Un adesivo per incollare piastrelle su ogni tipo di supporto, ferro e legno compresi

Di colle e adesivi speciali ne abbiamo trattati molti ed abbiamo dedicato anche vari articoli interessanti per i lettori; adesso vogliamo mostrarvi un collante particolare, che si raccomanda di ricordare in ogni occasione, in quanto trattasi di un adesivo per incollare piastrelle su ogni tipo di supporto.

Il suo utilizzo interessa l’incollaggio di piastrelle in ceramica,  materiale lapideo, e mosaico sui supporti più vari, tipo: massetti, intonaci, calcestruzzo, asfalto, legno, fibrocemento, gesso, gesso cartonato, metallo, PVC, poliestere rinforzato, pannelli in gesso prefabbricato ecc.

E’ senza dubbio un adesivo dai molteplici usi.

Si tratta di un prodotto Mapei denominato Keralastic  ed è prodotto in due versioni: Keralastic e Keralastic T

Sotto, alcune immagini del’adesivo usato rispettivamente per l’incollaggio di gradini in cotto su lastre in ferro, marmo di carrara su supporto in legno e piastrelle di ceramica su fondo in PVC

Un adesivo per incollare piastrelle su ogni tipo di supporto 1  Marmo di carrara su supporto in legno 1  Colla su PVC 1  

Keralastic T, rispetto al primo è un adesivo reattivo con maggiore resistenza allo scivolamento.

Sotto ancora un’immagine di una struttura in ferro rivestita completamente in ceramica e marmo

Ceramica e marmo sustruttura in ferro 1   

Entrambi i suddetti adesivi sono bicomponenti, non contengono acqua né solventi, sono elastici ed impermeabili, costituiti da una base poliuretanica (Componente A) e da uno speciale induritore (Componente B).

I due componenti vanno mescolati fra di loro nelle quantità già predosate, e si ottiene una pasta facilmente lavorabile, di ottima durabilità e  resistenza all’invecchiamento.

Garantisce una perfetta adesione a tutti i supporti usati in edilizia, indurisce per reazione chimica, non ritira ed assume una notevole resistenza.

Scheda tecnica

Scheda tecnica 1   

Ha una elevata elasticità.

Il Keralastic T può essere applicato in verticale, senza colare e senza far scivolare le piastrelle anche se le stesse sono di grande peso e formato.

Sotto vi diamo alcune indicazioni sintetiche sull’uso di questi ottimi prodotti, raccomandando, naturalmente di consultare, in ogni caso, il sito della Mapei, per conoscere ogni particolare in più

Raccomandazioni.

Non deve essere usato su superfici molto umide o dove si teme un ritorno di umidità di risalita.

I suddetti prodotti vanno usati a temperatura compresa fra i + 10°C ed i + 30°C

I due componenti vanno miscelati secondo le dosi confezionate predosate: il componente A di colore grigio o bianco ha 94 parti in peso, mentre il componente B di colore trasparente paglierino ha 6 parti di peso.

Il componente B va versato nel contenitore di A e poi il tutto va mescolato fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Il prodotto può essere usato entro 30/40 minuti dalla lavorazione.

Preparazione dei supporti.

I supporti devono essere resistenti, privi di grassi, oli, vernici, cere e devono essere asciutti.

Stesura dell’impasto

L’impasto va steso usando una spatola o cazzuola americana dentata.

Consumi

Per l’incollaggio di ceramiche e materiale lapideo occorreranno: 2,5 Kg/mq di prodotto a spatola per mosaici e piccoli formati; 3,5 Kg/mq per formati normali  e 5 Kg (Dati a doppia spalmatura)  per grandi formati , marmi, pietre.

Confezioni

Confezioni della colla 1   

I due adesivi si trovano presso i migliori magazzini edili in barattoli metallici accoppiati da:

10 Kg  totali (9,4 Kg/mq per il componente A e 0,6 Kg/mq per il componente B)

5 Kg totali (4,7 Kg/mq per il componente A e 0,3 Kg/mq per il componente B)

Stesura delle piastrelle.

Le piastrelle da posare devono essere asciutte .

Vanno pressate sullo strato di Keralastic o keralastic T tenedo conto che la loro registrazione deve avvenire entro e non oltre i 90 minuti dalla posa.

