Un isolamento dei muri con insufflaggio di fibra di cellulosa.

Molti edifici  costruiti fino agli anni 80, specie quelli con struttura in cemento armato, presentano il tamponamento esterno realizzato con una parete in Doppio Uni o mattoni posta all’esterno, ed una controparete in forati posta all’interno.

Tra le due pareti veniva lasciata il vuoto di  aria e difficilmente si pensava a riempirlo con materiale coibente termico: questo, perchè il petrolio allora costava molto poco, e quindi non c’era la necessità  di ottenere un risparmio energetico.

Le cose sono cambiate e, adesso, per eseguire degli idonei interventi, al fine di ottenere in quegli edifici un risparmio energetico, diventa difficile ed anche oneroso.

Non sempre è possibile realizzare un cappotto termico in condomini di una certa dimensione e con numerosi proprietari

Un discorso similare è fattibile anche per gli immobili in muratura, che presentano contropareti esterne, soffitte non utilizzate, con solai e tetti in legno mal coibentati.

Le soluzioni da adoperare in questi casi vanno studiate attentamente.

Un sistema idoneo, pratico anche per un singolo appartamento che, magari, abbia due o più pareti esterne, è quello  di usare l’ Isocel.

Thermo floc 1 1

L’Isocel è un isolante termo-acustico ecologico in fibra di cellulosa, prodotto dall’azienda austriaca Thermofloc, ricavato mediante il riciclo della carta dei quotidiani e con I’aggiunta di un composto di sostanze minerali completamente ecologiche e biodegradabili, al fine di rendere il prodotto auto-estinguente in caso di incendio ed inattaccabile dagli insetti e dai roditori

Effetti isolamento termico 1   

E’ un composto impiegato è privo di Sali di boro e di ammonio, come richiesto dalla normativa vigente; per l’Italia viene commercializzato dalla Centro dell’Isolamento S.r.l. (www.centroisolamento.it).

Isocel 1   

Isocel permette di contenere sia le spese di riscaldamento che di condizionamento, in quanto è un isolanti termo-acustico valido ed efficace sia nella stagione invernale che in quella estiva.

Garantisce la traspirazione continua delle pareti, impedendo la formazione di muffe e condense dovute alla mancanza di isolamento; inoltre, essendo composto da fibre naturali, non è tossico, non punge, non irrita, non macchia.

E’ prodotto esclusivamente mediante fonti minerali e rinnovabili ed il suo impiego, al posto degli isolanti tradizionali, contribuisce alla riduzione delle emissioni di  CO2 ; è stato calcolato che ogni tonnellata di fibra di cellulosa prodotta contribuisce alla riduzione di circa 900 tonnellate di CO2 emesse nell’ambiente.

Scheda tecnica

Scheda tecnica 1   

Modalità di applicazione mediante sistema ad insufflaggio

La fibra di cellulosa Isocel viene applicata a pressione mediante un’apposita attrezzatura, praticando dei fori di circa 35 mm di diametro sulle pareti da coibentare, con un intervallo di circa 1 metro I’uno dall’altro, eseguiti a filo soletta.

 I fori possono essere eseguiti sia dall’interno che dall’esterno del fabbricato.

Lavorazione 1   

La lancia rotante impiegata durante I’installazione, consente di colmare completamente le intercapedini attraverso i piccoli fori eseguiti, i quali vengono richiusi a termine lavorazione.

II macchinario utilizzato per la posa in opera della fibra di cellu­losa viene lasciato fuori dall’abitazione, anche per lavorazioni con altezze elevate. 

Vantaggi dell’isolamento con fibra cellulosa

– Elevato isolamento e confort abitativo, sia in inverno che in estate .

– Intervento economico e facilmente ammortizzabile

– Intervento rapido e non invasivo

– Non viene sottratto spazio abitativo

– Incrementa notevolmente lo sfasamento termico dell’edificio.

Campi di impiego

– Isolamento termo-acustico di intercapedini, di muri perimetrali in edifici esistenti o in costruzione

– Isolamento termo-acustico di coperture a falde e piane

– Isolamento termo-acustico di sottotetti e controsoffittature

– Isolamento termo-acustico di sottopavimento

Voce di capitolato

" Fornitura e posa in opera di isolante termo-acustico in fiocchi di cellulosa ecocompatibili ISOCEL da inserire nelle intercape­dini mediante apposita attrezzatura. Sono comprese I’apertura e la sigillatura dei fori, necessari per I’installazione del materiale isolante".

ALTRE SOLUZIONI

Ovviamente in commercio esisto altre valide soluzioni, una di queste è l’utilizzo dei pannelli isolanti Depron, un sistema molto valido e adatto anche al fai da te.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

 

di Amedeu

4 commenti

  1. Per riempimento camera d’aria che differenza c’e’ : insufflaggio di fibra cellulosa ,e insufflaggio di resina ureica.La casa ha 40 anni e tra i muri perimetrali c’e’ uno spazio di circa 10 cm.Cosa mi consigliate?Distinti saluti

  2. Non ho ancora deciso se nella camera d’aria che ha circa 12 cm ,se conviene mettere in sufflaggio il poliuretano ,che e’ migliore (piu’ bassa) come conducibilita’ termica rispetto ai fiocchi di cellulosa.Chiedo a voi se il poliuretano ad insufflaggio e’ traspirante?Non vorrei trovarmi le pareti con la muffa. Grazie,saluti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.