in anticipo

  27. il tetto della mia casa è ricoperto da mattoni e da poco tempo noto delle infiltrazioni d’acqua nel tetto dell’appartamento sottostante ancora grezzo. Le infiltrazioni sono nelle fughe o tra tetto e battiscopa. Come potrei intervenire, in maniera fai da te e risolutiva,e possibilmente con un costo non eccessivo. Resto in attesa di una vostra risposta a mezzo e-mail GRAZIE

    • Per Filippo.
      Possiamo cercare di darti una risposta, ma non copmprendiamo cosa siano questi “mattoni” sul tetto. E’ una copertura a terrazza con pavimento e battiscopa?
      Poi “l’appartamento sottostante”. Al tuo o al tetto?
      Devi essere più chiaro, e spiegare con più particolari la situazione esistente e cosa desideri.
      Amedeu e c.

  28. ho intenzione di allargare il mio terrazzinodi 2m circa senza richiedere nessun permesso(troppo lungo spiegare il perchè) Il terrazzo è posto in maniera che non è visto da nessuno. Cosa rischio?évero che diventa penale o pago solo una multa? grazie per la risposta anche se so che le costerà

    • Per Rosa.
      Non farlo.
      Non per essere pignoli, ma per il fatto che diventi “ricattabile” dai vicini e dagli abitanti della zona.
      A seguito di un esposto, oltre la “multa”, come la chiami tu (e che è molto salata) è prevista la denuncia penale.
      Amedeu e c.

  29. salve vorrei sapere come fare per rendere impermeabile un terrazzo pavimentato ke ha circa trent’anni senza doverlo rifare..purtroppo a causa di questo mi penetra molta acqua nella mia cucina. abbiamo già adoperato il protiler ma senza risultato….nn so davvero come fare. attendo risposta grazie mille.

    • Per Valentina.
      Se le lesioni, o le fughe aperte fra le piastrelle, non sono superiori ai 2 mm, puoi usare il “Sigillaterrazzi”, quel prodotto rappresentato nell’articolo dal quale ci scrivi e che non costa molto.
      E’ ottimale e ti manderà avanti per diverse stagioni.
      Poi avrai 2 soluzioni: o ridare tale prodotto, o deciderti a rifare l’impermeabilizzazione e la paavimentazione.
      Amedeu e c.

  30. salve il mio terrazzo è stato scoperto per circa due anni. Quando ho deciso di chiamare il piastrellista, la ditta interpellata ha ritenuto necessario, prima di posare le piastrelle, rifare il massetto con cemento autolivellante (mapelastic) poichè la guaina si era rovinata. Morale: il lavoro fatto è pessimo, non c’è pendenza. Ogni volta che piove non solo si formano notevoli ristagni d’acqua in due ampie aree del terrazzo che rimangono finchè l’acqua non è evaporata, ma tra le fughe si è venuta a creare efflorescenza salina che non riesco ad eliminare.

    Onde evitare ulteriori danni al pavimento (indebolimento delle fughe con il rischio di crepe e di conseguenza infiltrazioni d’acqua al piano di sotto), mi sono recata presso un negozio specializzato in prodotti per edilizia e ho esposto il problema. Il rivenditore mi ha suggerito un prodotto impermeabilizzante e mi ha proposto Sigillaterrazzi” Madras. Benissimo!! senonchè una volta a casa leggo sulle modalità d’uso “si sconsiglia su pavimenti con evidenti ristagni d’acqua per pendenze insufficienti”………. (il mio problema!!!!)

    Domanda: Fermo restando che non voglio risolvere al momento il problema dell’avvalamento (penso che qui poco si possa fare se non rimuovere le piastrelle e rafare tutto), ma il mio intervento era per prevenire eventuali future crepe a causa dell’effetto corrosivo dovuto al ristagno d’acqua tra le fughe. E’proprio sconsigliato questo prodotto in questi casi? qual’è la controindicazione? inoltre ci sono ulteriori controindicazioni dovendo coprire anche le incrostazioni di calcare?