Tempi di presa

Tempi di presa 1 1

I pavimenti saranno pedonabili  dopo le 12 ore dalla posa.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

59 commenti

  1. si possono incollare ul legno verniciato ad aqua oh bisogna prima mettere della rete sul legno ..grazie

  2. Ciao, io ho questa situazione:
    Ho un pavimento in graniglia che pur se rovinato è vincolato dalle belle arti in quanto l’appartamento si trova in un palazzo storico. Non posso quindi posare colle direttamente sul pavimento e mi domandavo se esiste la possibilità di rivestire il pavimento esistente con una guaina (o con un compensato) sopra i quali posare delle piastrelle di gres porcellanato?
    Grazie

  3. Buonasera, ho un problema, in un terrazzo esterno abbiamo impermeabilizzato la superficie con guaina Mapelastic, poi è stato fatto un massetto in cemento ed incollate sopra le piastrelle con colla per esterni, dopo due anni, ho notato che il massetto non ha aderito totalmente alla guaina Mapelastic staccandosi completamente, che prodotto posso utilizzare che aderisca al Mapelastic?

    • Per Francesco.
      Riteniamo che la guaina che hai steso prima del massetto doveva essere ardesiata nella parte superiore.
      Una normale guaina in elastomero bituminoso ardesiata.
      Adesso manca l’appiglio tra la guaina e il massetto.
      un ottimo lavoro sarebbe quello di sostituire anche la guaina.
      Comunque, prima di procedere a rieffettuere tutta la pavimentazione, fai una prova sulla guaina che hai montato, usando una passata di Keralastic sempre della Mapei (Vedi l’articolo dal quale ci hai scritto) e lasciala seccare: dopo di che puoi realizzare il massetto (Minimo spessore 4 cm), e sopra le mattonelle.
      Amedeu e c.

      • Buongiorno
        Francesco definisce impropriamente guaina uno strato impermeabilizzante in mapelastic che è , come sappiamo, una malta a base cementizia in grado di realizzare uno strato impermeabilizzante.
        Non mi è quindi chiaro perchè gli suggeriate di sostituire un prodotto che fornisce un’ottima base di presa per il futuro sottofondo con una guaina ardesiata che entra in crisi con spessori di sottofondo ancora minori.
        Se vi è distacco tra mapelastic e sottofondo è probabile che sia dovuto invece ad un difetto nell’impasto del sottofondo o ad una non corretta maturazione del mapelastic, a giunti di dilatazione non adeguati od infine a spessori non sufficienti del sottofondo magari nemmeno armato con rete.
        Cordiali saluti

        • Per Max.
          Il problema di Francesco era dovuto al fatto che dopo due anni si è accorto che il massetto non ha aderito totalmente alla guaina Mapelastic staccandosi completamente.
          Mapelastic è un ottimo prodotto della Mapei e nulla vogliamo togliergli.
          Ci siamo posti il problema di cosa può essere salvato da una demolizione del massetto soprastante; probabilmente poco e quasi sicuramente si andrebbe a interessare in buona misura anche lo strato inferiore di Mapelastic.
          Per cui, ripetiamo, senza voler sminuire le qualità del sopracitato prodotto, abbiamo optato per una soluzione diversa che, in quel particolare caso, poteva avere un risultato migliore adoperando una guaina ardesiata o granigliata Mapei
          http://www.coffeenews.it/le-membrane-impermeabilizzanti-autoadesive-contro-le-infiltrazioni-di-acqua
          Sono punti di vista soggettivi e opinabili.
          Amedeu e c.

  4. Buonasera volevo sapere se esiste una colla per incollare piastrelle su una cappa di acciaio.
    Grazie.
    Rocco.

  5. Salve io ho un bungalow con il pavimento in legno, vorrei usare la cheralastic per posare il pavimento finto parquet si può fare? Grazie

  6. Buongiorno, la mia idea e’ quella di utilizzare listoni di parquet per rivestire una scalinata in metallo (ferro verniciato) che porta al sottotetto. Come adesivo pensavo di utilizzare Keralastic T, secondo voi sto seguendo la strada giusta? Grazie

    • Per Matteo.
      Il Keralastik T è un collante veramente tenace, ma non possiamo garantirti che una volta fissati i listoni di degno al metallo, con il movimento della scala, gli stessi non si stacchino in futuro.
      Ti suggeriamo, oltre che a incollarli, se puoi, di fermarli al sottostante metallo, anche con viti a testa piatta, magari in ottone.
      Amedeu e c.

