Tracciare una stanza per la posa di piastrelle tipo morbido

Tracciare una stanza per la posa di piastrelle tipo morbido.

Vedrremo nelle pagine che seguono sistema pratico e veloce per tracciare i nostri pavimenti tipo morbido, mettendoli così in opera a regola d’arte.

Tracciamento per la posa in diagonale

La posa in diagonale delle piastrelle permette di creare effetti decorativi insoliti.

I tracciamenti e la posa delle piastrelle fuori centro non sono complicati: si devono tracciare delle linee inclinate invece che parallele alle pareti.

Si trova il centro del locale tracciando una mediana e poi dividendola perpendicolarmente in due con un compasso di fortuna.

Cioè, si divide a 45° I’angolo retto formato dalle due mediane.

Tracciare una stanza per la posa di piastrelle tipo morbido 1  

Si traccia poi la diagonale dagli angoli opposti, passante per il centro del locale, quindi si posa a secco un corso di piastrelle per definire i bordi.

Infine si traccia la perpendicolare alla diagonale e si fissa lungo la diagonale il listello di guida.

Tracciamenti per piastrelle in PVC viniliche e autoadesive

Le piastrelle viniliche, di gomma, sughero e moquette sono relativamente grandi, ed è possibile quindi completare le pavimentazioni rapidamente.

Vari tipi di piastrelle viniliche sono autoadesive e ancora le quadrotte di moquette si posano a secco, per cui in questi due casi la posa risulta essere ancora più rapida.

Le piastrelle morbide si tagliano facilmente con dei taglierini affilati e persino con le forbici: è perciò facile seguire anche i contorni irregolari.

Tracciamenti

Il tracciamento delle linee mediane di una stanza assicura la posa simmetrica delle piastrelle.

Tale sistema è adatto alla seguenti piastrelle PVC-vinile, gomma, sughero, moquette.

Tracciamenti a pavimento

Le piastrelle si possono posare su qualsiasi sottofondo, purchè abbia superficie piana, pulita e asciutta.

Tracciamento 1  

Per realizzare i tracciamenti si trova il centro di due pareti opposte, si traccia sul pavimento la congiungente i due segni facendo scoccare la fune gessata (1).

Si posa a secco un corso di piastrelle perpendicolarmente alla linea sino a una parete

Se lo spazio restante è minore di metà larghezza della piastrella, si sposta di lato la linea per metà piastrella.

Per tracciare la linea perpendicolare alla prima, con una corda e la matita si segnano sulla linea già tracciata due archi a distanza uguale dal centro (2).

Ai lati della linea si tracciano dai due punti gli archi con lo stesso raggio (3).

L’altra mediana, perpendicolare alla prima, si traccia congiungendo i punti di intersezione degli archi (4).

2  

Si posano poi le piastrelle perpendicolarmente alla nuova linea per controllare che i bordi siano larghi metà piastrella almeno.

Per allineare il primo corso di piastrelle si inchioda il listello di guida lungo una linea.

Nei locali di forma molto irregolare, si centra la prima linea sulla porta.

Definizione della larghezza dei bordi

3  

Si posa a secco un corso di piastrelle per controllare che i bordi siano ragionevolmente larghi.

In caso contrario si sposta la linea a sinistra per metà larghezza della piastrella.

Tracciamenti per locali di forma irregolare

4  

Nei locali che non sono semplici rettangoli, si usano come punti base per i tracciamenti, sia la porta che il caminetto.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.