    Grazie 1000

    • Per Erika.
      Ciò che è scritto sulla confezione è vero, ma ti possiamo dire che lo abbiamo adoperato in un terrazzo quasi in piano , e sono 2 anni che non ci sono più perdite nei sottostanti vani.
      Il problema rimangono gli avvallamentii ed il calcare sulle fughe (se trattasi di calcare).
      Per il calcare puoi adoperare dei prodotti anticalcare e pulire le fughe (semplicemente usando un panno e non oggetti a punta); se invece è efflorescenza salina, puoi usare della normale Varichina ad uso casa , in miscela al 10% con acqua.
      Dopo di che passa a pennello il sigillaterrazzi (anche sugli avvallamenti).
      Costa poco, e, male che vada, si tratterà di effettuare una prova.
      Ricordati di passarlo a terrazzo conmpletamente asciutto in una giornata di sole.
      Amedeu e c.

  31. Buon giorno ho dato ieri il vostro prodotto salva terrazzi e dopo 10 ore ha iniziato a piovere va bene lo stesso o dovevo coprirlo.

    • Per Luigi.
      Se non hai subito infiltrazioni, vuol dire che era già seccato; altrimenti dovrai ridarlo in giornata di sole con pavimento asciutto.
      Amedeu e c.

  32. Ho un problema di infiltrazioni su un terrazzo di circa 70 mq.ove sopra la soletta era stata apposta una guaina bituminosa con soprastante massello in cls. Con superiore pavimentazione in lastre di pietra opportunamente sigillate .vorrei sapere quale prodotto poter usare per eliminare il problema.

  33. Ho un terrazzone di circa 70 mq.realizzato in c.a. Con soprastante guaina bituminosa coperta da massello in cls e pavimentazione in pietra che presenta delle infiltrazioni d’acqua delle quali non riesco a localizzarne la provenienza. Esiste una soluzione al problema senza dover rimuovere la pavimentazione in pietra.? Grazie

  34. salve.noi stiamo incominciando adesso la costruzione del terrazzo di circa 25 m quadri abbiamo messo 4 travi più 2 laterali di 16 cm abbiamo messi i tavelloni da 90 e di sopra l’impasto con cemento sabbia e un pò di pietrisco poi come dobbiamo procedere? la ringrazio anticipatamente per la risposta.

    • Per Florinda.
      Di solito non rispondiamo alle lettere senza la email indicata (Per correttezza).
      Ma in questo caso, possiamo dirti di rivolgerti da un tecnico professionista che ti progetti il terrazzo, ti faccia la direzione dei lavori, ti emetta la parcella, e si assuma a pieno la responsabilità di ciò che ha fatto.
      Amedeu e c.

  35. Per Giovanni
    Se desideri una risposta, riformula le domande e, per correttezza, inserisci la tua email.
    Grazie.
    Amedeu e c.

  36. Buonasera, ho un problema di infiltrazione nel garage. Ci sono delle macchie di umidità lungo il muro perimetrale. Inoltre quando piove gocciola vicino al lucernaio in vetro-cemento.
    Sopra al garage c’è un pavimento in porfido di circa 30 anni. In alcuni punti del pavimento ci sono delle fessure anche di 2 cm (vicino al muro perimetrale).
    Come posso trattare le fessure ? Con quale prodotto ?
    Pensavo di usare cemento bianco (oppure Ultracolor Plus, Keracolor SF, Mapestone PFS PCC 2, Mapestone PFS 2) e poi passare il Sigillaterrazzi Professional. Cosa mi consigli ?
    Grazie in anticipo la risposta. Giovanni

    • Per Giovanni.
      Deve essere un prodotto possibilmente elastico, di qualsiasi ditta come hai citato tu; una volta che lo hai dato ed ha compiuto la presa, puoi passare il sigillaterrazzi.
      Ricorda, che quest’ultimo prodotto, a mostro avviso, ha una durata provvisoria (2/3 anni) e molto dipende dall’usura della terrazza.
      Per cui, poi, sarai costretto a fare una impermeabilizzazione con guaina, sotto il porfido (o altro pavimento).
      Amedeu e c.