  7. Buona sera mi hanno posato delle piastrelle tipo roccia cioè sono rettangolini di roccia incollati l’uno all’altro formando una piastrella 40×10. Sono state messe su tutto il perimetro della stanza. Per terra ho messo listoni di laminato con il suo materassino,quindi non incollato. Ovviamente queste piastrelle sono tutte irregolari, cioè alcune fine altre sono più grosse quindi alcune sporgono di più altre di meno, quindi volevo chiedervi se è possibile incollare la stessa piastrella a quelle gia fissate, per coprire la fuga che ho lasciato per il legno a terra, dato che mi hanno messo prima le piastrelle che il pavimento. Quale colla mi consigliate? Grazie

  8. salve,
    sto realizzando una meridiana di circa 1 m2 utilizzando piastrelle bianche 10×10 dipinte a mano.
    Visto che deve essere montata piuttosto in alto e il montaggio deve essere molto preciso pensavo di preincollare le piastrelle su un pannello e poi dopo far murare l’intero pannello sulla parete verticale. Vorrei quindi chiedervi quale materiale potrei utilzzare per
    realizzare il pannello, tenendo presente che non puo’ essere troppo pesante e che non deve flettersi troppo mentre viene maneggiato altrimenti si rischia il distacco delle pastrelle.
    Come colla utilizzerei la keralastic T, sia per le piastrelle che per la muratura del pannello, puo’ andare ?
    grazie
    franco

    • Per Franco.
      IL Keralastic T è un ottimo collante idoneo per ogni sottofondo
      http://www.coffeenews.it/un-adesivo-per-incollare-piastrelle-su-ogni-tipo-di-supporto
      Relativamente al supporto per incollarci le piastrelle costituenti la meridiana, non vediamo quale sia il più adatto che tu possa adoperare.
      A nostro parere dovresti realizzare direttamente sulla muratura dell’edificio un arriccio e intonaco armato con rete elettrosaldata ben fissata al muro e effettuata in maniera che sia perfettamente planare in verticale.
      Dovresti controllarne la verticalità con la livella a bolla.
      La malta da usare dovrebbe essere bastarda (Cemento. 1/3° di calce + sabbia) o cementizia.
      Una volta realizzato tale piano puoi incollarci direttamente le piastrelle, partendo da una riga in alluminio fermata in basso orizzontalmente.
      Dovrebbe uscirne un lavoro perfetto.
      Un supporto ti costituirà sempre un elemento riportato e come tale dovresti fissarlo con staffe a gancio alla parete, ma con l’acqua, il ghiaccio e il vento potrebbe, specie in inverno, subire delle deformazioni e delle crepe conseguenti.
      Amedeu e c.

  9. posso incollarci delle piastrelle sul vecchio top della cucina in legno laminato con il Keralastic T

    • Per Massimo.
      Il Keralastic T è idoneo per incollare le piastrelle su ogni tipo di supporto.
      E’ evidente che detto supporto deve essere stabile, forte e non staccabile dal sottofondo.
      Amedeu e c.

  10. Buongiorno volevo chiederle se va bene usare un silicone antimafia per incollare un pavimento direttamente su guaina o se ce qualcosa di meglio,grazie

  11. Buongiorno,ho bisogno di un prodotto per incollare piccole piastrelle su coperchio in acciaio marino che copre la botola della cisterna d acqua ,interrata ed esterna .grazie a presto Rivo.

  12. Buonasera, ho un problema con la base del legno del lavandino del bagno perche mi si è gonfiato dopo 6 mesi. Mi hanno detto che sicuramente è il trasudo dello scarico del lavandino. Ho comprato un pezzo di multistrato per incollarci sopra delle mattonelle. Va bene questo prodotto oppure devo impermeabbilizzare prima il legno?
    Grazie a presto

    • Per Ale.
      Probabilmente il mobiletto che hai acquistato è di truciolato rivestito, per cui una infiltrazione anche leggera di acqua lo ha fatto gonfiare.
      Non sappiamo esattamente come stia la situazione in quanto dovremmo vederla, ma ti possiamo dare un consiglio.
      Non devi adoperare truciolato o compensato per rimediare, ma solo tavole di buon legno.
      Come rifinirle saprai tu.
      Amedeu e c.