  37. Salve. Ho lo stesso problema degli altri utenti, infiltrazioni presunte di acqua e conseguenti macchie sul soffitto sottostante la terrazza. L’unica aggiunta che vorrei fare è che la terrazza dalla quale provengono le infiltrazioni, a mio avviso non è stata costruita in piano, e le pendenze di scolo dell’acqua sono errate. In particolare si notano delle pozze di ristagno al centro, esattamente sotto la macchia. Voi pensate che con questo prodotto riesca a risolvere il problema, nonostante la costante presenza di acqua, anche se minima?
    Ci tengo a precisare che ho intenzione di coprire la terrazza in questione, ricavandoci una stanza, ma è un lavoro che vorrei fare tra qualche anno.
    Ringrazio tutti per ogni risposta.

    • Per Andrea.
      Abbiamo usato, da circa 2 anni, il sigillaterrazzi per una nostra terrazza.
      Da allora il soffitto del locale sottostante è rimasto asciutto.
      E’ evidente, che trattandosi di una vernice trasparente, e che va usata solo per lesioni o vie di fuga inferiori ai 2 millimetri, con il passare del tempo è destinata a “consumarsi”, specie se la terrazza è molto frequentata.
      Quindi, a nostro parere è un rimedio temporaneo, che però può essere rinnovato.
      Valuta se per il tuo caso può andare bene.
      Amedeu e c.

  38. buon giorno,
    il mio terrazzo di circa 80 mq., con mattonelle in gres inizia a presentare problemi di impermeabilizzazione.Altro problema e’ un punto di ristagno d’acqua causa pendenza errata l’ex proprietario voleva probabilmente ripristinare l’impermeabilizzazione in quel punto riponendo la guaina bituminosa pero’ poi il massetto di pendenza e’ stato fatto con questo risultato.Vi sono tracce di questo tipo d’intervento perche’ le mattonelle in gres sono di colere diverso e sul terrazzo e’ avanzata guaina…..!!!Altra cosa da risolvere e’ la rasatura del muretto che presenta crepe e l’intonaco si sgretola.Volevo far renderLe idea della situazione , e dopo preventivi fatti da ditte volevo provare con eventuale prodotto autolivellante da posare sulle mattonelle per poi impermeabilizzare a rullo/pennello.Il muretto laterale riprenderlo con rasatura ed eventuale consiglio prodotto impermeabilizzante da applicare.In attesa cordiali Saluti Alfonso

    • Per Alfonso.
      Quando una terrazza, fra l’altro rimaneggiata, da quello che ci dici, incomincia a presentare delle infiltrazioni, i consigli che ci sentiamo di dare, sono i seguenti:
      togliere la pavimentazione, rifare l’impermeabilizzazione sottostante con guaina bituminosa da 4 mm e rifare sopra un pavimento antigelivo.
      Se hai l’altezza sufficiente sotto la soglia della porta di accesso alla tua casa, mettere in opera una guaina bituminosa (Meglio autoadesiva)
      http://www.coffeenews.it/le-membrane-impermeabilizzanti-autoadesive-contro-le-infiltrazioni-di-acqua
      dopo di che fare un nuovo pavimento soprastante, ed antigelivo.
      In alternativa, poichè i suddetti due lavori possono essere costosi, se le lesioni fra le piastrelle (Le vie di fuga) sono inferiori ai 2 mm. puoi adoperare il Sigillaterrazzi della Madras http://www.coffeenews.it/terrazze-pavimentate-dalle-quali-infiltra-lacqua-piovana-come-fare-fai-da-te
      che è una pellicola trasparente e che ti permetterà di andare avanti alcuni anni (Lo puoi anche ridare in fasi successive).
      E’ una soluzione palliativa, ma che ha risolto molti problemi.
      Per i parapetti, devi rifare accuratamente un buon intonaco (Arriccio ed intonaco) a malta cementizia, e poi impermeabilizzarlo con un prodotto della Kerakoll della Mapei (Chiedere al magazzino edile).
      Amedeu e c.

  39. ho un terrazzo di 40 mt circa con pavimento esistente da impermeabilizzare e rifarci un pavimento nuovo sopra , possibile?

    • Per Sergio.
      Se hai le condizioni di altezza (Misurabile sotto la soglia della porta di accesso al locale della casa) e di carico (Solaio in legno fatiscente oppure resistente o in laterizio misto a C.A.), più che possibile.
      Amedeu ec.

  40. qualche anno fa ho rifatto le mattonelle del terrazzo ma non ho messo nessun isolante e quando il pavimento è asciutto trasuda il bianco anche nel battiscopa. Che prodotto usare?
    Grazie.

    • Per Nadia.
      Se non hai infiltrazioni di acqua sottostanti, prova ad eliminare le macchie con una soluzione al 10% di acqua e varichina.
      Amedeu e c.

  41. Ho un terazzo di 180 mq in cui deve togliere vari strati di guaina.
    Come mi consigli di impermeabilizzare con guaina per poi collocarci un pavimento sopraelevato; oppure con impermeabilizzante Mapei per piscine e poi attaccarci un pavimeto?
    Grazie

  42. Buona sera,desidererei sapere se esistono delle scossoline(o qualcosa di simile) da mettere sui frontali dei miei terrazzi per evitare di dover rifare il sottostante intonaco con la relativa pittura,l’acqua inoltre si va ad infiltrare,lentamente ma inesorabilmente, nel sottostante garage,inoltre ho un avvallamento sempre nel sottostante piancito di 20 mq (rifatto da poco),è possibile togliere un mq di mattonelle per ridare la giusta pendenza? Preciso che è protetto in parte dall’aggetto di un altro balcone.Per favore è urgente!!!!!!!!!!Grazie

  43. Intanto grazie x la celerità della risposta.Forse mi sono espressa male.Non filtra l’acqua dal terrazzo sovrastante,ma l’abbondante acqua di quest’anno e le nevicate dello scorso,hanno prodotto danni scrostando i muri sia dei frontali(dei terrazzi) che i sotto aggettanti.Dal momento che debbo risistemare volevo sapere se mettere delle piccole gronde o dei coppi alternati ad embrici in alcuni punti dove l’acqua si incanala maggiormente oppure trattare l’intonaco con prodotti specifici e poi pitturare con tinte silossaniche. Spero di averti fatto capire il problema.

    Ho già usato il prodotto impermeabilizzante della Madras,nella casa al mare,leggendo i vostri consigli ed ho avuto ottimi risultati,evitando di dover smantellare il terrazzo.GRAZIE INFINITE!!!!!

    • Per Maria.
      Una scossalina di rame o di plastica, a nostro parere non sarebbe esteticamente valida; potresti, invece, usare un prodotto impermeabilizzante in sacchetti, “tipo” l’Ultracem della Kerakoll.
      Amedeu e c.

  44. Forse mi sono spiegata male.L’acqua piovana non filtra dal balcone attraverso le fughe o crepe,ma scende sui frontali,volevo trovare una soluzione o mettendo delle piccole grondaie o mettendo nel punto dove l’acqua si incanala due coppi ed un embrice alternati(magari tagliati) o trovare un materiale per l’intonaco nuovo che andrò a fare, tipo keracoll e dare poi un paio di mani di tinta silossanica,se ritiene ciò corretto.L’anno scorso la neve ha distrutto non solo i frontali ma anche l’aggetto dei balconi arrivando ai ferri che dovranno essere anche loro essere trattati.Se potesse consigliarmi al meglio.GRAZIE!