  13. Buonasera ho un balcone realizzato con tavole in legno vorrei piastrellare perchè è fessurato e impegnativo da mantenere pulito.
    Le tavole non sono perfettamente piane, quale procedura mi consiglia?
    grazie
    Claudio

    • Per Claudio.
      Se trattasi della struttura lignea portante di un balcone, prima di procedere a qualsiasi lavoro è opportuno farla controllare da un tecnico professionista della tua zona.
      Amedeu e c.

  14. buongiorno vorei sapare se esiste un collante che io possa incollare rivestimento in ceramica su altro rivestimento in ceramica

    • Per Luciano.
      Il collante indicato nel nostro articolo e dal quale ci hai scritto, dovrebbe essere quello che fa per te.
      Comunque, se vuoi aumentare l’aderenza, puoi graffiare le vecchie piastrelle (Al centro), con una smerigliatrice a disco da 110 mm.
      Naturalmente devi lavorare in sicurezza, con guanti, occhiali, tuta e quanto altro necessario per tale lavoro.
      Solleverai molta polvere e i residui asportati della ceramica possono essere taglienti e pericolosi.
      Amedeu e c.

  15. Ho realizzato un vano tutto in legno con perline di abete da 2 cm di spessore. In questo vano ho ricavato un piccolo bagno e sulla parete dove ho previsto un angolo per la doccia vorrei incollare delle piastrelle in ceramica, quale collante è più indicato?

  16. In casa di montagna (sole, neve, etc.) ho un balconcino con pavimentazione di 4 travi di legno poste longitudinalmente. Per facilitá di manutenzione, penserei a sovrapporre al pavimento esistente deli pannelli in compensato marino, fissati opportunamente alle travi sottostanti, in modo da realizzare una superficie liscia, per poi incollarci sopra delle piastrelle in ceramiche.
    Che ne dite ? Occorre inserire una rete in acciaio tra le tavole in compensato marino e le piastrelle ? Grazie e saluti

    • Per Mauro.
      Quello che dici potrebbe essere una soluzione, ma poichè trattasi di una struttura aggettante, occorre fare un sopralluogo e un controllo statico e, purtroppo, noi non possiamo.
      Amedeu e c.

  17. salve dovrei incollare delle piastrelle in ceramica in un soppalco in legno di circa 35 m keralastik t va bene? le tavole sotto sono di carpenteria. quanti barattoli mi occorrono per 35m quadri?

    • Per Natale.
      Leggi attentamente il nostro articolo.
      Comunque:
      “Per l’incollaggio di ceramiche e materiale lapideo occorreranno: 2,5 Kg/mq di prodotto a spatola per mosaici e piccoli formati; 3,5 Kg/mq per formati normali e 5 Kg (Dati a doppia spalmatura) per grandi formati , marmi, pietre.”
      Amedeu e c.

  18. dovrei piastrellare un piano cucina in compensato marino con piastrelle in ceramica. gradirei sapere quanto spessore di colla keralastik serve per un buona adesione, e come devo trattare il compensato marino. Grazie per la risposta PS:Dovrei coprire circa 4mq quanto materiale mi occorre.

  19. Buonasera, vorrei chiedere se per piastrellare con piastrelle in gres delle pareti da cucina costituite da pannelli di compensato in legno, e’ meglio dare prima della colla una mano di cementite alle pareti o non va bene tanto come una vernice? Grazie mille in anticipo per l’aiuto

    • Per Elisa.
      Occorrerebbe sapere in che condizioni sono i pannelli di legno.
      Se forti e buoni, puoi incollarci direttamente le piastrelle con l’adesivo di cui all’articolo dal quale ci hai scritto.
      Amedeu e c.

  20. Ho fatto una casa tonda con un tubo di tre metri di diametro (tubo in ferro dell’acquedotto)alta 3 metri,vorrei rivestirla tutta di pietre tipo quelle che si trovano nei canali (di varie misure)posso usarlo

    • Per Antonio.
      Come puoi chiamare casa un tubo che ha una superficie di mq 7,065 ?
      Comunque sia, qualsiasi opera in ferro, in muratura o altro materiale deve essere autorizzata dal Comune.
      Amedeu e c.