    • Per Maria
      Devi scusarci per la risposta che non possiamo darti.
      Questo 1° maggio, dopo anni, abbiamo voluto prenderci tre giorni di riposo e le domande nel frattempo accumulate sono state talmente tante che non ce la facciamo a rimetterci in pari con l’arretrato.
      Risponderemo alle nuove domande a partire dal giorno 03 maggio 2013
      Grazie.
      Amedeu e la Redazione

  45. ho un lastrico solare di 25mq in gres il quale presenta alcune crepe da 2 mm.Il perimetro è rifinito con copertina in marmo da 25cm di larghezza le quali si sono discostate nelle attaccature dove è cresciuta erba.L’inquilino sottostante ha il soffitto punticchiato di umidità,premetto che il lastrico ha 25 anni,posso usare SIGGILLATERRAZZI come soluzione al problema?.
    Vi saluto e ringrazio aspettando una risposta.

  46. salve, abito al piano terra di un condominio!sul lato esterno in posizione nord-est il marciapiede ha subito un abbassamento di qualche cm dal muro creando una fessura di 1-2 cm che corre lungo tutto il bordo lato est,e sullo stesso lato, pero’ internamente(camera matrimoniale), a livello del pavimento, si e’ creato un distaccamento della malta con efflorescenze di sali…puo’ il fenomeno essere collegato ad infiltrazioni esterne di acqua piovana che filtra dall abbassamento del marciapiede?potrebbe fare al caso mio un trattamento iniziale con il prodotto della madras prima di sistemare l interno della camera?o a che tipologia di ditta potrei rivolgermi per risolvere il problema?abito in provincia di padova!grazie dell eventuale risposta!

    • Per Massimo.
      Da come ci racconti la cosa, sembrerebbe che l’acqua piovana si sia infiltrata fra il marciapiedi ed il muro creandoti problemi di efflorescenza ed umidità interna.
      Dovresti chiudere la lesione con un prodotto plastico (non rigido), in quanto il marciapiedi è soggetto a fare dei nuovi movimenti di assestamento.
      Puoi usare del bitume a freddo (Lo vendono in barattoli da Kg 1 o 4), e rinnovarlo quando vedrai la lesione che si riapre.
      Amedeu e c.

  47. la ringrazio amedeu per la gentile risposta,usero’ esternamente il prodotto da lei cosigliato!un altra domanda se possibile…come potrei trattare internamente in camera il distaccamento della fascia di malta e le relative efflorescenze che si sono create? grazie ancora e complimenti per il vostro sito,massimo di padova!

  48. grazie della risposta amedeu,volevo specificare che il marciapiedi in questione e’ formato da piastrelle per esterno,penso di gres,10×10 cm,e non marciapiedi di asfalto ,per capirci…

  49. Buongiorno,gentilmente vorrei un consiglio.Ho piccole infiltrazioni d’acqua
    piovana dal manto stradale con umidità sottostante nella cantina che è posta sotto il manto stradale.Ho usato il prodotto della Fassa Bortolo
    ( MO660)che dicono che è un impermeabilizzante,mi potate dare un consiglio in merito a questo prodotto oppure c’è qualcosa di più specifico in merito?
    Grazie
    Luigi

  50. Buon giorno avrei bisogno di un consiglio. Il mio balcone presenta delle fessure tra le piastrelle e l attaccatura del marmo di circa 6 mm e delle fessure alla base dei piantoni delle ringhiere. Da tali fessure si infiltra acqua. Vorrei prima chiudere le fessure con un silicone cementizio e poi usare un prodotto idrorepellente. È la soluzione giusta? Potreste gentilmente indicarmi come risolvere il tutto ed il nome dei prodotti da utilizzare? Grazie

  51. salve, ho passato il prodotto ,salvaterrazzax la protezione del umidita, sembra che funziona.il prodotto e stato passato con il pennello fucaxfuca. vorrei sapere ogni quanto tempo deve essere fatta questa oprazione,la ringrazia.

  52. salve ho un probblema di infiltrazione di acqua piovana nel balcone tra la soglia di marmo (bianco) e la piastrella ho ripasatto la fuga ma dopo un giorno la vedo screpolata cosa potrei fare?

  53. grazie amadeu per la risposta , oggi ho comprato il siggilla terrazze mandras, ne ho comprato 2 litri , pero’ non ho capito se mi conviene diluirlo con acquaragia deoromatizzata o passarlo cosi’ com’e', io lo passerei senza diluirlo, ma lo devo passare solo nelle fughe dove vedo ke sono screpolate? con 2 litri ce la faccio a fare un balcone di 20 metri lineari?

    • Per Andrea.
      Non diluirlo.
      Lo devi dare a pennello su tutto il pavimento, però devi fare in maniera che le vie di fuga ne risultino sature.
      2 Confezioni ti dovrebbero bastare.
      Amedeu e c.

  54. amadeu per il silicone tu dici che vada bene quello che si usa per i pezzi sanitari tipo x i box doccia ecc ecc?

    • Per Andrea.
      Vi dovrebbe essere un silicone per esterni, anche, se forse, di colore bianco.
      Devi cercarlo presso i magazzini edili o presso le ferramenta.
      Amedeu e c.

  55. grazie mille amadeu domenica provo a passarlo il venditore mi ha detto di passarlo con una spazzetta tipo quelle nere col bastone, io ho una spatola di gomma per fugare i pavimenti visto che faccio il piastrellista
    poi un altra domanda se io passo il silicone x esterno nelle fughe piu’ larghe e poi gli passo il siggilla terrazze va anke bene?
    che durata ha il siggilla terrazze, io ho piastrellato il balcone da poco 3 mesi

  56. grazie amadeu x le risposte, faccio come dici tu riempio le fughe col cemento e poi quando e bello asciutto gli passo il siggilla terrazze con la (spatola di gomma) pensi ke vada bene? ho faccio troppo spreco? io con 2 confezioni spero di farne 20 metri quadri ce la faccio? col pennello ho paura che eventuali fessurine nn si saturano per bene, consigliami grazie

  57. Buongiorno Amadeu . Volevo un consiglio riguardo il mio terrazzo di oltre 80 metri . È stato rifatto 4 anni fa ,ma senza giunti di dilatazione . E usando secondo me un materiale per le fughe assorbente , tant’è che assorbe acqua . E trasuda sale . Ho paura che l’acqua infiltrata gelando col tempo spacchi le mattonelle . Cosa mi consigli ? Le fughe sono circa di un centimetro .. Grazie

  58. salve,ho pure io un problema con un terazzo,vorrei sapere di una soluzione liquida e sopratutto trasparente(delle migliori ovio non guardo al prezzo)
    grazie

  59. Salve Amedeu,
    Sa se Il Sigillaterrazzi può essere usato anche in caso di presunta (sulla base delle macchie di umidità nel vano sottostante il terrazzo in questione) rottura (o deterioramento, dopo decenni) della carta catramata usata negli anni ’60 (carta imbevuta di catrame)?
    Ed eventualmente si può usare dove la ringhiera in ferro penetra nel rivestimento di mattonelle in pietra calcarea (cioè intorno ai piedini)? E’ da lì che infatti sospettiamo che l’acqua passi di sotto.

    Grazie,
    Tommaso

  60. ho costruito un garage e le pareti in blocchi dovevano essere idrorepellenti faccia a vista. La ditta ha sbagliato e messo blocchi che assorbono acqua come spugne. ora mi propone di rivestirle con pellicola idrorepellente Torggler. cosa ne pensate… qual è il prodotto migliore per voi?