  21. Salve,
    Quale prodotto posso utilizzare x mettere un mosaico su pareti in acciaio di una piscina?
    Grazie

  22. Buongiorno, ho realizzato il pavimento sopraelevato della mansarda con pannelli osb da 18mm, a opera finita ho pensato di realizzare un bagno, la mia domanda è questa: esiste un metodo o un collante che mi permette di posare le piastrelle del bagno sui pannelli osb se devo posare prima una guaina isolante o altro mertodo?.
    Grazie perla disponibilità.
    Saluti
    Gianfranco

  23. VOLEVO SAPERE SE QUESTO PRODOTTO VA BENE PER FISSARE MATTONI REFRATTARI SU UNA LAMIERA CHE VERRA’ INSERITA IN UN CAMINO.RESISTE ALLE ALTE TEMPERATURE DEL CAMINO?CHIEDO CONSIGLIO SU ALTRI VOSTRI PRODOTTI PER QUESTO LAVORO.GRAZIE

    • Per Salvatore.
      Se leggi la scheda tecnica contenuta nell’articolo, c’è scritto che tale adesivo può andar bene per temperature da – 40° a + 100° C.
      Per cui non dovresti superare tale temperatura; ed è facile che ciò avvenga.
      Presso i magazzini edili vendono della malta refrattaria, la quale può essere usata anche per attaccare i mattoni refrattari al sottofondo metallico del forno (Di solito in ghisa).
      Devi, perciò ricercare presso costoro tale malta.
      Amedeu e c.

  24. devo fare una mensola tipo isola x lavorare meglio in cucina ,,in ke materiale potrei farla x economizzare..mi piace anke idea del colalnt senza usare trapano

  25. salve dovrei pavimentare una zona esterna con un massetto di 3cm, quest’ultimo realizzato su uno in cemento che presenta delle lesioni, cosa posso usare affinche dette lesioni non compaiono sul pavimento? Grazie per la risposta

  26. Grazie per la risposta ,quindi la rete va messa ad 1,5cm cioe in mezzo ai 3cm,e poi usare una colla normale o una con isolastic piu kerabond o una ad alta deformabilita s2 sempre nei punti delle lesioni maggiori .Ti ringrazio anticipatamente.

  27. Buona sera volevo chiederle un informazione su un lavoro che devo fare nel mio appartamento.
    Devo incollare un pavimento in gres porcellanato su un pavimento in parquet già esistente nelle due camere da letto .
    Il parquet si presenta in ottimo stato è ben saldo al sottofondo ,siccome nella zona giorno posero il pavimento in sovrapposizione sulla vecchi ceramica, volevo proseguire anche nelle camere sovrapponendolo sul parquet.
    Essendo una superficie in legno mi preoccupo che in futuro possa fare eventuali movimenti, cosa mi consiglierebbe di fare?
    Vorrei evitare di staccare il pavimento in parquet è sovrapporre il gres porcellanato sul parquet delle camere.
    Ringrazio in anticipo Dario

    • Per Dario.
      Il prodotto di cui all’articolo dal quale ci hai scritto può essere l’ideale.
      Però devi assicurarti che il parquet di legno sia ben ancorato al sottofondo e inoltre che non contenga strati di grasso, olio o sporco nella parte superiore calpestabile.
      Amedeu e c.

  28. Francesco Romeo

    Buonasera, vorrei sottoporvi una richiesta: vorrei sapere se è possibile e conveniente rivestire un bancone di un bar di legno verniciato con il gres in ambiente marino quindi sottoposto ad umidita e sbalzi di temperatura. Attualmente come dicevo il bancone si presenta verniciato e molto liscio. La superficie è adatta alla posa o andrebbe trattata? inoltre essendo un bancone abbastanza lungo e con degli angoli come potrei supplire al problema se dovessi effettuare la posa? con un raccordo metallico?

    • Per Francesco Romeo.
      Il supporto in legno posto in zona marittima è molto delicato.
      Il prodotto in oggetto deve essere posato in zone asciutte e con sottofondo stabilizzato, per cui non sappiamo se sia il tuo caso.
      Puoi effettuare una prova in un angolo e vedere come si comporta nel tempo.
      Il sottofondo in legno andrebbe scartavetrato.
      Per gli angoli metallici, se tutto procede bene, non dovresti avere problemi.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.