    • Per Elena.
      Se il tuo garage mostra delle macchie di umido oppure di florescenza esterna ed interna, non dipende dal fatto che i blocchi non siano idrorepellenti (Fra l’altro difficili da reperire, a meno che non si usi la pietra viva senza bloccarla con la malta (?)).
      Prima della costruzione delle mura del garage doveva essere posta in opera una barriera all’umidità di risalita da terreno
      http://www.coffeenews.it/4-come-costruire-una-casa-in-muratura-impermeabilizzazione-dall-umidita-di-risalita-predisposizione-per-la-muratura-in-blocchi-di-laterizio
      Adesso, dando un prodotto esterno della Toggler o di altre ditte, puoi tentare di nascondere alla vista l’umido, che comunque ti rimarrà all’interno delle murature.
      Adopera il pulsante “Cerca”, in alto a destra della nostra Home, ed introduci le parole “Umidità di risalita”.
      Ti compariranno vari articoli sulle metodologie adoperate per combattere tale umidità, a cose fatte.
      Sono lavori dispendiosi.
      Valuta il da farsi
      Amedeu e c.

  61. Il terrazzo e di 250 mq rivestito di pavimento c’è un infiltrazione sul lato destro vorrei sapere che materiale è possibile usare per togliere l’infiltrazione

    Grazie per la risposta

  62. Ciao… ho una terrazza di 12 metri quadri da sistemare senza dover togliere le vecchie piastrelle. Ho infiltrazioni d’acqua quindi devo renderla impermeabile e nello stesso tempo voglio convogliare l’acqua piovana in un scarico alla base di essa dove esiste uno scarico collegato a una grondaia. Non devo impesantire troppo la soletta (sotto ho un garage) anche perché vorrei finire con nuove piastrelle ……cosa mi consigli , come fare e quali prodotti?

  63. salve, ho un balcone di 45mq che non è stato mai ristrutturato dal 1968 (anno di costruzione del palazzo) ad oggi. ci sono delle crepe nei frontalini, la fascia di marmo è in alcuni punti staccata (sia lateralmente -dalle mattonelle-, sia da sotto -si solleva-), le mattonelle a vista sembrano in buone condizioni, la pendenza del balcone è buona e non ci sono avvallamenti. mi chiedo se è il caso di affrontare una spesa di rifacimento del balcone di circa 8.000 eur con il dubbio che il lavoro non duri altri 45 anni. vorrei limitarmi a mettere uno zoccoletto che non c’è, diluire un liquido di resina impermeabilizzante ogni 2 anni su tutte le mattonelle, riattaccare bene le fascie di marmo che sono facilmente sollevabili da terra e ad occhio nudo staccate dalle mattonelle. lascerei inoltre la rete di protezione che ho già messo 4 anni fa per precauzione su tutto il mio sottobalcone (compresi i frontalini). infine le chiedo se potrebbe essere utile intervenire in modo più incisivo sulla fascia di marmo: sostituendola o sistemando quella che c’è -già fornita di gocciolatoio. le chiedo se il distaccamento della fascia di marmo possa dipendere solo dalle infilitrazioni piovane o anche dagli assestamenti dell’edificio. grazie

    • Per Mario.
      Ci chiedi delle spiegazioni su lavori che dovrebbero essere preventivamente visti, per cui possiamo solamente darti delle indicazioni a carattere generale.
      Il balcone, se prospetta sulla pubblica via costituisce un pericolo per la pubblica incolumità; invece se dà su di un giardino o cortile riguarda la privata incolumità.
      In ogni caso sono responsabilità che è sempre bene evitare e non si possono coprire solo tramite una assicurazione, in quanto interessano anche il campo penale.
      Premesso ciò, ti consigliamo di intervenire nella maniera più idonea, salvaguardando i problemi legati alla sicurezza, quali il montaggio di un idoneo ponteggio, che ti permetterebbe di vedere veramente da vicino lo stato di conservazione delle parti che sono ammalorate o cadenti.
      Per il pavimento, se ci sono delle infiltrazioni, puoi rimediare con un prodotto quale questo:
      http://www.coffeenews.it/una-membrana-continua-trasparente-e-duratura-per-la-impermeabilizzazione-delle-nostre-terrazze
      Amedeu e c.

      • ringraziandovi per i consigli ricevuti, ne approfitto per chiedere un parere anche sulla terrazza. il pavimento della terrazza è in mattonelle di cotto. 3/4 anni fa ho fatto diluire una guaina liquida di colore grigio (prima solo in una zona dalla quale provenivano delle infiltrazioni di acqua nel mio appartamento sottostante e dopo nell’intera superficie di circa 90 mq). Dopo questo intervento non ho più avuto infiltrazioni di acqua ma adesso la guaina si sta staccando dal pavimento in cotto. Mi chiedo cosa potrei fare per recuperare esteticamente il pavimento in cotto e per riproteggerlo. Quasi la metà della guaina si è staccata ma il resto non so come toglierla. Potrebbe essere efficace anche un intervento mirato a rifare le fughe della pavimentazione? Grazie mille!

  64. Ciao
    innanzitutto complimenti per il bel sito ricco di informazioni utili.
    Vorrei un consiglio su come impermeabilizzare ed isolare il solaio di copertura della mia casa in costruzione a Roma: è una struttura in CLS armato con superfice di circa 70mq su cui vorrei realizzare un terrazzo piastrellato praticabile.
    Al di sopra del solaio qual’è la stratigrafia migliore come rapporto qualità/prezzo?
    Pensavo a questa sequenza: massetto delle pendenze, guaina termosaldata, 10cm di XPS o altro isolante equivalente come capacità di sopportare carico, foglio di PET nastrato e risvoltato in verticale ai bordi, masseto 5cm con rete elettrosaldata, piastrelle in gres colore chiaro.
    E’ necessaria anche una barriera al vapore tra solaio e massetto pendenze ?
    E se usassi dei tavelloni come isolante?
    Infine mi piacerebbe in un prossimo futuro (con finanze personali in condizioni migliori delle attuali ) realizzare un tetto verde con un prato: posso prevedere delle predisposizioni ( maggiore quota della soglia ecc..)adesso senza dover rifare tutto?
    Grazie

    • Peer Giuseppe.
      Onde evitarci, per cortesia, di ripetere nuovamente le varie composizioni degli strati di impermeabilizzazione delle terrazze, ti suggeriamo di usare il pulsante “Cerca”, in alto a destra della Home e di introdurci le parole “: “impermeabilizzazione terrazze”; ti comparirà una lunga serie di articoli eseguiti in merito, leggendo i quali potrai trovare la tua soluzione valida, ma non solo, potrai anche apprendere le novità offerte dal mercato.
      Amedeu e c.

  65. Salve. Ho la classica infiltrazione d’acqua da un terrazzo, che va a macchiare il soffitto sottostante.. Dalla posizione sembra che l’acqua trafili da sottili crepe formatesi fra le piastrelle del battiscopa e il muro del terrazzo. La casa ha sei anni, e da circa un anno ho notato queste crepe. Le piastrelle sembrano ancora saldamente ancorate alla parete, non si muovono, per il momento. Qual’è il prodotto più idoneo per chiuderle ? Colla da piastrelle, stucchi cementizi da esterno, siliconi edilizi..? O è meglio rimuoverle e ri-incollarle ex novo..?
    In commercio esiste una varietà di prodotti talmente ampia, fra cui non so cosa scegliere… Un consiglio da un vero esperto è la cosa migliore, per non sbagliare.. Grazie.

  66. Ho un cliente che ha un terrazzo in cui sta avendo dell’umidità di risalità, sulle fughe, il sale ha formato delle collinette di un altezza di 1/2 mm, ne ho scrostato un pochino, ed è abbastanza resistente, cerco un prodotto che possa impermeabilizzare il terrazzo, senza alzare il pavimento o magari un prodotto che sigilli le fughe per evitare la risalita. grazie di tutto in anticipo

  67. Salve, ho un infiltrazione nella pavimentazione in pietra naturale ad opera incerta, che innesca un problema di umidità di risalita lungo il perimetro esterno di una abitazione. Creando non pochi problemi alla finitura esterna.
    Premesso che non vorrei demolire il pavimento, come posso risolvere il problema di infiltrazione?
    Grazie.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 7 = 11

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>